Search

Tag Archives: sport abruzzo

Gladius Pescara

Un nuovo momento di incontro e confronto su tecniche e modalità di allenamento; è stato questo il fulcro della giornata formativa della Milan Academy svoltasi lo scorso 3 maggio al campo Donati di Pescara della Gladius Pescara Centro Tecnico AC Milan.

Una giornata alla presenza di Fabio Vannoni, supervisore Milan Academy e di Vittorio Cammarosano, responsabile Scouting AC Milan.

Confronto e condivisione di idee che hanno visto coinvolte scuole calcio di Abruzzo e Marche: Elite Sangiorgese calcio 1922; AC Nuova Folgore; Union Fossacesia Calcio; ASDF Usav Pisaurum.

Non è la prima volta che la Gladius Pescara, in qualità di Centro Tecnico, ospita i rappresentanti del Milan e dell’Academy nel campo Donati; è stata proprio l’ASD pescarese infatti a ospitare nel novembre 2021 il primo evento formativo in presenza dopo il lockdown.

by Redazione
calcio femminile

Calcio femminile, per NOI una questione di CULTURA…” è il titolo dell’evento che si terrà lunedì 2 maggio all’Aquila, ma al contempo è anche il vero tema alla base dello sviluppo di questo settore in Abruzzo e in Italia. Gli aspetti culturali del movimento del calcio femminile accompagnano la parte agonistica dando  forza al lavoro che si fa nei Comitati regionali e nelle società. Dedicare a questi aspetti attenzione e renderli il centro del confronto è parte integrante della strategia di crescita del settore e del movimento messa in atto dalla LND Abruzzo nella nostra regione.

L’evento, promosso e organizzato proprio dalla LND Abruzzo, rientra nell’ambito delle iniziative realizzate per “L’Aquila Città Europea dello Sport 2022” e si terrà lunedì 2 maggio nell’Auditorium del GSSI alle ore 17.

All’iniziativa, che sarà aperta dai saluti istituzionali, parteciperanno, oltre ai vertici regionali della LND Abruzzo, come il presidente Ezio Memmo e la responsabile Calcio femminile, Laura Tinari, il presidente LND, Giancarlo Abete, e il consigliere Federale, Daniele Ortolano. Ma l’attenzione sarà incentrata soprattutto sulle interviste alla CT della Nazionale Femminile, Milena Bertolini, e alla Capo delegazione, Cristiana Capotondi, che dal loro osservatorio privilegiato permetteranno di conoscere e capire meglio questo settore, ispirando dal vivo le giovani e le società abruzzesi. Insieme a loro, anche le due calciatrici della AS Roma Femminile e della Nazionale Italiana, Elisa Bartoli ed Elena Linari, che racconteranno la storia e l’esperienza di chi il calcio lo gioca ogni giorno in un grande Club e nella Nazionale.

“Il percorso culturale che abbiamo intrapreso a partire dallo scorso anno è intenso e fatto di tanti progetti e iniziative – dice la responsabile Tinari – ed è per questo che abbiamo voluto accanto a noi in questa occasione coloro che stanno permettendo a questo settore un grande scatto di orgoglio, rendendosi protagoniste del suo sviluppo”.

Per il presidente della LND Abruzzo Memmo: “Partono da qui le nostre idee per un’azione sinergica e condivisa, tesa alla divulgazione delle tematiche e delle sensibilità che ruotano intorno al movimento femminile del calcio. Solo attraverso la strategia della ‘cultura’ e dei suoi valori fondamentali e unici il calcio  verrà sostenuto, innovato e promosso per e da tutti”.

by Redazione
pianella

Di Muzio e Martinelli regalano tre punti preziosi al Pianella, subito in svantaggio con il rigore della Rosetana siglato da Petre.

La grinta, l’orgoglio sono stati gli ingredienti che hanno portato gli uomini di mister Coppa a vincere una gara che è apparsa da subito compromessa.

I play-off? “Abbiamo bassissime possibilità – ammette mister Marco Coppa – ma lotteremo con le unghie e con i denti per finire al meglio questo campionato unico. Un percorso importante, oltre ogni aspettativa considerando le enormi difficoltà che abbiamo affrontato”.

“Ottima gara in rimonta – continua il mister– veramente complessa visto che dopo un minuto abbiamo preso un rigore che poteva costarci caro. Certo, non è stato facile e la partita è stata in salita ma siamo stati bravi a restare mentalmente nel match specie nella ripresa quando siamo stati bravi a riprenderla e vincerla con merito. Una vittoria ancora più importante perché conquistata contro una squadra davvero organizzata alla quale faccio un plauso insieme al suo allenatore; una squadra che non merita la posizione in classifica. Tornando a noi, oltre all’orgoglio di cui ogni giorno mi riempiono i miei ragazzi – conclude – oggi un encomio ai miei due collaboratori: Mirco e Davide che, con i loro consigli hanno praticamente determinato il risultato e la vittoria finale”.

by francesca
AGMA

A marchio ThaiBoxeMania, prestigiosa sigla internazionale per gli sport da combattimento, si è svolto il 9 aprile 2022 al Pala Ruffini il campionato nazionale Endas e Gran Prix.

In una splendida cornice che ha ospitato atleti di grande spessore provenienti sia dall’estero che da tutto il territorio nazionale, si sono svolti circa 190 match su quattro ring.

Nel ring centrale, quello di maggior rilevanza, si è confrontato guantoni alla mano anche un atleta pescarese. Si tratta della giovanissima promessa Simone “Schizzo” Di Pietrantonio, allievo del maestro Andrea Garofalo del Team A.G.M.A.

L’atleta si guadagna i complimenti dei presenti, vincendo il torneo di Kickboxing juniores a contatto pieno nella specialità K1-Rules al limite dei 65kg. Un traguardo importante che segna l’inizio di una scalata nei contesti che contano.

Adesso subito subito al lavoro per gli impegni futuri, con l’obiettivo di portare ancora tante soddisfazioni e gioie per Pescara e l’Abruzzo sportivo.

by Redazione
horseball

Dopo 12 anni lo spettacolo della disciplina equestre torna in regione.

Adrenalina, gioco di squadra e la sintonia perfetta tra cavallo e cavaliere: l’horseball, disciplina nata in Francia negli anni ‘30 per migliorare la messa in sella degli atleti più giovani, si è trasformato negli anni in un vero e proprio sport appassionante che unisce rugby basket ed equitazione al fair play, lo spirito sportivo.

L’etica ed il rispetto dei cavalli disciplinano tutto lo svolgimento delle competizioni nonché le regole del gioco, che prevedono in campo due squadre avversarie, composte da 5 membri ciascuna, con una riserva fuori campo, e l’obiettivo di fare il maggior numero di canestri.

E nel weekend l’Abruzzo è stato il centro dell’Horseball nazionale con la 2° tappa di Campionato Italiano Horseball Senior misti, in scena il 9 e 10 ottobre al Teaterno Sporting Club asd di Chieti, tappa organizzata dal Dipartimento federale e dal Comitato Regionale FISE Abruzzo.

Un weekend ricco di emozioni che ha coinvolto pubblico e binomi in una competizione adrenalinica tra le migliori squadre italiane Senior provenienti da Piemonte, Lombardia, Liguria e ovviamente Abruzzo.

Le squadre abruzzesi del Rio Tavo 1, nel campionato senior misto serie A, al momento i Campioni italiani in carica, e del Rio Tavo 2, nel campionato senior misto serie B, squadre allenate entrambe dal tecnico Ali Radwan, si sono contese con 6 squadre avversarie il risultato della 2° tappa.

La prima squadra del Rio Tavo si è aggiudicata il 2° posto in una serratissima competizione con il Circolo di Novi, storica squadra piemontese, dimostrando ancora una volta grandi qualità tecniche e strategiche sul campo, e una perfetta intesa tra binomi. Luca Di Marco, Alessio Cilli, Greta Colla, Nadir Radwan, Massimiliano Soresi dovranno riconfermare il titolo conquistato un anno fa nella finale di Campionato che si svolgerà a Caselle di Sommacampagna (Verona) il 7 e 8 maggio 2022.

La seconda squadra del Rio Tavo sale sul gradino più basso del podio conquistando un 3° posto, con gli atleti Ettore Sablone, Giorgia Maria Cozzi, Mario Scarpa, Erica D’Andrea e Vittoria Novi.

In occasione della tappa di Campionato in Abruzzo, la FISE e il dipartimento horseball hanno promosso il Progetto Enjoy, coordinato da Claude Michelet- Responsabile commissione tecnica, che intende avvicinare tutti i club alla disciplina, per godere dei benefici educativi, formativi e sportivi della pratica dell’Horseball per giovanissimi atleti e pony.

Un passo importante per l’Abruzzo, che ha il merito di aver acceso i riflettori su questo sport al Centro e sud Italia. “È un grande successo dell’horseball abruzzese essere riusciti a riportare nella nostra regione, dopo oltre un decennio, un’importante tappa del Campionato Italiano” dichiara Ugo Fusco, presidente FISE Abruzzo. “La disciplina si sta sviluppando grazie all’impegno della famiglia Radwan, proprietaria del circolo ippico Rio Tavo di Città Sant’Angelo, coadiuvata dal responsabile del Settore Ettore Sablone e dall’atleta nazionale Luca Di Marco. Ho sempre creduto, personalmente, nelle potenzialità di questa disciplina che avvicina i giovanissimi con il gioco ma nel contempo instilla un forte spirito di squadra, e il tempo ci sta dando ragione. Un grazie di cuore a quanti hanno permesso questo primo passo”.

by Redazione
pianella calcio

Una partita difficile su un campo proibitivo come quella della capolista Santegidiese; il Pianella cede 2-1 in dieci contro 11 ma senza rimpianti.

In partita fino all’ultimo, contro la più forte del campionato imbattuta e virtualmente già in Eccellenza. Una sconfitta che, come tutte brucia, ma ha dimostrato ancora una volta la caparbietà e la dedizione dei ragazzi di mister Coppa.

“Non era affatto una partita semplice – sottolinea il mister – come del resto non lo è stata per tutte le squadre che giocato in casa della capolista. Avevamo approcciato bene, l’espulsione al 40’ ha cambiato le carte in tavola complice anche il vantaggio avversario. Inizio ripresa abbiamo preso il 2-0 che non ci spinto in balìa della Santegidiese ma, al contrario, siamo rimasti in partita accorciando le distanze con Di Muzio; siamo rimasti in ‘palla’ fino alla fine creando qualche problema alla porta avversaria fino a sfiorare il vantaggio sul finale. Complimenti alla capolista- conclude Marco Coppa – che ha meritato la vittoria ma un grande applauso ai miei ragazzi, anche a chi è subentrato, che hanno retto mentalmente il match alla grande”.

Dopo la sosta, restano tre partite: tre gare in cui i biancazzurri devono consolidare il quarto posto.

by Redazione
pescara

In giro per le strade dei borghi della Marsica consegnando pane; nasce così il Camoscio d’Abruzzo, soprannome dato al grande campione di ciclismo Vito Taccone del quale ricorrono quest’anno i 15 anni dalla scomparsa.

E’ stato presentato questa mattina alla Libreria Mondadori di Pescara, il libro di Federico Falcone Vito Taccone. Il camoscio d’Abruzzo edito Radici Edizioni.

La presentazione, moderata dalla giornalista Alessandra Renzetti, ha rivissuto il contesto storico in cui il grande campione ha vissuto mettendo altresì in risalto la grande generosità dell’uomo Taccone e i sacrifici fatti per arrivare in alto comprese le scelte, a volte, di sacrificare una vittoria per fare stare meglio la sua famiglia.

Un abruzzese doc dunque che ha sempre dimostrato attaccamento per la sua regione e il suo territorio organizzando, per esempio, alcune tappe del Giro d’Italia a sue spese.

“Ho avuto carta bianca per realizzare questo libro – ha dichiarato l’autore Federico Falcone – Ringrazio la casa editrice Radici per avermi dato questa opportunità. Nel momento in cui ho accettato, si è posta subito una domanda: come scrivo un libro visto che non ha mai scritto un libro? Ho cercato di farlo fondendo quelli che sono gli aspetti che ricerco nella lettura e cioè contaminazioni storiche, sociali, politiche sportive; e infatti lo sport è subordinato a una storia, è quasi incidentale perché è la storia di un uomo, come tanti ve ne erano nella metà del 900 italiano e abruzzese”.

Abruzzo terra forte e gentile, terra di arrosticini e genziana: “Stereotipi – dice Falcone – che non ho voluto abbattere e negare perché non era il mio intento anzi, ho cercato di assecondare. Quando si parla di Vito Taccone è semplice cadere nella retorica del personaggio controverso, con la sua verve di imprevedibilità, ma dovremmo anche capire il perché di tutto questo. Dato che su lui ho sempre sentito facili giudizi, ho cercato di approfondire la sua storia attraverso un lavoro di ricerca che mi ha portato a parlare con ex colleghi, parenti, amici d’infanzia, giornalisti. Ho cercato dunque di ritrovare il contesto e di dare voce a una vita travagliata”.

Un adulto mentre era bambino: questa l’adolescenza di Vito Taccone tra pascoli e pane consegnato su una bici: “Figlio di quegli anni e delle difficoltà di quel periodo, di chi ha visto il mare a 16 anni; sofferenze che a Vito hanno forgiato il carattere” spiega l’autore.

Una vita con momenti drammatici e momenti di comicità come quando vendette delle coppe vinte in una corsa a tappe a un orefice per avere in cambio 36mila lire (il reale valore dei trofei era di circa 11mila lire…) da riportare ai suoi genitori.

 

 

by francesca
Vivicittà

Dopo due anni di stop torna domenica prossima, 3 aprile, anche a Pescara quella che viene definita ‘la corsa più grande del mondo, ossia il ‘Vivicittà’, l’evento sportivo giunto alla 37esima edizione che si correrà simultaneamente in tutte le più importanti città italiane ed europee. Un evento che con tenacia nei due anni tormentati dalla pandemia da Covid-19 abbiamo portato avanti in modalità virtuale, ma quest’anno torniamo a correre sulle nostre strade che, ovviamente, saranno chiuse al traffico, da via Nicola Fabrizi alla riviera nord sino a via Leopoldo Muzii e via Regina Margherita, un piccolo sacrificio per i cittadini che però torneranno a vedere una città popolata da oltre 1.500 atleti, dai colori e dalla solidarietà per un evento che vedrà i podisti del Vivicittà passare simbolicamente il testimone al Giro d’Italia. Ad aprire la corsa saranno infatti gli atleti della Nazionale Ucraina di ciclismo che sempre nel pomeriggio di domenica scorteranno l’arrivo in piazza Salotto del Trofeo Senza Fine

Lo ha annunciato l’assessore allo Sport Patrizia Martelli fornendo le prime anticipazioni sull’evento sportivo, Vivicittà, in programma per domenica prossima, 3 aprile, e che determinerà la chiusura delle strade interessate dal percorso di gara dalle 8 alle 13.

Quelli che ci stiamo lasciando alle spalle – ha detto l’assessore Martelli – sono stati due anni difficili nei quali comunque  con il sindaco Masci, e il mio Assessorato allo Sport abbiamo cercato di garantire tutto il supporto necessario al Comitato UISP Abruzzo e Molise per essere di conforto e di riferimento per i tanti sportivi del Territorio con iniziative e manifestazioni rispettose dei vari protocolli e delle diverse restrizioni a cui le attività sportive sono state assoggettate nelle varie fasi della pandemia. Basti ricordare che Pescara, nel 2021, è stata una delle tre Città in Italia a realizzare nella data del Vivicittà una manifestazione virtuale che mantenesse viva la speranza di tornare presto alla normalità e quest’anno ce l’abbiamo fatta, si torna a correre lungo le nostre strade. Per la 37a edizione sono tornate ad essere oltre 50 le città interessate, in Italia e all’estero. A coordinare l’intero evento è il comitato Nazionale UISP, ente di promozione sportiva tra i più importanti in Italia, probabilmente il più importante per quanto riguarda l’atletica leggera. Per l’Abruzzo, la scelta è ricaduta su Pescara e così, domenica 3 aprile saranno circa 1.500 i podisti che invaderanno il capoluogo adriatico. Circa 1000 i partecipanti alla gara competitiva, provenienti da tutto il centro sud Italia, alla ricerca del risultato tecnico su quello che è riconosciuto tra i percorsi più veloci d’Italia. Il percorso di Pescara prevede un circuito di 5 km da ripetersi due volte per la competitiva con partenza e arrivo in Piazza della Rinascita. La corsa si svolgerà in pieno centro: 10 km precisi, piatti e con pochissimi cambi di direzione, misurati ed omologati da una apposita commissione creata per poter come sempre stilare una classifica unica comprendente i risultati di tutte le sedi e quindi tutti i 40.000 partecipanti attesi. Un solo giro per i 250 partecipanti alla passeggiata ludico motoria attraverso la quale l’UISP promuove lo sport come pratica di salute e benessere, registrando come sempre una grande adesione da parte delle famiglie e cittadini pescaresi in particolare. Infine la gara prevede 1 o 2 giri a scelta per gli oltre 100 pattinatori provenienti da tutto l’Abruzzo che daranno vita alla novità del programma 2022: il pattinaggio fitness che partirà a conclusione della competitiva, alle ore 11.45. E infine tantissime le iscrizioni dei bambini e ragazzi ai quali è dedicata l’apertura dell’evento alle ore 9.30 con una serie di gare dedicate al comparto giovanile sempre con partenza ed arrivo in Piazza della Rinascita e svolgimento su Corso Umberto I”.

La corsa podistica di 10 chilometri e la passeggiata di 5 chilometri partiranno alle 10.30 in punto dall’incrocio tra via Nicola Fabrizi e piazza della Rinascita e a fare da apripista saranno i ciclisti della Nazionale Ucraina. I podisti percorreranno via Foscolo, lungomare Giacomo Matteotti, via della Riviera andata e ritorno sino all’altezza dello stabilimento balneare Medusa, quindi via Leopoldo Muzii, via Regina Margherita e ritorno in piazza della Rinascita.

  “Ovviamente tutte le strade interessate dalla gara saranno chiuse al traffico per l’intera mattinata – ha ribadito l’assessore Martelli – un piccolo disagio per i cittadini, ma il Vivicittà segna il primo vero ritorno alla normalità, alla nostra quotidianità, caratterizzata anche da belle giornate di festa e di sport, da vivere insieme tifando per i nostri podisti. Fra l’altro tutti coloro che verranno in centro per assistere all’evento potranno parcheggiare sulle aree di risulta per poi fare due passi in centro. E non basta: le manifestazioni Uisp sono da sempre un veicolo di solidarietà e di pace, ed in particolare Vivicittà è stata per anni dedicata alla pace, si è svolta a Baghdad, a Sarajevo, a Beirut, a Gerusalemme Est. Nel 2022, poco dopo l’inizio dei bombardamenti in Ucraina, si è scelto di reinserire questo messaggio attraverso l’utilizzo dei 7 colori dell’arcobaleno, con meno allegria, ma con la speranza di portare per l’Italia questo messaggio universale. A Pescara il messaggio di speranza è amplificato dalla collaborazione con LILT, la Lega Italiana Lotta contro i Tumori, che nel mondo dello sport, trova un veicolo importante per continuare ed incentivare l’opera encomiabile per la prevenzione e cura oncologica e che sarà presente in piazza Salotto per tutto il tempo della gara per informare i cittadini delle prossime campagne di prevenzione oncologica previste già in primavera con lo screening del melanoma e dei tumori della pelle”.

by Redazione
pianella

Una partita difficile, maschia dalla quale il Pianella esce con i tre punti in tasca dopo la sconfitta contro la Fater Angelini dello scorso weekend.

Tre punti importanti per il Pianella che consolida il terzo posto in classifica (con il Mutignano); una vittoria che sottolinea ancora una volta la grande stagione di Manuel Di Muzio.

“Una partita maschia, difficile – afferma mister Marco Coppa – in quanto abbiamo affrontato la squadra più forte del campionato e superiore tecnicamente a noi. Merito nostro dunque aver avuto la capacità di togliere agli avversari il possesso palla ed essere stati in grado di sfruttare gli episodi. Una partita tutto sommato equilibrata che i ragazzi hanno avuto l’abilità di sbloccare. Siamo molto contenti del risultati – chiude mister Coppa – andiamo avanti così”.

Prossima settimana, trasferta a Casoli.

by Redazione
Pescara

Pescara al centro del bacino del Mediterraneo grazie all’assegnazione di un evento di grande prestigio internazionale. Si è infatti svolta questa mattina in Comune, in collaborazione con ASD Runners Pescara, la conferenza stampa di presentazione dei Campionati del Mediterraneo Under 23 anno 2022 che si svolgeranno allo stadio Adriatico il 10-11 settembre 2022, a quattro anni da Jesolo 2018.

Un appuntamento significativo per il periodo storico che stiamo vivendo e che vedrà la città adriatica abbracciare atleti e delegazioni anche grazie al sostegno delle associazioni presenti sul territorio, alle collaborazioni con le scuole di Pescara e con il Provveditorato agli studi.

Alla conferenza stampa erano presenti: il sindaco di Pescara Carlo Masci; il Presidente del Consiglio Regionale Abruzzo Lorenzo Sospri; l’Assessore Comunale ai Grandi Eventi Alfredo Cremonese; l’Assessore allo Sport Patrizia Martelli; la Vice Presidente del Coni Abruzzo Alessandra Berghella; il Segretario Generale della MA Jean Gracia; il Membro del Consiglio della MA José Luis De Carlos; il Presidente della Fidal Abruzzo Massimo Pompei; il Consigliere Comunale e Presidente della Commissione Sport Adamo Scurti e il Presidente dell’Asd Runners Pescara Pietro Nardone.

A settembre dunque la città di Pescara ospiterà atleti e delegazioni provenienti dai 27 paesi che fanno parte dell’Unione. Presenti tra il pubblico il Responsabile Regionale del Coordinamento Educazione Fisica Sportiva dell’Ufficio Scolastico Abruzzo, Antonello Passacantando, e la Responsabile Provinciale Tiziana Carducci insieme alle Dirigenti e rappresentanti degli istituti Volta e Manthonè, Michela Terrigini e Maria Pia Lentinio e

Presente in sala, tra gli altri, anche la Presidente del Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio Chieti-Pescara Luciana Ferrore.

“I Campionati del Mediterraneo Under 23 a Pescara – ha esordito il sindaco Carlo Masci sono un’occasione molto importante per la nostra città dato il momento storico che stiamo vivendo a livello mondiale. Lo sport in generale, e l’atletica leggera in particolare, sono un elemento di pace, di condivisione e di unione. Siamo orgogliosi che un messaggio di fiducia possa partire da Pescara, facendo leva sui profondi valori dello sport; stiamo parlando di Under 23, ragazzi  ‘portatori sani’ di sentimenti universali come la fratellanza e la tolleranza. A loro dobbiamo lasciare un mondo pulito e genuino”.

“Mi unisco al Sindaco Carlo Masci  – ha affermato il Presidente del Consiglio Regionale Lorenzo Sospiri  – Questa competizione sportiva abbraccia il nostro mondo, che è quello dell’area del Mediterraneo. Qui dobbiamo vigilare per far sì che non vi sia mai il rischio di un conflitto e lo sport in questo senso è strumento straordinario. Ringrazio l’Atletica Mediterranea per aver scelto Pescara come sede della ripartenza e la Regione Abruzzo è pronta a sostenere la manifestazione dal punto di vista economico”.

“Pescara è stata scelta ancora una volta – sottolinea l’Assessore Comunale allo Sport Patrizia Martelliper gli impianti e le strutture altamente fruibili per un evento di tale portata. Grazie a tutti coloro che ci sostengono, grazie al MA con i cui rappresentanti, oggi presenti qui, abbiamo visitato lo stadio Adriatico che il Comune renderà perfettamente fruibile per le gare di settembre”.

“Grazie alle istituzioni comunali e regionali – dichiara il Segretario Generale della MA Jean Graciaper il benvenuto caloroso. Viviamo un momento storico davvero difficile tra la pandemia e la guerra in corso in Ucraina, ma lo sport è il canale principale dove convogliare messaggi di pace e unione. Abbiamo allargato la partecipazione ai Campionati Europei a 28 nazioni proprio per dare il senso di una grande famiglia. Dopo Jesolo nel 2018, tocca a Pescara: ancora una volta l’Italia dopo l’ultima edizione pre pandemia. Sappiamo che la vostra città ha ospitato in modo eccellente i Giochi del Mediterraneo nel 2009 ed è stata eletta Città dello Sport nel 2021; possa essere questa manifestazione l’inizio di future collaborazioni”.

“Siamo fieri di ospitare un evento sportivo di tale portata – ha dichiarato l’assessore ai Grandi Eventi Alfredo Cremoneseun volano importante per far conoscere la nostra città ai turisti e far parlare di noi al rientro nelle loro nazioni”.

“Ho vissuto il grande evento dei Giochi del Mediterraneo del 2009 – ha dichiarato la Vice Presidente del Coni Abruzzo Alessandra Berghellae la città di Pescara si è comportata benissimo. Come Coni saremo presenti per sostenere in ogni momento l’organizzazione”.

“Quando si organizza un evento di tale portata – precisa il Presidente ASD Runners Pescara Pietro Nardoneserve una squadra compatta e oggi abbiamo dimostrato grande coesioni”.

“E’ un lavoro che portiamo avanti da mesi – afferma il Presidente FIDAL Abruzzo Massimo Pompei ringrazio la FIDAL Nazionale che ci ha permesso di avere due ospiti illustri del Mediterranean Athletics. Ritengo che Pescara sia  la città più giusta per ospitare un appuntamento così prestigioso”.

“Queste sono le giornate in cui si è fieri di rappresentare come consigliere la propria città – dichiara il Presidente della Commissione Sport e Consigliere Comunale Adamo ScurtiRingrazio per la presenza le dirigenti delle scuole Volta e Manthonè con le quali a breve sigleremo un’intesa per far partecipare i ragazzi alle iniziative sportive cittadine. Grazie alla Asl Pescara che ha accolto il nostro progetto a braccia aperte, il Provveditorato agli Studi, anche con loro avvieremo una collaborazione di coinvolgimento dei vari istituti scolastici. I Campionati del Mediterraneo Under 23 non saranno un momento a sé, stiamo pensando a convegni ed eventi formativi per creare un vero percorso di integrazione culturale che ci condurrà al 10 e 11 settembre, giornate in cui si svolgeranno le gare. Sarà dunque un progetto a lungo termine per far rinascere il talento e le virtù di Pescara”.

 

by Redazione