Search

Tag Archives: sport abruzzo

Gladius Pescara

Una notizia che premia 10 anni di lavoro: la Gladius Pescara è stata riconosciuta Centro Tecnico ufficiale Ac Milan

“Diventare Centro tecnico, significa essere un riferimento sul territorio per le altre società affiliate non solo regionali ma anche per le aree limitrofe all’Abruzzo” dice il presidente della Glaudis Pescara Angelo Nicolò.

“Un riconoscimento – prosegue – che ci permette di lavorare di più sotto il profilo della formazione perché il Milan verrà sul campo molto più spesso; abbiamo già avuto infatti la prima visita di un supervisore. Formazione per lo staff e soprattutto, maggiori possibilità di far crescere i nostri gruppi che, oltre la nostro supporto, avranno a disposizione un surplus di lavori specifici attraverso cui migliorare la loro crescita nel corso della stagione sportiva. Diventare Centro Tecnico è importante anche per lo scouting: ci permette infatti di poter organizzare raduni per visionare ragazzi a livello regionale, grazie a un osservatore ufficiale Milan che ci ‘usa’ come filtro per la ricerca dei nuovi talenti. Una spinta in più per continuare a lavorare specie dopo i mesi duri del lockdown; tutti volevamo tornare a fare il nostro lavoro sul campo e il riconoscimento dell’AC Milan ci ha dato una motivazione in più a livello professionale e umano”.

“Un altro tassello importante – confida Angelo Nicolò – che tengo a dire è che siamo stati scelti dalla Figc quale area di sviluppo territoriale all’interno del progetto dei Centri tecnici federali. Dopo Silvi e Castel di Sangro dunque ci siamo anche noi per selezionare i ragazzi ma anche come formazione da portare sul campo sotto l’aspetto metodologico. Aspetto su cui noi siamo avanti in quanto facciamo già da 10 anni con il Milan”.

 

by Redazione
Federico D'Annunzio

Dopo il podio conquistato a Vallelunga durante il Trofeo Pirelli Cup di due settimane fa, il pilota pescarese Federico D’Annunzio, gareggerà nuovamente nello stesso circuito disputando le gare valide per il Campionato Italiano CIV, categoria Superbike.

In sella alla Ducati Panigale V4R affidatagli dal Virtus Racing Team correndo con il numero 41, Federico D’Annunzio affronterà il tracciato dell’Autodromo di Vallelunga, a Nord di Roma, circuito utilizzato sia per le competizioni automobilistiche che per quelle motociclistiche.

sport

by Redazione
chieti

L’Abruzzo non è una delle regioni con la maggiore vocazione produttiva ciclistica, ma comunque vi operano 79 imprese che si occupano di produzione, riparazione e noleggio di biciclette, un settore, a forte vocazione artigiana, che dà lavoro a centinaia di addetti.

Ancora bassi, seppur in crescita, i numeri relativi all’utilizzo della bici: solo dieci persone su mille usano la bici per andare a scuola o a lavoro.

I quattro capoluoghi di provincia vantano in tutto 47 chilometri di piste ciclabili.

E’ quanto emerge da un’elaborazione che Confartigianato Chieti L’Aquila ha effettuato sul rapporto Artibici 2020, curato dalla confederazione nazionale.

Consapevole del valore che la mobilità ciclabile può avere in termini non solo ambientali, ma anche turistici ed economici, la Confartigianato promuove un evento nel corso del quale verrà presentato il libro Il ciclista curioso. Scoprire pedalando angoli e scenari meravigliosi d’Italia.

Edito da Rizzoli, il volume è stato scritto da Davide Cassani, Ct della nazionale di ciclismo, con Giacomo Pellizzari.

L’appuntamento è per lunedì 12 , alle ore 18.30, nel foyer del Teatro Marrucino, a Chieti. All’iniziativa sarà presente l’autore del libro.

Ai saluti istituzionali del presidente di Confartigianato Chieti L’Aquila, Francesco Angelozzi, e del presidente del Teatro Marrucino, Cristiano Sicari, seguirà una tavola rotonda cui parteciperanno il direttore dell’associazione artigiana, Daniele Giangiulli, il referente Rcs Abruzzo e manager Vini Zabù, Maurizio Formichetti, e il presidente della Federazione ciclistica abruzzese, Mauro Marrone.

Nel rispetto della normativa anticovid, i posti sono limitati ed è necessaria la prenotazione: 0871.330270 – ancos@confartigianato.ch.it.

by Redazione
Federico D’Annunzio

Podio a Vallelunga per il pilota Federico D’Annunzio che, sabato e domenica, in sella alla Ducati Panigale V4R affidatagli dal Virtus Racing Team correndo con il numero 41, ha disputato le gare del Trofeo Pirelli Cup.

Un week-end impegnativo con condizioni climatiche variabili con un’alternanza di pioggia e sole che hanno influenzato la messa a punto della moto.

Scenario delle competizioni l’Autodromo di Vallelunga circuito situato a Nord della Capitale utilizzato sia per le competizioni automobilistiche che per quelle motociclistiche.

Partito in terza pozione, il pilota abruzzese ha conquistato un quarto posto nella gara 1 disputata sabato con asciutto e un terzo in gara 2 di domenica su bagnato.

Oltre alla partecipazione a questo Trofeo Pirelli, Federico D’Annunzio, sta disputando il Campionato CIV, nella categoria Superbike.

by Redazione
Federico D’Annunzio

Una nuova sfida per il pilota pescarese Federico D’Annunzio che, dopo diverse giornate di test e nonostante la difficile situazione legata alle restrizioni delle norme anti Covid, è tornato in pista nel week-end del 5 e 6 Settembre ad Imola, disputando le due gare del Campionato CIV, nella categoria Superbike.

Cambio di moto, in questa stagione,  per il pilota abruzzese, che corre con il numero 41 in sella alla Ducati Panigale V4R, affidatagli dal Virtus Racing Team.

Nelle due gare: gara 1 e gara 2 che si sono disputate rispettivamente sabato 5 e domenica 6 Settembre, Federico D’Annunzio ha conquistato due none posizioni rimontando sul decimo posto della qualifica. Dopo il circuito dell’Autodromo “Enzo e Dino Ferrari” universalmente noto per essere un tracciato molto tecnico, il pilota abruzzese disputerà un nuovo week-end di gare all’Autodromo di Vallelunga nei giorni 2, 3 e 4 ottobre, in occasione del Trofeo Pirelli Cup.

“Nonostante le difficoltà che tutti noi stiamo vivendo a causa della pandemia in corso, anche quest’anno siamo qui a giocarcela- ha dichiarato Federico D’Annunzio– Ringrazio tutti gli sponsor e in particolare l’amico Giacomo Di Romualdo per il supporto e il sostegno”.

l'aquila

Sarà una domenica di festa quella del 27 settembre, quando si svolgeranno i campionati regionali di atletica paralimpica Fispes – Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali – al “Di Cesare” di L’Aquila.

L’evento rappresenta un nuovo inizio per la Fispes regionale, dopo il rinnovo della classe dirigenziale ed un periodo caratterizzato dal fermo imposto per l’emergenza sanitaria in atto.

Tra i protagonisti della kermesse ci sarà Giovanni Mazzette, già medaglia d’argento nei 200 metri piani nei nazionali di Jesolo, che per l’occasione si cimenterà ancora nei 200 metri piani e poi nel lancio del peso.

“Un altro passo verso il ritorno alla normalità” dichiara fiducioso il Delegato regionale Fispes Simone D’Angelo, “ringrazio personalmente l’Atletica L’Aquila ASD per l’impegno e per aver messo a disposizione della Federazione l’impianto di atletica leggera.

La manifestazione rientra nel palinsesto della Settimana Europea dello Sport, sarà organizzata congiuntamente con Fisdir – Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali – e prevede l’accreditamento delle società alle ore 08:30, il riscaldamento alle ore 9 e l’inizio delle gare alle ore 09:30. Essa è svolta nel pieno rispetto dei protocolli di sicurezza anti covid-19.

rugby abruzzese

Il Consiglio Federale FIR, riunito in conferenza, facendo seguito all’approvazione del protocollo per la ripresa dell’attività agonistica nazionale, ha ufficializzato le formule e le date di inizio del Campionato Italiano Peroni TOP10, della Serie A Maschile e Femminile, della Serie B e della Serie C e dell’Under 18.

Il massimo campionato nazionale manterrà invariata la propria formula per il processo di qualificazione alle fasi finali mentre, con il ritorno a 10 squadre, la retrocessione sarà limitata all’ultima classificata al termine delle 18 giornate di stagione regolare.

Rivista la formula della Coppa Italia, con la partecipazione delle dieci squadre del massimo campionato divise in due gironi da cinque ciascuno, gare di sola andata tra le componenti di ciascun girone e accesso diretto alla Finale del 14 marzo per le due prime classificate.

Con l’inizio del Campionato Italiano Peroni TOP10 in calendario il 31 ottobre, sarà la Coppa Italia a inaugurare la ripresa del rugby nazionale con i primi due turni il 17 e 24 dello stesso mese.

Definite anche le date d’inizio e le formule dei Campionati di Serie A Maschile (8 novembre), Serie A Femminile (18 ottobre), Serie B, C e Under 18 Elite (15 novembre).

Al via anche le squadre abruzzesi, con le Belve Neroverdi impegnate nel campionato di Serie A femminile-girone 4 e la Polisportiva Paganica e Avezzano Rugby nella serie B maschile girone 4.

Nel campionato di serie C il Pescara Rugby e la Polisportiva Abruzzo saranno impegnate nel girone E, mentre  la Polisportiva L’Aquila nel girone G: tornano in campo infine anche le abruzzesi del campionato under 18 Elite.

gravina

Ospiti Azzurri a La Festa della Rivoluzione – d’Annunzio torna in Abruzzo, promossa dalla Presidenza del Consiglio regionale d’Abruzzo, con il Consiglio e la giunta regionale e il Comune di Pescara: ieri sera infatti il Commissario tecnico della Nazionale Roberto Mancini e il presidente della Figc Gabriele Gravina hanno presenziato all’evento d’Annunzio e lo Scudetto.

L’evento ha visto la narrazione storica del giornalista Matteo Marani insieme al giornalista Mediaset Giammarco Menga.

Ai giornalisti abruzzesi il presidente Gravina (originario di Castellaneta ma residente a Sulmona), ha rilasciato dichiarazioni a tutto tondo.

Ad esempio, in merito alla vittoria della Nazionale in Olanda ha affermato:

Un plauso a Mancini che sta lavorando da tempo su questo gruppo e, soprattutto sta valorizzando tantissimi giovani. La vittoria contro l’Olanda dimostra che il calcio è un gioco di squadra, quando hai le idee chiare e la voglia di rischiare, le bellissime conseguenze arrivano e si vedono. Ricevere i complimenti dall’Olanda, patria del calcio totale, è straordinario.

Un tema importante è la riapertura degli stadi:

Ci pensiamo e lavoriamo da sempre, ma c’è un Comitato tecnico scientifico. Ci sono delle responsabilità in capo al governo, noi ci rimettiamo alle loro decisioni; da parte nostra continueremo a lavorare, a presentare progetti e protocolli e soprattutto a dare garanzie di integrità legata alla tutela della salute.

Infine, il grande successo del ritiro del Napoli in quel di Castel di Sangro:

La cosa straordinaria è c’è un’idea progettuale che dimostra la grande dimensione del calcio: quando metti in risalto la dimensione sociale, e lo sviluppo di un territorio, i risultati sono sotto gli occhi di tutti.

La chiosa sull’infortunio a Nicolò Zaniolo (rottura del crociato) proprio durante Olanda-Italia: “Lo aspettiamo per gli europei”.

Civitella Roveto

Si sarebbe dovuta disputare domenica 11 ottobre 2020, a Civitella Roveto, la XII edizione del trail della Roscetta, la mezza maratona che ha come scenario gli incantevoli sentieri e i castagneti che circondano il borgo rovetano.

Purtroppo però, la situazione generale che si è venuta a creare a causa del Covid-19 e le molteplici incertezze legate allo svolgimento delle manifestazioni sportive hanno portato gli organizzatori ad annullare a malincuore l’edizione 2020.

I responsabili dell’associazione sportiva, che da dodici anni danno vita al trail della Roscetta spiegano così la decisione presa:

La salute e la sicurezza dei podisti, dei volontari e degli amici che sostengono la manifestazione, la quale impegnava ormai tutto il weekend con appuntamenti sportivi (nordic walking, passeggiata ecologica in mountain bike, arrampicata alla falesia di Meta) e diverse feste serali, saranno sempre la nostra priorità assoluta.

In questo periodo ci è parso quindi ingiusto, nei confronti di chi da mesi è in prima linea nella lotta al coronavirus e di chi ha fatto tanti sacrifici, riunirci per questo evento, proprio quando radunarsi è l’ultima cosa che si dovrebbe fare.

L’unica attività che organizzeremo sarà per ricordare una delle colonne portanti del nostro trail: Vico Di Battista.

Nel passaggio più alto della gara, a circa 1100 metri sul livello del mare, verrà infatti posta una targa in ricordo del nostro compianto amico.

L’appuntamento per la mezza maratona è quindi rimandato a domenica 10 ottobre 2021, per correre e ammirare in sicurezza la natura della Valle Roveto.

 

pianella

Tra un mese anche il calcio dilettante potrà tornare a sentire (finalmente) il fischio d’inizio: il 4 ottobre riprendono quindi anche in Abruzzo i campionati di Eccellenza, Promozione, Futsal e femminile.

Una ripresa sperata da tanti, soprattutto da quelle società che attendevano con ansia i ripescaggi…

Tra esse, in Abruzzo, può esultare il Pianella 2012 che torna, dopo anni, a vivere le emozioni di un campionato di Promozione.

Dunque, tutti pronti per l’anno di calcio 2020/2021: la realizzazione di un campo in erba sintetica è in corso “speriamo di poterci giocare sin dall’inizio del campionato” ci dice mister Enzo Leone.

Intanto la squadra si va formando e già sono fissate le prima amichevoli: il 9 settembre Spoltore, 12 settembre Juniores Nazionale del Chieti; la preparazione prenderà il via ufficialmente il 31 agosto.

Una società dunque pronta a iniziare un campionato abbastanza complicato: “Siamo inseriti nel Girone B, quello Teramano – dice mister Leone – che ha squadre di tradizione e solide. Tra le più ostiche sicuramente il Mutignano, il Fontanelle, Atri, la Rosetana e la Sant’Egidiese, Morro D’Oro e il Mosciano”.

A capo del Pianella, da tre anni il presidente è Dino Luciani: il suo gran lavoro, fatto di 30 anni di presenza nell’ambiente, ha portato la società ad avere 20 dirigenti effettivi.

Ed è proprio al presidente Luciani che ci siamo fatti raccontare come sta andando la formazione della squadra.

Si torna in campo finalmente ed è subito Promozione per il Pianella del presidente Luciani.

“Sì, siamo stati ripescati. Un po’ inaspettata ma per fortuna è arrivata”.

Prima del blocco causa Codiv-19, che stagione era quella della sua squadra in Prima Categoria?

“Stava andando bene, eravamo secondi in classifica. Promozione comunque meritata; stiamo preparando il nuovo anno, sarà dura per noi in quanto siamo inseriti in un girone particolare, quello Teramano con squadre che hanno esperienza e tecnicamente con più qualità. Avversarie più ostiche? Tante, direi tutte! Siamo una neo promossa e per noi sarà dura ma vogliamo provare a batterci alla pari”.

Ci saranno dunque novità nella squadra.

“Sì, assolutamente. Stiamo costruendo una squadra abbastanza giovane, con ottimi elementi di spessore come il portiere, fuori quota classe ’99, con esperienza in Promozione. Bassi e Di Muzio tra gli attaccanti e stiamo trattando due difensori di spessore e un centrocampista”.

Il calcio è anche solidarietà ed è quello che avete fatto voi con la Protezione civile Modavi Pianella durante la fase critica della pandemia.

“Ci fa onore perché nonostante tutto abbiamo cercato di aiutare chi aveva bisogno, volevo fare di più ma abbiamo comunque contributo a dare una piccola grande mano”.

Obiettivo della prossima stagione per il presidente Dino Luciani?

“Bella domanda… Vogliamo salvarci meritatamente sul campo”.

A proposito della squadra, anche mister Enzo Leone ci spiega qualcosa:

“Siamo stati ripescati e giocheremo in Promozione, e ci aspettavamo di essere inseriti in un girone difficile come quello Teramano con team ben strutturati. Stiamo comunque facendo una squadra mirata, senza fare pazzie, per poterci confrontare degnamente con tutte. Il nostro obiettivo è mettere i punti cardine guardando al budget anche perché la società sin da subito mi assicurato, sotto il profilo economico, la tranquillità per staff e giocatori. Abbiamo problemi a recuperare fuori quota in quanto non abbiamo un settore giovanile, ma stiamo cercando una soluzione anche a questo con l’aiuto di Dario D’Intino. Siamo però fiduciosi di poter far bene. Il Pianella si riaffaccia dopo tanti anni in Promozione, c’è entusiasmo e un bel gruppo dirigenziale; vogliamo fare il campionato al meglio delle nostre forze e se riusciremo a toglierci qualche soddisfazione, tutto di guadagnato. Sarà un campionato comunque molto particolare: 14 squadre, 26 partite, si abbassa cioè la quota punti promozione e retrocessione; un filotto di partite positive o negative possono infatti già dare un impatto al campionato. Senza dimenticare l’emergenza Codiv-19… Un ruolo decisivo avrà anche il calciomercato che si aprirà dopo due mesi dall’inizio del torneo: c’è il rischio infatti che molte squadre cambino subito volto. Ecco, noi non vorremo fare questo. Stiamo cercando cioè di ragionare da ora per tutto il campionato, ciò significa anche trovare per poi mantenere vivo l’entusiasmo. Quindi partire bene per avere la tranquillità necessaria nel gestire i momenti più difficili. Altra incognita: la conclusione del campionato. Play-off? Vincerà la singola? Tutte variabili da mettere in conto. Insomma, tutto è in divenire, cercheremo di essere pronti”.

 

by francesca