Search

Category Archives: Economia

corso di moda gratuito

È stato pubblicato il bando per il nuovo corso di moda gratuito post-diploma biennale come Fashion coordinator proposto dalla Fondazione Its Moda di Pescara.

Il corso prevede mille ore di formazione in aula e 800 ore di stage in azienda per formare la figura professionale che fa da punto di raccordo tra l’area design e quella del marketing.

Una figura professionale strategica, che dovrà sovraintende tutti i progetti di una o più linee di prodotto.

Responsabile della strategia del marchio, dovrà saper coniugare lo stile e la produzione con le esigenze commerciali e garantire la coerenza stilistica e comunicativa della collezione.

I posti a disposizione sono in totale 25 e la scadenza per la presentazione delle domande è fissata per il 20 settembre 2019.

Nello svolgimento delle attività didattiche, l’allievo utilizzerà tecnologie informatiche digitali e CAD 2D e 3D e applica le procedure aziendali per garantire gli standard qualitativi previsti.

corso moda

I moduli formativi del corso di moda gratuito sono pensati tenendo conto dell’esigenza di fornire una formazione trasversale sul Sistema Moda.

Così come sono finalizzati a fornire competenze professionalizzanti su ciascuna delle fasi che riguardano lo sviluppo di collezioni di abbigliamento:

  • design/ricerca,
  • progettazione tecnica e prototipia,
  • industrializzazione del prodotto,
  • comunicazione.

Oltre il 50% del personale docente proverrà dal mondo del lavoro e dell’impresa, per portare sui banchi casi concreti e reali anche in vista dello stage che ciascun allievo compirà per 800 ore in aziende abruzzesi, e nazionali, del settore del fashion.

Grazie ai fondi Erasmus gli allievi potranno concorrere alle borse di studio per svolgere il tirocinio in un Paese Europeo, come già accaduto per 7 studenti del corso 2019-2020.

Per maggiori informazioni sul bando e sulla modulistica si può visitare il sito della Fondazione www.itsmodape.com.

by Redazione

Il Presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, punta a una rivisitazione del corridoio “Baltico-Adriatico” e del corridoio “Mediterraneo” al fine di dare un nuovo impulso allo sviluppo e all’economia della regione. Una questione affrontata a Bruxelles nel corso dell’incontro con il Capo di Gabinetto del Commissario ai Trasporti, Alessandro Carano.

A tal proposito il presidente Marsilio, al rientro in Abruzzo, ha scritto una lettera al governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, per evidenziare la problematica concernente la variante del corridoio “Mediterraneo” che consentirebbe la realizzazione dell’asse Barcellona-Civitavecchia-Ortona-Ploce.

La proposta di giungere a un riconoscimento di una diramazione trasversale intermodale all’interno del “Corridoio V”, che colleghi la penisola iberica e l’area balcanica passando attraverso l’Abruzzo, è una questione di grande attualità e di cruciale importanza per lo sviluppo della portualità e delle aree interne. Dopo aver scritto al ministro delle infrastrutture, Danilo Toninelli, per chiedergli di intraprendere ogni iniziativa per sostenere la proposta, il presidente Marsilio nella lettera a Zingaretti chiede che la Regione Lazio partecipi alla consultazione pubblica promossa on-line dalla commissione Europea sulle linee guida TEN-T, in vista di una revisione globale delle reti di trasporto transeuropee. Il collegamento trasversale Tirreno Adriatico, da Civitavecchia a Ortona, porterebbe benefici consistenti. 

Seguendo questa linea il presidente Marco Marsilio ha scritto ai presidenti delle Regioni Marche, Luca Ceriscioli, Molise, Donato Toma, e Puglia, Michele Emiliano, per affrontare, sempre nella prospettiva di una prossima revisione degli assetti, la prosecuzione del corridoio Baltico-Adriatico lungo la direttrice che va ad Ancona fino al porto di Bari, passando logicamente per Pescara.

Un prolungamento di circa 500 chilometri che favorirebbe il sistema di collegamenti infrastrutturali all’interno della macroregione e che nel contempo porrebbe fine alla situazione di isolamento e marginalità rispetto ai futuri processi di sviluppo economico a cui l’Abruzzo, insieme al Molise, sarebbe soggetto. Anche in questo caso il presidente Marsilio ha invitato i suoi colleghi a prendere parte alla consultazione promossa dalla commissione Europea.

by Redazione
Bee Natural Festival

La Giunta regionale, presieduta da Marco Marsilio, si è riunita all’Aquila, a palazzo Silone, per l’esame di diversi provvedimenti amministrativi.

Tra gli altri, su proposta del Vice Presidente Emanuele Imprudente, è stato approvato il “Programma quadro per l’attuazione dei regolamenti comunitari in materia di miglioramento della produzione e commercializzazione dei prodotti dell’apicoltura”.

Al fine di valorizzare un importante comparto agricolo del territorio, la Giunta regionale ha fatto proprio il Programma Quadro per dare impulso alla produzione e alla commercializzazione di tutti i prodotti derivanti dall’apicoltura. La norma di riferimento è quella dettata dalla L.R. n. 23 del 2013 che, infatti, all’art. 15, comma II, stabilisce che la proposta di delibera sia trasmessa alle Commissioni consiliari competenti per l’espressione dell’apposito parere. Successivamente, sarà predisposta una nuova proposta di delibera che terrà conto dei pareri espressi, ovvero dell’intervenuta formazione del silenzio-assenso (per il caso in cui le commissioni competenti non si esprimano nel termine di 20 giorni dal ricevimento della deliberazione). Su proposta dell’assessore Mauro Febbo è stata invece approvata la delibera di “Adesione della Regione Abruzzo all’Accordo per il credito 2019, sottoscritto dall’ABI e dalle associazioni imprenditoriali in data 15/11/2018”.

La Regione Abruzzo, in qualità di soggetto erogatore delle agevolazioni, consentirà l’applicazione delle misure di sospensione ed allungamento dei finanziamenti (tra cui compare anche il pagamento della quota capitale delle rate). Il provvedimento è reso in favore delle imprese operanti sul territorio regionale. In tema di tutela della salute e sicurezza sul lavoro, l’esecutivo, su proposta dell’assessore Nicoletta Verì, ha licenziato la delibera relativa al “Piano Triennale delle Azioni Positive 2019-2021”. Come da impegni assunti in campagna elettorale dal Presidente Marsilio nel corso di un incontro con la Commissione Regionale per le Pari Opportunità, la delibera garantisce il rispetto di un ambiente di lavoro improntato al benessere organizzativo con l’impegno a rilevare, contrastare ed eliminare ogni forma di violenza morale e psichica al suo interno. A tal fine l’amministrazione regionale si impegna ad adottare tutte le misure ritenute necessarie per rimuovere gli ostacoli alla piena ed effettiva parità di opportunità tra uomini e donne. In applicazione di quanto disposto dalle direttive nazionali, verrà attuato un programma di intervento volto ad individuare tutti gli strumenti utili a riequilibrare le situazioni di disparità di condizioni tra uomini e donne che lavorano all’interno dell’amministrazione regionale.

Il programma approvato oggi prevede anche la formazione del Comitato Unico di Garanzia per le Pari Opportunità che avrà in compito di monitorare costantemente il livello di efficacia delle azioni adottate nell’ambito delle scelte organizzative e nel conferimento degli incarichi, promuovendo soluzioni per rimuovere eventuali ostacoli che si frappongano al conseguimento di una effettiva uguaglianza e valorizzazione delle differenze.

by Redazione