Search

Category Archives: Politica

Miglianico Insieme

Rispetto dell’ambiente, sicurezza e pulizia di strade e quartieri cittadini al centro del nuovo intervento del gruppo consiliare di minoranza al Comune di Miglianico, Miglianico Insieme. Nel dettaglio, l’accento è puntato sulla protratta chiusura del Centro di Raccolta Rifiuti della cittadina Teatina.

Un’inaugurazione imponente, quella del Centro Raccolta rifiuti di Miglianico fatta prima delle elezioni comunali del 2019, a cui ha fatto seguito una chiusura alla quale non è stata data nessuna spiegazione.

Il sindaco Adezio – afferma il consigliere comunale di Miglianico Insieme Antonio Di Sipio – nel suo intervento datato 7 agosto 2020, aveva garantito la riapertura del centro nel giro di pochi giorni e invece… Se si contatta la società di smaltimento rifiuti, Consac by Rieco, per lo smaltimento di rifiuti ingombranti, dà il primo appuntamento utile il 27 dicembre prossimo. C’è altresì da aggiungere che il primo cittadino sollecitato, sempre nel consiglio comunale suddetto, sulla TARI aveva definito impossibile comprimere le spese sulla tassa dei rifiuti ritenendo dunque opportuno mantenere il Centro di raccolta aperto 3 giorni in più piuttosto che abbassare le bollette per i cittadini di 5 euro. In tutto ciò – continua Di Sipio – il sindaco Adezio ha altresì omesso di dire che, nel contratto con il soggetto privato, non è contemplato il funzionamento del Centro di raccolta. A questo punto ci domandiamo: cosa non ha funzionato? Bisogna rivedere il contratto? E’ necessario cercare un altro soggetto privato?”.

“Il sindaco e la sua maggioranza non su nascondano dietro i comportamenti incivili di chi getta rifiuti ovunque – puntualizza la consigliera comunale di Miglianico Insieme Antonella Santucci Cavuto – Atteggiamenti che vanno certamente scoraggiati ma, bisogna anche pensare alla maggior parte dei cittadini che rispettano l’ambiente e pagano per avere un servizio efficiente”.

Alcune cittadine del Teatino si danno molto da fare in termini di decoro urbano e rifiuti; un esempio e Tollo che organizza delle vere e proprie giornate dedicate alla raccolta degli ingombranti con una frequenza assai maggiore rispetto a Miglianico; in tal senso la consigliera Santucci Cavuto conclude:

Noi restiamo chiusi mentre in altre cittadine limitrofe si aprono nuovi Centri di raccolta. Chiediamo all’amministrazione comunale di informare i cittadini su come stanno realmente le cose e cioè una data precisa sulla riapertura del Centro Raccolta rifiuti di Miglianico.

 

 

by francesca
Luigi Albore Mascia

“Considero questo grande onore come attribuito a tutti ed a ciascun cittadino di Pescara”: con queste parole l’assessore ai Lavori pubblici e alla Mobilità, Luigi Albore Mascia, ha accolto il riconoscimento della cittadinanza onoraria di Gardone Riviera nel corso di una cerimonia che si è svolta questa mattina nella sala del Consiglio comunale del Comune lombardo.

Una cerimonia intensa, che lega a doppio filo due comunità nel nome di Gabriele d’Annunzio che a Pescara è nato e a Gardone ha trovato il suo rifugio.

Negli anni in cui è stato sindaco di Pescara Albore Mascia  ha contribuito a riallacciare il legame tra la città e le memorie dannunziane, anche attraverso il rapporto costruito con il direttore del Vittoriale, Giordano Bruno Guerri. Quelle memorie oggi sono parte integrante della programmazione culturale di Pescara, attraverso mostre, convegni e spettacoli.

“Immagino, allora, – ha concluso l’assessore Albore Mascia – quanto sia auspicabile una collaborazione culturale non più episodica,   uno scambio umano finalmente stabile e  ricorrente tra le nostre due realtà cittadine,   nel nome di quella conoscenza,   di quell’amore per il Vate che rappresenta la  nostra  comune   cifra   distintiva”.

Il sindaco di Gardone, Andrea Cipani, ha voluto ricordare come il gemellaggio tra le due città sia nato per iniziativa del sindaco Carlo Pace, per poi riprendere vigore con le iniziative intraprese proprio da Luigi Albore Mascia, che ha stabilito con la città lombarda e il Vittoriale un fortissimo rapporto umano.

Un sodalizio, che, come ha ribadito il primo cittadino pescarese, Carlo Masci, proseguirà con intensità anche nei prossimi anni.

Per consolidare ulteriormente le relazioni istituzionali, l’amministrazione comunale di Gardone Riviera ha voluto dedicare alla Città di Pescara il giardino antistante il palazzo municipale: un’area verde che, da oggi, sarà il simbolo di una vitale crescita culturale di due luoghi uniti dalla storia e dall’arte di Gabriele d’Annunzio.

by Redazione
Fabrizio Papponetti

“Un milione e seicento mila euro incassati dalle sanzioni per l’autovelox di cui 400mila spesi per il servizio. Somma nella quel sono compresi: i costi dovuti alla società che li fornisce, a percentuale alla Polizia Municipale e le spese di notifica” sono alcune cifre che, il consigliere del Comune di Miglianico Fabrizio Papponetti di Miglianico Insieme, snocciola in merito all’annosa questione del sistema di misurazione della velocità.

“Sono cifre che accumulate dal 2014 – continua Papponetti- cioè dall’insediamento della Giunta Adezio; cifre che in realtà il sindaco non dice anzi, nelle dirette afferma che tali cifre non contribuiscono a mantenere in piedi il bilancio comunale. Com’è possibile?”

L’autovelox costa al Comune di Miglianico il 40% degli incassi “perché darli alle società esterne – si chiede il consigliere Papponetti – il tutto si traduce in spreco di denaro, energie e risorse. Sarebbe più opportuno invece acquistare la strumentazione e fare prevenzione non solo con un doppio cartello di avviso ma, magari, realizzando una rotatoria in zona Masciulli tra l’altro prevista nell’attuale Piano Regolatore”.

In merito alla prevenzione e sicurezza stradale inoltre, Miglianico Insieme ha fatto delle proposte non prese in considerazione dalla maggioranza, quali:

  • installazione pensiline per autobus laddove assenti;
  • costruzione di un marciapiede in Strada Comunale Ortona;
  • ristrutturazione stradale come quella in Contrada Elcine.

E invece “con gli incassi delle multe dell’autovelox – precisa Fabrizio Papponetti – sono stati acquistati: un proiettore dal costo di mille euro, un software digitale da circa 5mila euro e la Jeep Renegade del quale il sindaco non si è privato di circa 20mila euro”.

“Prevenzione o tassazione?” si chiede il consigliere di minoranza “dato che l’autovelox ultimamente è attivo solo a Cerreto e alla Piane, dove la circolazione dei mezzi è più intensa”.

“Sulle Piane andiamo piano” conclude Papponetti “solo rispettando i limiti di velocità potremmo vanificare l’efficacia dell’autovelox”.

 

Nel link il video completo dell’intervento del consigliere di Miglianico Insieme Fabrizio Papponetti https://www.youtube.com/watch?v=p9U0GzaepIw

by francesca
paride di febo

“Solidarietà al Presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio per le inaccettabili minacce ricevute dal Governo”. Esordisce così l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Cappelle sul Tavo (Pescara), Paride Di Febo giovane esponente di Fratelli d’Italia, che ha preso posizione in merito alla tempesta che si è scatenata intorno alle scelte di Marsilio.

“In questo periodo così difficile – spiega Di Febo – non mi sembra il caso di confondere ancor di più gli italiani ed in particolare le categorie più vulnerabili con questo discorso monotono sulla divisione delle zone a colori; ad oggi si parla insistentemente della diatriba tra Governo Nazionale e Governo Centrale sui due giorni di anticipo della zona arancione voluta da Marsilio con l’intento di  risollevare, dati alla mano, le sorti dell’economia locale in vista delle festività natalizie”.

“Da amministratore tengo presente la coraggiosa scelta del Presidente ed esprimo la mia vicinanza politica e personale ad un Governatore attaccato a prescindere e forse proprio per i colori politici! Non vi sono giustificazioni nell’inveire così crudelmente su chi si spende per la nostra tutela in un periodo ostico come questo”.

Altro argomento rilevante e che fa discutere è quello sui “buoni spesa”, e così come spiega l’assessore:

Colgo l’occasione per anticipare ai cittadini che insieme al sindaco Lorenzo Ferri e agli uffici comunali stiamo provvedendo a preparare l’avviso pubblico con le rispettive domande per i buoni natalizi sotto indirizzo dello Stato Centrale: sicuramente è una scelta non da poco per sostenere le persone in difficoltà, ma è allo stesso tempo faticosa in quanto il lavoro è totalmente a carico degli Enti comunali già sotto pressione per il periodo, tanto più per i comuni piccoli come quello di Cappelle sul Tavo. Abbiamo già avuto a Pasqua molte difficoltà e dispendio di risorse quindi sappiamo a cosa andiamo incontro, ma per il bene dei cittadini siamo di nuovo sul fronte, ma troppo spesso abbiamo la sensazione di essere soli.

 

by Redazione
uniti per caramanico

Dal gruppo “Uniti per Caramanico” riceviamo e pubblichiamo:

L’inadeguatezza dell’attuale Amministrazione Comunale si manifesta anche attraverso le inerzie sugli interventi riguardanti i plessi scolastici di Caramanico.

Le nostre precedenti amministrazioni hanno sempre dato massima priorità alla sicurezza dei nostri figli:

  • negli anni 2005-2010 furono realizzati interventi di miglioramento strutturale dello stabile di Via D’Aquino che portarono il plesso scolastico ad un indice di rischio pari a 0,65 e ad ottenere il certificato di idoneità statica;
  • a seguito degli eventi sismici del 24 agosto e del 30 ottobre 2016, l’allora Amministrazione Comunale eseguì una serie di sopralluoghi ispettivi in tutti gli edifici scolastici e operò una verifica di vulnerabilità dell’edificio della scuola materna di Via Dietro le Mura. Tali indagini rilevarono che l’edificio non era adeguato alla prestazione sismica SLV (Stato Limite di Salvaguardia), in quanto presentava un indice di Vulnerabilità pari a 0.20. Il Sindaco dispose, con propria Ordinanza dell’8 novembre 2017, il trasferimento temporaneo delle attività didattiche della scuola dell’infanzia presso i locali della Piscina Comunale, e successivamente, ad esito di ulteriori valutazioni, con il consenso della dirigenza scolastica e la collaborazione del personale docente e non docente, riunì la Scuola dell’Infanzia al plesso della Scuola Primaria di Via D’Aquino. A tal proposito, l’allora Sindaco Angelucci emanò l’Ordinanza N.17 del 18 giugno 2018, per i cui effetti, ancora oggi le attività scolastiche vengono realizzate unicamente all’interno del plesso di Via D’Aquino;
  • l’Amministrazione Comunale, al contempo, elaborò un progetto per la realizzazione di un nuovo plesso scolastico, e lo candidò per il Piano Regionale Triennale di Edilizia Scolastica, risultando 1° tra le 34 istanze avanzate dal territorio provinciale di Pescara, per un valore di € 2.100.000, basato su elementi di innovazione, risparmio energetico (NZEB – edifici a energia quasi zero), comfort psico-fisico (utilizzo del legno, soprattutto per gli interni) e massima sicurezza antisismica, che consentirà le migliori condizioni di benessere per i nostri ragazzi;
  • successivamente il Comune di Caramanico, in esito alla Deliberazione di Giunta Regionale n. 306 del 29 aprile 2015, con la quale si approvava una graduatoria delle istanze per i Piani Regionali di Edilizia Scolastica, fu assegnatario di un apposito finanziamento di € 205.000 per la ristrutturazione della palestra comunale;
  • il Comune di Caramanico, rispondendo ad apposito Bando Regionale del 2017, ottenne un altro finanziamento di € 100.000 per l’ulteriore efficientamento energetico del plesso elementari-medie, con sistemazioni necessarie a produrre risparmio di energia con il massimo comfort termico.

Quindi? Cosa manca affinché tutto sia portato a compimento? È molto semplice!

L’Amministrazione Comunale deve approntare tutte le azioni politico-istituzionali ed amministrative necessarie (irresponsabilmente ferme ormai da oltre un anno!) per assicurare, senza ulteriore ritardo, l’avvio e il completamento delle opere citate che costituiscono l’articolazione del nuovo polo scolastico caramanichese!

“Considerando l’importanza e l’estrema attualità del tema ‘scuola’ – dichiara il consigliere del gruppo Uniti per Caramanico Luca La Selva -, in relazione alla incolumità dei bambini e degli studenti caramanichesi, nonché della strategicità in termini sociali, culturali ed economici della disponibilità e del pieno funzionamento di ambienti idonei alla istruzione e alla formazione dei giovani della nostra Comunità, non si può far finta di niente e sperare nella buona sorte.

È per questi motivi che responsabilmente abbiamo presentato una specifica mozione in consiglio comunale affinché l’Amministrazione si dia una smossa almeno su questo argomento scongiurando che le somme concesse vengano disimpegnate e che vengano debitamente impiegate a beneficio del nostro futuro, di alunne e alunni caramanichesi, ai quali vanno i nostri migliori auguri di buon anno scolastico”.

Momar Ndiaye

Un nuovo tesserato per la Lega Salvini Premier di Pescara: Momar Ndiaye, ragazzo senegalese da lungo tempo simpatizzante di Matteo Salvini, era apparso sui canali ufficiali del leader della Lega per una intervista dove si dichiarava sostenitore delle politiche leghiste su immigrazione e sicurezza urbana.

Momar afferma che la Lega non è un partito razzista o xenofobo e che si è sentito subito accolto dall’ambiente pescarese leghista dove , tra i primi, ha avuto modo di conoscere il coordinatore provinciale giovanile Bryan Perfetto, il referente della Val Pescara Daniele Ciacci e il consigliere regionale Vincenzo D’Incecco.

Dopo una serie di incontri amichevoli e di contatti, purtroppo intervallati dall’emergenza Covid, Momar ha deciso finalmente di tesserarsi e di concretizzare un percorso che già seguiva con entusiasmo.

Da venditore ambulante con licenza, afferma che il rispetto delle regole è essenziale e che una politica migratoria seria non può spalancare i confini senza criterio, relegando tanti ragazzi nei centri di accoglienza, senza alcuna speranza per il futuro. Si schiera anche contro chi delinque e degrada la città e la sicurezza dei cittadini, senza distinzioni.

”La sua presenza ci farà vedere alcuni temi da una prospettiva diversa, necessaria al confronto e all’ideazione di politiche serie in alcune materie dove spesso si fa tanta retorica, ma si conclude ben poco. E’ un piacere avere Momar tra noi, un ragazzo per bene e con le idee chiare”.

by Redazione
Abruzzo pride

Dopo gli ultimi avvenimenti è necessario uno scatto di orgoglio della politica abruzzese nella lotta contro le discriminazioni di genere, l’omotransfobia e le violenze che ne scaturiscono.

La società abruzzese d’altronde ha già dimostrato di essere sensibile al tema, ne è un esempio il partecipato AbruzzoPride che si è tenuto la settimana scorsa a Pescara.

Purtroppo nella notte tra il 25 e il 26 giugno a Pescara si è registrata l’ennesima aggressione omofoba ai danni di una giovane coppia “alla quale esprimiamo tutta la nostra vicinanza. Rimaniamo profondamente e negativamente colpiti dall’ostinata opposizione della destra pescarese che ha votato contro l’o.d.g. presentato dal Consigliere Di Iacovo per far costituire il Comune parte civile contro questa e tutte le aggressioni”.

Articolo Uno Pescara dunque, in una nota a firma Francesco D’Agresta, segretario provinciale Articolo Uno Pescara e Mario Mazzocca, già capogruppo di Articolo Uno al consiglio regionale d’Abruzzo affermano anche che: “non sia più rinviabile una legge regionale contro le discriminazioni di genere.  Tale legge è già pronta ed è stata depositata presso il Consiglio Regionale nel settembre 2017 dal gruppo di Articolo Uno dopo un partecipato confronto con le associazioni LGBTQ+”.

Nello specifico la legge prevede:

  • misure per il superamento delle discriminazioni e per la prevenzione e il contrasto alla violenza motivate dall’orientamento sessuale o dall’identità di genere;
  • l’accesso a parità di condizioni agli interventi ed ai servizi di competenza regionale senza alcuna discriminazione determinata dall’orientamento sessuale o dall’identità di genere;
  • l’integrazione tra le politiche scolastiche e formative e le politiche socio-sanitarie;
  • l’istituzione dell’Osservatorio regionale sulle discriminazioni di genere e sull’omofobia nonché la possibilità per la Regione di costituirsi parte civile in quei casi di violenza che siano di particolare impatto e rilevanza sociale nella vita della comunità regionale, devolvendo l’eventuale risarcimento a sostegno delle azioni di prevenzione contro la violenza.

Mario Mazzocca precisa:

Chiediamo alla politica regionale tutta e in particolar modo ai consiglieri regionali di approvare celermente questa legge per dare all’Abruzzo un complesso normativo contro le discriminazioni e la violenza di genere. La legge è pronta, basta solo volerlo.

Aggiunge Francesco D’Agresta:

Da tempo in Abruzzo si manifesta contro le discriminazioni di genere, ora c’è bisogno di una legge, la politica abruzzese deve dimostrare di saper ascoltare i cittadini.

by Redazione
salle

Il consiglio comunale di Salle ha approvato il Programma Triennale dei Lavori Pubblici 2020-22 e il relativo Elenco Annuale 2020: i primi documenti strategici di programmazione e governo del territorio della giovane amministrazione comunale.

Un documento dalla valenza più che strategica dal momento che, essendo all’inizio del mandato amministrativo, assume fondamentale importanza al fine di pianficare gli interventi onde consentire il loro adeguato finanziamento prevalentemente con risorse di natura straordinaria.

Il nostro Piano – dichiara il sindaco Davide Morante – per la prima volta si fonda su di una programmazione strategica articolata in 38 interventi complessivamente spalmati nel triennio e di 22 opere incluse nell’Elenco annuale 2020 alcune delle quali già in fase attuativa. È stato effettuato un notevole sforzo per concretizzare un significativo livello degli investimenti, che si attestano complessivamente in un volume di spesa di circa 9,3 milioni di euro, articolato in 5 diverse tipologie di intervento: riqualificazione delle infrastrutture (1,2 milioni di euro), completamento della viabilità (1 milioni di euro), tutela e valorizzazione ambientale del territorio (3,7 milioni di euro), messa in sicurezza del patrimonio edilizio pubblico (2,5 milioni di euro) e potenziamento urbanizzazioni e servizi (900mila euro)”.

“Un’operazione indispensabile – sostengono il vice sindaco Claudio Fonzo e l’assessore Daniele Di Bartolomeo – se si vuole essere al passo con i tempi e se si vuole avere la capacità di intercettare risorse straordinarie stanziate e già disponibili grazie a misure specifiche adottate dal governo centrale e, in minima parte, dalla regione e da altri soggetti sovraordinati. Non possiamo ritrovarci come nell’agosto scorso quando, causa l’eccessiva sinteticità della precedente stesura del Piano, potemmo inserire solo 2 proposte nelle piattaforme governative per ottenere fondi statali che comunque si è riusciti a concretizzare. Il nostro programma si fonda su una visione d’insieme, capace di riprogettare il territorio e attuare progressivamente i vari interventi nel medio termine”.

Tra le iniziative specifiche si segnalano:

  1. Il riuso del patrimonio storico ed architettonico sarà interessato da una decisa accelerazione, con l’intervento di messa in sicurezza del palazzo (per esso solo recentemente si sono resi disponibili risorse per 530mila euro), riuso polifunzionale della Chiesa SS.Salvatore di Salle Vecchia ed il recupero dell’edilizia residenziale pubblica ed il potenziamento del “Museo delle Corde Armoniche”;
  2. Gli interventi di miglioramento e sistemazione della viabilità urbana ed extraurbana, adottando azioni volte a riqualificare gli spazi pubblici comunali mediante opere di arredo urbano e rimozione delle barriere architettoniche, oltre al ripristino della strada comunale per Salle Vecchia (per la quale è in fase di affidamento il 1° intervento di circa 200mila euro con fondi calamità 2017);
  3. La progressiva attuazione di un generale “Intervento di consolidamento e messa in sicurezza del territorio comunale”, tento negli abiti residenziali quanto nel territorio extraurbano, per i quali si è riusciti a completare progettazioni esecutive per un importo di 2 milioni di euro;
  4. L’integrale ridefinizione del quadro infrastrutturale del paese, dalla messa in sicurezza dell’impianto di pubblica illuminazione al “Piano Cimiteriale”, dall’adeguamento anti-sismico di ponti e infrastrutture comunali alla realizzazione piattaforma di eliatterraggio (con un investimento di oltre 500mila euro);
  5. Un piano di interventi condiviso con gli enti preposti alla tutela ambientale e storico-architettonica, in primis ente Parco Majella e Soprintendenza, costitutivi di un complessivo progetto organico di valorizzazione delle emergenze negli ambiti territoriali del Morrone e della Valle dell’Orta: dalla pedemontana SalleRoccacaramanico al parco fluviale didattico sul Rio Maggio, dall’intervento di valorizzazione storico-turisticodivulgativa al riuso del patrimonio comunale (mulino sull’Orta, cimitero di Salle Vecchia, Fonte del Colle, Rifugio laccio Grande, spazio verde edifici ex Ater, Chiesa SS.Salvatore di Salle Vecchia, alpeggio comunale), per un investimento complessivo stimato in 1,8 milioni di euro.
by Redazione
pianella

L’amministrazione comunale di Pianella ha approvato all’unanimità due mozioni presentate dai consiglieri di opposizione Giansante Anna Bruna, Sposo Denis e Annaida Sergiacomo del gruppo consiliare Vivere Pianella.

La prima mozione prevede la Ristrutturazione e messa in sicurezza del campo da basket adiacente il plesso della Scuola Primaria della Frazione di Cerratina.

“Da troppo tempo – affermano i consiglieri – la recinzione dell’area era danneggiata in più punti e non adeguata ad impedirne in alcun modo l’ingresso. L’area è stata più volte oggetto di danneggiamenti da parte di malintenzionati. Nelle ore notturne, non risulta illuminata e non sono presenti telecamere di sicurezza che permettano di controllare eventuali atti vandalici, inoltre, il campo e i relativi canestri risultano vetusti e danneggiati”.

La seconda mozione invece riguarda le eco isole per rifiuti da fornire di apparecchiature elettriche ed elettroniche.

“Abbiamo previsto – affermano i consiglieri di Vivere Pianella – l’identificazione di piccole isole ecologiche (riciclerie) nel territorio comunale, per un totale di quattro zone (una a Cerratina, una a Castellana, una in zona Santa Lucia e l’altra in zona Carmine)”.

A controllo delle aree dove verranno posizionate le attrezzature, un sistema di videosorveglianza al fine di monitorare l’afflusso degli utenti e verificare i conferimenti nonché come deterrente di atti vandalici e abbandono illecito di rifiuti.

“Con l’introduzione delle isole ecologiche contribuirà a migliorare la raccolta differenziata e rappresenterà un ulteriore passo verso un ciclo virtuoso di gestione dei rifiuti. Siamo soddisfatti – concludono i consiglieri – di aver ricevuto voto favorevole da parte di maggioranza ed opposizione. il lavoro a favore di Pianella e la politica costruttiva sono da sempre la nostra priorità”.

by francesca
pianella

La seconda seduta in videoconferenza del consiglio comunale di Pianella, ha dato il via libera al bilancio di previsione, al Documento unico di programmazione, al Piano delle valorizzazioni e alienazioni e al Piano triennale delle opere pubbliche.

“ Si tratta – esordisce il sindaco Sandro Marinelli – dei documenti che disegnano la strategia dell’ente per il prossimo triennio e che abbiamo costruito gettando le basi per affrontare la difficilissima sfida che abbiamo davanti e che, insieme al grande spirito di laboriosità dei nostri commercianti, imprenditori, artigiani e professionisti, vogliamo a tutti i costi superare nel più breve tempo possibile.”

“ Il bilancio – spiega il primo cittadino continua nell’opera di spending review, poiché tiene saldamente sotto controllo la spesa corrente e la spesa del personale, al quale deve essere rivolto un plauso poiché già ridotto in organico e con tutte le difficoltà legate al lavoro agile che l’ente ha osservato in questi ultimi mesi, ha davvero compiuto un lavoro straordinario per dare tempestivo e puntuale seguito a tutti i obiettivi che l’amministrazione ha via via proposto; nonostante la programmazione non preveda nuovo indebitamento, visto l’oneroso disavanzo storico che ci siamo accollati dal 2013, grazie all’apporto di capitale derivante dal piano delle valorizzazioni immobiliari saremo in grado di co-finanziare tutti gli interventi generati dalla proficua attività di reperimento di finanziamenti a tutti i livelli, mobilitando nel triennio risorse per nuove opere per circa 20 milioni di euro, tra le quali le ultime opere sul patrimonio scolastico (infanzia Castellana, nuovo polo Cerratina, Primaria Pianella capoluogo e nuova palestra), che porranno l’edilizia scolastica pianellese ad un livello di eccellenza sia in tema di sicurezza che di efficienza energetica, ma voglio citare tra le tante anche l’imminente avvio dei lavori per la nuova sede del distretto Asl, mediante un’opera di completa ristrutturazione ed adeguamento sismico dei locali ex giudice di pace (€ 350.000), l’ultimo lotto di completamento della Chiesa di S. Antonio (€ 320.000),la realizzazione del manto sintetico allo stadio Di Benedetto (€ 600.000), ristrutturazione mercato coperto e palazzo De Caro e tanto altro.”

“L’obiettivo – conclude il sindaco – è in primo luogo quello di far partire il maggior numero di appalti per immettere sul territorio risorse che direttamente ed indirettamente genereranno beneficio alle nostre imprese per accedere, subito dopo l’approvazione del bilancio, alle possibilità di sospensione e rinegoziazione messe in campo dalle banche private e da CDP, per liberare liquidità per finanziare le maggiori spese derivanti dall’emergenza Covid e porre in essere ogni ulteriore possibile forma di sostegno alle nostre imprese.”

“ La generale preoccupazione per il calo di entrate dei comuni – spiega l’assessore ai tributi Marco Pozzi, di recente entrato a far parte di Italia Viva – ci impone una strategia in grado di liberare liquidità, ma è evidente, come rimarcato da Matteo Renzi nel suo intervento al Senato, che risulta necessario indurre il governo a muoversi con rapidità ed in maniera incisiva, soprattutto per garantire risorse vere ai comuni che, altrimenti, a breve, potrebbero vedersi costretti ad interrompere l’erogazione dei servizi essenziali.”

In coda al consiglio approvate all’unanimità dei presenti anche due mozioni, una per la riqualificazione del campetto di basket attiguo alla scuola elementare di Cerratina ed un’altra per l’avvio delle ecoisole e dell’ecocentro, già presenti nella convenzione stipulata tra il Comune e la Cosvega, nuovo gestore del servizio di igiene urbana.

by Redazione