Search

Tag Archives: Francavilla al Mare

Abruzzo in Miniatura

Continuano gli appuntamenti culturali al Parco Museale Abruzzo in Miniatura (piazza San Domenico, 1 Francavilla al Mare) all’interno del MuMi: domenica 24 alle ore 16,30 si potrà imparare a costruire un libro con il laboratorio di Rilegatura di un libro dedicato ai ragazzi e ragazze dai 6 anni in su a cura della casa editrice di Pescara Edizioni Liberatore.

Un pomeriggio dunque originale, diverso durante il quale i partecipanti potranno imparare a comporre un libro; a capire come le pagine insieme si possono unire e realizzare un qualcosa di unico che dà emozioni, condivisioni chiamato libro.

“Uso impropriamente il termine ‘costruire’ perché mi sono reso conto che il concetto di rilegare un libro per molti è un concetto ignoto – spiega Massimo Liberatore editore della Edizioni Liberatore – La finalità di questo laboratorio dunque è insegnare ai bambini a entrare nel mondo del libro: dalla cucitura alla costruzione della copertina, cioè tutti i passaggi che occorrono per creare un testo. Sarebbe bello, proprio nella giornata di domenica, riuscire a creare un gruppo e scrivere storie al fine di creare un vero e proprio libro da commercializzare. L’Abruzzo in Miniatura? Non si poteva scegliere un posto più magico; sono davvero contento di averlo conosciuto e spero venga visitato da sempre più persone perché merita. A tal proposito ringrazio il presidente Livio Bucci e la vice presidente Annalisa Di Tizio per avermi dato questa opportunità”.

Anche divertimento al termine al laboratorio: è infatti previsto uno spettacolo di improvvisazione teatrale in collaborazione con la compagnia Estrodestro.

“Faccio anche teatro con loro – aggiunge Massimo Liberatore – e domenica faremo uno spettacolo teatrale di improvvisazione sulle favole, ma vediamo il target dei partecipanti. Il bello dell’improvvisazione è che si può fare ciò che si vuole, quindi… vedremo cosa accadrà”.

Il costo del laboratorio è di 15 euro con prenotazione obbligatoria la 349 7521951.

EDIZIONI LIBERATORE La Edizioni Liberatore nasce nel 2014 dalla passione per i libri e dalla ventennale esperienza lavorativa nel campo della rilegatoria del suo fondatore, Massimo Liberatore. La peculiarità di questa casa editrice è che tutti i volumi sono realizzati a mano, fondendo le antiche tecniche di rilegatura artigianale all’uso di mezzi moderni; questo modo di operare consente all’autore, che si avvicina al mondo dell’editoria, di avere la possibilità di scegliere il numero di copie da realizzare senza alcun vincolo di tiratura minima. La Edizioni Liberatore si propone di “coinvolgere” lo scrittore in tutte le fasi di realizzazione dell’opera, seguendo i suoi dictat riguardo la realizzazione della copertina, la stesura e le correzioni delle bozze. L’attività della casa editrice non si limita alla sola pubblicazione e pubblicizzazione-diffusione del libro, ma si vede attiva nel territorio pescarese attraverso la realizzazione di corsi di scrittura creativa e rilegatura per bambini e ragazzi, così da poter realizzare il proprio volume passando da una semplice idea fino ad arrivare alla realizzazione manuale del libro.

ESTRODESTRO nasce nel 2012 a Pescara ed è la prima Scuola di Improvvisazione Teatrale in Abruzzo. La sua finalità principale era quella di diffondere l’arte dell’Improvvisazione Teatrale nel territorio abruzzese attraverso corsi e spettacoli. Successivamente, per soddisfare le richieste di un numero crescente di iscritti, ha attivato anche percorsi paralleli o complementari all’improvvisazione come corsi sulla comicità, recitazione, scrittura creativa e laboratori di approfondimento tematici.

by Redazione
Francavilla

Per gli appassionati della musica di qualità, sabato 23 ottobre alle 21, gli Accasaccio si esibiranno in un concerto gratuito a Palazzo Sirena a Francavilla al Mare.

La Band Salentina, che nel 2019 ha partecipato a X-Factor, proporrà al pubblico una scaletta intensa con brani inediti che miscelano ritmi patchanka-raggae a quelli folk salentini, suoni sintetici a quelli aborigeni australiani, fraseggi e ritmiche di chitarra e ukulele a quelli di un violino virtuoso e liriche melodiche e corali, energiche ed espressive con: Gianmarco Monteforte (voce, ukulele e tamburello), Emilio Maggiulli (chitarra e voce), Peppe Giannuzzi, (violino elettrico) e Diego Martino (batteria)

L’ingresso è gratuito con prenotazione su https://billetto.it/…/non-lasciarmi-mai-accasaccio-band nel rispetto di tutte le regole in tema di contenimento Cov19. L’evento, organizzato dalla Power Eventi, rientra nel tour 2021 Non lasciarmi mai della band.

 

by Redazione
Piazzola

Appuntamento domenica 12 settembre alle ore 21 al Chiostro del MuMi con il gruppo musicale Lo Que Vendrà che presenta Piazzola 100, un omaggio al grande rivoluzionario del tango.

L’Abruzzo in Miniatura e il MuMi dunque, tornano ad ospitare la grande musica dopo il successo del concerto di Michele Di Toro lo scorso mese di agosto.

Al centro del palco sempre il pianoforte ma, questa volta, a risuonare saranno le note del tango argentino e del suo autore più rappresentativo: Piazzolla infatti fu l’inventore del cosiddetto “nuevo tango” il quale si differenzia dal tango tradizionale perché incorpora elementi presi dalla musica jazz e fa uso di dissonanze e altri elementi musicali innovativi.

La TangOrchestra Lo Que Vendrà con il concerto Piazzolla 100 regalerà agli ospiti presenti emozioni uniche e suoni che riportano alla terra argentina.

Lo Que Vendrà, un po’ di storia

Il gruppo musicale nasce nel 2005 sotto la direzione artistica di Simone Marini e Daniela Fidanza, con l’intento di percorrere le tappe fondamentali degli autori che hanno contribuito allo sviluppo del repertorio classico e contemporaneo del tango argentino.

Il gruppo è composto da quattro elementi: Daniela Fidanza – Pianoforte, Mario Pace – Violino, Claudio Marzolo – Contrabasso e Nicolas Maceratesi – Bandoneon.

La TangOrchestra ha al suo attivo più di 200 concerti svolti in Italia e all’estero, accompagnando da artisti di fama mondiale come Roberto Herrera y Laura Legazcue, Sergio Natario y Alejandra Arrue’, Gustavo Saenz, Roxana Fontan e tanti altri.

 

Per assistere al concerto, il biglietto potrà essere acquistato su https://billetto.it/ al costo di 10 euro. Accesso consentito ai soli possessori di Green Pass.

 

Era il 27 agosto 2020 e il suo sogno cullato per 30 anni da Livio Bucci diventa realtà: L’Abruzzo in Miniatura, costruttori di emozioni apre le porte al pubblico.

E lo fa in uno scenario unico: il MuMi sito in piazza San Domenico, 1 a Francavilla al Mare; un luogo che suggestiona per la sua maestosità interna grazie alle due preziosissime tele, “Le Serpi” e “Gli Storpi” realizzare dal Maestro Francesco Paolo Michetti. Maestosità che all’esterno è regalata dal chiostro e da due ballatoi mozzafiato vista mare.

Ed è qui dunque che, da un anno, il presidente Livio Bucci presenta al pubblico oltre 120 opere (molte altre in fase di realizzazione), che riproducono su scala l’Abruzzo; riproduzioni fatte interamente a mano con materiali diversi come pietra e legno anche grazie all’aiuto di preziosi collaboratori.

Un anno in cui il parco museale che l’emergenza sanitaria non ha fermato: durante i lunghi periodi di lockdown infatti, Bucci e i suoi collaboratori hanno lavorato su nuove opere, creato rete con le associazioni turistiche del territorio e realizzato il Centro Didattico coordinato da Christian Dolente.

Insomma, niente si è ferma tutto è in movimento; lavoro “dietro le quinte” che ha dato e sta dando i suoi frutti con l’emozione e la magia che i visitatori vivono ogni giorno entrano nel parco museale.

“Un bilancio molto positivo. Ci aspettavamo buoni risultati ma siamo davvero andati oltre ogni aspettativa – dichiara il direttore dell’Abruzzo in Miniatura Livio Bucci (nella foto)– E’ bellissimo ed emozionate vedere tante persone così felici e soddisfatte dopo aver visitato il parco museale. Sinceramente non mi aspettavo, dopo le chiusure obbligate, tutto questo affetto dal pubblico proveniente anche dalle altre regioni italiane, complice il periodo di vacanze. E’ molto bello e per me gratificante inoltre vedere tanti bambini e tante scolaresche all’interno della struttura estasiati e a volte increduli nel vedere le loro città riprodotte in piccolo Ringrazio – conclude Bucci – l’amministrazione comunale di Francavilla e la città di Francavilla al Mare per averci donato un luogo così importante e maestoso”.

“Ad un anno dall’apertura del parco museale Abruzzo in Miniatura – afferma Dominique Di Stefano, responsabile Marketing turistico – possiamo affermare che il risultato è più che soddisfacente. Lo confermano i numeri avuti, l’interesse del pubblico e non solo. Infatti, nell’arco dell’anno siamo riusciti a far convogliare un gran numero di persone all’interno del parco organizzando numerosi eventi, campus estivi e visite gioco per bambini e famiglie, visite guidate a tema nel weekend. Nonostante i vari periodi di chiusure e restrizioni legate al virus non ci siamo mai fermati sfruttando questo tempo non solo realizzando altre opere ma anche facendo molta promozione sui social, stando vicino a chi ci segue e incuriosendo il pubblico. L’inverno inoltre, è stato il momento per rinforzare le storiche collaborazioni, Abruzziamo, Destination Abruzzo, Fantastico Abruzzo, e crearne delle nuove come con Il Bosso, leader del turismo ambientalistico abruzzese, Il Mondo Attraverso, una nuova realtà che ha l’obiettivo di fare conoscere l’Abruzzo fuori dai confini regionali. Il nostro progetto – conclude Di Stefano – resta ambizioso e vogliamo continuare a creare i fili conduttori fra i vari partner del turismo locale per poter proporre ai turisti, e non solo, il meglio che la regione è in grado di offrire, il tutto partendo dall’Abruzzo in miniatura; il nostro obiettivo è dunque quello di regalare ai nostri ospiti un’esperienza che vada al di là della semplice visita al parco… Regalare un’emozione”.

 “Alla luce delle restrizioni dovute al periodo drammatico relativo al Covid – spiega Christian Dolente coordinatore del Centro didattico dell’Abruzzo in Miniatura e responsabile dei servizi educativi – e in conseguenza delle normative che hanno regolato e regolano il flusso e gli accessi ai musei, il Centro didattico ha registrato una buona attenzione da parte degli utenti. Il bilancio che andiamo a tracciare, più che positivo, tiene conto della lunga e dolorosa chiusura del parco museale e quindi possiamo prendere in considerazione i mesi che vanno da maggio ad oggi. Le iniziative relative alle visite per adulti sono state numerose e continuano a destare interesse da parte di un pubblico che si appassiona sempre di più a questa lettura unica del territorio abruzzese. Stesso dicasi delle attività rivolte alle famiglie. Anche il Campus Estivo, novità assoluta per Francavilla al Mare – conclude Dolente – nonostante le famiglie abbiano scelto location all’aperto e attività sportive, ha fatto registrare una buona presenza da parte dei bambini. In occasione del compleanno dell’Abruzzo in Miniatura, venerdì 27 agosto, dalle 9 alle 12.30, si terrà un laboratorio sull’arte contemporanea, rivolto ai bambini dai 5 anni in su. La quota sarà di 12 euro a bambino, fratelli 10 euro”.

by Redazione
francavilla

Prosegue la rassegna estiva degli eventi organizzati dal parco museale Abruzzo in Miniatura, sito all’interno del MuMi in piazza San Domenico 1 (Francavilla al Mare).

Prossimo appuntamento in calendario, una serata evento con il noto talento abruzzese del pianoforte Michele Di Toro.

La kermesse musicale, in programma sabato 7 agosto alle 21.30, nella cornice del chiostro del Museo Michetti, sarà condotta da Bruna Silvidi, psicologa e psicoterapeuta dell’Ausl di Pescara:

 Felicissima di presentare il concerto del Maestro Michele Di Toro – ha detto Bruna Silvidi – Grazie all’eccellente organizzazione dell’Abruzzo in Miniatura, presieduto dal bravissimo artista Livio Bucci, anima del progetto.

Si ringraziano per il supporto lo studio D’Agostino & Partners e l’associazione “Ruote Classiche Teatine” che esporrà auto d’epoca nel contesto dell’evento.

In ottemperanza alle nuove normative anti Covid, l’ingresso sarà consentito solo ai possessori di green pass.

Posti limitati – Prenotazione obbligatoria su: www.billetto.it

by Redazione
francavilla

Luci puntate sul murales dell’artista internazionale Millo, che dal 15 al 21 luglio, malgrado le condizioni metereologiche  avverse, è riuscito a realizzare un capolavoro artistico in occasione del Macondo Festival dando nuova vita alla parete di un condominio di edilizia popolare del Quartiere Alto di Francavilla al Mare (Chieti), in piazza Semproni.

“Millo at Work”, questo il nome dell’appuntamento  che per giorni ha movimentato l’area, diventata attrazione per tanti curiosi che hanno provato nuove emozioni nel veder cambiare la facciata di una struttura del proprio comune grazie alla sinergia che accompagna dal 2017 l’Amministrazione comunale di Francavilla al Mare, ed in particolare la consigliera Cristina Rapino e la Scuola di scrittura Macondo rappresentata da Peppe Millanta, che cura la direzione artistica del Festival.

Il Macondo Festival 2021, ha fatto i conti con le difficoltà delle restrizioni, conseguenza dell’emergenza sanitaria e dunque ha subito delle notevoli ma straordinarie variazioni , come spiega il Direttore artistico: “In questa edizione, a causa delle normative per il Covid, come Festival ci siamo dovuti reinventare, e ci auguriamo di aver colto in questa fase così delicata anche qualche opportunità. Il murales di Millo vuole davvero essere il principio di un discorso di rigenerazione e di impreziosimento del quartiere iniziato grazie al Maestro Emilio Patrizio, e che mi auguro possa continuare a lungo”.

“Sono molto positivo sul punto – prosegue Peppe Millanta – perché davvero ho la sensazione che sia stata accesa una scintilla, e gli abitanti di San Franco si sentono loro per primi partecipi di questo cambiamento in atto. Il 31 luglio ci sarà la ciliegina sulla torta, perché ci saluteremo con le parole di Mattia Torre, uno degli autori italiani più bravi che ci ha lasciato troppo presto, autore di In mezzo al mare. Cinque atti comici, e la successiva Sette atti comici , Boris 2. Il ritorno, La linea verticale, noto anche al cinema per la sceneggiatura di Il grande salto, regia di Giorgio Tirabassi e Figli, regia di Giuseppe Bonito, e la voce di Valerio Aprea, uno degli attori a mio avviso più bravi che abbiamo. Vi aspettiamo quindi per il 31 luglio, per un giorno che sarà una festa”.

L’appuntamento dunque è a Piazza della Rinascita dove dalle ore 21 ci sarà il vernissage della mostra ABOUT FACE di Annalisa De Luca, Bruno Imbastaro e Abner Marzi, ospiti dei ragazzi di Zona Futura, mentre alle ore 22, Valerio Aprea leggerà Gola ed altri pezzi brevi di Mattia Torre, con musiche di Giuliano Taviani e Carmelo Travia.

L’evento è organizzato nel pieno rispetto delle norme anti Covid ed è completamente gratuito ma è obbligatoria la prenotazione su www.billetto.it .

by Redazione
Miglianico Insieme

Lo scorso 23 luglio l’associazione Miglianico Insieme ha visitato il parco museale Abruzzo in Miniatura (all’interno del MuMi a Francavilla al Mare) con una visita guidata tenuta dal coordinatore del Centro Didattico del parco Christian Dolente.

Un viaggio emozionante alla scoperta della storia e delle curiosità della nostra regione attraverso i castelli e le opere più significative realizzate dal presidente dell’Abruzzo in Miniatura Livio Bucci e dai suoi collaboratori.

I partecipanti alla visita sono altresì rimasti colpiti dalla precisione e dalla minuziosità dei particolari delle riproduzioni che davvero fanno, in circa 80 minuti, fare il giro dell’Abruzzo tra storia, geografia e tradizioni regionali.

“Nell’era del digitale, in cui siamo tutti abituati a fare tutto davanti agli schermi, visitare i musei è un’esperienza concreta e reale – ha dichiarato il presidente dell’associazione Miglianico Insieme Sandro Di Prinzio – che permette di confrontarsi con la storia, di conoscere la geografia, di scoprire tradizioni, di mettersi in relazione con il nostro territorio. Questo è lo spirito che ha portato l’associazione a partecipare a una visita guidata al parco museale Abruzzo in Miniatura, presso il MuMi di Francavilla al Mare”.

by Redazione
Festival Macondo

Il Festival Macondo non è solo “arte di strada” ma anche un percorso intelligente individuato per una riqualificazione dinamica ed alternativa del Quartiere Alto di Francavilla al Mare (Chieti), che in questa edizione 2021 vede al lavoro l’artista di adozione abruzzese che ha un forte legame con la regione, Millo che è impegnato in un cantiere artistico libero e visitabile chiamato Millo at work dal 15 al 21 luglio a piazza Semproni.

L’artista, pur avendo fatto i conti con il maltempo dei giorni scorsi, prosegue oggi in modo ostinato nella realizzazione di una “sorpresa artistica” per la Città sulla parete di un condominio di edilizia popolare: adesso pian piano l’opera prende forma tra lo stupore e la meraviglia di curiosi ed amanti dell’arte.

L’amministrazione comunale di Francavilla al Mare e l’APS Macondo rappresentata da Peppe Millanta, che ne cura la direzione artistica, dal 2017 sono a lavoro in modo sinergico per restituire alla collettività una nuova visione degli spazi trascurati che tornano a dare decoro e brio al comune teatino.

Risale al 2019 il primo intervento: grazie al restyling completo di Piazzetta Masci operata dal Maestro Emilio Patrizio, al minuzioso lavoro del collettivo Accademia di Aracne di Ortona by Shirley Rowland e al supporto del Comitato di Quartiere Paese Alto con Mariagrazia Di Sante nel ruolo di Presidente e dell’intera cittadinanza, è stato possibile rigenerare quello che oggi è un meraviglioso squarcio di San Franco.

Nel 2020 il Festival è stato rimodulato, ci si è dedicati infatti alla musica con due concerti in piazza della Rinascita sempre nel rispetto delle regole previste ed in un’estate 2021 così particolare ancora segnata dalle problematiche legate all’emergenza sanitaria da Covid-19, come spiega la consigliera di Francavilla al Mare, Cristina Rapino, “abbiamo scelto di investire su qualcosa che potesse rimanere al Quartiere, qualcosa di tangibile, come quella che rimarrà l’opera di Millo in Piazza Semproni”. 

Soltanto qualche mese fa, il Consiglio Regionale d’Abruzzo ha approvato la Legge per la valorizzazione dei Comuni virtuosi che investono in questo tipo di operazioni; primo fra tutti un esempio caratteristico è rappresentato dal vicino borgo di Aielli (L’Aquila), modello più che virtuoso, ad oggi anche grande luogo di attrazione turistica in Abruzzo.

 “Non ci sembrava opportuno investire delle risorse pubbliche in un Festival Macondo classico che sarebbe stato poi limitato dalle norme anti Covid  – spiega Rapino – soprattutto dopo i tanti sacrifici che sono stati fatti ma ci sembrava utile investire quelle stesse risorse in qualcosa che potesse rimanere al Quartiere, per abbellirlo, aggiungendo un altro pezzo alla prima riqualificazione che abbiamo messo in campo con Emilio Patrizio nella piazzetta Masci. L’artista Millo street artist internazionale non ha bisogno di presentazioni, è molto legato all’Abruzzo e ci sembrava il nome più adatto a catalizzare l’attenzione su un quartiere bellissimo che in realtà è il cuore pulsante di Francavilla, la sua anima storica non solo per i sanpietrini, il MuMi o la Chiesa di Santa Maria Maggiore ma anche per le storie raccontate da chi la vive”.

Questa iniziativa ha un obiettivo ben preciso come spiega la giovane amministratrice, ossia “quello di sviluppare un circolo virtuoso che possa attraverso l’arte concepire una rigenerazione di tipo urbana per sottrarre al degrado le piazzette poco sfruttate e che a volte risultano anche non note poiché sono degli scorci nascosti ed hanno bisogno di una spinta in più attraverso l’arte”.

“Quello proposto – conclude Cristina Rapino – è un progetto ambizioso e lungimirante ed è uno degli obiettivi principali del programma del Pd per le prossime amministrative. E’ chiaro che per portare avanti progetti come questo c’è bisogno di un lavoro puntuale, che non può tralasciare nessun dettaglio, e che deve mettere in campo la collaborazione tra il Comune e le associazioni che già vivono quotidianamente il territorio e che mettono in campo tantissime iniziative per renderlo vivo; tra queste appunto c’è il Comitato di Quartiere Paese Alto che ringrazio tantissimo perché ci ha supportato in questa iniziativa e chiaramente i condomini dello stabile di via Civitella numero 1 poiché senza il loro appoggio tutto ciò non sarebbe possibile. Ringrazio tutti i cittadini di San Franco e la 3D Edilizia”.

Il cantiere proseguirà come da programma fino al 21 luglio e sarà possibile vedere l’artista al lavoro dalle 10 alle 13.30 e dalle 15 alle 20.

 

by Redazione
Francavilla a piedi

È stato presentato questa mattina il volume Francavilla a piedi di Massimo Pasqualone, professore e critico d’arte e letterario, realizzato in collaborazione con il fotografo Claudio Cecamore.

Si tratta di una guida che illustra le strade e i luoghi più rappresentativi del centro rivierasco con il supporto di foto in bianco e nero Presenti, tra gli altri, i candidati sindaci Luisa Russo e Roberto Angelucci.

“Assolutamente una bella giornata, non potevo mancare nella mia Francavilla – ha affermato l’assessore regionale ai Beni e attività culturali e di spettacolo, Daniele D’Amario – quando si presenta un libro sulle vie da passeggiare per scoprire Francavilla. Ringrazio l’autore, il professor Pasqualone che mi ha invitato a questo evento. Massimo Pasqualone si è sempre distinto come uomo di punta della cultura del territorio, non solo francavillese ma direi abruzzese con le sue tante rassegne, poi ci sono i tanti libri che ha scritto. Ed è importante che oggi dedichi una scrittura alla sua città, a Francavilla, un libro dedicato appunto ai cammini per visitare Francavilla in un momento in cui il turismo legato ai cammini, ai borghi, al turismo lento è in grande espansione e quindi è importante che ci sia quest’opera che aiuta i turisti che vengono a Francavilla a scoprire la nostra città. Francavilla è una città che oltre alla sua costa sabbiosa organizzata per le famiglie, ha nella parte alta i suoi tesori culturali, le varie chiese, il Museo Michetti. Quindi ha tanto da offrire sia per le famiglie sulla spiaggia che per chi volesse fare cultura durante le proprie vacanze”.

“Io non sono nuovo a queste iniziative – ha ricordato il consigliere provinciale, Luca Paolucci – il professor Pasqualone mi ha sempre coinvolto, quindi sono testimone del suo poliedrico lavoro in sostanza. Lui è sempre foriero di libri, di mostre ed è un ottimo critico d’arte. Quindi io sono onorato di partecipare a questa presentazione e sicuramente sono testimone del suo valore. È un altro figlio di Francavilla che si fa conoscere e si fa conoscere bene. Poi l’argomento è a noi tutti caro, perché siamo anche amministratori, sta valorizzando la nostra città e le bellezze che offre e le valorizza passeggiando. Già il passeggiare di per sé provoca una riflessione sulle bellezze che si vanno vedendo, andando con la macchina si viaggia in maniera più distratta, invece passeggiando si può apprezzare in maniera più compiuta tutte le bellezze e quindi valorizzarle già con sé stessi per poi rappresentarle agli altri. La città come anche la provincia è foriera di iniziative, l’amministrazione comunale è ben nota per l’estate francavillese, quindi questa sarà un’ulteriore iniziativa, quantomeno presenta il retroterra della nostra Francavilla, quello che naturalmente già offre”.

“È una scelta del professore alla quale partecipo con piacere in qualità di fotografo – ha dichiarato Claudio Cecamore – Francavilla ha una grande quantità di aspetti meritevoli di attenzione, non tutti forse conosciuti anche da tanti che vivono a Francavilla. Per cui io l’ho vista come un’opportunità di collaborazione con Massimo Pasqualone, è anche un modo per stimolare coloro che avranno il piacere di vedere questo libro ad una curiosità volta ad approfondire la conoscenza di Francavilla che non è soltanto la sua spiaggia, ma merita anche per la sua storia. Per me quello della fotografia è un hobby importante da sempre, la fotografia esercitata in un certo modo insegna anche, e forse soprattutto, a guardare e a vedere nella complessità il dettaglio e a selezionare nell’ambito della confusione le cose che magari più di altre meritano attenzione. Il Cenacolo di Francavilla è una storia conosciuta da tutti, sul libro chiaramente c’è un riferimento al Convento Michetti, dove Michetti ed altri artisti importanti quanto lui, hanno lavorato anche attraverso la fotografia”.

“Questo lavoro nasce da tante passeggiate a Francavilla – ha spiegato Massimo Pasqualone – soprattutto in questo periodo di inattività e ho voluto, insieme all’amico Claudio Cecamore, produrre una guida turistica con foto in bianco e nero che rappresentasse un po’ la nostra città, bellissima, con tutti i suoi monumenti, il mare, la collina, l’archeologia. Una proposta che va per la città, e non solo, ma per tutti i nostri ospiti dell’estate. Abbiamo tutto ciò che si può desiderare: il mare, la collina, l’archeologia, bellissime chiese, monumenti, palazzi, una buonissima cucina, un vino meraviglioso, i prodotti della terra, non ci manca niente. Il mio invito è ad apprezzare le tante bellezze nascoste della nostra città, i tanti monumenti, a godere e a diffondere questa bellezza un po’ dappertutto”.

È intervenuto anche il sindaco Antonio Luciani, che ha detto:

Abbiamo veramente una città ricca e c’è il dubbio che qualcosa ci sfugge. È davvero una bellissima iniziativa, oggi sono presenti due candidati sindaci, sicuramente uno dei due diventerà primo cittadino, possiamo chiedergli, alla fine della campagna elettorale, di far diventare questa opera completa, perché su Francavilla non abbiamo un qualcosa di simile. Questa potrebbe essere una scintilla per un’opera più impegnativa e siccome Massimo Pasqualone non si sottrae all’impegno, magari potrà essere coinvolto dal futuro sindaco nel crearla. Ho scoperto l’utilizzo della bicicletta e non sono più tornato indietro perché mi sono reso conto di quanto sia facile spostarsi in bici elettrica per Francavilla e anche perché con l’autovettura abbiamo un’altra percezione della realtà. Invece con la bicicletta, o a piedi ancor di più, vediamo tante cose che altrimenti non noteremmo mai, infatti grazie alla bicicletta mi rendo conto di tantissime cose, anche perché una città come questa ha bisogno di una manutenzione continua.

by Redazione
Francavilla

La Piazza della Rinascita di Francavilla al Mare (CH) si prepara ad accogliere, mercoledì 14 luglio , alle ore 21, lo scrittore Remo Rapino, vincitore del Premio Campiello 2020 con l’ormai celeberrimo romanzo Vita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio, libro che ha ispirato anche il docufilm Gli occhi di Liborio che, nei giorni scorsi, è stato insignito del Pegaso d’oro al Premio Flaiano.

La serata, che prende il titolo di Una chiacchierata con Liborio, sarà dedicata ad incontrare il poeta e narratore lancianese e il suo personaggio letterario, Liborio, figura che ha ormai assunto una consistenza non più solo letteraria ma quasi umana, storica, reale, concreta.

L’appuntamento si inscrive all’interno del cartellone degli eventi del progetto ULEUniamo le esperienze anche a distanza, un’iniziativa promossa dall’Associazione Lì aps (Laboratorio Innovazione) di Pescara in collaborazione con il Comune di Francavilla al Mare e con la sua Università della Libera Età.

Il progetto è realizzato grazie a un finanziamento della Regione Abruzzo e del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.

Alcune letture scelte dal romanzo saranno interpretate dagli attori Annalica Casasanta, Luca Luciani e Domenico Turchi.

“È un onore per noi ospitare lo scrittore Remo Rapino” affermano Annalica Casasanta e Nadia Di Naccio, coordinatrici dell’ULE. “Sarà una serata” aggiungono “all’insegna della letteratura, della poesia e della follia e sarà animata anche da una sorpresa che non possiamo svelare”.

L’ingresso all’evento è gratuito ma soggetto a prenotazione al link https://billetto.it/e/ule-premio-campiello-biglietti-552810 (per info: 328-3391547, 347-1518759).

 

by Redazione
1 2 3 5