Search

Tag Archives: MuMi

Abruzzo in Miniatura

Continuano gli appuntamenti culturali al Parco Museale Abruzzo in Miniatura (piazza San Domenico, 1 Francavilla al Mare) all’interno del MuMi: domenica 24 alle ore 16,30 si potrà imparare a costruire un libro con il laboratorio di Rilegatura di un libro dedicato ai ragazzi e ragazze dai 6 anni in su a cura della casa editrice di Pescara Edizioni Liberatore.

Un pomeriggio dunque originale, diverso durante il quale i partecipanti potranno imparare a comporre un libro; a capire come le pagine insieme si possono unire e realizzare un qualcosa di unico che dà emozioni, condivisioni chiamato libro.

“Uso impropriamente il termine ‘costruire’ perché mi sono reso conto che il concetto di rilegare un libro per molti è un concetto ignoto – spiega Massimo Liberatore editore della Edizioni Liberatore – La finalità di questo laboratorio dunque è insegnare ai bambini a entrare nel mondo del libro: dalla cucitura alla costruzione della copertina, cioè tutti i passaggi che occorrono per creare un testo. Sarebbe bello, proprio nella giornata di domenica, riuscire a creare un gruppo e scrivere storie al fine di creare un vero e proprio libro da commercializzare. L’Abruzzo in Miniatura? Non si poteva scegliere un posto più magico; sono davvero contento di averlo conosciuto e spero venga visitato da sempre più persone perché merita. A tal proposito ringrazio il presidente Livio Bucci e la vice presidente Annalisa Di Tizio per avermi dato questa opportunità”.

Anche divertimento al termine al laboratorio: è infatti previsto uno spettacolo di improvvisazione teatrale in collaborazione con la compagnia Estrodestro.

“Faccio anche teatro con loro – aggiunge Massimo Liberatore – e domenica faremo uno spettacolo teatrale di improvvisazione sulle favole, ma vediamo il target dei partecipanti. Il bello dell’improvvisazione è che si può fare ciò che si vuole, quindi… vedremo cosa accadrà”.

Il costo del laboratorio è di 15 euro con prenotazione obbligatoria la 349 7521951.

EDIZIONI LIBERATORE La Edizioni Liberatore nasce nel 2014 dalla passione per i libri e dalla ventennale esperienza lavorativa nel campo della rilegatoria del suo fondatore, Massimo Liberatore. La peculiarità di questa casa editrice è che tutti i volumi sono realizzati a mano, fondendo le antiche tecniche di rilegatura artigianale all’uso di mezzi moderni; questo modo di operare consente all’autore, che si avvicina al mondo dell’editoria, di avere la possibilità di scegliere il numero di copie da realizzare senza alcun vincolo di tiratura minima. La Edizioni Liberatore si propone di “coinvolgere” lo scrittore in tutte le fasi di realizzazione dell’opera, seguendo i suoi dictat riguardo la realizzazione della copertina, la stesura e le correzioni delle bozze. L’attività della casa editrice non si limita alla sola pubblicazione e pubblicizzazione-diffusione del libro, ma si vede attiva nel territorio pescarese attraverso la realizzazione di corsi di scrittura creativa e rilegatura per bambini e ragazzi, così da poter realizzare il proprio volume passando da una semplice idea fino ad arrivare alla realizzazione manuale del libro.

ESTRODESTRO nasce nel 2012 a Pescara ed è la prima Scuola di Improvvisazione Teatrale in Abruzzo. La sua finalità principale era quella di diffondere l’arte dell’Improvvisazione Teatrale nel territorio abruzzese attraverso corsi e spettacoli. Successivamente, per soddisfare le richieste di un numero crescente di iscritti, ha attivato anche percorsi paralleli o complementari all’improvvisazione come corsi sulla comicità, recitazione, scrittura creativa e laboratori di approfondimento tematici.

by Redazione
Piazzola

Appuntamento domenica 12 settembre alle ore 21 al Chiostro del MuMi con il gruppo musicale Lo Que Vendrà che presenta Piazzola 100, un omaggio al grande rivoluzionario del tango.

L’Abruzzo in Miniatura e il MuMi dunque, tornano ad ospitare la grande musica dopo il successo del concerto di Michele Di Toro lo scorso mese di agosto.

Al centro del palco sempre il pianoforte ma, questa volta, a risuonare saranno le note del tango argentino e del suo autore più rappresentativo: Piazzolla infatti fu l’inventore del cosiddetto “nuevo tango” il quale si differenzia dal tango tradizionale perché incorpora elementi presi dalla musica jazz e fa uso di dissonanze e altri elementi musicali innovativi.

La TangOrchestra Lo Que Vendrà con il concerto Piazzolla 100 regalerà agli ospiti presenti emozioni uniche e suoni che riportano alla terra argentina.

Lo Que Vendrà, un po’ di storia

Il gruppo musicale nasce nel 2005 sotto la direzione artistica di Simone Marini e Daniela Fidanza, con l’intento di percorrere le tappe fondamentali degli autori che hanno contribuito allo sviluppo del repertorio classico e contemporaneo del tango argentino.

Il gruppo è composto da quattro elementi: Daniela Fidanza – Pianoforte, Mario Pace – Violino, Claudio Marzolo – Contrabasso e Nicolas Maceratesi – Bandoneon.

La TangOrchestra ha al suo attivo più di 200 concerti svolti in Italia e all’estero, accompagnando da artisti di fama mondiale come Roberto Herrera y Laura Legazcue, Sergio Natario y Alejandra Arrue’, Gustavo Saenz, Roxana Fontan e tanti altri.

 

Per assistere al concerto, il biglietto potrà essere acquistato su https://billetto.it/ al costo di 10 euro. Accesso consentito ai soli possessori di Green Pass.

 

Era il 27 agosto 2020 e il suo sogno cullato per 30 anni da Livio Bucci diventa realtà: L’Abruzzo in Miniatura, costruttori di emozioni apre le porte al pubblico.

E lo fa in uno scenario unico: il MuMi sito in piazza San Domenico, 1 a Francavilla al Mare; un luogo che suggestiona per la sua maestosità interna grazie alle due preziosissime tele, “Le Serpi” e “Gli Storpi” realizzare dal Maestro Francesco Paolo Michetti. Maestosità che all’esterno è regalata dal chiostro e da due ballatoi mozzafiato vista mare.

Ed è qui dunque che, da un anno, il presidente Livio Bucci presenta al pubblico oltre 120 opere (molte altre in fase di realizzazione), che riproducono su scala l’Abruzzo; riproduzioni fatte interamente a mano con materiali diversi come pietra e legno anche grazie all’aiuto di preziosi collaboratori.

Un anno in cui il parco museale che l’emergenza sanitaria non ha fermato: durante i lunghi periodi di lockdown infatti, Bucci e i suoi collaboratori hanno lavorato su nuove opere, creato rete con le associazioni turistiche del territorio e realizzato il Centro Didattico coordinato da Christian Dolente.

Insomma, niente si è ferma tutto è in movimento; lavoro “dietro le quinte” che ha dato e sta dando i suoi frutti con l’emozione e la magia che i visitatori vivono ogni giorno entrano nel parco museale.

“Un bilancio molto positivo. Ci aspettavamo buoni risultati ma siamo davvero andati oltre ogni aspettativa – dichiara il direttore dell’Abruzzo in Miniatura Livio Bucci (nella foto)– E’ bellissimo ed emozionate vedere tante persone così felici e soddisfatte dopo aver visitato il parco museale. Sinceramente non mi aspettavo, dopo le chiusure obbligate, tutto questo affetto dal pubblico proveniente anche dalle altre regioni italiane, complice il periodo di vacanze. E’ molto bello e per me gratificante inoltre vedere tanti bambini e tante scolaresche all’interno della struttura estasiati e a volte increduli nel vedere le loro città riprodotte in piccolo Ringrazio – conclude Bucci – l’amministrazione comunale di Francavilla e la città di Francavilla al Mare per averci donato un luogo così importante e maestoso”.

“Ad un anno dall’apertura del parco museale Abruzzo in Miniatura – afferma Dominique Di Stefano, responsabile Marketing turistico – possiamo affermare che il risultato è più che soddisfacente. Lo confermano i numeri avuti, l’interesse del pubblico e non solo. Infatti, nell’arco dell’anno siamo riusciti a far convogliare un gran numero di persone all’interno del parco organizzando numerosi eventi, campus estivi e visite gioco per bambini e famiglie, visite guidate a tema nel weekend. Nonostante i vari periodi di chiusure e restrizioni legate al virus non ci siamo mai fermati sfruttando questo tempo non solo realizzando altre opere ma anche facendo molta promozione sui social, stando vicino a chi ci segue e incuriosendo il pubblico. L’inverno inoltre, è stato il momento per rinforzare le storiche collaborazioni, Abruzziamo, Destination Abruzzo, Fantastico Abruzzo, e crearne delle nuove come con Il Bosso, leader del turismo ambientalistico abruzzese, Il Mondo Attraverso, una nuova realtà che ha l’obiettivo di fare conoscere l’Abruzzo fuori dai confini regionali. Il nostro progetto – conclude Di Stefano – resta ambizioso e vogliamo continuare a creare i fili conduttori fra i vari partner del turismo locale per poter proporre ai turisti, e non solo, il meglio che la regione è in grado di offrire, il tutto partendo dall’Abruzzo in miniatura; il nostro obiettivo è dunque quello di regalare ai nostri ospiti un’esperienza che vada al di là della semplice visita al parco… Regalare un’emozione”.

 “Alla luce delle restrizioni dovute al periodo drammatico relativo al Covid – spiega Christian Dolente coordinatore del Centro didattico dell’Abruzzo in Miniatura e responsabile dei servizi educativi – e in conseguenza delle normative che hanno regolato e regolano il flusso e gli accessi ai musei, il Centro didattico ha registrato una buona attenzione da parte degli utenti. Il bilancio che andiamo a tracciare, più che positivo, tiene conto della lunga e dolorosa chiusura del parco museale e quindi possiamo prendere in considerazione i mesi che vanno da maggio ad oggi. Le iniziative relative alle visite per adulti sono state numerose e continuano a destare interesse da parte di un pubblico che si appassiona sempre di più a questa lettura unica del territorio abruzzese. Stesso dicasi delle attività rivolte alle famiglie. Anche il Campus Estivo, novità assoluta per Francavilla al Mare – conclude Dolente – nonostante le famiglie abbiano scelto location all’aperto e attività sportive, ha fatto registrare una buona presenza da parte dei bambini. In occasione del compleanno dell’Abruzzo in Miniatura, venerdì 27 agosto, dalle 9 alle 12.30, si terrà un laboratorio sull’arte contemporanea, rivolto ai bambini dai 5 anni in su. La quota sarà di 12 euro a bambino, fratelli 10 euro”.

by Redazione
francavilla

Prosegue la rassegna estiva degli eventi organizzati dal parco museale Abruzzo in Miniatura, sito all’interno del MuMi in piazza San Domenico 1 (Francavilla al Mare).

Prossimo appuntamento in calendario, una serata evento con il noto talento abruzzese del pianoforte Michele Di Toro.

La kermesse musicale, in programma sabato 7 agosto alle 21.30, nella cornice del chiostro del Museo Michetti, sarà condotta da Bruna Silvidi, psicologa e psicoterapeuta dell’Ausl di Pescara:

 Felicissima di presentare il concerto del Maestro Michele Di Toro – ha detto Bruna Silvidi – Grazie all’eccellente organizzazione dell’Abruzzo in Miniatura, presieduto dal bravissimo artista Livio Bucci, anima del progetto.

Si ringraziano per il supporto lo studio D’Agostino & Partners e l’associazione “Ruote Classiche Teatine” che esporrà auto d’epoca nel contesto dell’evento.

In ottemperanza alle nuove normative anti Covid, l’ingresso sarà consentito solo ai possessori di green pass.

Posti limitati – Prenotazione obbligatoria su: www.billetto.it

by Redazione
Miglianico Insieme

Lo scorso 23 luglio l’associazione Miglianico Insieme ha visitato il parco museale Abruzzo in Miniatura (all’interno del MuMi a Francavilla al Mare) con una visita guidata tenuta dal coordinatore del Centro Didattico del parco Christian Dolente.

Un viaggio emozionante alla scoperta della storia e delle curiosità della nostra regione attraverso i castelli e le opere più significative realizzate dal presidente dell’Abruzzo in Miniatura Livio Bucci e dai suoi collaboratori.

I partecipanti alla visita sono altresì rimasti colpiti dalla precisione e dalla minuziosità dei particolari delle riproduzioni che davvero fanno, in circa 80 minuti, fare il giro dell’Abruzzo tra storia, geografia e tradizioni regionali.

“Nell’era del digitale, in cui siamo tutti abituati a fare tutto davanti agli schermi, visitare i musei è un’esperienza concreta e reale – ha dichiarato il presidente dell’associazione Miglianico Insieme Sandro Di Prinzio – che permette di confrontarsi con la storia, di conoscere la geografia, di scoprire tradizioni, di mettersi in relazione con il nostro territorio. Questo è lo spirito che ha portato l’associazione a partecipare a una visita guidata al parco museale Abruzzo in Miniatura, presso il MuMi di Francavilla al Mare”.

by Redazione
Abruzzo in Miniatura

Proseguono con un buon riscontro di pubblico gli appuntamenti organizzati dal Centro didattico del parco  museale Abruzzo in Miniatura, presso il MuMi di Francavilla al Mare. Gli incontri sono inseriti nel contesto di una variegata offerta per adulti e bambini: la proposta formativa per i più piccoli coinvolge bimbi dai 6 anni in su, tra campus, laboratori e attività didattiche gestite da un team di docenti specialisti del settore.

Il programma delle iniziative prevede anche visite gioco per famiglie (ogni sabato dalle ore 18 a partire dal 26 giugno fino al 31 luglio) e visite guidate tematiche per adulti (ogni venerdì dalle ore 19.15 a partire dal 25 giugno fino al 30 luglio).

Ne parliamo con Christian Dolente, coordinatore del Centro didattico dell’Abruzzo in Miniatura e curatore di servizi didattici museali.

Qual è il target delle visite tematiche guidate all’interno dell’Abruzzo in Miniatura? Ed esistono realtà paesaggistiche e strutturali ignote agli stessi abruzzesi?

“Le visite tematiche, e nello specifico quelle che si terranno il venerdì nel tardo pomeriggio a partire dal 25 giugno, sono rivolte  ad un pubblico adulto  e si configurano come  un’occasione unica  per poter scoprire o approfondire la storia della nostra splendida regione. Una terra, quella d’Abruzzo, ricca di cultura, di archeologia, di storia, di arte e caratterizzata da una varietà di paesaggi sorprendenti e diversi tra loro. Il parco museale  Abruzzo in Miniatura e le affascinanti opere di Livio Bucci, che già di per sé incantano il visitatore, acquisiscono un valore aggiunto se raccontate attraverso i numerosi e diversificati percorsi tematici”.

 Quanta storia d’Abruzzo bisognerebbe ancora valorizzare per promuovere una regione che ha ancora tanta bellezza da offrire? 

“Ritengo che gli abruzzesi abbiano il dovere di conoscere la storia della propria regione e del proprio territorio. La valorizzazione e la promozione del patrimonio culturale passano attraverso la conoscenza, la consapevolezza ed il sentimento di appartenenza. Il Centro didattico del parco museale, costituito da professionalità di alto profilo, ha tra gli obbiettivi cardine quello di sensibilizzare il pubblico degli adulti attraverso delle iniziative di tipo culturale”.

Le visite gioco per famiglie che tipo di coinvolgimento e di apprendimento creano per grandi e piccini?

“Le attività didattiche destinate alle famiglie nel solo mese di maggio hanno fatto registrare grande interesse e partecipazione in quanto diventa l’occasione per  trascorrere  insieme un paio d’ore condividendo un’esperienza piacevole e formativa. I percorsi gioco proseguiranno durante l’estate con gli appuntamenti del sabato pomeriggio elaborati da Valeria Gambi, Maria Fantone, Silvia Checchia e dal sottoscritto”.

Dal 14 giugno scorso fino al 13 agosto è in calendario il Campus per bambini: quali attività sono contemplate nel programma e che riscontro ha già ricevuto dai genitori dei partecipanti?

“Il Campus estivo dell’Abruzzo in Miniatura rappresenta una novità assoluta per Francavilla al Mare in quanto si svolge all’interno di un contesto museale. Ottimo riscontro da parte dei genitori contenti di affidare i propri figli a dei professionisti esperti di didattica museale. Certo sono attività educative e formative ma che garantiscono comunque un sano divertimento. Diverse le proposte da segnalare: archeologia, storia, arte, fotografia, tradizioni e racconti popolari”.

Sul carnet degli appuntamenti ecco i prossimi incontri:

-venerdì 25 giugno ore19.15: “La regione dei 1000 castelli” (visita guidata tematica per adulti)

-sabato 26 giugno ore18: “Indagini al museo” (visita gioco per famiglie)

Prenotazioni obbligatorie

Info: segreteria didattica 388 2408406 (lunedì-martedì-venerdì ore 15-18 mercoledì-giovedì ore 9-13) – didattica.abruzzoinminiatura@gmail.com

www.abruzzoinminiatura.it

 

by Redazione
abruzzo in miniatura

Nasce una nuova sinergia tra l’Abruzzo in Miniatura e il mondo scolastico: il sodalizio giunge a corollario della visita al Museo Michetti di Fancavilla al Mare da parte di Federica Chiavaroli, presidente di due note scuole paritarie pescaresi: l’innovativo polo liceale Maior e lo storico istituto tecnico Mecenate.

L’Abruzzo in Miniatura, presieduto da Livio Bucci, col suo patrimonio artistico, storico e paesaggistico regionale riprodotto minuziosamente in scala, ha letteralmente ammaliato la dirigente scolastica catturandone l’attenzione e producendo lo stimolo per intessere una rete con le attività di laboratorio della scuola.

La media Maior, infatti, prevede un ampio ricorso alla didattica laboratoriale con approcci sperimentali che coniugano tradizione e innovazione.

“Un luogo sorprendente, non mi aspettavo di trovare tanta ricchezza di particolari e di Abruzzo – ha detto Federica Chiavaroli al termine della visita – Credo infatti che questo luogo debba essere visitato prima di tutto da noi che abitiamo questa bellissima regione. Rinnovo i complimenti a Livio Bucci per il coraggio, la determinazione e la perseveranza: in 30 anni ha realizzato un progetto ambizioso che ha richiesto anche tanta pazienza prima di vederlo prendere vita. Sono sicura che nasceranno bellissime collaborazioni tra l’Abruzzo in Miniatura e le mie scuole, soprattutto il liceo e la scuola media Maior”.

Il presidente Bucci ha accolto con grande partecipazione e spirito di iniziativa la proposta formativa:

Sono sempre propenso ad intraprendere percorsi orientati verso la promozione della cultura e della conoscenza del nostro territorio. L’Abruzzo in Miniatura si configura come hub in cui confluiscono vari segmenti atti a portare in auge il nome dell’Abruzzo.

Un’altra figura illustre si è recata in visita nei giorni scorsi per ammirare le meraviglie dell’Abruzzo in Miniatura: si tratta dell’artista musicale Michele Di Toro, eccellenza abruzzese del pianoforte.

by Redazione
Abruzzo in Miniatura

Il parco museale l’Abruzzo in Miniatura, sito all’interno del MuMi a piazza San Domenico, 1 (Francavilla al Mare), non si ferma. Anzi, il lavoro del presidente Livio Bucci e dei suoi collaboratori è più attivo che mai in attesa di riaprire le porte al pubblico.

Oltre 100 infatti le opere già esposte all’interno del parco-museo e tante altre sono in fase di lavorazione.

Ma L’Abruzzo in Miniatura non è solo arte in senso stretto, ma molto di più: in questo lungo periodo di chiusura, in tanti sono stati gli artisti abruzzesi che hanno donato al parco museale, e al suo presidente Livio Bucci, una quantità incredibile di capolavori provenienti da tutto il mondo delle arti: dai quadri, alle sculture, passando per le ceramiche di Castelli per giungere all’arte orafa.

In questo senso il presidente Bucci è lui stesso un orafo che ha trovato in tanti suoi colleghi un’enorme disponibilità alla collaborazione e partecipazione all’interno dell’Abruzzo in Miniatura.

Arte e non solo perché nel parco-museo c’è spazio anche per la cultura: la piccola biblioteca sta crescendo grazie ai tantissimi scrittori e autori d’Abruzzo che hanno donato centinaia di libri.

Un momento di condivisione e incontro che al più presto si spera di toccare con mano all’interno della splendida sala Michetti che sarà sede di eventi e appuntamenti vari.

Molti di questi saranno di natura culturale e, soprattutto letterari: le case editrici e gli autori che vorranno far conoscere e presentare la loro opera, avranno modo di vivere la magia della sala Michetti, ammirare le due tele del maestro e godere delle miniature all’interno del parco museale.

Eventi letterari che saranno moderati dalla giornalista e scrittrice Francesca Di Giuseppe.

Info: www.abruzzoinminiatura.it

by Redazione
turismo regionale

Un hub in cui confluiscono le variegate realtà turistiche regionali: è una delle molteplici sfaccettature con cui si configura il Parco museale Abruzzo in Miniatura.

La nostra regione, a vocazione prettamente turistica, con un incoming aeroportuale in costante incremento, offre un potenziale paesaggistico e architettonico di alto profilo.

Un patrimonio che ad oggi viene sintetizzato fedelmente dalle riproduzioni in miniatura del Parco museale presieduto da Livio Bucci, divenuto sede e quartier generale di una rete capillare di associazioni turistiche regionali quali I borghi più belli d’Italia ed enti esterni al territorio come Destination Abruzzo che ha già fatto conoscere il progetto a New York; altre partnership sono state attivate con AbruzziAMO e Fantastico Abruzzo.

Ma L’Abruzzo in Miniatura ha esteso il suo fascino anche in direzione est verso il Medio Oriente, catalizzando l’attenzione degli Emirati Arabi.

Il tutto coordinato dalla dottoressa Dominique Di Stefano, responsabile dell’area Turismo all’interno dell’Abruzzo in Miniatura.

“All’interno del parco museale, non solo opere del nostro territorio riprodotte in scala – spiega il presidente Livio Bucci – ma stiamo mettendo su una vera e propria rete turistica regionale. Cosa vuol dire? Che puntiamo a diventare un hub per tutti i tour operator del territorio: I Borghi più belli d’Italia per fare un esempio saranno nostri partner; AbruzziAMO, Destination Abruzzo che fa conoscere la nostra regione a New York, Giallonardo Viaggi e tanti altri si sta stanno via via aggiungendo. Un punto d’incontro e di confronto per tutte queste realtà che hanno, come noi, a cuore il turismo regionale insieme a grandi aziende che già collaborano con noi”.

Dunque, l’Abruzzo in Miniatura non si ferma: il parco museo è chiuso a causa dell’emergenza sanitaria ma, presidente e il suo staff non lasciano nulla al caso.

“Ringrazio tutti gli operatori turistici per la grande stima e fiducia che mi stanno dimostrando – ci tiene a precisare il presidente Bucci – Già dalla prima volta che li ho incontrati, tutti hanno sottolineato la qualità e l’unicità del progetto a livello nazionale”.

Ultima novità, ma solo in ordine di tempo, un’Associazione Culturale di Promozione Sociale ed Economico-Finanziaria, dal nome Cultura & Finanza: “Mi hanno contatto per essere parte di questo progetto che punta a raccontare e parlare del business nell’ambito culturale” chiude Livio Bucci.

by Redazione
Abruzzo in Miniatura

L’Abruzzo in Miniatura va avanti nel suo percorso di conoscenza dell’Abruzzo fuori dalla regione; il presidente Livio Bucci e il suo staff non si fermano.

Lavori in corso all’interno del parco museale L’Abruzzo in Miniatura sito all’interno del MuMi (piazza San Domenico, 1 Francavilla al Mare); Livio Bucci è sempre all’opera e sono attesi nuovi capolavori attualmente in fase di completamento.

Si lavora anche fuori però: tante le nuove collaborazioni con associazioni turistiche regionali come AbruzziAMo, enti e associazioni esterne al territorio come gli abruzzesi nel mondo, Destination Abruzzo che ha già fatto conoscere il progetto a New York.

Ma L’Abruzzo in Miniatura ha già fatto innamorare anche gli Emirati Arabi che, come riferisce il presidente Livio Bucci, non vedono l’ora di venire in Italia e visitare il Parco.

Presidente che si dice altresì orgoglioso e soddisfatto di quanto fatto fino a questo momento, così come è entusiasta delle collaborazioni instaurate.

Una new entry nello staff dell’Abruzzo in Miniatura è Dominique Di Stefano (nella foto con il presidente Livio Bucci), esperta del settore del turismo che avrà, tra gli atri, il ruolo di promuovere il progetto nel mondo:

Cercheremo di far conoscere fuori dai confini regionali un posto meraviglioso con all’interno parchi naturali, castelli e tanto altro in grado di raccontare secoli di storia.

La fortuna è quella di averli tutti insieme nel Parco museale, all’interno del MuMi, che dà la possibilità al visitatore di ammirarli minuziosamente e in tranquillità, e a noi operatori turistici di portarli fuori e magari far conoscere ancora di più la nostra terra.

Obiettivo? Direi più una sfida: interessare un pubblico sempre più grande, anche quello che non ha legami con le tradizioni abruzzesi e farlo innamorare di quella che è la regione cuore verde d’Europa.