Search

Tag Archives: spoltore

spoltore
Riceviamo e pubblichiamo dall’Avv. Marina Febo, Capogruppo consiliare InComune, Vice Presidente Consiglio comunale di Spoltore, Presidente Commissione Ambiente “Nuova Pescara” e Vice Presidente Vicario Commissione Statuto Nuova Pescara
Un mese fa, a nome del gruppo civico che rappresento, denominato InComune, ho lanciato una proposta politica per le elezioni comunali, ovvero quella di avviare una fase costituente nuova e di costruire una “coalizione di larghe intese”, o grosse koalition, per affrontare al meglio la prossima e ultima consiliatura che traghetterà Spoltore verso la “Nuova Pescara”, come impone una legge regionale.
Il tempo ci sta dando ragione. Sul processo di fusione, infatti, le posizioni favorevoli e contrarie sono trasversali ai partiti politici e quello che prevale è l’elemento della “territorialità”. Nei giorni scorsi ne abbiamo avuto l’ennesima dimostrazione: da un lato, il PD provinciale ha rimarcato, ancora una volta, la sua posizione favorevole sulla Nuova Pescara, mentre a Spoltore il PD locale resta unanimemente contrario; dall’altro lato, il Centrodestra provinciale e regionale si è riunito per valutare la proroga al 2027 e nessun amministratore o politico spoltorese di centrodestra è stato interpellato o invitato a partecipare.
Ciò dimostra, ancora una volta, che la “Nuova Pescara” non genera la consueta contrapposizione politica tra partiti, ma la sana e giusta competizione tra territori, tra i Comuni che andranno a comporla, ovvero Spoltore, Pescara e Montesilvano. Dei tre, Spoltore ha il territorio più grande, ma il numero di cittadini minore e quindi una rappresentatività più debole nell’ambito del processo di fusione.
Pertanto, il miglior servizio che possiamo rendere alla nostra città per le prossime elezioni, è quello di mettere da parte le differenze che ci dividono e rafforzare al massimo la rappresentatività territoriale, creando una squadra forte, unita e trasversale, cercando di ottenere il risultato migliore possibile, valorizzando al meglio tutte le frazioni ed evitando di relegare il nostro bel territorio a mera periferia della nuova città, rischio che è dietro l’angolo.
Nel rilanciare nuovamente questa proposta politica, annuncio che non sarò candidata alle prossime elezioni comunali. Nei dieci lunghi anni di impegno politico in prima linea a Spoltore, ho dato vita a un gruppo civico di cittadini, InComune, che ha una chiara connotazione di centrodestra – ispirandosi ai valori del Partito Popolare europeo – e che sposa in pieno questa visione politica ed è aperto a tutti coloro che vogliono prenderne parte.
Ma il mio non è affatto un passo indietro, ma di lato, perché continuerò a guidare il mio gruppo nella prossima consiliatura, mettendo a disposizione la mia esperienza amministrativa e politica. Ho sempre vissuto la politica con spirito di servizio e la mia più grande soddisfazione oggi è aver avvicinato persone nuove della società civile alla cosa pubblica. Ritengo, però, doveroso fare spazio affinché anche loro possano rivestire ruoli in prima linea, prendendo a cuore le sorti del nostro territorio e della nostra comunità, come è stato per me dieci anni fa. Io sarò certamente al loro fianco e a disposizione di tutti i cittadini, come è sempre stato.
In questa veste, pertanto, e a nome del gruppo che rappresento InComune, rinnovo a tutti i partiti presenti sul territorio l’invito a valutare la costruzione di una coalizione di larghe intese per valorizzare al meglio “Spoltore” nella Nuova Pescara e ricordando che il nostro obiettivo più importante in questa fase storica non è far grande un partito o un’area politica, ma far grande la nostra amata città, Spoltore, insieme a tutti coloro che l’hanno a cuore.
by francesca
pianella

Un risultato rotondo e importante che sa di terzo posto in classifica (in compagnia del Mutignano): il Pianella vince 3 a 0 contro il Silvi sul campo di Spoltore.

Una partita che sottolinea la super stagione del bomber Manuel Di Muzio ancora sugli scudi con una doppietta nella ripresa; prima di lui Vaccaro ha siglato il gol del vantaggio.

Mister Marco Coppa è orgoglioso dei suoi ragazzi:

Sono fortunato ad allenare una squadra così: è loro il merito delle prestazioni e dei risultati nonostante ci si allena in condizioni proibitive tra campetti, fango e parcheggi. Hanno grandi abilità in campo e una grande umanità nell’essere squadra. Parlando della partita – prosegue mister Coppa – abbiamo approcciato e condotto benissimo la gara; di fronte avevamo una squadra forte in difficoltà ma siamo stati bravi a rimanere concentrati e portare a casa i tre punti.

Prossima gara domenica 13 contro Fater Angelini Abruzzo allo stadio R. Febo – Ex Gesuiti (via Maestri Del Lavoro, Pescara).

by Redazione
Passerella a 6 zampe

Il bellissimo pomeriggio dedicato al mondo animale ospitato dal Centro L’Arca di Spoltore lo scorso 24 ottobre ha regalato grandi emozioni e una ventata di solidarietà in favore del Canile di Pescara: l’intero ricavato, infatti, è stato donato al rifugio di Via Raiale.

Tirano le somme, quindi, i volontari della Lega nazionale per la difesa del cane di Pescara possono constatare, a distanza di giorni, la bontà degli intervenuti.

Alla rassegna, di grande attenzione verso i nostri amici a quattro zampe, hanno partecipato circa 50 coppie salite in passerella per la gara, oltre ai tanti spettatori che ha assistito con entusiasmo ed hanno voluto dare il loro contributo, donando coperte e tanto altro materiale a favore del canile di Pescara.

Un ringraziamento speciale va alla direzione del Centro L’Arca ed al Conad Superstore presente all’interno del complesso commerciale, che ha sponsorizzato l’evento, supportando i partecipanti con premi e buoni spesa e, soprattutto, donando un importante quantitativo di crocchette al rifugio di Via Raiale.

 

by Redazione
coma

La Regione Abruzzo ha bisogno di una struttura idonea ai pazienti in coma, in grado di aiutare anche i loro famigliari: è il messaggio della VII Giornata europea dei risvegli sul coma, sottolineato da un incontro all’Istituto Nostra Signora di Pescara organizzato dall’associazione “Il Risveglio di Manuela” con il patrocinio dei Comuni di Pescara, Spoltore e Montesilvano, nonché della Provincia. All’organizzazione hanno collaborato anche la Usl di Pescara, l’Ordine delle Professioni Infermieristiche e l’associazione “Gli amici di Luca”.

“Il presidio ospedaliero di Popoli è il nostro punto di riferimento per la terapia intensiva post-traumatica” ha spiegato l’assessore regionale Nicoletta Verì “Ma c’è ancora una strada da completare per il futuro nella nuova rete ospedaliera” assicura Verì “abbiamo previsto dei posti dedicati a questo tipo di terapia, i così detti codice 75, anche per far rientrare tanti pazienti adesso fuori regione”.

“Esistono percorsi assistenziali ben definiti” prosegue Carlo D’Aurizio della Asl “che dalla fase acuta portano al rientro nella vita familiare, di cui è necessario dotare anche la nostra regione. Non manca moltissimo, serve ancora un piccolo investimento a Popoli per attivare subito 10 posti letto”.

Tra le persone che hanno seguito l’appuntamento il vicario del questore Alessandra Bucci, il Comandante provinciale dei carabinieri di Pescara Riccardo Barbera, il Comandante Maurizio Tacconelli delle Forze operative Nord di Pescara, il Capitano di vascello Salvatore Minervino della capitaneria di Pescara, il vescovo di Pescara Tommaso Valentinetti.

Presente in sala il sindaco di Spoltore Luciano Di Lorito: “Non si può ignorare il messaggio dell’associazione Il Risveglio di Manuela e della sua presidente Anna Verna. In questi anni ha trovato la giusta direzione per la soluzione di un problema concreto, adesso però bisogna raggiungere il traguardo con l’aiuto di tutte le istituzioni”.

“Una giornata come questa” ha ricordato il prefetto Giancarlo Di Vincenzo “deve insegnare che uno dei valori più profondi è essere vicini a chi soffre”.

Verna ha ribadito il suo ottimismo sul’obiettivo che ha dato vita all’associazione, cioè evitare ai familiari di un malato il disagio di lunghi viaggi per assisterlo:

L’emozione oggi è più forte di altre volte. Il ricordo di Manuela è sempre molto forte e sentito, ha trasformato il nostro dolore in una forza che ci fa pensare solo a quelli che hanno bisogno. Popoli diventerà una realtà, io ne sono certa, ho fiducia nelle istituzioni.

Infine il ringraziamento a tutte le istituzioni, compresa l’ex prefetto di Pescara Gerardina Basilicata rimasta vicina al progetto, e all’Istituto Nostra Signora nella persona della Superiora madre Maria Pellegrino e della preside suor Laura Schiaroli.

Vorrei concludere ricordando quanto sia importante la condivisione di un progetto per raggiungere il risultato finale. Dal coma ci si può svegliare: questa è la speranza che alimenta la nostra vita.

by Redazione
spoltore

Spoltore partecipa alla giornata nazionale contro il tumore al seno: mercoledì 13 ottobre 2021 il Municipio di Spoltore si illuminerà di rosa per evidenziare la vicinanza della città alle iniziative di sensibilizzazione.

“Raccogliamo l’invito dell’associazione ISA a colorare l’elemento più rappresentativo della città” spiega l’assessore Chiara Trulli. L’associazione ISA APS è regolarmente iscritta a Europa Donna ltalia e fa parte della Delegazione Regionale Abruzzo della stessa.

Europa Donna è un Movimento di tutela al diritto alla prevenzione e alla cura del tumore al seno, presente con 47 sedi in Europa ed oltre 170 associazioni presenti in tutte le regioni italiane.

L’iniziativa dà inoltre seguito alla direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri che, a partire dal 2020, ha fissato la Giornata nazionale del tumore metastatico della mammella per il giorno 13 ottobre di ogni anno:

In tale giornata le amministrazioni pubbliche, anche in coordinamento con tutti gli enti e gli organismi interessati, promuovono l’attenzione e l’informazione sul tema del tumore metastatico della mammella, nell’ambito delle rispettive competenze e attraverso idonee iniziative di comunicazione e sensibilizzazione.”

by Redazione
Festival Spoltore Ensemble

Saranno i Brividi Immorali di Laura Morante ad aprire oggi, martedì 17, la 39esima edizione del Festival Spoltore Ensemble, nello straordinario palcoscenico di Largo San Giovanni.

I riflettori si accenderanno a parte dalle ore 21.15 su uno spettacolo d’eccellenza che oltre all’artista, per la prima volta protagonista del Festival, vedrà anche la presenza del Jazz Trio, con Marco Zurzolo al sax, Piero De Asmundis al pianoforte e Davide Costagliola al basso.

“Quella che si aprirà domani sarà la decima edizione dello Spoltore Ensemble che vivrò da sindaco,  e quindi è possibile fare bilanci – ha detto il sindaco Luciano Di Lorito – abbiamo ereditato uno Spoltore Ensemble con un Ente Manifestazioni, con le successive difficoltà economiche derivanti dagli sponsor, poi è arrivato il Covid che ha influenzato l’organizzazione delle ultime due edizioni, ma il Festival comunque è rimasto  fondamentalmente un appuntamento importante per Spoltore e per la regione Abruzzo, al quale siamo riusciti a dare continuità sia sotto l’aspetto culturale che come proposta artistica. Per la 39esima edizione i nomi sono di assoluto richiamo, abbiamo operato una scelta chiara: avendo pochi posti a disposizione, abbiamo deciso di spalmare la manifestazione su sei giornate per dare a più persone la possibilità di partecipare agli spettacoli che si svolgeranno a Largo San Giovanni, che comunque potrà ospitare sino a un massimo di 200 persone ogni sera, sedute e distanziate. E la proposta della manifestazione presenta elementi innovativi che sono la preparazione del terreno per la quarantesima edizione”. “La 39esima edizione del Festival unisce elementi del passato, dunque rappresenta l’edizione dell’incontro tra le diverse anime dell’organizzazione e rappresenta il futuro per il suo rilancio in vista della 40esima edizione – ha spiegato il Direttore artistico Angelo Valori -. Ci sono le tante anime che negli anni hanno contribuito a portare avanti la kermesse incrementando il suo prestigio a livello nazionale. L’edizione numero trentanove assomiglia come struttura alle edizioni più prestigiose del passato, con un programma di sei giorni con nove spettacoli che si svolgeranno nel periodo post-ferragosto. Si parte domani, martedì 17 agosto con lo spettacolo di Laura Morante ‘Brividi Immorali’, in esclusiva per l’Abruzzo, tra l’altro la Morante è un’artista che è stata pochissime volte nella nostra regione, e ci sarà con un evento che unisce teatro e musica”.

Brividi Immorali è uno spettacolo-racconto, Produzione Cabiria, di famiglie in crisi, omicidi e amici: storie di verità taciute che assumono, senza volerlo, le sembianze di una bugia.

Tradimenti e paure alimentati da vecchi rancori o da accadimenti fortuiti, fraintendimenti e rimpianti serbati per anni che arrivano improvvisi a scompaginare le carte, a scrivere da capo un inizio o una fine, mandando all’aria ogni morale.

Irregolari e spiazzanti, quasi si muovessero al ritmo di un’improvvisazione jazz, diversissimi eppure legati nel profondo, i Racconti e interludi di Laura Morante si spalancano come finestre spazzate da venti umorali su un mondo di relazioni e affetti, attraversato da una quotidiana violenza, piccola o grande.

Ma sopra ogni cosa, su queste donne inquiete, fragili, contradditorie, su questi uomini razionali e infantili, su bambini sognanti e feroci, su città familiari come case di campagna sterminate come continenti da esplorare, veleggia un’esatta, implacabile ironia che, nel disordine degli elementi, scova una bellezza insensata: la melodia disarmonica, imprevedibile e trascinante su cui il destino ci invita a ballare.

Note (musicali) in testa e in coda agli interludi di Nicola Piovani suonate dal Jazz Trio, la calda voce di Laura Morante, si fonderanno in un’unica cosa e daranno vita ad una meravigliosa serata.

 

by Redazione
spoltore

Anche il Comune di Spoltore, dopo Pescara, Cappelle sul Tavo e Tocco da Casauria, ha aderito alla Campagna del ‘Nastro Rosa 2020’. A partire da domani, domenica 25 ottobre, e sino alla fine del mese, la facciata dello storico Convento sarà illuminato di rosa, a ricordare che ottobre è il mese della prevenzione del tumore al seno e che partecipare agli screening gratuiti della Lilt, fare visite periodiche, i controlli strumentali annuali come ecografia e mammografia, così come condurre uno stile di vita sano, eliminando il fumo della sigaretta, mangiando in modo corretto e praticando sport in modo costante, significa abbattere del 40 per cento la possibilità di far insorgere la malattia.

Lo ha detto il Presidente della Lilt – Lega Italiana lotta contro i Tumori – Sezione di Pescara, Marco Lombardo, presidente della Lilt Abruzzo, annunciando l’evento di domani.

“Ringrazio per la sensibilità dimostrata il sindaco di Spoltore Luciano Di Lorito e l’assessore alla Cultura e alla Salute Roberta Rullo che hanno accolto l’invito istituzionale dell’Anci a fare squadra con la Lilt, come amministrazione comunale, per il mese del Nastro Rosa  – ha detto il presidente Lombardo – e quest’anno va sottolineato come neanche l’emergenza Covid-19 sia riuscita a fermare una Campagna di informazione che sa toccare i cuori della popolazione e degli amministratori, a conferma di quanto sia ancora diffuso il tumore alla mammella, che oggi colpisce anche le donne più giovani, ma è anche vero che oggi si guarisce di più dal cancro al seno. Appena sabato e domenica scorsi la Lilt ha portato in piazza gli screening gratuiti senologici garantendo ben 40 visite con il medico senologo dell’Ospedale civile di Pescara Marino Nardi e con l’oncologo sempre dell’Ospedale ‘Spirito Santo’ Francesco Malorgio. Da lunedì, invece, sono partite le visite negli ambulatori di Casa Lilt in via Rubicone e presso gli ambulatori situati nell’ex presidio ospedaliero di Tocco da Casauria. Ben 320 le donne che, nella settimana compresa tra il 12 e il 16 ottobre, hanno prenotato la propria visita, e, dovendo diluire le prestazioni adottando tutte le cautele imposte dalle prescrizioni anti-Covid, porteremo avanti la Campagna almeno fino a dicembre in modo da soddisfare tutte le richieste ricevute. E fino al 31 ottobre ci sarà il colore rosa sui luoghi simbolo di Pescara e provincia a ricordare alle donne il dovere e il diritto di tutelare la propria salute: con l’amministrazione comunale di Pescara ormai c’è una collaborazione ventennale e ogni anno, a ottobre, vengono illuminati di rosa i luoghi simbolo della città, quest’anno la torre civica e il Ponte Flaiano; a Tocco da Casauria, dove la Lilt ha una delegazione, è stata illuminata di rosa la scuola dell’infanzia; a Cappelle sul Tavo per il primo anno sono stati illuminati la facciata del Palazzo comunale e la fontana artistica del chilometro lanciato, grazie alla nuova collaborazione con il sindaco Lorenzo Ferri e l’assessore Di Febo che hanno dato la propria disponibilità per l’istituzione di una seconda delegazione. E domani – ha ribadito il presidente Lombardo – sugelleremo la nuova collaborazione anche con l’amministrazione comunale di Spoltore che, a partire dalle ore 19,  accenderà di rosa l’edificio monumentale storico del Convento, su iniziativa dell’assessore Rullo, peraltro sacramentando una presenza già attiva sul territorio della Lilt che da anni può contare sulla partnership con l’Associazione Onlus Fontevecchia”.

by Redazione

Spoltore per i diritti Lgbt: è stata depositata una mozione, prima firmataria il consigliere Cinzia Berardinelli, per l’installazione di una panchina con i colori dell’arcobaleno. Un simbolo contro l’omofobia e in favore dei diritti di persone Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender. L’occasione è anche la vigilia del 28 giugno, giornata mondiale dell’orgoglio Lgbt e anniversario dei moti di Stonewall, una serie di scontri fra gruppi di omosessuali e la polizia a New York divenuti momento di ribellione per il rispetto dei diritti delle minoranze.

Spiega Berardinelli: “questa amministrazione comunale, con il sindaco Luciano Di Lorito esposto in prima persona, ha sempre voluto evidenziare messaggi contro ogni tipo di discriminazione, comprese quelle legate all’orientamento sessuale e all’identità di genere. Le Unioni Civili tra persone dello stesso sesso non fanno più notizia a Spoltore, ma nella realtà italiana molti si rifiutano ancora di pensare che due persone gay, lesbiche o transgender possano sposarsi e costruire una famiglia”. La mozione chiede al Sindaco, alla Giunta e al Consiglio Comunale di sostituire una delle panchine del centro storico con una Panchina Arcobaleno, così come è avvenuto in altre città d’Italia. “Il motivo è semplice: in queste settimane è calendarizzata in Parlamento la discussione sulla Legge contro l’omotransbifobia, che aggiunge tutele ne confronti delle persone lgbt, difendendole dalle discriminazioni. Si discute inoltre di inasprire le pene per reati legati all’orientamento sessuale e all’identità di genere, come avviene già per l’odio razziale o religioso. Predisporre una panchina arcobaleno sulla terrazza del bastione del Castello longobardo, in questo momento, sarebbe un modo per schierarsi anche visivamente contro ogni forma di discriminazione nei confronti delle persone lgbt in un momento decisivo come quello, lo speriamo, appena precedente all’approvazione della Legge nazionale”.

by Redazione
spoltore

“Ripartire, ma con giudizio”. E’ questo l’orientamento del sindaco di Spoltore Luciano Di Lorito, in un ragionamento su quello che ci aspetta dal 4 maggio:

Credo sia necessario dare una risposta a chi in queste settimane ha accettato sacrifici enormi, aspetta una ricompensa ma ha giustamente paura di una nuova impennata dei contagi in caso di un “libera tutti” generalizzato.

Per questo motivo il ritorno alla normalità dovrà essere caratterizzato dalla presenza di mascherine e dispositivi di protezione individuale per tutti: “In questo contesto dobbiamo però tornare a passeggiare nei parchi, a fare sport, garantendo tutte quelle attività individuali dove è possibile mantenere il distanziamento sociale”.

Il sindaco comunque invita a non abbassare la guardia:

L’intransigenza di questi giorni è un segnale necessario e sta dando un messaggio forte, che spero sia ormai radicato in ognuno di noi, sul rispetto delle misure di sicurezza e sulla necessità di evitare assembramenti per la salute nostre e di quella degli altri. Bisogna potenziare le precauzioni, non alleggerirle: dal 4 maggio, ad esempio, effettueremo la misurazione della temperatura all’ingresso del Municipio e del Comando della Polizia municipale.

Ma valutando il numero e l’andamento dei contagi, per scongiurare ogni possibile passo indietro nella lotta al virus, bisogna far ripartire tutte quelle attività che possono funzionare con modalità compatibili al distanziamento sociale: “Penso ad esempio ai ristoranti, pizzerie, gastronomie e altro, che dovrebbero lavorare per l’asporto. Significherebbe anche venire incontro a un settore che più di altri ha risentito del lockdown”.

L’economia dovrà essere aiutata, secondo il primo cittadino, non solo da questi segnali di riapertura, ma anche da risorse, incentivi e misure che dovranno arrivare da Stato e Regioni: “Anche il Comune, nel suo piccolo, dovrà fare la sua parte e stiamo studiando come poter dare il nostro aiuto alle attività del territorio”.

Tutto questo, almeno fino al 31 maggio, mantenendo tutti i divieti per situazioni che possono creare assembramenti come cerimonie e manifestazioni.

“I trasporti pubblici in questo periodo” conclude “potrebbero essere un utile banco di prova per gli ingressi contingentati da estendere poi progressivamente ad altre attività”.

by Redazione
spoltore

Arriva a Spoltore un milione di euro per la frana di Caprara: i fondi, previsti dalla struttura di missione regionale per il superamento delle emergenze di protezione civile, rientrano nel piano di interventi del febbraio 2019 e dovranno essere utilizzati per il consolidamento di via San Cosmo.

“Si tratta di un problema la cui fase acuta si trascina dal 2017” spiega il sindaco di Spoltore Luciano Di Lorito “Anche se ovviamente sappiamo che il dissesto idrogeologico ha radici ben più antiche. I fondi sono la risposta alle domande di molti cittadini, e il segno di quanta importanza continua ad avere la comunità di Caprara all’interno del comune di Spoltore”.

Sempre per problemi di dissesto idrogeologico, il 23 febbraio del 2017 il sindaco aveva ordinato a 6 famiglie di lasciare le proprie abitazioni in via Indipendenza: il movimento franoso è stato con ogni probabilità la conseguenza del maltempo che nel mese precedente aveva colpito tutto l’Abruzzo con abbondanti nevicate.

Complessivamente la Regione Abruzzo ha previsto una somma vicina ai 70 milioni di euro: finanziamenti sempre legati ai danni causati dalla nevicata del gennaio 2017 e che potranno essere utilizzati per opere pubbliche, come nel caso di Caprara, attese da tempo.

“E’ necessario arrestare il movimento franoso, abbiamo già un’idea progettuale chiara considerando che abbiamo potuto lavorarci in questi anni, lo stop ai cantieri legato all’emergenza Coronavirus non ci consentirà di partire subito con i lavori ma possiamo considerarla una priorità del post-emergenza. C’è soddisfazione” conclude Di Lorito “perché sono state accolte le nostre segnalazioni e abbiamo ottenuto il finanziamento più elevato. Ringraziamo di questo la Regione Abruzzo”.

Il piano è stato redatto infatti in stretto rapporto sinergico con i Comuni e gli Enti interessati che avevano segnalato le priorità.

Il via libera è arrivato dal Dipartimento della Protezione civile nazionale e riguarda il piano definitivo redatto dalla Struttura di missione della Protezione civile regionale.

Finanziamenti che riguardano la seconda annualità (2020) del Piano degli investimenti di cui al Dpcm del 27 febbraio 2019 per un ammontare complessivo di 69.970.746,50 euro per “interventi al patrimonio pubblico, con prevalenza infrastrutturale, danneggiato dagli eccezionali eventi che colpirono i territori abruzzesi e che non sono ricompresi nel cratere sismico”.

Un aiuto ai Comuni in questo momento di emergenza per “non trascurare il lavoro ordinario”, ha evidenziato il presidente della Regione Marco Marsilio.

by Redazione
1 2 3 5