Search

Tag Archives: Francavilla al Mare

Francavilla

Mercoledì 10 agosto alle 21.15, proseguono gli appuntamenti di Thaumazein, il simposio delle emozioni ideato e curato dal critico d’arte e letterario Massimo Pasqualone: nel Museo Navale Enzo Maio Masci di Francavilla.

Lo stesso Pasqualone dialogherà con Giulia Alberico, scrittrice abruzzese tra le più note ed apprezzate in Italia, con diversi romanzi, saggi e racconti pubblicati con i più importanti editori italiani.

A seguire  presentazione del libro I nomi della spiaggia, incontro con i poeti dell’Associazione Olimpia e presentazione del libro di Dom Provoz, Rituale, a cura di Antonio Luciani. Durante la serata verranno presentate le opere di Kaminari a cura di Claudio Cecamore.

Nicolò Colombaro alias Kaminari, classe 1987, diplomato presso l’Accademia di belle arti de L’Aquila in Grafica e stampa d’arte, musicista ed artista, ha partecipato a diverse mostre come artista indipendente in Abruzzo trattando tematiche attuali come il transumanesimo, l’ambiente ed il controllo sociale.

Le tecniche utilizzate sono quelle della stampa d’arte, dalla serigrafia alla calcografia, fino alla sperimentazione su materiali moderni.

Unendo il linguaggio del fumetto all’illustrazione grafica il lavoro di Nicolò sfocia nel fantascientifico e nel distopico cercando forse di porre l’attenzione sul paradossale mondo in cui viviamo.

by Redazione
francavilla

Una seconda edizione di grande eleganza e prestigio quella di Francavilla all’Opera che organizzata dal Comune di Francavilla al Mare (Ch) guidato dal sindaco Luisa Russo e la BJM Management di Marco Iezzi, animerà piazza Sant’Alfonso durante la serata del 3 agosto alle ore 21.

Dopo il successo riscosso lo scorso anno de La Traviata, nell’estate 2022 si torna ad animare con l’Opera il lungomare e sarà presentata una grande selezione della Tosca di Giacomo Puccini con la partecipazione straordinaria di Enrico Beruschi nei panni del Sagrestano, ci sarà inoltre il Coro lirico d’Abruzzo diretto dal Maestro Alberto Martinelli.

“L’Opera fa capolino a Francavilla, per un’offerta di intrattenimento davvero per tutti i gusti. L’amministrazione comunale è lieta di ospitare la Tosca ed Enrico Beruschi, in una piazza Sant’Alfonso pronta ad accogliere ogni tipo di evento di questa splendida estate”, così interviene l’Assessore al Turismo e alla Cultura, Cristina Rapino.

Il Direttore per l’evento è l’ortonese Giacomo Tollo e la regia è dello stesso Marco Iezzi che dichiara: “Ci tenevamo davvero tanto a riproporre questo evento, unico nel suo genere perchè solitamente sul litorale sono altre le iniziative che caratterizzano le serate estive: forti del successo dello scorso anno anche in questa estate 2022 abbiamo deciso di dare l’opportunità di vivere una serata magica agli amanti dell’opera, e non solo ovviamente, infatti questo genere sotto le stelle e vicino al mare risulta essere davvero un sogno e siamo pronti a veder crescere questo appuntamento”.

I personaggi e gli interpreti di livello internazionale sono: Maria Tomassi in Floria Tosca, Mario Cavaradossi interpretato da Vitaliy Kovalchuk, il barone Scarpia interpretato da Carmine Monaco, Camilla Pomilio in Pastorello.

“In un momento un pò particolare, in cui non mancano problemi di una certa gravità a livello mondiale, noi vogliamo regalare un bel messaggio infatti ringrazio tutti i nostri interpreti per l’energia che non viene mai meno e cito per la sua forza Vitaliy Kovalchuk, ucraino, esempio di amore e passione, realtà che in qualche modo si oppongono alla guerra che ogni giorno purtroppo restituisce immagini luttuose. Naturalmente ringrazio proprio tutti coloro che ci hanno supportato a partire dallo stesso Comune di Francavilla, e Stefania Serpellini e Leonardo Frisaldi per l’interesse mostrato nei confronti della serata” – conclude Iezzi.

L’evento è organizzato anche grazie all’aiuto della Power Eventi; per info 347.3028888.

E’ possibile acquistare i biglietti su www.ciaotickets.com oppure presso:

  • Serpellini Clima, viale Alcione 107;
  • Cartolandia in piazza Sant’Alfonso;
  • Auditorium Palazzo Sirena;
  • la sera dello spettacolo presso la biglietteria in piazza dalle 18.30 alle 20.30.
by Redazione
Simone Racioppo

Quando la creatività e l’arte portano alla condivisione e al bene comune: Simone Racioppo, noto stilista abruzzese, torna a donare la sua arte stilistica.

Dopo aver donato alcuni suoi abiti ad associazioni contro la violenza sulle donne e a tutela della salute dei più piccoli, questa volta tocca al progetto Baltimora.

Un’iniziativa molto importante per aiutare Davide, giovane pescarese, colpito da Atassia di Friedreich; una patologia che crea problemi a parlare e a camminare fino ad arrivare a problemi cardiaci seri.

Al progetto Simone Racioppo donerà il ricavato dell’asta della vendita di un abito (in foto) della collezione Dubai che si svolgerà sabato 30 luglio alla Cantina Colle del Sole (Contrada Cetti Castagne, di Francavilla al Mare).

PROGETTO BALTIMORA

L’intento del progetto è quello di mandare il giovane Davide in America a partecipare a trial medici e terapie sperimentali al momento disponibili in America.

Si chiama Progetto Baltimora, richiamando la città dove si trova il Johns Hopkins Hospital, che investe tantissimo nella ricerca per la cura dell’Atassia di Friedreich e nella sperimentazione in tal senso.

by Redazione
Francavilla

Nell’ambito della rassegna culturale Thaumazein Simposio delle emozioni Teatro Arte Letteratura, ideata e organizzata dal noto critico d’arte Massimo Pasqualone con il supporto di quindici associazioni  mercoledì 20 luglio, alle ore 21.15, nel Museo navale Enzo Maio Masci, nella parte alta della città, Massimo Pasqualone dialogherà con il noto volto di Mediaset Remo Croci, caposervizio di Mediaset e inviato del programma Quarto Grado su Rete 4.

Ha iniziato la sua attività nella televisione privata Tvp, successivamente ha lavorato al TGR Rai delle Marche e a Il Messaggero. Dal 1994 è a Mediaset, dove ha cominciato come collaboratore nella redazione sportiva. N

el 1999 è stato assunto da Enrico Mentana al TG5, per cui ha seguito importanti avvenimenti di cronaca, dagli sbarchi degli immigrati alla guerra in Kosovo, i terremoti in Marche e Umbria, quello a San Giuliano di Puglia e quello a L’Aquila.

È stato l’ultimo giornalista italiano a intervistare l’attentatore del Papa, Ali Agca. Ha seguito i processi degli omicidi di Angelo Rizzo, quello di Meredith Kercher a Perugia e ora quello di Sarah Scazzi a Taranto. Ha scritto diversi libri sul mondo della pesca e del calcio.

A seguire Simona Veresani presenterà l’associazione Kalos presieduta da Daniela Ricciardi e Giuseppe Benassi, avvocato e autore di sette romanzi con protagonista l’avvocato livornese Leopoldo Borrani, presenterà il suo ultimo libro.

by Redazione
francavilla

Ed è con “L’imperatore d’America. Storia favolosa del vagabondo che si fece re” (Utet) di Errico Buonanno che “SquiLibri – Festival delle Narrazioni” saluta questa prima edizione di grande successo che dal 24 al 26 giugno ha animato, nel nome del libro e della cultura, Francavilla al Mare, ospitando oltre ad autori di grande spessore anche i finalisti del Premio Strega.

Nato da un’idea del Direttore artistico Peppe Millanta, organizzato dal Comune di Francavilla e dalla Scuola Macondo di Pescara, sostenuto dalla Regione Abruzzo, il Festival di SquiLibri invita ad un ultimo appuntamento dell’edizione 2022 con Buonanno per domenica 17 luglio alle ore 21 presso la libreria Mondadori di Francavilla dove l’autore sarà presentato da Millanta; a fare gli onori di casa sarà l’Assessore alla Cultura Cristina Rapino: “E’ Mario Desiati il vincitore del Premio Strega con “Spatriati” (Einaudi) e l’Abruzzo ha avuto modo di conoscerlo proprio nell’ambito di SquiLibri che proseguirà con altre edizioni; siamo onorati di ospitare Errico Buonanno con il quale chiudiamo il Festival per quest’anno, ancora una volta con un grande nome ed in piena estate”.

Il 17 luglio, contestualmente, termina anche la mostra su Paul Strand e Cesare Zavattini organizzata da Filippo Montefusco, progetto grafico e allestimento di Bruno Imbastaro, in collaborazione con il Festival.

Errico Buonanno racconta questa storia vera che sembra una fiaba: quando tutto crolla intorno, è possibile comunque inventarsi un impero, e convincere il mondo intero a crederci, ed è ciò che viene evidenziato nel suo libro “L’imperatore d’America. Storia favolosa del vagabondo che si fece re”.

Il 17 settembre 1859 uno strano proclama appare sui giornali di San Francisco: il signor Joshua Abraham Norton abolisce la Repubblica e si autoincorona Norton I, Imperatore degli Stati Uniti d’America.

Di lì a poco diventa una celebrità cittadina, salutato da tutti mentre pattuglia le strade con la sua buffa divisa militare e il cappello ornato di piume di gallo. Ma chi è questo eccentrico vagabondo?

Ebreo inglese d’origine, emigrato in Sudafrica da bambino, Norton era arrivato come tanti in California per il sogno della corsa all’oro, diventando persino un ricco imprenditore, finché un affare sbagliato l’aveva spedito sul lastrico.

Era insomma solo l’ennesima vittima del sogno americano, almeno fino al giorno di quella bizzarra, cerimoniosa autoincoronazione.

Imprevedibilmente, infatti, i cittadini gli danno corda: le tipografie stampano bond imperiali con la sua faccia (e i negozianti li accettano di buon grado); gli studi fotografici sfornano ritratti ufficiali da distribuire come cartoline; tutti parlano dei suoi editti imperiali in cui scioglie i partiti per corruzione, o propugna profeticamente il voto alle donne e i diritti civili per gli afroamericani.

L’autoproclamato Imperatore riesce persino a fermare un linciaggio razzista tra le strade di Chinatown (o almeno così tramandano le cronache, sempre più leggendarie).

Quando nel 1880 muore collassando per strada in una pozzanghera, in tasca gli trovano pochi spiccioli, ma anche un telegramma dello zar Alessandro II che si complimenta per le sue imminenti nozze con la regina Vittoria.

Forse è falso, forse no, ma poco importa: al suo funerale partecipano diecimila persone, e la città pullula di bandiere a mezz’asta. Sulla sua tomba, tuttora meta di pellegrinaggi, è scritto: Norton I, imperatore degli Stati Uniti d’America e protettore del Messico.

by Redazione
Francavilla

Dal 6 luglio al 31 agosto, la collaborazione tra quindici associazioni culturali abruzzesi e il Francavilla Urban Festival, coordinati dal critico d’arte e letterario Massimo Pasqualone, porta a Francavilla al Mare, tutti i mercoledì di luglio e d’agosto alle 21.15, presso il Museo Navale Enzo Maio Masci, nella parte alta della città, “Thaumazein, il Simposio delle emozioni, tra teatro, arte e letteratura”.

Comitato Paese Alto, Associazione culturale Sandro Pertini, Irdidestinazionearte, Associazione Viviamo San Franco, Human post, Omniartis, Museo Guidi di Forte dei Marmi, Endas Cultura Abruzzo, Comitato di valorizzazione e difesa del territorio abruzzese, Ets Luca Romano, Kalos, Zona Arte, Le ali della vita, Associazione Olimpia, Fita Abruzzo, hanno stilato il seguente calendario di iniziative, per rivitalizzare la parte alta del paese nelle sere d’estate.

Si tratta – spiega Pasqualone– di un fitto calendario di eventi in quella che io considero una delle zone più belle della città e sicuramente più densa di storia, calendario che vede partecipi nomi importanti della cultura regionale e nazionale come i magistrati poeti Italo Radoccia ed Ettore Picardi, il notissimo volto di Mediaset Remo Croci, i professori Stoppa e Di Orio, gli esperti di diritto e scrittori Paolo Maria Gemelli e Giuseppe Benassi, il giornalista Angelo De Nicola e i noti scrittori Annamaria Pierdomenico, Angelo Marenzana,   Giulia Alberico, Andrea La Rovere, con artisti, scrittori, intellettuali provenienti da tutta Italia”.

by Redazione
francavilla

Domenica 3 luglio alle ore 19 sul Pontile Sirena di Francavilla al Mare (Ch) ci sarà la presentazione del libro di Gianni Angelucci, Questo mio cuore (Edizioni Menabò).

Si tratta di un appuntamento non casuale organizzato proprio a 100 anni dalla sua nascita, infatti Francavilla al Mare diede i natali a questo nonno, padre di cinque figli, sindaco, ricordato anche come presidente provinciale e assessore regionale, nato proprio il 3 luglio del 1922.

Lo stimatissimo avvocato, venuto a mancare il 16 giugno del 1991 all’età di 68 anni, verrà celebrato proprio da quanti lo hanno amato e così come ricorda il consigliere comunale per il Comune di Francavilla, Roberto Angelucci nonché figlio di Gianni: “Saremo in tanti a ricordare papà, infatti questo appuntamento organizzato proprio nel giorno in cui avrebbe compiuto 100 anni è un modo per festeggiarlo perchè nessuno di noi lo ha mai dimenticato. E’ un evento dai toni festosi, organizzato proprio dalla famiglia e dagli amici di sempre”.

“Questo mio cuore” è l’ultimo dei suoi quattro libri e “noi vogliamo condividerne le emozionanti pagine con quanti avranno il piacere di partecipare all’appuntamento”  conclude Angelucci.

Oltre ai saluti istituzionali e ai numerosi interventi, ci sarà anche quello dell’editore del libro, Gaetano Basti e tutti i presenti verranno omaggiati con una copia proprio per celebrare la grandezza del suo autore. Modera il giornalista Paolo Castignani, interviene il giornalista Piero Di Primio. Momenti emozionanti saranno offerti dalla Fanfara dei Bersaglieri sul mare: Gianni è stato profugo in Russia.

Ad impreziosire la presentazione ci saranno letture a cura dello scrittore abruzzese Peppe Millanta. In caso di maltempo l’evento si terrà nell’Auditorium Sirena.

by Redazione
francavilla

“Questa prima edizione è stata ricca di contenuti davvero di valore, non abbiamo mai avuto un evento del genere nel cartellone dell’estate Francavillese ma, stante la risposta del pubblico così calorosa, mancava proprio! Siamo già a lavoro per la prossima edizione che sarà ancor più bella” e così commenta il Sindaco di Francavilla al Mare (Ch), Luisa Russo, il grande successo di pubblico, ma soprattutto la grande esplosione di emozioni che ha caratterizzato la prima edizione di “SquiLibri – Festival delle Narrazioni” a Francavilla al Mare, un evento che ha soddisfatto il bisogno di “senso di comunità” e di condivisione.

Il Festival, nato da un’idea dello scrittore abruzzese Peppe Millanta, Direttore Artistico, ed organizzato dal Comune di Francavilla con il Sindaco Russo e l’Assessore alla Cultura Cristina Rapino, si è rivelato una vera e propria “festa del libro e degli autori” che ha caratterizzato durante il week end (dal 24 al 26 giugno) un comune che ben si presta al turismo culturale e che ha offerto scenari magici come i colorati tramonti sul mare, sfondo ideale per il grande evento che ha ospitato anche lo “Strega Tour”, con i sette finalisti del Premio Strega che parteciperanno alla sfida finale il prossimo 7 luglio a Roma.

“È stato per noi un vero onore ospitare per la prima volta, non solo per Francavilla ma per l’Abruzzo, il tour dei finalisti dello Strega ed abbiamo avuto un’importante risposta di pubblico. La Fiera dell’Editoria indipendente è stata una bellissima vetrina per tanti del settore e ringrazio nuovamente il Direttore Artistico Peppe Millanta per l’eccellente lavoro svolto”  commenta l’assessore.

Ed inoltre musica, letture, presentazioni ed incontri con gli autori, laboratori di scrittura e creativi, street food hanno animato questo appuntamento della stagione estiva francavillese, e sul palco di “SquiLibri” nomi di grande spessore tra i quali, si ricordano, Dacia Maraini, Paolo Crepet, Nina Zilli, Michela Marzano, Pierdante Piccioni (Doc – nelle tue mani), Gabriella Genisi (Lolita Lobosco), Michele Zatta con l’attore Rai, Giacomo Giorgi (Mare fuori – Sopravvissuti), Enrica Tesio, Remo Rapino, Maura Chiulli, Stefano Redaelli, Pierpaolo Capovilla, Paolo Fiorucci, Alessandro Scafi, Cinaski.

Il Festival è stato possibile grazie anche alla collaborazione della Scuola Macondo di Pescara e della Angelozzi Comunicazione, oltre che l’Assessore alla Cultura per la Regione Abruzzo Daniele D’Amario che ha da subito sostenuto l’idea.

 

by Redazione
francavilla

Si terrà domenica 3 luglio alle 21 il nono evento di Francavilla urban festival, la rassegna di arte, cultura, letteratura, territorio, ideata e curata da Massimo Pasqualone.

Per l’occasione verrà inaugurata la mostra dello scultore Nicola Granata nella boutique Diana, che la ospiterà per tutto il mese di luglio.

Lo scultore verrà presentato da Valentina Di Paolo e come ospiti d’onore ci saranno due protagoniste del mondo imprenditoriale e del vino abruzzese: Marina Cvetic e Stefania Ricci.

La serata sarà impreziosita dal reading teatrale dell’associazione culturale Labirinti teatro, presieduta da Riccardo Iezzi.

“Francavilla urban festival si sta rivelando uno straordinario contenitore di eventi culturali, senza nessun finanziamente da parte di nessuno, che vengono realizzati grazie alla collaborazione tra gli esercizi commerciali e le associazioni Irdidestinazionearte, Human post, Endas Cultura Abruzzo, Comitato di valorizzazione e difesa del territorio abruzzese, Museo Guidi di Forte dei Marmi, Ets Luca Romano, Comitato Le donne dell’Angelo, Ass. Sandro Pertini, Omniartis” sottolinea il critico d’arte e letterario Massimo Pasqualone.

 

by Redazione
francavilla

L’attesa volge al termine e si parte dunque con la tre giorni di SquiLibri – Festival delle Narrazioni che animerà il cuore di Francavilla al Mare dal 24 al 26 giugno.

Dopo i primi appuntamenti che hanno dato solo un assaggio di ciò che sarà il Festival in questa sua prima edizione dai grandi nomi si prosegue con appuntamenti che prevedono grandi nomi: presenti infatti tra gli altri i finalisti del Premio Strega con lo Strega Tour, Dacia Maraini, Paolo Crepet, Nina Zilli, Michela Marzano, Pierdante Piccioni (Doc – nelle tue mani), Gabriella Genisi (Lolita Lobosco), Michele Zatta con l’attore Rai, Giacomo Giorgi (Mare fuori – Sopravvissuti), Enrica Tesio, Remo Rapino, Maura Chiulli, Stefano Redaelli, Pierpaolo Capovilla, Paolo Fiorucci, Alessandro Scafi, Cinaski.

All’interno del Festival, che nasce da un’idea dello scrittore abruzzese Peppe Millanta, direttore artistico, e organizzato dal Comune di Francavilla con il sindaco Luisa Russo e l’assessore alla Cultura Cristina Rapino e con la collaborazione della Scuola Macondo e della Angelozzi Comunicazione, ci sarà anche una Fiera del Libro, uno spazio dedicato all’editoria indipendente con il meglio dell’offerta nazionale.

Saranno ben 27 gli editori presenti come spiega Francesco Coscioni della Neo Edizioni, una delle case editrici più rappresentative del nostro territorio, coorganizzatore della fiera collocata nel piazzale antistante la Sirena: “Ci saranno dei veri e propri stand per le case editrici indipendenti in questo meraviglioso contesto offerto dal Festival ed è una soluzione adottata di proposito per permettere agli editori di stare fianco a fianco, non c’è concorrenza infatti. Ci troviamo quasi di fronte ad un piccolo Salone del Libro simile a quello di Torino. Curiosi ed appassionati possono passeggiare tra gli stand, osservare, studiare, comprare libri e scegliere i cataloghi degli editori completi delle loro proposte. Ci sarà sicuramente una grande risposta e sono tante le novità da scoprire in questa fiera. Sarà un week end estivo diverso e molto interessante: questo Festival rappresenta una scelta intelligente di turismo culturale, ci si aspetta una risposta anche allegra”  conclude Coscioni.

L’esperienza prosegue poi con l’area dedicata allo street food e con gli Itinerari del gusto – mangiare tra le righe che coinvolge gli esercenti presenti in piazza Sirena in un percorso tra cibo e letteratura, e non mancheranno laboratori di scrittura e lettura per grandi e piccoli offerti dalla Scuola Macondo.

I posti sono su prenotazione ma gratuiti. La prenotazione avviene su Billetto a questo link: https://bit.ly/3Ou8w74 

by Redazione
1 2 3 8