Search

Tag Archives: sport abruzzo

Pianella

Sconfitta in casa contro il Mutignano per il Pianella dopo due pareggi consecutivi. Una partita difficile, maschia che ha visto anche l’espulsione di mister Fanì.

“Una partita difficile che ha visto nervoso anche me – dice il mister del Pianella – una giornata davvero negativo sotto tutti i punti di vista. Va detto, comunque, che abbiamo affrontato una squadra forte e in forma che ha battuto la Turris e pareggiato con il Teramo. Contavo di portare a casa almeno un punto ma il secondo gol loro ci ha tagliato le gambe. La situazione è complessa e lo sapevamo, come sappiamo che sarà necessario lottare fino all’ultima giornata e su tutti i campi”.

I tre punti urgono a partire dalla prossima partita in quel di Penne: “Una buona squadra, speriamo di fare bene grazie anche al recupero di qualche giocatore” conclude mister Fanì

Prossima gara per il Pianella dunque allo stadio Comunale di Penne domenica 5 febbraio alle ore 15.

by Redazione
Pianella

Una partita difficile contro una squadra ben impostata: così la scorsa settimana il mister del Pianella aveva presentato la trasferta di oggi.

Presentimento azzeccato: il New Club Villa Mattoni ha messo in difficoltà il Pianella almeno nel primo tempo con un eurogol di Pediconi poi ripreso dalla rete di Dottore.

“Partita iniziata non bene – afferma mister Fanì – ma siamo stati bravi a riprenderla in una giornata freddissima. Un pareggio meritato che dà continuità al nostro progetto. Siamo stati bravi, dopo il loro splendido gol, a gestire la gara e avere pazienza fino a produrre la rete del pareggio. Siamo all’inizio di una lunga serie di finali durante le quali è essenziale prendersi i tre punti e dare le risposte che mancavano da un po’. Sono contento dei ragazzi, perché non è semplice cambiare per giovani con poca esperienza, ma piano piano costruiremo qualcosa di importante”.

Prossima gara domenica 29 gennaio alle ore 14,30 quando al Comunale Mario Di Benedetto di Pianella arriva il Mutignano.

by Redazione
pianella calcio

Finita la sosta natalizia, è ripreso anche il campionato di Promozione e nel Girone B il Pianella riparte con una sconfitta per 1-0 in trasferta a Mosciano.

Padroni in casa in 10 quasi da inizio gara, un gol subìto a sei minuti dalla fine e una punizione uscita a lato di poco: un peccato per i ragazzi del Pescarese.

Per la squadra di mister Contini è necessario fare punti e riprendere il cammino verso la salvezza: “La sconfitta è venuto contro una squadra molto forte – dichiara il mister – rivoluzionata dopo il mercato di riparazione; otto nuovi giocatori di categoria superiore stranieri e fuori regione; hanno preso un tecnico che, fino allo scorso anno, allenava in D. Per noi è stato un vero peccato perché, con loro in 10 sin da subito, potevano dare qualcosa in più; una partita che ci poteva veder portare a casa almeno un punto ma non è andata così”.

Ora è necessario guardare avanti: domenica 15 gennaio alle 14,30 a Pianella arriva il Piano della Lente per un’altra importante sfida salvezza.

by Redazione
bocce

E’ un bilancio positivo quello tracciato dal Presidente Regionale FIB Abruzzo Gregorio Gregori in riferimento al 2022.

Quest’anno è stato quello della ripartenza, un anno che pur accusando l’eco degli esiti della pandemia ha iniziato a mostrare segni evidenti di rilancio. L’attività sportiva ha ripreso con un ottimo impulso con l’organizzazione di 16 Gare Nazionali, 45 Regionali e 6 Provinciali. Anche ai Campionati Italiani hanno spiccato le due terne di Cat B e Cat.C che si sono aggiudicate rispettivamente un secondo e un terzo posto. Per quanto riguarda i Campionati di Società abbiamo riscontrato un’ottima partecipazione” ha dichiarato Gregori.

Importanti anche i passi avanti registrati nei settori promozionali: attività paralimpica, giovanile e femminile. Per l’attività paralimpica si sono avviate nuove collaborazioni con il CIP e l’attività femminile ha avuto un salto di qualità con la formazione del CB Rosetano che ha preso parte ai Campionati di Promozione per Società. Per quanto riguarda l’attività giovanile, un importante lavoro è stato svolto in particolare da due società con Educatori che hanno dato il massimo: Tonia Palmini per San Salvo e Maurizio Iachini per Torricella Sicura, senza dimenticare il nostro campione Gianluca Formicone per l’ottimo lavoro di crescita che sta facendo in tutto il territorio teramano.

“Questo gran lavoro ci ha permesso di passare dall’assenza di nostri ragazzi ai Campionati Italiani juniores del 2021, al gruppo di 6 atleti portati quest’anno. Un plauso a tutti per le loro prestazioni ed un encomio particolare a Lorenzo Ciprietti, Campione Italiano nel tiro di precisione under 15” ha continuato il Presidente Gregori

Inoltre anche quest’anno, si è tenuta la Gara Nazionale Individuale Juniores 11ª Tappa del Circuito Prestige che ha visto coinvolti Under 18 e Under 15 mentre gli Under 12 hanno disputato una Gara Regionale.

Il 2022 è stato anche l’anno del Beach Bocce che oltre alle varie tappe consuete ha ospitato anche le finali nazionali che sono state un vero successo in termini di presenze e riuscita senza trascurare il secondo posto portato a casa da Mario Orlando e Salvatore D’Aulerio.

Per quanto riguarda la formazione si è continuato a promuovere i corsi proposti a livello nazionale dal Centro Studi della Federazione sia per quanto riguarda le figure tecniche che dirigenziali e abbiamo fatto formare una figura anche nel settore paralimpico.

Inoltre appena un paio di settimane fa abbiamo organizzato l’Assemblea Regionale Elettiva per l’elezione dei Delegati Nazionali e di due Consiglieri Regionali.

“Desidero ringraziare tutti coloro che in quest’anno si sono spesi a vario titolo con l’auspicio che l’Abruzzo potrà continuare a crescere e migliorare” ha concluso il pPresidente Regionale Gregorio Gregori.

giulianova

L’Abruzzo è protagonista in quella che è stata la prima, grande corsa automobilistica del secolo scorso: il Gran Premio di Tripoli del 7 maggio 1933.

Abbinata ad una lotteria nazionale, la prima effettuata in Italia a norma di legge, la competizione indusse milioni di italiani ad acquistare il biglietto, sperando in una vincita milionaria.

Tra gli estratti ci fu anche il Segretario comunale di Cellino Attanasio il quale stentò a credere di essere stato abbinato con il corridore Tazio Nuvolari, il campionissimo: ne ebbe contezza soltanto quando ricevette il telegramma ufficiale della Commissione apposita prevista dal Reale Decreto di autorizzazione.

E’ proprio il Segretario, insieme ai due campioni dell’epoca, Varzi e Nuvolari, il protagonista dell’ultimo lavoro del giornalista e saggista Paolo Martocchia, autore del volume Quando passa Nuvolari. L’Abruzzo al Gran Premio Tripoli 1933, edizioni Il Viandante.

Con un montepremi con cifre incredibili per l’epoca, da quel momento accade di tutto, accade anche che Nuvolari si recherà a Cellino per parlare direttamente con il Segretario, e con il ciclista amico di Gino Bartali.

Il regime mette a tacere tutto l’accaduto, mistificando anche le indiscrezioni della stampa nazionale sulla combine che vide molte persone coinvolte e che influirà sulla gara, terminata al fotofinish.

Utilizzando la tecnica del racconto basata su fatti ampiamente documentati dalla stampa nazionale, Martocchia romanza questa incredibile storia con una narrazione puntigliosa e infarcita di tanto Abruzzo, con particolare riguardo alla festa del patrono di Cellino, giorno in cui il campionissimo di Mantova e il segretario sono convocati a Roma per un incontro che determinerà l’accordo.

Con il patrocinio del Comune di Giulianova, il volume sarà presentato venerdì 2 dicembre, ore 18, presso la sala Buozzi, a Giulianova. Modera la presentazione il giornalista e storico Walter De Berardinis; saluti istituzionali dell’assessore Paolo Giorgini; relatori l’autore, l’editore Arturo Bernava (Il viandante ed.) e il Dr. Carmine Cellinese, presidente dell’ACI Teramo e Aci Abruzzo. Letture dell’attore Roberto Di Donato.

by Redazione
montesilvano

Giornate importanti e ricche di emozioni quelle delle bambine della Magister Calcio femminile: lo scorso sabato 29 ottobre la loro prima presenza allo Stadio Adriatico nel corso di un evento benefico; lunedì 7 novembre hanno ricevuto la visita dell’Assessore allo Sport del Comune di Montesilvano Alessandro Pompei.

Un incontro bellissimo quello con le bambine. Un progetto – ha dichiarato l’Assessore – la cui bontà è assolutamente condivisibile dato che, se non erro, è la prima scuola calcio femminile presente sul territorio comunale di Montesilvano la quale inoltre, nonostante abbia avviato da poco l’attività, registra numeri importanti a testimonianza del fatto che il calcio femminile è uno sport in crescita anche in Abruzzo. L’amministrazione comunale di Montesilvano – ha concluso Pompei – si mette a disposizione per eventuali attività di promozione e condivisione del progetto”.

“Ringraziamo l’amministrazione di Montesilvano nella persona dell’Assessore Alessandro Pompei – aggiunge il responsabile della Magister Calcio Femminile Michele Galanti – per la visita alle nostre bambine sorprese ed emozionate di un simile incontro. Siamo certi che con il Comune e l’Assessorato allo Sport avremo modo di interagire per significative e prestigiose iniziative”.

by Redazione
bocce

Nella splendida cornice di pubblico e spettacolo domenica 16 ottobre, al bocciodromo Comunale di Perugia, sono andate in archivio le finali dei Campionati B, C e F di Raffa.

La kermesse, organizzata dalle società Sant’Angelo-Montegrillo e Città di Perugia della Federazione Italiana Bocce, ha laureato ben sette nuovi campioni italiani negli altrettanti titoli in palio. Dopo i trentasei gironi eliminatori, la giornata di Perugia è stata scandita da partite esaltanti che hanno dimostrato ancora una volta la bontà della categoria Sport per Tutti.

Tra gli atleti abruzzesi in gara ai Campionati che si sono tenuti dal 14 al 16, hanno spiccato le due terne di Cat B e Cat.C che si sono aggiudicate rispettivamente un secondo e un terzo posto.

A conquistare l’argento la terna composta da Vittorio Cavarocchi – Michele Pavone – Gabriele Iachini sconfitti dal San Policarpo (Gennaro e Vincenzo Boccia, Marco Mazzeo) per 12-7 mentre la medaglia di bronzo è andata alla terna di Cat. C costituita da Giuseppe Raponi, Gabriele Palantrani e Nicola Puglia. Tutti gli atleti premiati sono tutti della provincia di Teramo e militano nelle Società Castelnuovo Vomano e Selva.

“Siamo soddisfatti per il risultato ottenuto, sinonimo di un Abruzzo vivo, che sta lavorando bene- ha dichiarato il Presidente Regionale FIB Abruzzo Gregorio Gregori- C’è un po’ di rammarico per essere arrivati così vicini alla conquista del titolo ma anche la consapevolezza di aver battuto terne blasonate”.

Le formazioni che hanno partecipato in rappresentanza dell’Abruzzo sono state le seguenti:

Per la categoria B nell’Individuale Giuseppe Marchegiano e Adriano D’Angelo, in coppia Quirino Spinozzi e Francesco Palladino mentre la terna è stata formata da Michele Pavone, Vittorio Cavarocchi e Gabriele Iachini. Per la categoria C nell’Individuale Piero Olivieri, Gabriele Berardinelli, Mustafa Cornelius Njaka, Silvio Chiarini, Serafino Di Sabatino, in coppia le due formazion Orlando Di Pasquale con Claudio Angelozzi e Dante Malatesta con Daniele Di Francesco e infine la terna Giuseppe Raponi, Gabriele Palantrani e Nicola Puglia. Per il Femminile: Valentina Sacchetti

by Redazione
Fakira

Dal rumore spaventoso delle bombe russe che continuano a cadere sull’Ucraina al suono di un pallone che rimbalza sul prato del campo San Marco.

L’ultima storia di accoglienza e rinascita viene da Pescara, precisamente dal Delfino Curi Pescara, storica società impegnata in Eccellenza e, soprattutto, nei campionati giovanili e in un florido lavoro di scuola calcio.

La società gestita dal patron Paluzzi con i soci storici Croce, Martorella e Agresta, già lo scorso inverno si era fatta promotrice, poche ore dopo l’inizio dell’attacco a Kiev da parte delle truppe di Putin, di una lodevole iniziativa: scuola calcio e campo aperto gratuitamente per tutti i ragazzi arrivati nella città adriatica in fuga, con le loro famiglie, dalla guerra.

In pochi giorni, al San Marco, un’intera squadra di piccoli calciatori ucraini era già all’opera, indossando le divise del club: quindici alla fine i giovani ospitati fino alla scorsa estate sul campo San Marco.

Il primo ad arrivare fu il 2005 Yehor Butivchenko, oggi tesserato con la formazione Under 19 di mister Spinozzi. In cinque, del gruppo iniziale, continuano la loro esperienza nelle varie categorie Curi (altri si sono trasferiti altrove in Abruzzo o sono tornati in patria).

Qualche settimana fa, l’ennesima favola: squilla il telefono del responsabile della scuola calcio Curi, Silvio Di Egidio. Dall’altra parte c’è il 15enne Dmytro Fakira, classe 2007, appena arrivato con il papà dall’Ucraina, precisamente dalla martoriata città di Odessa.

Ha letto sul web delle iniziative della Curi di qualche mese fa e ha deciso di voler provare per qualche giorno con il club pescarese.

Fakira è un centrocampista offensivo dai piedi buoni, che in patria giocava nel settore giovanile di un club professionistico, il Palmira di Odessa (il papà è invece un massaggiatore della federazione calcistica ucraina).

Al primo allenamento con l’Under 17 sotto età di mister Andrea Di Giovanni è subito colpo di fulmine: Dmytro viene accolto benissimo dai suoi coetanei sul rinnovatissimo manto erboso del San Marco e, a fine allenamento, entra negli uffici del club per comunicare a tutti che, sì, lui vuole diventare un calciatore del Delfino Curi Pescara.

Il giorno dopo si ripresenta con tutta la documentazione necessaria e si avvia l’iter per il tesseramento, ormai agli sgoccioli. Nel frattempo, del suo arrivo si era sparsa la voce tra le società cittadine e non solo: in tanti hanno provato a convincerlo, ma lui ha scelto il marchio storico della Curi.

Educato, silenzioso, sorridente e aperto alla novità, Fakira ha impressionato subito anche i tecnici per le sue doti tecniche. Ancora gracilino forse dal punto di vista fisico, ma la stoffa c’è. E ora la metterà in mostra nel campionato Under 17 non appena arriverà il via libera dalla Figc.

“Non vediamo l’ora di vederlo in campo per una partita ufficiale”, dicono i suoi allenatori Andrea Di Giovanni e Silvio Di Egidio. “E’ vero che fisicamente deve crescere, ma il gap si riduce grazie alla sua intelligenza tattica e qualità tecnica. E’ un ragazzo d’oro, nato per il calcio, uno di quelli vecchio stampo che va a dormire con il pallone tra i piedi. Educato, rispettoso, con una cultura sportiva importante. Sta continuando a studiare a distanza con la scuola del suo Paese, per ora parla solo ucraino, ma in campo non ha bisogno di grandi indicazioni: prende il pallone e mi lascia senza parole. Quando non è in campo con noi, si allena anche da solo, assieme al padre. Speriamo di averlo presto in campo con i compagni”.

by Redazione
motocross

E’ stata una tappa in rimonta e piena di insidie quella del 2 ottobre scorso per il pilota Loris Rasetta che ha disputato il 3° ed ultimo round del Campionato Italiano Expert MX1 a Cremona.

Già dalle qualifiche il pilota di Loreto Aprutino (PE) che milita nel Virtus Racing Team e corre su una Gas Gas con il numero 619, ha incontrato delle asperità trovando un tracciato molto segnato dai numerosi passaggi effettuati dalle categorie transitate precedentemente.

Ha concluso le qualifiche al 15° posto su 29 partecipanti totali di questa tappa.

La Gara 1 è stata caratterizzata da una partenza in testa al gruppo che lo ha visto transitare 3° al primo giro; nonostante abbia cercato di spingere e mantenere la posizione, il tracciato molto segnato lo ha messo a dura prova e ha terminato in 8° posizione.

La Gara 2, iniziata con uno scatto in partenza è stata contrassegnata da uno scontro tra Rasetta e un altro pilota lungo il rettilineo di partenza a seguito del quale, dopo le prime curve, si è trovato in fondo al gruppo.

E’ iniziata quindi una fase di rimonta che, grazie ad un sorpasso all’ultima curva dell’ultimo giro lo ha visto terminare in 10° posizione.

Ha chiuso quindi la giornata in 8° posizione mentre nella classifica finale del Campionato Italiano Expert MX1 ha conquistato il 6° posto su 44 partecipanti e primo tra gli abruzzesi.

A vincere tutte le tappe del Campionato e conseguentemente il titolo è stato il pilota Giacomo Filippi (Honda RedMoto).

 

by francesca
curi

Orgoglio e anche un pizzico d’emozione nei giorni scorsi, per il Mondo Curi, quando il Presidente del Comitato regionale LND, Ezio Memmo, ha consegnato nelle mani del socio e storico dirigente Antonio Martorella il Premio Disciplina 2021/2022 vinto dalla squadra di Terza categoria di mister Marinucci, che si è messa in evidenza nel campionato provinciale per il suo comportamento e il rispetto verso avversari e arbitri.

“E’ un riconoscimento totalmente in linea con i nostri valori – ha detto Martorella –  ed è per questo che ho voluto essere presente e rappresentare i vertici della società in occasione della presentazione dei calendari di Terza categoria della nuova stagione e affiancare mister Marinucci e il suo staff al momento della consegna del Premio Disciplina. Lavoriamo per essere riconoscibili sotto questo aspetto, vogliamo essere un modello anche a livello sociale e comportamentale, un fiore all’occhiello del nostro territorio. Facciamo il pieno di entusiasmo grazie ai ragazzi della Curi di Terza categoria e ci prepariamo anche a tornare sul nostro caro campo San Marco, rimesso a nuovo dall’amministrazione comunale”.