Search

Tag Archives: eventi 2021

città sant'angelo

Per ricordare Mario Provino, la famiglia e l’università dell’Adriatico -Ecampus, con sede in Città Sant’Angelo (Pe), hanno istituito il Premio internazionale Mario Provino per le arti, la letteratura, la cultura.

A presiedere il premio è stato chiamato il critico d’arte e letterario Massimo Pasqualone, che annuncia i vincitori di questa prima edizione, la cui cerimonia di premiazione si terrà il 30 dicembre alle 10 nell’aula magna dell’Università: Alberico Solimes, Angelo De Nicola, Elvira Venosi, Daniela Manelli Trionfi, Nicola D’Angelo, Antonietta Di Santo, Sofonia Palestini Sofonia, Paolo Francesco Fracassi, Flavio Tursini, Massimo Perna, Ercolina Delle Monache, Tiziano Aldo Tiberii, Claudio Cirinei, Stefano Giovannone, Orietta Spera, Nicola Granata,  Rossella Caldarale, Elisabetta Grilli, Rosella Cardella, Fausto Roncone, Elio Lucente, Annamaria Di Lorenzo, Marilena Santomaggio,  Giovanna Favoriti, Roberto Selvaggi, Salvatore Monopoli, Nicola Trosino, Alberto Amoroso, Matteo Giannese, Vera Barbonetti, Sara Leone, Cristina Spennati, Stefania Barile, Rosella Carloni, Carlo Masci, Paolo Colitti, Gianfranco De Massis, Alessandro Taddei, Alfonso Lovito, Angelo Raffaele Margiotta.

“Abbiamo scelto personalità di primo piano nel panorama nazionale tra arte, letteratura e cultura, per ricordare un uomo straordinario, dedito al lavoro ed alla famiglia, integerrimo e attento ai fenomeni culturali ed imprenditoriali non solo locali” ha sottolineato Pasqualone.

Irdidestinazionearte

Per i tipi di irdidestinazionearte Letteratura esce il volume di Rosella Carloni, Il Mare della musica, con la prefazione di Massimo Pasqualone, che così scrive:

Rosella Carloni ci stupisce sempre, ha una incredibile potenza creativa, che attinge alla musica, alla poesia, all’arte, in un percorso che utilizza il genere letterario della narrativa per l’infanzia per arrivare ai grandi. Il mare della musica, infatti, è il mare delle emozioni, dell’avvicinamento alle note che altro non sono che emozioni da comporre insieme, per la colonna sonora della vita che ci accompagna in ogni momento della giornata, tra attimi e frammenti, gioia e dolore, dall’inizio fino alla fine. Educare al gusto musicale vuol dire educare alla bellezza e Rosella Carloni lo fa in modo semplice  con preziose illustrazioni che arricchiscono le pagine di questo agevole libretto, denso, però, di significato come un volume di migliaia di pagine che l’autrice riesce a condensare in un cammino incantato e fiabesco.

Rosella Carloni è nata ad Antrodoco ma vive nel Comune di Castel Sant’Angelo in provincia di Rieti. Diplomata al Conservatorio Alfredo Casella dell’Aquila e laureata in Bioetica all’Università di Bari, attualmente insegna educazione musicale a Poggio Bustone.

Civitella Alfedena 

A Civitella Alfedena (Aq) nel giorno di Santo Stefano si ride con Fabrizio Maturani, meglio noto al pubblico come Martufello, che con il suo Martufello Show Dio ce ne scampi e ..mazzancolle! torna su un palco abruzzese, quello del Centro Culturale “Orsa Maggiore” per uno spettacolo ironico e divertente, voluto dal Comune di Civitella Alfedena e che reca la firma di Uao Spettacoli.

Appuntamento dunque al 26 dicembre alle ore 19 con il cabarettista del Bagaglino che tanto ha fatto sognare gli italiani, l’attore, il comico, il personaggio così fortemente voluto sia dalla Rai che Mediaset come ospite nei programmi di maggior successo anche per le puntate natalizie.

Risate a non finire, in questo show che allieterà le festività natalizie nel comune dell’aquilano e dove vengono presi di mira usi e costumi contemporanei: l’attualità, gli uomini, le donne, i vizi e le virtù degli esseri umani nella loro quotidianità, dovranno fare i conti con l’ironia pungente dell’artista.

Aneddoti, racconti, storie, satira di costume si alterneranno con i fatti ed i ricordi più importanti di questi giorni affatto semplici e Martufello, con la sua carica artistica, sa bene come rivolgersi al pubblico e sa ben capirne le necessità, “e per un Natale piacevole – aggiunge Martufello – è bello andare a teatro, vivere la gioia dello stare insieme e mettere da parte tutto il resto con il solo scopo di divertirsi e per me, invece, far divertire il mio pubblico”.

Per l’ingresso allo spettacolo è necessario essere in possesso di Super Green Pass e mascherina, secondo le regole vigenti anti-covid.

Per info e prenotazioni il numero da chiamare è 333.5001699. E’ possibile acquistare i biglietti su www.ciaotickets.com.

Natale in città

L’obiettivo comune delle proposte presentate è quello di mettere i quartieri al centro di un meccanismo sociale e culturale virtuoso. Rivitalizzare tutte le zone della città attraverso l’azione dei giovani e del mondo dell’associazionismo è fine nobile, che va proprio nella direzione dello sforzo che deve intraprendere una buona amministrazione attraverso l’organizzazione e la delocalizzazione di attività socioculturali in tutta l’area urbana.

La pensano così Nicoletta Di Nisio, assessore alle Politiche per la disabilità, all’ascolto del disagio sociale ed all’associazionismo sociale, e Simone D’Angelo, presidente ENDAS Abruzzo, pronti a portare la magia del Natale in ogni angolo di Pescara, attraverso musica, iniziative per bambini ed incentivando quel clima d’incanto che si crea con le strade addobbate a festa, con la collaborazione della Pro Loco Pescara Aternum e la G.E.A.V. Nazionale.

Nei giorni 21 e 22 dicembre saranno organizzate attività, fisse ed itineranti, nei quartieri di Piazza Duca degli Abruzzi, Portanuova zona Stadio, San Giuseppe, Zanni, Villa del Fuoco e Fontanelle: dal villaggio di Babbo Natale di Via Cavour, al tour di Santa Claus di Viale Vittorio Pepe, con la marching band composta da fiati, zampogne e ciaramelle che farà tappa in Via Matese, Via Carlo Alberto Dalla Chiesa, Via Stradonetto, Via Caduti per Servizio, tra le altre.

Nelle settimane che precedono il Natale, attesa e sorpresa si mescolano alla voglia di vivere la città, le cui strade vengono addobbate a festa per accogliere adulti e bambini pronti a respirare l’atmosfera magica che si crea tra lucine colorate, mercatini e negozi di ogni genere. Un’occasione unica, insomma, per scoprire antiche tradizioni, gustare dolci, trovare regali insoliti ed ascoltare musiche natalizie.

Miglianico

Al ristorante “Il Casolare” di Miglianico si è tenuta la cena spettacolo del duo cabaret La Lima & La Raspa, accompagnata da una tombolata, la serata ha riscosso un grande successo di pubblico e di risate. Nell’occasione è stato presentato il nuovo cd del duo intitolato Canta che ti… pass.

Gli stessi autori hanno descritto così questo loro nuovo lavoro e l’evento di presentazione:

Una serata per divertirci, abbiamo bisogno di tanto divertimento in questo periodo brutto, non ne possiamo più e allora proviamo a far ridere le persone. Però c’è una novità perché noi nell’occasione presentiamo il nostro nuovo cd che, guarda caso, si chiama Canta che ti… pass. Ci permettiamo di scherzare su una cosa così brutta perché non dobbiamo perdere il gusto di vivere e di sorridere, quindi parodie delle canzoni e la comicità de La Lima & La Raspa. È un bellissimo lavoro, complimenti a noi e a tutti i nostri collaboratori, invitiamo tutti ad acquistare il cd perché si tratta di una cifra irrisoria, però portandolo dietro è come avere un salvavita: quando ci si sente tristi basta mettere il cd e passa tutto. Il cd è prodotto dalla Power Eventi, il nostro manager si chiama Giovanni Di Sipio, lo ringriaziamo insieme al nostro tecnico che si chiama Alessandro Bernabei. Tra le canzoni del cd troviamo ‘Dope tande tembe‘ in cui siamo stati chiusi in casa finalmente si torna ad uscire; ‘La festa è finita?‘ ovviamente no; ‘Quandde ti la cride!‘; “N’accidende che ti pije‘ è un brano particolare in cui una mamma che sgrida la figlia che, come tanti giovani di oggi, passa tanto tempo a giocare con il telefonino e ad andare a bere; ‘Ti puzza miccicà lu cane‘ è la parodia della canzone ‘Tu vuò fa’ l’americano’; poi abbiamo ‘Ndunetta la zitellone‘; il nostro pezzo di punta che si chiama ‘Porompombero‘, è una canzone ritmata bellissima alla quale noi alleghiamo un balletto che si può fare anche stando semplicemente in piedi e ballando con le mani, è una novità anche questa visto che non possiamo abbracciarci ed infine abbiamo il famoso ‘Canta che ti… pass’. Vogliamo ringraziare i Comback che hanno inciso con noi due brani live, sono dei ragazzi bravissimi che sono stati ad un programma televisivo famoso.

Catignano

Il Comune di Catignano (Pescara) entra nel vivo del magico periodo natalizio con l’evento Luci di..Natale che nell’edizione 2021 risulta essere ricco di appuntamenti di varia natura.

Avviato mercoledì 8 dicembre con la tradizionale accensione dell’albero prosegue anche nel nome della solidarietà infatti fino al 5 gennaio 2022 grazie a Doni sospesi sarà possibile raccogliere alimenti, giochi, libri, materiale didattico, accessori e non solo per aiutare le famiglie in difficoltà residenti nel comune stesso.

A curare il cartellone di “Luci di ..Natale” sin dal 2014 è il consigliere Annalisa Piermattei da sempre molto attenta alle necessità del territorio:

Sono stata presidente di associazioni culturali e ora da amministratrice comunale posso contare sul mio bagaglio esperienziale per capire e proporre eventi atti a valorizzare il nostro comune ma soprattutto volti ad aggregare le persone che, in questi anni così difficili, hanno davvero bisogno di ritrovare un po’ di serenità e di calore. Catignano ha una spiccata vocazione per le Arti, molti talenti e tanta voglia di impegnarsi quindi trovo terreno fertile per poter proporre e collaborare con le realtà del territorio ecco perché i nostri cartelloni estivi o invernali sono sempre molto ricchi e nello specifico “Luci di ..Natale” nasce e va avanti da anni grazie anche a questa sinergia.

Il 19 dicembre alle ore 18.15 nell’Auditorium Comunale ci sarà il Salotto Letterario firmato Masciulli Edizioni che con “Leggendo Emozioni” gioca in casa: “un appuntamento – prosegue la Piermattei– che non poteva mancare considerando che Catignano ha avuto l’onore di essere premiata come ‘Città che legge 2021’grazie alle iniziative culturali organizzate. Alessio Masciulli oltre ad essere un grande professionista è l’esempio vivente di un ragazzo che ha saputo trasformare le sue fragilità in grande forza generatrice positiva, parola a lui molto cara, e aggiungerei, propositiva perché è un vero vulcano di idee”.

Tra gli autori di Masciulli ci saranno Beatrice Tauro con Palestina al habiba! Storia di una cooperante in Terra Santa; Marida De Vita, Manuale del metodo Fidati di te; Mizar Mahira Specchio, Fiore notturno; Silvia Elena Di Donato, La Maschera di Euridice; Tiziana Iozzi, Amati o amàti questione di accento; Rosa Pierro, Storia della madre ritrovata; Serena Giampietro e Danielaide, Il Gufo e la Marmotta; Luca Pompei, Come gli alberi spogliati ad Aprile.

A seguire, è previsto per il 22 dicembre alle 18.15 Le Stelle di Natale uno spettacolo di danza a cura della Prof.ssa Antonella Mucci nell’Auditorium Comunale, mentre il 23 dicembre alle 18.30 in piazza Marconi ci sarà l’esposizione per Presepi in Luce, con stand gastronomici curato dalla Pro Loco e dall’Azione Cattolica di Catignano, e per il 28 dicembre si invita tutti a riscoprire il piacere di scrivere una lettera senza limiti età grazie alla proposta dell’Ass. Cult. Musicale e di Ricerca Artistica Mousichè con Caro Babbo Natale, idea impreziosita dalla partecipazione delle farfalline dell’Asd IngArt, ginnastica ritmica, alle 18.15 nell’Auditorium Comunale, dove il 6 Gennaio 2022 alle 18.15, chiuderà il cartellone l’appuntamento Befana in concerto con l’Orchestra giovanile Amadeus e il coro giovanile “Vocincoro e piccoli cantori” diretti rispettivamente dai Maestri Filippo Piagnani e Annalisa Cialini.

“Attraverso questa iniziativa – conclude la Piermattei – vorremmo arrivare al cuore dei cittadini per coinvolgerli e ribadire che una comunità diventa accogliente, inclusiva e solidale anche e soprattutto in queste occasioni. La promozione culturale è, a mio avviso, sinonimo di crescita in tutti i settori, volàno per la ripresa economica, il turismo e l’occupazione”.

Francavilla

Verrà inaugurata sabato 18 dicembre alle 10.30, nella sede di Francavilla al Mare in viale Nettuno 86 dell’Agenzia generale di Chieti Scalo delle Assicurazioni Generali la mostra curata dal critico d’arte Massimo Pasqualone, che interverrà con l’agente generale Riccardo Paciocco e lo specialist ramo vita Alessandro Carbone.

“Si tratta- spiegano gli organizzatori– di un evento d’arte teso alla valorizzazione del territorio con la presenza di valenti artisti del panorama regionale: Selenia Cappucci, Ercolina Delle Monache, Paolo Fracassi, Matteo Giannese, Sara Leone, Salvatore Monopoli, Massimo Perna, Stefania Ponziani, Daniele Radaelli, Roberto Selvaggi, Tiziano Aldo Tiberii, Giuseppe Valente, che resteranno in mostra per tutte le festività natalizie”.

penne

Verrà presentata sabato 18 dicembre alle ore 16, nella sala consiliare del Comune di Penne, la raccolta di poesie di Nicola D’Angelo, I Papaveri di Morfeo, per le Edizioni Teaternum.

Alla presentazione, introdotta e moderata dal critico letterario Massimo Pasqualone, interverranno Luciano D’Alfonso, Luciano Conti, Renzo Gallerati, Gilberto Petrucci, Mario Semproni, Pietro Alpino mentre le relazioni saranno tratte da Carlo Petracca e Nicoletta Di Gregorio, con le conclusioni dello stesso Nicola D’Angelo, luogotenente con incarico di comandante di stazione ed al contempo pluripremiato poeta, con diverse pubblicazioni all’attivo nel campo della poesia e svariati riconoscimenti per l’attività letteraria a livello nazionale ed internazionale.

Nella presentazione al libro è lo stesso poeta a chiarire le ragioni del libro: “Questa raccolta di poesie si ricollega all’esperienza professionale di qualche anno fa, vissuta intensamente ma sofferta, da cui scaturì la raccolta poetica nel testo dal titolo LIBERI E FORTI. Mi ha fatto prendere “la penna in mano”, portandomi a costruire il sentiero che poi ha realizzato i miei sogni. Ho imparato l’essenza dei sogni stabili dentro avventure mai immaginate con la fede accompagnata dal rischio – ad occhi aperti di giorno in veglia, che ascoltano cose turpe senza conto, e nel sonno della notte il miracolo di veder la luce. Me ne sono innamorato, e le loro risposte alle domande di un domani – e il semplice abbandonarsi nelle braccia del Dio dei sogni Morfeo, per dormire un riposo sereno e profondo, riconciliante durante la notte con i frammenti di una vita vissuta”.

 

Malinverno 

Leggere è condividere una passione: proprio per questo il Gruppo di Lettura della Scuola Macondo – l’Officina delle Storie di Pescara, scuola fondata e diretta dallo scrittore abruzzese Peppe Millanta, torna con un appuntamento dedicato alla lettura previsto per venerdì 17 dicembre alle ore 19 con Domenico Dara e il suo romanzo Malinverno (Feltrinelli).

E proprio in Malinverno ci sono paesi in cui i libri sono nell’aria, le parole dei romanzi e delle poesie appartengono a tutti e i nomi dei nuovi nati suggeriscono sogni e promesse.

Timpamara è un paese così da quando, tanti anni fa, vi si è installata la più antica cartiera della regione, a cui si è aggiunto poco dopo il maceratoio. E di Timpamara Astolfo Malinverno è il bibliotecario: oltre ai normali impegni del suo ruolo, di tanto in tanto passa dal macero per recuperare i libri che possono tornare in circolazione.

Finché un giorno il messo comunale gli annuncia un nuovo impiego: il pomeriggio continuerà a occuparsi della biblioteca, ma la mattina sarà il guardiano del cimitero.

Lettore dalla vivida immaginazione, Astolfo mescola le storie dei romanzi – per i quali inventa nuovi finali – con quelle dei compaesani, dei forestieri, dei lettori della biblioteca e dei visitatori del cimitero, dei vivi e degli estinti. A incuriosirlo è soprattutto una lapide senza nome e senza date: solo una fotografia, una donna dallo sguardo candido e franco, i capelli divisi in due bande liscissime e l’incarnato pallido.

Per lui è da subito la sua Madame Bovary, la sua Emma. Attratto dal mistero racchiuso in quel volto, Astolfo si trova a seguire il filo che sembra dipanarsi dalla fotografia: tra i viottoli e le campagne di Timpamara, complice l’apparizione di una giovane sconosciuta nerovestita, prende forma a poco a poco una storia che mai Astolfo avrebbe saputo immaginare.

Domenico Dara unisce il talento dei narratori orali a una scrittura sospesa nel tempo: Malinverno è un romanzo pieno d’incanto sui libri, sul potere delle storie, dell’immaginazione, dell’amore.

Domenico Dara (Catanzaro, 1971) vive e lavora tra Valbrona, in provincia di Como, e Milano. Cresciuto a Girifalco, ha studiato alla facoltà di Lettere e Filosofia di Pisa, dove si è laureato nel 1996 con una tesi sulla poesia di Cesare Pavese. Ha curato il volume Alessandro Verri, Lettere da un amore (Massimiliano Boni Editore, 2005). Nel 2013 è stato finalista al Premio Italo Calvino con il romanzo inedito Breve trattato sulle coincidenze (Nutrimenti, 2014), per il quale ha ottenuto numerosi riconoscimenti, fra cui il Premio Palmi, il Premio Viadana, il Premio Corrado Alvaro e il Premio Città di Como.

Sempre per Nutrimenti ha poi pubblicato il romanzo Appunti di meccanica celeste (2016), vincitore del Premio Padula, del Premio Città di Rieti e del Premio Stresa. Per Feltrinelli ha pubblicato il romanzo Malinverno (2020).

Il prossimo appuntamento è previsto per il 28 gennaio 2022 alle ore con Nadia Terranova ed il suo Addio Fantasmi (Einaudi).

Per ricevere il link contattare il numero 3703525381 o scrivere a scuolamacondo@gmail.com.

chieti

Il Teatro Marrucino torna a regalare sorrisi con Ciao Signò” (Spettacoli Pro), il secondo appuntamento della rassegna Ride bene, chi ride al Marrucino creata da Marco Iezzi e Federico Perrotta in collaborazione con il Teatro Marrucino: lo spettacolo divertente e ricco di momenti amatissimi del repertorio di Marco Marzocca, andrà in scena il 19 dicembre alle ore 17 e risulta essere l’occasione giusta per rivivere i suoi personaggi più famosi con la presenza della spalla artistica di Stefano Sarcinelli.

Dal grande successo di pubblico del primo appuntamento con Coppie felicemente infelici prodotto da Uao Spettacoli e firmato Claudio Insegno, al Marrucino si passa dunque dal divertente mix delle umane fragilità e delle stranezze della vita di coppia ad un’antologia di tutti i più divertenti sketches che hanno reso famoso il personaggio di Ariel, Marco Marzocca, il domestico simpatico e pasticcione, alle prese con il suo Signò, il bravissimo Stefano Sarcinelli.

Ariel da semplice personaggio comico è diventato nel tempo una vera e propria maschera e veri e propri tormentoni sono entrati oggi nel lessico comune; è un popolarissimo Arlecchino moderno che riesce sempre con la sua simpatia a conquistare e divertire tutte le generazioni ed infatti Ciao Signò è uno spettacolo adatto a tutta la famiglia che garantisce risate e divertimento puro e come spiega Marzocca “porterò in scena il mio cavallo di battaglia che è il personaggio di Ariel che si è rivisto recentemente anche a Zelig e che ha sempre riscosso un grandissimo successo poichè è un personaggio trasversale che piace agli adulti, ai bambini, alle persone più giovani e meno giovani: porterà freschezza e buon umore sul palco”.

“In scena – aggiunge l’artista Marco Marzocca – porto anche la voglia di divertire e di divertirmi, perchè insieme a Stefano Sarcinelli, in questo periodo in particolare, noi pensiamo che ci sia bisogno di evasione pura perchè abbiamo passato tutti nel mondo un periodo in cui le cose complicate sono state troppe e quindi c’è bisogno di semplicità. Questo è uno spettacolo comico semplice, divertente, esilarante per tutta la famiglia: lo scopo è proprio quello divertire le persone che verranno a vederci”.

Marzocca ha esordito in televisione nel 1994 come comico nel programma televisivo Tunnel su Rai3 al fianco di Corrado Guzzanti, mentre nella serie televisiva Distretto di Polizia ha interpretato l’ingenuo poliziotto Ugo Lombardi per 11 stagioni.

Tra i tanti successi: dal 2006 è nel cast di Zelig, dove interpreta Ariel, appunto, il curioso collaboratore domestico di Claudio Bisio (personaggio che aveva già interpretato ne Il caso Scafroglia), a cui dall’edizione 2008 affianca il personaggio del Notaio. Anche in radio partecipa  alla trasmissione 610, condotta e realizzata da Lillo & Greg su Rai Radio 2. Nel 2017 è autore nel programma Cavalli di battaglia varietà televisivo su Rai Uno ed è anche coprotagonista nella serie Una Pallottola nel Cuore al fianco di Gigi Proietti; ora è impegnato anche nell’edizione 2021 di Zelig.

La rassegna “Ride bene chi ride al Marrucino” devolverà una parte dell’incasso all’Anffas di Chieti.

Per info i numeri da chiamare sono: 0871.330470, 333.5001699; è possibile acquistare i biglietti su www.ciaotickets.com. Si ricorda che per l’ingresso a teatro è richiesto il Super Green Pass.