Search
Sport e inclusione

Si riparte, l’abbiamo pensato partendo da un luogo un particolare, dove nell’immaginario collettivo è considerato uno spazio rilegato a ciò che degrado, alle ombre, dove si entra con il peccato, si esce da peccatori.

Così il Presidente US ACLI Pescara Adamo Scurti racconta il valore di questo nuovo progetto ludico, sociale e sportivo che inizierà sabato 8 maggio per una ventina di detenuti nel penitenziario di Pescara.

Nel dettaglio, si tratta di due corsi: uno per animatore ludico sportivo, l’altro sul fumetto sportivo; alla fine dei quali è previsto anche un premio letterario.

“Il progetto di natura ministeriale in realtà – precisa Adamo Scurti – è nato nel 2019/2020 al quale abbiamo prontamente aderito ma che, purtroppo, la pandemia ha bloccato. Previa autorizzazione degli organi competenti, prevediamo anche un momento all’esterno del penitenziario di pratica. Un’iniziativa alla quale i detenuti hanno aderito con convinzione anzi, hanno chiesto di essere di più; per il momento dal penitenziario hanno dato la disponibilità per 20 detenuti ma saremo pronti per una nuova edizione. Ringrazio per la collaborazione – continua Scurti – Antonio Di Cecco, Giuseppe Gozzo, Giacomo Fortuna, Antonio Vinci, Beniamino Cardines, Tania Tacconella, Guido Barbuscio, Angela Trovarelli, Manuela Trovarelli”.  

6 Maggio 2021