Search

Tag Archives: sport abruzzo

Pescara Windsurf Cup 2021

Si svolgerà a Pescara sabato 16 e domenica 17 ottobre il Pescara Windsurf Cup 2021una grande manifestazione sportiva all’interno della quale gli atleti windsurfisti parteciperanno al Campionato Italiano Windsurfer Juniores 2021 e alla settima tappa nazionale categoria Open.

L’evento avrà luogo presso lo stabilimento HAWAII dove ha sede l’ Asd Surfing Sports Pescara di cui presidente l’ex campione di pallanuoto e attuale campione italiano di windsurfer specialità Slalom Andrea Papa, nonché Istruttore federale FIV IX Zona Abruzzo e Molise. Oggi la classe WINDSURFER è la più seguita e con la più alta partecipazione di atleti, di tutte le età.

by Redazione
Cent’anni di Rosetitudine

Il basket è il più importante patrimonio culturale della comunità di Roseto degli Abruzzi, dove si gioca dal 1921, quando il luogo si chiamava ancora Rosburgo (1887-1927) ed era frazione di Montepagano. La città era stata fondata ancor prima, nel 1860, con il nome “Le Quote” (1860-1887).

A Roseto la pallacanestro è sempre stata più di uno sport, riuscendo a creare il torneo estivo di basket più antico d’Europa e forse del mondo per longevità (il Trofeo Lido delle Rose, fondato nel 1945, un anno prima della nascita della NBA) e portando una città di 25mila abitanti in Serie A nel 2000 e nelle coppe europee (Uleb Cup) nella stagione 2002/2003.

In occasione del primo secolo di pallacanestro rosetana, nel 2021, l’attore e regista Vincenzo Di Bonaventura ha scritto Cent’anni di Rosetitudine, un progetto nato come monologo teatrale per celebrare i primi 100 anni di basket nel Lido delle Rose e diventato, giorno dopo giorno, qualcosa di più complesso e ancor più emozionante.

In 13 capitoli, l’autore prende per mano il lettore e – rivivendo la propria esistenza dedicata al teatro e alla pallacanestro – rende omaggio all’orgoglio di una città parlando del bene più prezioso: la vita.

Si parte da Roseto degli Abruzzi e dalla storica Arena 4 Palme, per andare poi della splendida Venezia e concludere il viaggio a San Benedetto del Tronto, parlando di luoghi di culto del basket e campetti di periferia, campioni di livello internazionale e appassionati in grado di trovare il segreto del LEM e cioè della felicità attraverso la pallacanestro.

Un racconto che è intreccio di passioni, vita vissuta e sogni a volte inseguiti e realizzati, altre perduti in notti piene di neve.

Il libro è un omaggio alla pallacanestro e a Roseto degli Abruzzi, attraverso la poesia di un uomo di teatro e di basket che così riassume:

Ah il teatro, il mestiere supremo. Adorato da bambino. Come il basket. Non sapevo quanto l’uno avrebbe influenzato l’altro. Me lo ridico a volte. Il teatro l’ho studiato tutto e da subito. Il basket l’ho praticato tardi e da autodidatta. In fondo non ci vedo differenze. Entrambi hanno bisogno di una micidiale preparazione.

L’autore, come si legge nell’introduzione di Giampiero Porzio, è stato il “Cantore della Rosetitudine” perché ha saputo trovare in un terzo tempo un gesto di omerica bellezza, raccontando una comunità che aveva l’umiltà nel riconoscere la dimensione di piccola città e la spavalderia del non temere nessun avversario.

Il volume – stampato in 500 copie, con la prefazione di Luca Maggitti e l’introduzione di Giampiero Porzio – è in vendita alla libreria “La Cura” di Roseto degli Abruzzi e si può richiedere scrivendo a luca@roseto.com

by Redazione
Torneo di tennis Fidas

Sport e solidarietà si sono dati appuntamento sui campi in terra rossa del centro Magister di Montesilvano, per la 36esima edizione del Torneo di tennis Fidas Pescara donatori di sangue.

Dieci giorni intensi di scambi a cui hanno partecipato più di 60 associati, divisi in quattro squadre dai nomi emblematici: Globuli rossi, Globuli bianchi, Piastrine e Fattore RH.

“Il fine principale di questa e delle altre iniziative messe in campo da Fidas è quello della divulgazione dell’importanza del dono del sangue, il cui bisogno non si spegne mai”, spiega la presidente dell’associazione Anna Di Carlo, “è con questo spirito, e con gli ideali di solidarietà e altruismo, che i soci di Fidas Pescara sono scesi in campo dando prova di abilità e spirito agonistico, ma soprattutto di buon cuore”.

Il torneo si è concluso con la vittoria della squadra delle Piastrine, capitanata da Roberto Di Lauro e Vito Lopane e composta da Paolo De Grandis, Gianfranco Niccolò, Mauro Della Penna, Domenico Troiani, Nicola Ciccone, Marco D’Angelo, Giuseppe Verna, Italia Canacci, Mario D’Ettorre, Gabriele Carlesi e Loredana Di Bernardino.

La premiazione è avvenuta qualche giorno fa, subito dopo la finale, nello stesso centro sportivo dove si è svolto il torneo. La squadra vincitrice ha potuto alzare la coppa che di anno in anno passa nelle mani dei vincitori. Subito dopo si è tenuta una cena all’insegna dell’allegria, dove tutti i partecipanti al torneo si sono ritrovati vivendo un momento di amicizia e spensieratezza.

I gruppi sportivi Fidas, attivi non solo nel tennis ma in molte discipline, dal ciclismo al podismo fino allo sci e alla camminata amatoriale, insieme al gruppo teatrale e a quello giovani, sono molto vivaci, sempre aperti ad accogliere nuovi partecipanti.

L’associazione pescarese, attiva da più di trent’anni all’interno del Centro Trasfusionale dell’ospedale civile, può contare sull’impegno costante dei suoi volontari per realizzare numerose iniziative e sensibilizzare al dono del sangue.

by Redazione
Trofeo Matteotti

Uno spettacolo sportivo a cui non si può mancare: domenica 19 settembre, a Pescara, è il giorno del 74°Trofeo Matteotti, la manifestazione “regina” dello sport abruzzese organizzata dall’Unione Ciclistica Fernando Perna con il supporto tecnico del Gruppo Sportivo Emilia.

L’edizione 2021 del Matteotti, che ha in Savini Due e Tenuta Ulisse i principali main sponsor, annovera 20 squadre della categoria professionisti: due UCI World Tour (UAE Team Emirates e Movistar Team), sette UCI Professional (Androni Sidermec, Bardiani CSF Faizanè, Burgos BH, Eolo Kometa Cycling Team, Vini Zabù, Euskaltel Euskadi e Total Direct Energie), dieci UCI Continental (Giotti Victoria-Savini Due, Team Colpack Ballan, Tirol KTM Cycling Team, WSA KTM Graz, Amore&Vita, D’Amico UM Tools, General Store Essegibi-F.lli Curia, Work Service Dynatek Vega, MG K Vis Vpm e Beltrami Tsa Tre Colli) e la Nazionale Italiana del commissario tecnico Davide Cassani.

Tra i big iscritti ad oggi, solo per citarne alcuni, figurano Matteo Trentin (vincitore a Pescara nel 2019, quarto all’Europeo di Trento e vice campione del mondo 2019), Diego Ulissi (azzurro all’Europeo di Trento) e il colombiano Fernando Gaviria per la UAE Team Emirates, lo spagnolo ed ex campione del mondo 2018 Alejandro Valverde della Movistar Team, Vincenzo Albanese (primo al Matteotti nel 2016) e Lorenzo Fortunato (vincitore al Giro d’Italia 2021 della tappa Cittadella-Monte Zoncolan) per la Eolo Kometa Cycling Team, Enrico Battaglin (terzo nell’edizione 2013 del Matteotti) e Daniel Savini (due terzi posti a Pescara nelle edizioni 2019 e 2020) per la Bardiani CSF Faizanè, Giovanni Aleotti (neoprofessionista e altro azzurro convocato dal cittì Cassani all’Europeo di Trento) e Samuele Battistella (campione del mondo under 23 nel 2019) per la Nazionale Italiana.

Occhi puntati su Dario Cataldo della Movistar Team, capofila degli atleti abruzzesi partecipanti a questa edizione del Matteotti assieme a Emanuele Onesti della Giotti Victoria Savini Due, Andrea Di Renzo della Vini Zabù, Francesco Di Felice, Fabio Di Guglielmo e Jacopo Cortese della MG K Vis Vpm.

Tra i corridori partecipanti a Pescara, due curiosità: al via anche Davide Rebellin della Work Service Dynatek Vega (il meno giovane, nato il 9 agosto 1971, vincitore di prestigiose classiche del Nord Europa come Amstel Gold Race, Freccia Vallone e Liegi-Bastogne-Liegi) e Kevin Pezzo Rosola della Tirol KTM Cycling Team (il più giovane in assoluto, nato il 30 novembre 2002, figlio della due volte olimpionica di mountain bike Paola Pezzo e dell’ex professionista Paolo Rosola).

Domenica 19 settembre, ritrovo dei partecipanti e presentazione delle squadre in Piazza della Rinascita a partire dalle 9:30, la partenza alle 11:15 e l’arrivo tra le 15:30 e le 16 a piazza Duca degli Abruzzi.

Lutto Fabio Taborre. Nell’edizione 2012 del Trofeo Matteotti, alle spalle del vincitore Pierpaolo De Negri e dello sloveno Marko Kump, si classificò al terzo posto Fabio Taborre, l’ultimo abruzzese in assoluto ad occupare un posto sul podio nella corsa professionistica abruzzese.

Dolore e sgomento stanno accompagnando i preparativi verso la 74°edizione e l’Unione Ciclistica Fernando Perna intende commemorare il compianto Fabio (le esequie questo pomeriggio alle 15:30 presso la Basilica della Madonna dei Sette Dolori a Pescara Colli) che ha lasciato una traccia nella storia di questa corsa, molto cara ai corridori abruzzesi e a tutti gli appassionati di ciclismo. In una nota rilasciata al sito Tuttobiciweb.it, in ricordo del pescarese Fabio Taborre, si è espresso Stefano Giuliani, direttore tecnico dell’organizzazione del Matteotti:

Aveva passioni, numeri e classe. Faceva il duro, attaccava per non essere attaccato. Ma era un ragazzo molto sensibile che nascondeva la propria sensibilità. Appariva estroso, oltre ad essere stato un bel corridore, che si è tolto belle soddisfazioni, vincendo belle gare. Non ci sono parole.

Credit fotografico Bruno Di Fabio – Achille Rasetta

Paralimpiadi

La storica tripletta azzurra nella finale dei 100 metri femminili per la categoria T63 – riservata ad atleti che competono con protesi ad un arto – alle Paralimpiadi di Tokyo è l’ennesima conferma di un 2021 ricco di successi e soddisfazioni per lo sport italiano.

Una gioia immensa per la Federazione di riferimento, la Fispes che in Abruzzo è rappresentata da Simone D’Angelo.

“Un risultato storico per l’Italia e grande motivo di orgoglio per la federazione paralimpica che rappresento in Abruzzo” afferma emozionato D’Angelo “voglio lanciare un appello alle tante persone che vorrebbero iniziare un percorso sportivo nello splendido mondo paralimpico, ma che rinunciano per mancanza di fiducia in se stessi o per altri motivi: contattateci, scriveteci e continuiamo a scrivere insieme la storia. Abbiamo bisogno di voi per far crescere il movimento e puntare a nuovi record e successi.”.

La nazionale italiana di atletica leggera ha scritto la storia con uno storico podio tutto azzurro: sul gradino più alto è salita la 19enne toscana Ambra Sabatini, che con 14”11 ha realizzato il record del mondo; medaglia d’argento per Martina Caironi, 31enne lombarda (14”46) e residente a Bologna; bronzo a Monica Graziana Contrafatto, 40enne siciliana e residente a Roma (14”73).

“I Giochi di Tokyo ci stanno regalando un’infinità di soddisfazioni, una serie di risultati incredibili che danno lustro a tutto il movimento olimpico e paralimpico nazionale. Adesso sta a noi valorizzare quanto costruito in questi anni”, conclude D’Angelo.

atri

Venerdì 20 agosto raggiunge quota 19 l’edizione 2021 della Notturna Atriana-Trofeo Claudio Baldini, il tradizionale appuntamento estivo con il podismo su strada ad Atri che negli anni si è ritagliato uno spazio importante nel panorama extra-regionale grazie all’impegno della Hat Atri Polisportiva Gaetano Pallini.

Con partenza alle 19:30 in Piazza Duchi d’Acquaviva, la gara competitiva misura 9 chilometri con 150 metri di dislivello, circuito di tre giri tra le viuzze del borgo, pieno di interessanti attrazioni artistiche, ristori ogni 3 chilometri (area smaltimento rifiuti entro 500 metri dal punto ristoro).

Le gare giovanili (il via alle 16:30) hanno il cuore pulsante presso la Villa Comunale su diverse distanze: 100 metri da 0 a 5 anni, 200 metri per 6-7 anni, 400 metri per 8-9 anni, 600 metri per 10-11 anni, 1000 metri per 12-13 anni e 1500 metri per 14-15 anni.

“Ringrazio di cuore tutti i nostri tesserati – commenta Errico Antonelli, presidente dell’Hat Atri Polisportiva Gaetano Pallini -, sono il punto di forza della nostra associazione. Senza di loro tutto quello che facciamo sarebbe impossibile. Sono davvero encomiabili per l’impegno e la determinazione che ci mettono per la riuscita dei vari eventi che organizziamo.  Sarebbe un regalo soprattutto per Gaetano Pallini che ha speso la sua vita a favore dei giovani e della nostra associazione. È stato il nostro fondatore e la guida impareggiabile della nostra attività. Tutti noi della Hat Atri lo vogliamo ricordare con affetto e lo indichiamo come esempio per i ragazzi che decidono di avvicinarsi al mondo dello Sport. Da lassù ci darà la spinta e tutta quella energia affinchè tutto vada per il meglio. Un ringraziamento lo dobbiamo all’amministrazione Comunale che è sempre al nostro fianco per contribuire alla riuscita degli eventi, alla Polizia Municipale, alla Protezione civile, la Croce Rossa e ad ogni singolo cittadino che ci danno l’incoraggiamento per portare a termine questa edizione con le dovute attenzioni sul fronte del contenimento del contagio da Covid-19. Altro nostro partner è l’Avis di Atri perché noi dell’Hat Atri vogliamo cogliere l’occasione per invitare tutti gli sportivi e non a donare, un gesto di solidarietà per la vita”.

by Redazione
LND 

È stata ufficialmente firmata la nuova convenzione tra Comitato Regionale Abruzzo LND e Università degli studi di Teramo, dal presidente Ezio Memmo e dal Magnifico Rettore, prof. Dino Mastrocola, alla presenza del Delegato allo Sport di Ateneo, prof. Luigi Mastrangelo, della Responsabile regionale del Calcio Femminile, Laura Tinari, e del vicepresidente della LND Abruzzo, Walter Pili.

L’accordo prevede, tra gli altri aspetti, la possibilità di effettuare stage e tirocini per gli studenti del Master in Comunicazione e Politiche per lo Sport presso gli uffici di LND Abruzzo e la realizzazione, da parte degli studenti, di una trasmissione radiofonica settimanale, sulle tematiche del calcio dilettantistico su Radiofrequenza, la Radio dell’Ateneo.

“La grande sintonia tra la LND Abruzzo e l’Università degli Studi di Teramo – sottolinea il presidente Ezio Memmo – è pronta a dare frutti grazie a questa Convenzione, che stimola lo scambio di conoscenze e progettualità tra due mondi dinamici e in continua trasformazione, e soprattutto valorizza il ruolo del calcio quale vettore di crescita culturale, sociale e lavorativa”.

Il Rettore Dino Mastrocola ha espresso la sua soddisfazione per il rinnovo e l’ampliamento di un rapporto di collaborazione fattivo, esistente fin dai primi corsi in materia sportiva promossi dall’Università di Teramo:

La LND rappresenta il calcio sociale, formativo e portatore di valori positivi. Auspico che sempre più giovani possano coniugare pratica sportiva e formazione culturale ed accademica.

by Redazione
pianella calcio

L’Italia si rialza, lentamente ma si rialza e lo fa con un pallone tra i piedi. La vittoria della Nazionale italiana a Euro 2020 ha ridato fiducia ed entusiasmo a un paese intero.

Entusiasmo che, a sua volta, ha la sua risonanza anche nelle piccole e medie realtà regionali italiane come l’Abruzzo, che non vedono l’ora di tornare a competere

Quindi: il calcio abruzzese è pronto a ripartire? Quando le diverse categorie potranno tornare finalmente in campo? Come sarà riprendere un vero campionato dopo un anno di sport?

Domande che abbiamo rivolto a Dino Luciani presidente e Marco Coppa, rispettivamente presidente e allenatore del Pianella Calcio

Iniziamo con una bella notizia: la collaborazione tra Sporting Pianella e Pianella calcio nata in tempi di Covid, Presidente Luciani ce ne parla?

“Ringrazio il presidente dello Sporting che ha compreso le esigenze e l’importanza di un simile accordo per entrambe. Un accordo in base al quale loro si occuperanno della Scuola Calcio, e noi faremo la Juniores. Una bella intesa che spero duri nel tempo”.

Come si riparte dopo un lungo periodo di chiusure e sospensione dei tornei sportivi?

Presidente Luciani: “Non riesco ad avere una visione chiara sul da farsi anche perché non abbiamo chiari i tempi e i modi su come iniziare né da parte delle istituzioni né da parte degli organi regionali in quanto possono bloccare di nuovo tutto da un momento all’altro”.

Mister Coppa: “Aspettiamo le date della ripartenza per programmare la preparazione; senza questo infatti è difficile gestire una squadra”.

Cosa significa quindi mister allenare e tornare a competere dopo un anno e mezzo di stop?

“Sono curioso anch’io di capire come stanno i ragazzi costretti a fermarsi, agonisticamente parlando, da ottobre. Rientrare in uno spogliatoio, ricompattare una mentalità, non sarà semplice ma potrà essere interessante capire come tornare a stimolarli di nuovo con nuovi input dato che devo conoscere il gruppo visto che sono stato appena chiamato dal Pianella Calcio”.

Come ne esce il calcio abruzzese dilettante da questo periodo?

Mister Coppa: “Si è provato a ripartire con l’Eccellenza grazie al mini torneo; una bella iniziativa che ha avuto un senso per le squadre iscritte come il Chieti per esempio che è riuscito ad andare in Serie D. Come ne esce? Secondo me bisogna aspettare di capire come e se riprende la stagione e poi valutare sperando che si cominci senza nessuna interruzione”.

Presidente Luciani: “Bisogna aspettare perché questo è un momento critico. Confido nell’aiuto di tutte le strutture sportive anche grazie a ciò che gli Azzurri hanno fatto ad Euro 2020: partire dal basso per salire in alto. Partire e ripartire dalle Scuole calcio, il vero motore del pallone nazionale”.

Presidente Luciani, è possibile in questa situazione, pensare a un futuro?

“Pensare al futuro è un obbligo per tutti affrontando però i problemi giorno dopo giorno. Noi come Pianella calcio si stiamo muovendo da tempo per ricompattare il gruppo e tutti mi hanno dato ancora nuova e piena fiducia anzi, abbiamo altri due dirigenti che saranno con noi in questa stagione”.

Quali, mister Coppa, gli obiettivi del Pianella Calcio se il campionato potrà riprendere con regolarità?

“Sportivamente parlando riconfermare la categoria e stiamo lavorando in questo senso. Dobbiamo salvarci il prima possibile e lavoreremo per questo”.

by francesca
bocce

Ricomincia, a piccoli passi, l’attività paralimpica nella Provincia di L’Aquila. Lo scorso fine settimana, le società ASD “La Pineta” e ASD “Raggio di Sole” hanno partecipato ad una manifestazione che ha ridato il via alle attività boccistiche paralimpiche.

Fermati della pandemia, dopo circa due anni, i ragazzi che frequentano il centro diurno “Help Handicap” di Avezzano facenti parte dell’ASD Raggio di Sole sono tornati sulle corsie di gioco riprendendo le attività esterne per la socializzazione. Con grande emozione e gioia hanno giocato le loro partite, affiancati dagli atleti Morgante Vincenzo, Baruffa Domenico, Angelo di Giuseppe e Fabio Amorosi dell’ASD “La Pineta”.

Erano presenti i presidenti delle due società rispettivamente Angelo di Giuseppe e Stefano di Giuseppe (presidente anche del centro diurno), i familiari dei ragazzi, la coordinatrice dei servizi Dott.ssa Mariangela Ranetta, gli educatori del centro Filomena Giosuè e Giuseppe Lamorgese, le ragazze del Servizio Civile Nazionale, la responsabile provinciale FIB settore paralimpico Floriana Desiati e il delegato provinciale FIB Diego Sebastiani.

“Sono molto soddisfatto della ripartenza dell’attività paralimpica poiché costituisce un settore estremamente importante per noi tutti e per la nostra Federazione – ha dichiarato il presidente regionale della Federazione Italiana Bocce Abruzzo Gregorio Gregori– Il nostro è uno sport altamente inclusivo poiché può essere praticato da persone con diversi tipi e gradi di disabilità e ci auguriamo che il settore paralimpico possa crescere sempre di più in Abruzzo, coinvolgendo tanti nuovi atleti”.

by francesca
Match Point 2000 SSD

Il Match Point 2000 SSD festeggia la promozione in Serie C per l’anno 2022 grazie alla vittoria ottenuta in casa al doppio supplementare di spareggio nella giornata di domenica 6 giugno contro il Circolo Tennis S. Egidio.

La squadra del Match Point è composta da  Matteo Filippo Petrelli, giocatore di seconda categoria; Giuseppe Eliantonio, Egidio Calvaresi, Federico Eliantonio e Antonio Costantini, giocatori di terza categoria; e da Mirko Carabbella, giocatore di quarta categoria.

Il Match Point 2000 si è qualificato come primo nella fase a gironi, conclusasi nel mese di maggio ottenendo quattro vittorie su quattro contro le due squadre molisane della città di Campobasso (AT Fontanavecchia CB e ATD Campobasso) e contro le due squadre abruzzesi, CT Atessa e Promotennisvasto.

Nel corso della fase a eliminazione diretta è stata ottenuta la prima vittoria, giocata in casa, agli ottavi di finale contro il Free Time L’Aquila nella giornata di domenica 30 maggio con un risultato finale pari a 3-0 grazie alle vittorie degli incontri individuali di Matteo Filippo Petrelli, Giuseppe Eliantonio ed Egidio Calvaresi.

Quella di domenica 6 giugno 2021, invece, è stata una giornata molto sentita da ambedue le squadre. L’incontro si è svolto, come da regolamento, secondo la formula dei tre incontri singolari e un doppio, con eventuale doppio di spareggio in caso di parità.

Il Match Point 2000 ha disputato, quindi, in casa, i quarti di finale ospitando il CT S. Egidio. La vittoria, giunta al doppio di spareggio con un risultato finale pari a 3-2, grazie anche al supporto della tifoseria, ha consentito non solo l’accesso alla semifinale del Campionato Interregionale ‘Serie D1’, ma ha permesso anche la promozione in Serie C per l’anno 2022 dell’unica squadra della Provincia di Pescara rimasta ancora in gara.

Nel dettaglio, al termine degli incontri individuali di singolo, il Match Point 2000 si attesta in vantaggio per 2 a 1 grazie alle vittorie ottenute da Giuseppe Eliantonio e da Egidio Calvaresi.

A seguire, il doppio, vinto al terzo set dal CT S.Egidio, decretando il provvisorio 2 a 2, ha obbligato entrambe le squadre a schierare i giocatori per disputare l’ultimo e decisivo doppio supplementare di spareggio.

Quest’ultimo è stato vinto in due set con il punteggio finale di 7-5 6-3 dal Match Point 2000 grazie allo schieramento della coppia Petrelli Matteo e Egidio Calvaresi.

Dopo questo importante traguardo per la promozione in Serie C del circolo della Provincia di Pescara, il Match Point 2000 proseguirà ancora la corsa con le altre squadre rimaste in gara per aggiudicarsi il titolo di campione regionale disputando la semifinale prevista per domenica 13 giugno.

La finale del Campionato Interregionale Abruzzo-Molise “Serie D1” si disputerà invece domenica 20 giugno 20.

by Redazione