Search

Tag Archives: cronaca regionale

Caramanico

Ex strada regionale 487 Caramanico Terme all’altezza della galleria per Sant’Eufemia: cade un masso e solo il destino ha evitato tragedie più grandi visto che in quel momento lungo la strada non transitavano mezzi.

Sull’accaduto è intervenuto Mario Mazzocca, assessore emerito della Regione Abruzzo e presidente di ReteAbruzzo:

Siamo stati purtroppo facili profeti. Proprio lunedì scorso, in occasione dell’ultimo dei pochi consigli comunali sinora svolti, avevamo manifestato tutte le nostre perplessità su alcune scelte operate dall’amministrazione comunale di Caramanico e ritenute prioritarie sul tema dei lavori pubblici e, in particolare, del dissesto idrogeologico.

Ci sembrava quanto meno strano che si ponessero in secondo piano sia il dissesto del centro abitato (ultimo stralcio versante Fiume Orta) che la frana di crollo di Colle Alto-Civita, entrambi connotati da analisi, rilievi, studi, ricerche e progetti, quantitativamente imponenti e connotati da un elevato livello di dettaglio progettuale, e si decidesse di optare per avanzare un’unica richiesta di finanziamento (poi ottenuto) per sistemare i movimenti franosi nella sola località Vetritillo, il cui studio ed approfondimento progettuale si trovano ad una fase poco più che preliminare.  Purtroppo, le nostre perplessità si dimostrano oltremodo fondate.

E ci auspichiamo che, nella scelta prioritaria effettuata, qualcuno non abbia operato “sentendosi come Gesù nel tempio” e non si sia preso la briga di dare uno dei suoi “buoni consigli” non potendo “più dare cattivo esempio.

by Redazione
rete

Una “rete” per abbattere le diversità, mettere al centro persone psicologicamente fragili e restituire loro la dignità e la serenità, messe a dura prova dal lockdown e dal distanziamento sociale.

È questa la filosofia e la finalità con cui prende vita Facciamo rete, un progetto ideato da due associazioni abruzzesi di volontariato che da diversi anni sono al fianco delle persone con disagio mentale e i loro famigliari.

Grazie ai fondi stanziati dalla Regione Abruzzo destinati alla riabilitazione psicosociale in ambito psichiatrico, Cosma e Percorsi hanno implementato un calendario di attività mirate all’inclusione sociale di 40 fruitori maggiorenni affetti da disturbi mentali, che data l’impossibilità di vedersi in presenza, utilizzeranno sistemi e tecnologie multimediali, per rimanere vicini anche se distanti.

L’agenda degli appuntamenti prevede una serie di attività da svolgersi in remoto, finalizzate a conservare integro quel circuito di socializzazione, necessario in un’ottica di recovery degli utenti che partecipano al progetto.

Laboratori didattici, visite guidate “virtuali”, incontri di cineforum e persino una web radio per coinvolgere attivamente tutti gli attori del progetto – dai destinatari agli addetti ai lavori – e la collettività interessata a partecipare.

Il tutto grazie al prezioso contributo di volontari e operatori della salute mentale. I familiari e i care givers che si prendono cura degli utenti sono parte integrante della rete di attività.

A corollario dell’iniziativa sono previsti degli “Zoom party” in cui i protagonisti del progetto Facciamo rete incontreranno eminenti ospiti ed esperti per parlare di tematiche relative al mondo della salute mentale.

by Redazione
Pianella

Inaugurato il nuovo centro vaccinazioni del Comune di Pianella, realizzato al primo piano della scuola dell’infanzia.

La cerimonia inaugurale ha visto la partecipazione, dell’assessore regionale con deleghe alla salute ed alle pari opportunità Nicoletta Verì, del direttore generale della ASL di Pescara Vincenzo Ciamponi, degli amministratori comunali ,di una rappresentanza dei volontari di Protezione Civile e Croce Rossa nonché delle ditte che hanno effettuato i lavori, nonchè del Parroco Marius Badau che ha benedetto la struttura.

Si tratta di un intero piano, pari a circa 270 metri quadri, completamente ristrutturato per essere destinato alle vaccinazioni, ormai in procinto di essere avviate.

I lavori, finanziati con fondi comunali legati all’emergenza covid, hanno consentito l’adeguamento della struttura, l’abbattimento delle barriere architettoniche, l’installazione di un ascensore esterno, l’installazione di tutta la rete impiantistica ad elevata efficienza energetica e di tutto ciò che è necessario per avviare al più presto in piena sicurezza la campagna vaccinale rispettando i protocolli e le norme sanitarie poiché dotata di una sala di attesa pre-vaccino, un accettazione per l’anamnesi medica, 3 ambulatori di somministrazione, una infermeria, uno spogliatoio, tre bagni con altrettanti servizi per disabili, uno spogliatoio ed una sala grande per l’osservazione post-vaccino.

Pianella, grazie a questa struttura, completata in solo 2 mesi, posta all’interno di un immobile già oggetto di una importantissima opera di messa in sicurezza sismica, si è fatta trovare pronta per l’avvio delle attese vaccinazioni e potrà, in caso di necessità, ospitare anche cittadini di altri comuni secondo quanto sarà disposto dalla ASL nei prossimi giorni.

“ E’ stata una corsa contro il tempo, ma possiamo ritenerci soddisfatti per quanto portato a termine – afferma il Sindaco Marinelli – Mi corre l’obbligo di ringraziare, pertanto, quanti si sono adoperati per tagliare oggi questo traguardo, a partire dalle imprese, gli uffici comunali, i colleghi di maggioranza, ovvero tutti coloro che hanno messo in campo ogni energia per cercare di superare le criticità legate alla crisi pandemica. In questa occasione – aggiunge il primo cittadino – abbiamo avuto l’occasione di fare il punto della situazione con l’assessore regionale Nicoletta Verì ed il direttore generale della ASL di Pescara Vincenzo Ciamponi e si è rafforzata la convinzione che solo grazie ad una forte coesione interistituzionale si potrà riuscire a mettersi alle spalle al più presto tutte le gravi problematiche sociali, economiche e sanitarie ancora presenti”.

by Redazione
Pane artigianale

C’è uno spicchio di artigianato abruzzese nel cuore profondo di un Paese lontano come il Bangladesh, ed ha il gusto di pane impastato con la solidarietà.

Sono passati quasi vent’anni – correva infatti il 2004 – quando prese le mosse un progetto promosso da una onlus, “Rishilpi”, sposato dalla Cna Abruzzo per avviare nel distretto di Satkhira, nella divisione di Khulna, un programma di formazione per aspiranti panificatori: obiettivo, dotare un territorio vastissimo di un piccolo sistema di forni in grado di rifornire le scuole della zona, scontando mille difficoltà di ogni tipo, non ultima la rigida divisione della società in caste, che rappresenta proprio il terreno di impegno della onlus.

In un contesto irto di difficoltà d’ogni genere.

A dare gambe al progetto della confederazione artigiana – allora presieduta da Franco Cambi – fu un docente d’eccezione: Ezio Centini, immaginifico e creativo pasticciere di Bisenti in Val Fino, ovvero uno dei nomi più conosciuti del settore in Abruzzo soprattutto per la sua attività di cioccolataio.

Ecco il suo racconto:

Sono stato tre volte in Bangladesh: nel 2005, nel 2006 e nel 2009, e ogni volta per un mese.

Abbiamo portato laggiù, con una vera e propria missione, due forni a legna, due impastatrici ed altre attrezzature più piccole per la produzione del pane.

Ho formato durante la mia presenza una decina di ragazzi, alcuni dei quali si sono poi dedicati stabilmente al mestiere di fornaio.

Col tempo, ovviamente, l’attività si è evoluta:

Il problema più grosso si è rivelato il costo per il trasporto del pane dai luoghi di produzione ai villaggi di destinazione con le scuole.

Per questo, alla fine, si è optato per dotare ogni villaggio con scuola di micro-forni: è difficile anche solo immaginare, da qui, quanto sia  complessa la gestione di queste attività in un Paese dagli usi del tutto differenti, a cominciare dal tipo di alimentazione per i forni.

Oggi di quella prima intuizione – che trovò il sostegno finanziario di Unioncamere, della Provincia di Pescara e della Banca di Ancona – è rimasto un importante lascito professionale: il consolidamento di alcune attività che hanno preso la strada di una produzione di pane e dolci ispirata a nuovi e più avanzati strumenti. Comunque nel segno di quella esperienza indimenticabile.

 

Comuni del cratere

Proseguono le azioni intraprese per dare concreta attuazione alle disposizioni normative riguardanti la stabilizzazione del personale in servizio presso gli Uffici per la Ricostruzione dei Comuni del cratere e, nel corso dell’incontro avutosi in settimana tra il Sindaco di Cugnoli Lanfranco Chiola, Rappresentante dell’Area Omogenea n. 5, ed attuale Coordinatore del Tavolo di Coordinamento delle Aree Omogenee e il Sindaco della Città dell’Aquila, Pierluigi Biondi si è addivenuti ad una soluzione positiva che possa far tornare il sereno nelle prospettive del personale precario.

“Ringrazio il sindaco Biondi – commenta il sindaco di Cugnoli Lanfranco Chiola – per la sensibilità e la collaborazione espressa di fronte a questa tematica di particolare importanza e rilevanza; è fondamentale – per la crescita e la ricostruzione delle ns. realtà – non disperdere le competenze professionali acquisite negli ultimi anni dal personale USRC che tanto potrà continuare a fare per il ns. territorio. E, allo stesso tempo, è quanto mai necessario ed opportuno raggiungere una soluzione condivisa al fine, di dare una risposta univoca e di un certo peso alle domande che ci giungono in riferimento al futuro di questi collaboratori, anche loro protagonisti della ricostruzione post-sisma che è in corso.”

Il sindaco Biondi ha fornito la disponibilità del Comune dell’Aquila a non perdere questa importantissima occasione ed opportunità contemplata dalla normativa in materia, concordando con il Rappresentante del Tavolo di Coordinamento delle Aree Omogenee di prevedere un protocollo d’intesa con l’USRC per l’organizzazione di tutto il Personale impiegato presso le attuali sedi di servizio.

“Confidiamo di risolvere la questione in tempi brevi per non compromettere e rallentare l’intero processo della ricostruzione post-sisma del nostro territorio” conclude il sindaco di Cugnoli Lanfranco Chiola.

Di arti e di mestieri è questo il titolo del progetto curato dall’Opera Sante de Sanctis con la Fattoria Sociale Villa Irelli rivolto a ragazzi e ragazze con disabilità, in particolare con disturbo dello spettro autistico, dai 15 anni in su.

Si tratta di un ciclo di laboratori che si terranno ogni venerdì dalle 15 alle 19 dal 5 marzo al 10 dicembre 2021 negli ampi e funzionali spazi della Fattoria Sociale Villa Irelli, a Castelnuovo Vomano, nel comune di Castellalto (TE).

L’iniziativa – patrocinata e supportata anche dal Comune di Teramo e dalla Fondazione Tercas, e organizzata in collaborazione con la Cia Agricoltori Italiani L’Aquila-Teramo, la Compagnia dei Merli Bianchi, l’associazione NaturAmo e la società agricola D’Amario e Feliciani di Atri – prevede laboratori di teatro, di infeltrimento della lana, di lavorazione della ceramica, di cucina, di produzione del formaggio, di lavorazione del legno e laboratori dedicati alla cura dell’orto.

Per le famiglie sono in programma anche mostre mercato e parent training.

I ragazzi saranno seguiti da operatori sanitari, assistenti, artisti e professionisti i quali si impegneranno affinché possano sperimentare comportamenti adattivi e apprendere abilità funzionali alla vita quotidiana e all’autonomia.

L’iniziativa è stata presentata stamattina (18 febbraio 2021) in conferenza stampa nella sede de L’ARCA (Laboratorio di Arti Contemporanee) a Teramo, alla presenza, tra gli altri, del Presidente dell’Opera Sante de Sanctis, il dottor Marco Valerio de Sanctis, del Consigliere Comunale Dario Di Dario e della Presidente della Fondazione Tercas, Tiziana Di Sante. Sono inoltre intervenute la dott.ssa Giulia Di Donato, psicologa e la dott.ssa Paola Di Marco, terapista occupazionale e terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva, che hanno descritto le attività progettuali negli aspetti specifici delle rispettive discipline.

Per partecipare al progetto è necessario iscriversi entro le ore 12 del 1° marzo 2021 contattando i numeri: 348.7111214 o 3283567726 oppure scrivendo una mail all’indirizzo: diartiedimestieri@operasantedesanctis.it. Contatti, questi, utili anche per avere informazioni più dettagliate sull’iniziativa.

 “Il ciclo di laboratori – dichiara il dottor Marco Valerio de Sanctis, presidente dell’Opera Sante de Sanctis e discendente del fondatore – è il tentativo di offrire un servizio che porti avanti una tradizione storica in terra abruzzese: dare la possibilità ai ragazzi con disabilità e alle loro famiglie di partecipare attivamente a attività socio-culturali-ricreative unendo tradizioni, usi e costumi, mestieri e competenze in ambito sociale e sanitario. Potendo generalizzare i nuovi apprendimenti in ambiente naturale si sosterranno la motivazione, l’autonomia e l’autostima incrementando le abilità intellettive e sociali. La nostra attività viene portata avanti da più di 120 anni nel Lazio e in particolare a Roma e avevamo il desiderio di poter estendere le nostre attività anche in Abruzzo, regione d’origine della famiglia di mia madre. La struttura della Fattoria Sociale Villa Irelli si presta perfettamente alle esigenze del progetto e già la scorsa estate abbiamo portato avanti iniziative interessati con i disabili. E’ stata una esperienza molto apprezzata dalle famiglie e ci ha stimolato nel lavorare a un progetto più corposo e articolato che è diventato ‘Di arti e di mestieri’. Desidero ringraziare tutti i professionisti che si sono lasciati coinvolgere nel curare i vari laboratori, il Comune di Teramo e la Fondazione Tercas per aver creduto nel progetto sostenendolo, tutti i partner e le persone coinvolte ”.

Il Sindaco di Teramo Gianguido D’Alberto, afferma:

Siamo orgogliosi di aver dato il nostro sostegno ad una iniziativa di questo tenore. 

Le istituzioni per prime devono rispondere alla necessità di realizzare, per chi è portatore di disabilità e per ogni stagione della vita, un sistema in cui ci sia un aiuto consapevole e costante.

E’ questo il modo più giusto per porsi di fronte ad una problematica che non si aspetta parole ma invoca concretezza. 

E noi rispondiamo a ciò non come se dovessimo svolgere un compito ma con la realizzazione di opportunità vere.

L’assessore al Sociale del Comune di Teramo, Ilaria De Sanctis rimarca che:

Aderendo a questo progetto, l’amministrazione comunale cerca di dare una prospettiva diversa a tutti i giovani che vivono in una condizione di disabilità la quale, spesso a partire dai 18 anni, comincia a dare minori opportunità.

Proprio nel ruolo di assessore al Sociale, credo sia importante se non necessario, provvedere a mettere in campo o sostenere qualsiasi iniziativa che possa prospettare un futuro migliore per questi cittadini teramani.

La presidente della Fondazione Tercas, dottoressa Tiziana Di Sante sottolinea come:

La solidarietà che l’istituzione che dirigo vuol promuovere e favorire, non deve essere episodica e limitata ad eventi contingenti ma deve contribuire a creare le reali condizioni per un inserimento di persone con diverse abilità nella realtà sociale e lavorativa, col principale scopo di valorizzare, delle stesse, le peculiarità e le propensioni.

L’Opera Sante de Sanctis è un’associazione per la terapia e la riabilitazione dei portatori di handicap psicofisici, fondata nel 1898 da Sante de Sanctis, pioniere della neuropsichiatria infantile in Italia.

L’Associazione svolge, fin dalla sua fondazione, un ruolo di avanguardia nell’uso di tecniche riabilitative innovative o sperimentali associate alla tecnica riabilitativa ordinaria.

La globalità dell’intervento riabilitativo è sempre stata e rimane al centro dell’impostazione adottata al fine del raggiungimento del recupero del deficit, del potenziamento delle capacità residue e della realizzazione di una compiuta integrazione sociale.

Denominatore comune di ogni intervento è la centralità del disabile con la sua individualità e il suo orgoglio personale.

Nel 1978 il Ministero della Sanità ha stipulato con l’Associazione la prima Convenzione con la quale è stata sancita l’autorizzazione a erogare assistenza sanitaria specifica riabilitativa dando vita a quelle attività che ancora oggi, in accordo con tutte le successive innovazioni e integrazioni introdotte dalla Regione Lazio, i quattro centri di riabilitazione dell’Associazione, situati nel tessuto urbano romano con trattamento semiresidenziale e ambulatoriale, continuano a erogare.

miglianico

Comprende le esigenze degli imprenditori locali per poter indicare loro le migliori strategie per provare a risollevarsi dall’emergenza economica causata dall’epidemia di Covid-19: è questo l’obiettivo di RaccontaMI, una campagna di ascolto e di promo contatto promossa dallo Sportello Impresa del Comune di Miglianico e dal presidente del Consiglio comunale, Mimmo Cicchitti, che da imprenditore vive in prima persona i drammi legati alla crisi che il 2020 ha reso evidente.

Sono state 250 le persone interpellate per un totale di 41 ore e mezzo di confronto con coloro che fanno impresa a Miglianico: un lungo incontro che ha rivelato le principali criticità degli imprenditori miglianichesi, permettendo così allo Sportello Lavoro di predisporre percorsi ad hoc per uscire dall’empasse venutasi a creare con l’emergenza sanitaria.

Pochissimi e solo i più strutturati hanno una presenza digitale solida sul web, presupposto essenziale per un nuovo dinamismo, per cui forte è stata la richiesta di una prima formazione proprio sul posizionamento ottimale nell’ambiente internet dell’impresa, sebbene sia stata indicata la necessità di affidare un così delicato settore di comunicazione a chi ha una consolidata esperienza nel campo informatico.

La seconda richiesta scaturisce dalla prima: la necessità di un servizio logistico a seguito di una eventuale presenza di uno store on line.

Poche le voci che chiedevano un abbassamento delle imposte Imu e Tari, che già sono state ridotte negli ultimi anni, diverse le richieste di continuare l’interlocuzione con il Comune tramite questo servizio.

“La trasformazione digitale delle imprese – ha spiegato il sindaco Fabio Adezio – è una delle priorità che abbiamo identificato tramite questo servizio di ascolto, che ci ha convinto sempre di più a battere un ben preciso campo per tentare di dare un aiuto concreto ai nostri imprenditori. L’imprenditoria, specie piccola, come quella che si riscontra nei piccoli centri, sta vivendo una stagione difficile in generale e Miglianico non è immune da questa situazione: per fortuna, nel nostro territorio abbiamo una grande varietà di attività con le quali è possibile costituire iniziative di spessore. Siamo convinti che il commercio miglianichese abbia la forza e la capacità di autosostenersi e RaccontaMI serve proprio a dare supporto a queste attività, aiutarle a mettersi al passo con i tempi, fornire gli strumenti adatti per il futuro. Le possibilità di finanziamento sono tante, tuttavia per il nostro Sportello Impresa quel che è essenziale è capire quale sia la più adatta ad ogni attività: analizzeremo le richieste pervenuteci, consiglieremo a ciascuno la strada migliore da percorrere e daremo supporto di fronte alla burocrazia che ci si troverà a dover affrontare. Il nostro obiettivo è quello di rafforzare le attività già esistenti dando la possibilità di fare una scelta ponderata anche a chi vuole avviare una nuova attività”.

by Redazione
Bcc Sangro Teatina

Pensa solidale _ Compra locale è il nome dell’iniziativa partita l’8 dicembre ad Atessa e promossa da Bcc Sangro Teatina in collaborazione con il Comune di Atessa, l’associazione Kommerciate, l’istituto Omnicomprensivo “Ciampoli–Spaventa” e l’asilo d’infanzia “Principessa Elena”.

Si articola in due sezioni. La prima Uno scontrino per la scuola è rivolta alle scuole primarie e dell’infanzia, per premiarle con buoni per l’acquisto di attrezzature e materiale didattico, a fronte di una sorta di “raccolta punti” tanto più fruttuosa quanti più saranno gli scontrini relativi ad acquisti fatti negli esercizi commerciali del territorio atessano.

Gli scontrini validi sono quelli che portano la data dal 3 dicembre 2020 al 28 febbraio 2021, e saranno raccolti in appositi contenitori installati negli istituti scolastici.

Partecipano tutte le scuole primarie e dell’infanzia di Atessa: scuola primaria Capoluogo, primaria Rione Santa Maria, primaria Monte San Silvestro, primaria Piana La Fara, scuola dell’infanzia Fonte Cicala, scuola dell’infanzia Rione Meridionale, scuola dell’infanzia San Luca, scuola dell’infanzia Piana La Fara, scuola dell’infanzia Aia Santa Maria, scuola dell’infanzia Principessa Elena.

I primi tre plessi classificati riceveranno materiale didattico per un valore pari rispettivamente a 700, 600 e 500 euro.

Dalla quarta alla nona scuola classificata il valore del materiale attribuito sarà di 300 euro.

Il 1° marzo 2021 saranno ritirati i contenitori degli scontrini dalle scuole.

A seguire, un’apposita commissione provvederà a conteggiare gli scontrini in rapporto al numero degli alunni regolarmente iscritti a quella scuola alla data del 31 dicembre 2020: vincerà il numero più alto.

Per fare un esempio, se due scuole raccogliessero 2000 scontrini e la prima avesse 100 bambini e la seconda 200, il rapporto ottenuto dalla prima sarebbe 20, quello della seconda 10, con evidente vantaggio della prima.

“L’iniziativa – spiega Fabrizio Di Marco (nellafoto), direttore generale Bcc Sangro Teatina – mette in campo un circolo virtuoso in cui i partecipanti si sostengono a vicenda. Da parte nostra, sosteniamo sia le scuole sia i commercianti: comprando nei negozi della città si contribuisce a mantenere vive strade, piazze e attività economiche tradizionali oltre che a sostenere le comunità didattiche. Non va infine trascurato il messaggio che un segno di legalità come lo scontrino porta con sé, suggerendo un comportamento civico corretto”.

La seconda sezione è Uno scontrino per la Caritas.

Sempre fino al 28 febbraio, ad Atessa verranno posizionati totem per la raccolta degli scontrini: uno in piazza Benedetti, accanto al presepe realizzato dall’associazione Amici del Presepe di Atessa e due nelle filiali della Bcc ad Atessa e Piazzano.

Il 28 febbraio un’apposita commissione conteggerà il totale degli scontrini inseriti e la Bcc erogherà alla Caritas l’1% del totale in favore delle famiglie del territorio meno fortunate.

“In questo modo – conclude Di Marco – intendiamo mandare un messaggio altrettanto chiaro: un’economia che gira è inclusiva perché tiene in considerazione anche chi fa più fatica. E la nostra banca è sempre in prima linea quando si tratta di costruire il bene comune”.

Sisma Abruzzo 2009

Buone notizie per la ricostruzione post-sisma Abruzzo 2009, sono stati, infatti appena trasferiti – dal Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) – € 88.319.270,81, così suddivisi:

  • € 48.392.658,93 destinati alla ricostruzione privata dei Comuni appartenenti al Cratere Sismico e
  • € 39.926.611,88 destinati alla ricostruzione privata dei Comuni Fuori Cratere.

“È una magnifica notizia per il nostro territorio – commenta il sindaco di Cugnoli Lanfranco Chiola, Rappresentante dell’Area Omogenea n. 5, ed attuale Coordinatore del Tavolo di Coordinamento delle Aree Omogenee, frutto di un pregevole lavoro di squadra che vede coinvolti la Struttura di Missione di Roma – coordinata dall’ing. Fabrizio Curcio – il MEF e l’Ufficio Speciale per la Ricostruzione dei Comuni del Cratere, guidata dal Titolare ing. Raffaello Fico. Ringrazio tutti i protagonisti impegnati in questo fondamentale processo di ricostruzione, per l’importante lavoro di coordinamento svolto quotidianamente con professionalità ed impegno. È essenziale proseguire lungo questa strada – conclude il sindaco– per portare a compimento la ricostruzione privata nei nostri territori comunali e, permettere ai nostri cittadini di ritornare nelle proprie abitazioni abbandonate da quel tragico 6 aprile 2009”.

 

 

Foto di Angelo Giordano da Pixabay

archi

La scuola ad Archi sarà presto più sicura. Sono stati avviati i lavori di ristrutturazione della scuola dell’infanzia e  secondaria di primo grado in via SS. Salvatore a Piane d’Archi.

L’intervento, che rientra nel Piano per l’Edilizia scolastica per l’annualità 2018, riguarda l’adeguamento sismico e quello degli impianti, l’abbattimento delle barriere architettoniche e l’efficientamento energetico.

“Si tratta di un traguardo straordinario per la nostra amministrazione” commenta il vice sindaco e assessore con delega ai Lavori pubblici Nicola De Laurentis,  il quale esprime profonda soddisfazione a nome di tutta l’amministrazione poiché i lavori, attesi da tanto tempo dalla cittadinanza, rientrano tra i soli 14 progetti finanziati in tutta la regione Abruzzo dal Piano per l’annualità 2018.

Circa 800mila euro il fondo stanziato per l’intervento che sarà completato entro il 1° marzo del 2021.

“Come amministrazione ci siamo sempre battuti affinchè i nostri ragazzi potessero andare a scuola in tutta sicurezza – aggiunge il vice sindaco – La realizzazione del lavoro garantirà al nostro paese una scuola sicura e confortevole”.

by Redazione