Search

Tag Archives: cultura 2022

anna seccia

Due nuove momenti d’arte, cultura e socialità attendono l’artista abruzzese Anna Seccia e la sua “Stanza del Colore” il 2 e il 7 luglio prossimi.

Due performance dal profondo carattere umano e sociale che da sempre sono alla base dell’opera-progetto ideata da Anna Seccia con l’intento di coinvolgere tutti coloro che ne vorranno far parte, sia come pubblico che come partecipanti attivi.

Ed è questo infatti lo spirito con il quale si appresta a partire per Pavia dove, sabato 2 luglio alle ore 14,30, parteciperà con un happening di arte relazionale all’inaugurazione della Biblioteca di Genere e Centro di Documentazione e di Ricerca del Lavoro Femminile all’interno della Fondazione Villa Gaia.

“Sono orgogliosa di prender parte al progetto – dichiara Anna Seccia – ringrazio Isa Maggi per avermi voluta in una giornata così importante. L’obiettivo è coinvolgere attivamente il pubblico che parteciperà e regalare a tutti, attraverso le vibrazioni e le emozioni dei colori, un messaggio di speranza e di luce a tutte le donne e i loro figli che, grazie a Villa Gaia, tornano a sorridere. Spero che la mia Stanza del Colore possa davvero essere di aiuto”.

L’opera, con il successivo intervento dell’artista nel suo studio pescarese, sarà poi donata a Villa Gaia a ricordo dell’esperienza e come messaggio di fiducia e speranza.

Villa Gaia è un’antica dogana a ridosso del Po a pochi km da Pavia; la Fondazione nasce per volontà di Isa Maggi presidente degli Stati generali delle donne, che realizza un sogno per aiutare le donne vittime di violenza con i loro bambini e in fragilità economica e sociale per riprogettare insieme la loro nuova vita all’insegna della rinascita promuovendo e sostenendo progetti nazionali e internazionali che favoriscono il superamento di tali barriere e la piena espressione del sé.

Aiuto, condivisione e solidarietà alla base dell’happening di Pavia che passeranno il testimone alla scoperta del territorio e della spiritualità attraverso i colori, a Pescara: giovedì 7 luglio alle ore 18,30 infatti la “Stanza del Colore” attende di essere realizzata con il pubblico di Spazio Bianco.

Anche qui le persone saranno invitate a mettere su tela la loro creatività e fantasia; in questo caso la performance si ricollega all’evento svoltosi qualche giorno fa a Bomba (Ch).

Anna Seccia infatti ha partecipato a un progetto regionale per over 60 promosso dagli Stati generali delle Donne Hub nella chiesa di San Mauro a Bomba.

L’opera realizzata nel borgo chietino e quella che verrà creata a Pescara, saranno poi lavorate dall’artista e donate alla Regione Abruzzo.

“Grazie a Pina Rosato e Rosaria Nelli con gli Stati Generali delle Donne Hub – afferma Seccia – per   l’0rganizzazione di una splendida giornata sotto la guida di Carla Martorella che ci ha fatto apprezzare la bellezza dei luoghi all’insegna della conoscenza. Grazie a tutti i partecipanti che si sono lasciati avvolgere dalle vibrazioni del colore per esprimere le proprie emozioni e spiritualità in una ‘Stanza del colore’”.

by Redazione
Spoltore

La Pro Loco di Spoltore, Terra dei 5 borghi, propone un appuntamento da non perdere per venerdì 1° luglio alle 18,30 a Spoltore, in Piazza D’Albenzio.

Remo Rapino, Premio Campiello 2020 con Vita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio (ed. Minimum Fax), presenterà il suo ultimo libro Cronache dalle terre di Scarciafratta (ed. Minimum Fax).

Dopo l’indimenticabile cocciamatta Bonfiglio Liborio, lo scrittore racconta un altro commovente personaggio, Mengo, “un’anima a parte”, una voce che vive ai margini e che di nuovo torna a “ridare voce a quelli sommersi dalla morte” sotto il cielo di un dimenticato paese dell’Appennino abruzzese ferito dal terremoto.

Anche questa volta Rapino riesce a far rivivere luoghi e personaggi in un romanzo corale che promette di lasciare un segno profondo in chi legge perché ci farà sentire più vicina quella umanità emarginata ed eccentrica che si ha paura di accogliere.

L’incontro, patrocinato dal Comune di Spoltore, si terrà nella incantevole cornice di Piazza D’Albenzio e a dialogare con l’autore ci sarà Fabrizio Zuccarini.

L’evento si terrà all’interno del Festival dei 5/4, il cui nome vuol rendere omaggio a quelli che nel 1600 erano i cinque quartieri di Spoltore, e che ha preso vita lo scorso anno con l’intento di promuovere sul territorio eventi culturali, musicali e letterari.

Il Festival a settembre ospiterà un altro imperdibile appuntamento letterario con la scrittrice Maristella Lippolis.

by Redazione
SquiLibri

Una prima serata dai grandi numeri quella di ieri in occasione dell’inaugurazione della prima edizione del Festival “SquiLibri – Festival delle Narrazioni” (24 -26 giugno) a Francavilla al Mare: un ampio spazio dedicato alla cultura in varie forme, ai grandi nomi della letteratura, allo street food, alla Fiera del Libro dell’Editoria indipendente oltre che ad un ritrovo di confronto sociale di grande spessore.

Un’ottima intuizione quella dello scrittore abruzzese Peppe Millanta, Direttore artistico del Festival che ha anche accolto lo Strega Tour con i sette finalisti del Premio Strega presenti sul palco di Francavilla al Mare in occasione dell’unica data abruzzese  prima della finale che si terrà a Roma il 7 luglio.

Ecco i finalisti:

  • Mario Desiati Spatriati (Einaudi),
  • Claudio Piersanti Quel maledetto Vronskij (Rizzoli),
  • Marco Amerighi Randagi (Bollati Boringhieri),
  • Veronica Raimo Niente di vero (Einaudi),
  • Fabio Bacà, Nova (Adelphi),
  • Alessandra Carati, E poi saremo salvi (Mondadori),
  • Veronica Galletta, Nina sull’argine (minimum fax).

A fare gli onori di cara, al fianco di Millanta, il sindaco del Comune di Francavilla Luisa Russo, e l’Assessore alla Cultura Cristina Rapino: il Festival organizzato dal Comune di Francavilla e dalla Scuola Macondo di Pescara ha già, in questa prima serata, dato grandi soddisfazioni.

A rendere omaggio ai finalisti sul palco di SquiLibri, anche l’assessore alla Cultura per la Regione Abruzzo Daniele D’Amario che ha creduto in questa iniziativa e l’ha sostenuta sin dall’inizio.

 “Per noi è un onore ospitare a Francavilla al Mare l’unica data abruzzese del Premio Strega – spiega Millanta – ma non solo, anche tutti gli altri ospiti, testimoni, ognuno con la propria sensibilità di quegli ‘squilibri’ che sono alla base della filosofia del Festival: gli ‘squilibri’, che attraversano il nostro presente, tentano di intuire in che direzione si muoverà il nostro domani. Nel ringraziare quanti hanno appoggiato e creduto in questo Festival auguro anche buona fortuna ai finalisti del prestigioso Premio”.

Foto studio 214

by Redazione
francavilla

Si terrà il 15 luglio alle ore 21 presso il giardinetto di via Zara a Francavilla al Mare, la cerimonia di premiazione della prima edizione del premio di poesia dialettale umoristica Nadia De Medio.

La giuria, presieduta da Massimo Pasqualone e composta da Alessandra Melideo, Daniela De Flaviis, Antonio Francesco Luciani, Gianfranco Melideo, Luigi Cialfi, ha stilato la seguente graduatoria:

1°, classificato Franco Narducci,

2° classificato Flavio Tursini,

3° classificato Antonio Frattale.

Menzioni speciali: Caterina Franchetta, Mario Di Berardino, Mario Di Paolo, Ferdinando D’Annunzio, Anna Teresa Gatto, Renato Pace, Mauro Giangrande, Antonio Paolini, Luciano Flamminio.

Il presidente dell’associaziione Alento, Luigi Cialfi, così ricorda Nadia De Medio:

La maestra Nadia De Medio, come amabilmente la chiamavano i suoi alunni, è stata una grande maestra di vita, praticando e insegnando loro la generosità vera, quella che rimane nel silenzio di chi la fa e di chi la riceve. Ha insegnato loro ad amare e rispettare le persone più fragili segnate dalla vita.Artista poliedrica, si è dedicata con eguale profitto alla pittura, alla scultura e soprattutto alla scrittura, con la pubblicazione di diversi lavori. Avvicinatasi all’Associazione Alento, che io presiedevo, ho avuto modo di conoscerla e di apprezzarne le qualità umane. È nata così una bellissima amicizia, basata su si una profonda stima reciproca e sulla condivisione di comuni passioni: la poesia in particolare. Oggi, che Nadia ci ha lasciati, mi piace ricordarla attraverso questo premio a lei dedicato.

 

by Redazione
Firenze

Si terrà sabato 25 giugno alle ore 18.30, presso la Galleria Spazio Bianco a Pescara la cerimonia di premiazione del Premio Spazio Bianco 2022 per l’imprenditoria femminile, ideato e curato dal critico d’arte e letterario Massimo Pasqualone e presieduto da Gisella Bianco, proprietaria della Galleria, con il patrocinio di numerose associazioni culturali abruzzesi.

Il premio- dicono gli organizzatori- è rivolto alle imprenditrici ed alle dirigenti d’azienda che hanno mostrato in questo periodo una resilienza straordinaria in un tempo difficile e complesso come questo ed è stato assegnato a  Alessia Belforte, Gioia D’Amico, Federica Toccaferro, Luciana Ferrone, Maria Stefania Peduzzi, Valentina Di Camillo, Stefania Ricci, Diana Frascarelli, Rita Annecchini, Federica Chiavaroli, Stefania De Santis, Elena Di Ghionno, Marina Cvetic, Stefania Bosco, Angiolina Velenosi, Gabriella D’Orazio, Chiara Ciavolich, Irini Pervolaraki, Bianca Saquella, che riceveranno un dono artistico realizzato da Carmine Galiè.

Inoltre verrà inaugurata la collettiva di pittura e di arti figurative Spazio Bianco Artedonna, sempre curata da Pasqualone, che ha selezionato, con la direzione della Galleria Spazio Bianco, le seguenti artiste: Patrizia Amoretti,Gabriella Di Felice, Maria Pierdomenico, Marina Iacovetti, Chiara Reggiani, Stefy Ponzi, Oana, Nadia Viola, Paola Nicotra, Antonella D’Angelo, Annarita Tartaglia, Patrizia Vespaziani, Valeria Verlengia. Sabrina D’Angelo, Barbara De Zanet, Arianna Leardi, Ada Villa, Iryna Shcherbakova, Maria Basile, Fiorella Mammarella, Rossella Caldarale, Concetta Daidone, Eugenia Tabellione.

La lezione concerto del fisarmonicista Vincenzo De Ritis impreziosirà l’evento, in un connubio unico tra arte, musica, imprenditoria, bellezza.

by Redazione
francavilla

L’attesa volge al termine e si parte dunque con la tre giorni di SquiLibri – Festival delle Narrazioni che animerà il cuore di Francavilla al Mare dal 24 al 26 giugno.

Dopo i primi appuntamenti che hanno dato solo un assaggio di ciò che sarà il Festival in questa sua prima edizione dai grandi nomi si prosegue con appuntamenti che prevedono grandi nomi: presenti infatti tra gli altri i finalisti del Premio Strega con lo Strega Tour, Dacia Maraini, Paolo Crepet, Nina Zilli, Michela Marzano, Pierdante Piccioni (Doc – nelle tue mani), Gabriella Genisi (Lolita Lobosco), Michele Zatta con l’attore Rai, Giacomo Giorgi (Mare fuori – Sopravvissuti), Enrica Tesio, Remo Rapino, Maura Chiulli, Stefano Redaelli, Pierpaolo Capovilla, Paolo Fiorucci, Alessandro Scafi, Cinaski.

All’interno del Festival, che nasce da un’idea dello scrittore abruzzese Peppe Millanta, direttore artistico, e organizzato dal Comune di Francavilla con il sindaco Luisa Russo e l’assessore alla Cultura Cristina Rapino e con la collaborazione della Scuola Macondo e della Angelozzi Comunicazione, ci sarà anche una Fiera del Libro, uno spazio dedicato all’editoria indipendente con il meglio dell’offerta nazionale.

Saranno ben 27 gli editori presenti come spiega Francesco Coscioni della Neo Edizioni, una delle case editrici più rappresentative del nostro territorio, coorganizzatore della fiera collocata nel piazzale antistante la Sirena: “Ci saranno dei veri e propri stand per le case editrici indipendenti in questo meraviglioso contesto offerto dal Festival ed è una soluzione adottata di proposito per permettere agli editori di stare fianco a fianco, non c’è concorrenza infatti. Ci troviamo quasi di fronte ad un piccolo Salone del Libro simile a quello di Torino. Curiosi ed appassionati possono passeggiare tra gli stand, osservare, studiare, comprare libri e scegliere i cataloghi degli editori completi delle loro proposte. Ci sarà sicuramente una grande risposta e sono tante le novità da scoprire in questa fiera. Sarà un week end estivo diverso e molto interessante: questo Festival rappresenta una scelta intelligente di turismo culturale, ci si aspetta una risposta anche allegra”  conclude Coscioni.

L’esperienza prosegue poi con l’area dedicata allo street food e con gli Itinerari del gusto – mangiare tra le righe che coinvolge gli esercenti presenti in piazza Sirena in un percorso tra cibo e letteratura, e non mancheranno laboratori di scrittura e lettura per grandi e piccoli offerti dalla Scuola Macondo.

I posti sono su prenotazione ma gratuiti. La prenotazione avviene su Billetto a questo link: https://bit.ly/3Ou8w74 

by Redazione
Beniamino Cardines

Giovedì 23 giugno 2022 (dalle ore 17) Beniamino Cardines, scrittore e giornalista abruzzese, sarà ospite del celebre e storico Caffè Letterario Meletti di Ascoli Piceno.

Ricordiamo che a poche settimane dal rientro dal Salone Internazionale del Libro di Torino 2022, l’editore Lello Lucignano della casa editrice LFA Publisher Italia-Spagna (NO EAP) ha annunciato la candidatura di Beniamino Cardines “Autore dell’Anno per il 2022 e 2023 – per l’impegno costante dimostrato nel corso del tempo nella divulgazione dei suoi libri rivolti alle nuove generazioni.”

Al Caffè Meletti presenterà il suo ultimo libro “Le teologie delle casalinghe – romanzo di storie con 70 consigli a papa Francesco” pubblicato da poco da Le Mezzelane Casa Editrice, editing a cura di Lidia Borghi, progetto grafico di Alessio Gherardini. Il pomeriggio “La scrittura di rottura” sarà condotto da Franca Maroni, ospiti insieme a Beniamino Cardines, la scrittrice Margherita Bonfilio. Intrattenimento musicale con Giuseppe Marucci e Daniela Franchi. Cornice artistica di Gabriele Partemi.

Mario Borghi, libraio (Booklet Ozieri Sassari):

Un libro unico, potente, un libro che diverte spiazzando, irriverente, tragico e comico. Un libro originale, nuovo. Un libro che funziona alla perfezione.

Beniamino Cardines, scrittore:

Sono molto felice di tutto ciò che sta accadendo grazie e attorno ai miei libri. Con Le teologie rivendico per le donne, meritocrazia determinazione e nuova consapevolezza. Ho scritto un libro pieno di vita. Un libro che ama le donne e le rispetta. Settanta volti, settanta donne, settanta vite che si incrociano a formare un romanzo di storie tutte vere, una vorticosa comunità di esistenze. Sono donne fino all’ultimo millimetro di pelle, non più streghe ribelli, bensì donne che hanno qualcosa da dire alla vita. Vite dai mille volti e colori.

Lidia Borghi Sagone, editor (Genova):

Irriverente, crudo, comico fino alle lacrime, spirituale, filosofico, commovente, molti aggettivi ancora ci vorrebbero per qualificare il nuovo libro di Beniamino Cardines.

 

by Redazione
Firenze

Parte dall’Abruzzo ed arriva a Firenze il 26 giugno il premio Ut pictura poesis 2022 organizzato dall’Associazione Irdidestinazionearte presieduta dal critico letterario e d’arte Massimo Pasqualone.

“Tre le sezioni – sottolinea Pasqualone –  letteratura, arte e cultura, che coinvolgono le migliori energie culturali nazionali ed internazionali, in una kermesse che si celebra nella capitale mondiale della letteratura, dell’arte e della cultura, con la celebrazione delle arti, ormai diventata consuetudine da sei anni, nonostante le problematiche di questi anni”.

Dopo le precedenti edizioni alle Giubbe Rosse, alle Murate, all’Auditorium al Duomo, a San Jacopo a Ripoli, questa edizione prenderà l’avvio il 26 giugno alle 12 quando  verrà inaugurata la mostra degli artisti partecipanti alla sezione arte nella Galleria San Marco, mentre alle 16, nel prestigioso Caffè San Marco, si terrà la cerimonia di premiazione, alla presenza della madrina di questa edizione Annella Prisco, scrittrice, autrice di romanzi e giornalista.

Manager della cultura che promuove a livello nazionale ed internazionale, esperta nel settore delle relazioni pubbliche e della comunicazione, critico letterario e componente di numerose giurie di prestigiosi Premi letterari, nonchè Presidente del Centro Studi Michele Prisco, intitolato alla memoria del padre.

Per la sezione cultura, la commissione giudicatrice, presieduta da Maria Basile, ha selezionato  i nominativi delle personalità che riceveranno il prestigioso riconoscimento: Enza Nardi, Giuseppe Placidi, Simona Veresani, Edoardo Ruzzi,  Francesco Billeci, Antonio Barracato , Alessandro Carbone, Domenico Orlando, Vincenzo Talia, Simona Elia, Francesca Battistella, Mary Attento, Rosario Mancino, Claudia Piccinno, Maria Letizia Gangemi, Nicola Foti, Marco Santini, Franco Fontanella, Giuseppe Di Caro, Andrea Cosentino, Silvio Calzolari,  Andrea G. G. Parasiliti, Veronica Carpita,  Andrea Favoriti, Mauro Favoriti, Omar Favoriti,  Veltra Muffo. Ettore Picardi, Wally Bonvicini, Stefano Rossi, Giuliano Mazzoccante, Sergio Marinelli.

Esprime soddisfazione il presidente del premio Massimo Pasqualone per la scelta di personalità così importanti nel panorama culturale internazionale.

Per la sezione letteratura la Giuria, presieduta da Eugenia Tabellione e composta da Alessandro Taddei, Stefania Barile, Annarita Di Paolo, Orietta Spera, Antonella D’Angelo, Grazia Depedri ha decretato i seguenti vincitori:

by Redazione
treglio

Domani, sabato 18 giugno, alle ore 19, nel giardino di Villa Sirena, sita a Treglio, in contrada San Giorgio 86/A, si svolgerà la presentazione dell’antologia di racconti La vita tra le righe, edita per la casa editrice Il Viandante di Chieti e frutto della III Edizione del Premio Letterario Internazionale “Scribo” per racconti inediti.

L’evento è organizzato dall’Agenzia Scribo di Lanciano e gode del patrocinio del Comune di Treglio. L’ingresso è gratuito. Interverranno il sindaco, Massimiliano Berghella, l’editore Arturo Bernava e la professoressa Dina Ottaviani. Parteciperanno alla serata, condotta da Nicoletta Fazio, alcuni degli scrittori presenti nell’antologia: gli abruzzesi Sergio Di Diodoro, primo classificato nell’ambito del Premio, Amedeo Cappella, Gigliola D’Antonio e Orlando Volpe, e l’autrice romana Beatrice Fiaschi.

Ospite d’onore sarà il narratore e poeta Rolando D’Alonzo, una delle voci più autorevoli e incisive del panorama letterario nazionale, cui verrà conferito il Premio alla Carriera per la sua lunga e intensa attività di scrittore.

All’interno dell’antologia, tra l’altro, compare un suo racconto, fuori concorso, dal titolo U scantusu, nel quale egli ricorda la figura di un Andrea Camilleri trentenne, suo docente universitario al corso di regia.

In caso di pioggia, l’evento si terrà presso il Teatro Studio di Treglio.

 

by Redazione
teramo

Sarà presentato sabato 11 giugno, alle ore 18, presso il Park Hotel Sporting di Teramo, la seconda opera letteraria della scrittrice Eleonora Palantrani dal titolo Due Anime edito dalla Artemia Nova Editrice di Teramo. Interverranno: Elso Simone Serpentini, filosofo e scrittore; Manola Di Pasquale, avvocato e l’autrice.

La serata sarà moderata da Marcello Farina, psicoanalista.

Un uomo sparisce da un giorno all’altro. Senza spiegazioni. Dal Paradiso all’Inferno in un batter d’occhio. Un altro ha un senso del possesso così ingombrante da togliere il respiro. Quello che lasciano entrambi sono ferite. E cicatrici, cicatrici dell’anima. Ma chi porta dentro di sé un dolore, i superstiti, si riconoscono e magari si tendono una mano. Due storie, due donne, due anime.

Eleonora Palantrani è nata a Varese, ma da piccolissima si è trasferita a Teramo. Dopo il liceo classico, si è laureata in Scienze della Comunicazione ed è appassionata di letteratura, musica, cinema e teatro. Nel 2019 con Artemia Nova Editrice (Teramo) ha pubblicato la sua opera prima Il vento che porta via.

by Redazione
1 2 3 8