Search

Author Archives: Redazione

Export abruzzese

I danni causati dalla pandemia all’export abruzzese risparmiano il comparto farmaceutico, che grazie alle sue performance permette di contenere una crisi generale, ed alla provincia aquilana di imporsi con il risultato di gran lunga migliore tra i diversi territori.

Tutto questo mentre crollano i risultati di altri settori, a cominciare dalla produzione di mezzi di trasporto, che da sempre rappresenta la punta di diamante dell’export regionale.

E’ quanto emerge dallo studio realizzato per la Cna Abruzzo, su dati Istat, da Aldo Ronci, relativo all’andamento delle esportazioni tra gennaio e settembre dello scorso anno: una ricerca in cui spicca soprattutto il risultato clamoroso del settore farmaceutico.

“L’export degli articoli farmaceutici – illustra l’autore – registra uno strepitoso incremento di 229 milioni, che in percentuale vuol dire 107,8% in più, 14 volte superiore a quello italiano che è del 7,6%”. 

Un risultato lusinghiero che conosce una destinazione su tutte: gli Stati Uniti e il loro mercato, che assorbono ben 228 milioni complessivi.

Il risultato, di per sé eccezionale, consegna al territorio aquilano, dove hanno sede gli stabilimenti più importanti, il primato assoluto in Abruzzo: anche perché è l’unico a poter esibire il segno “+” davanti ai suoi valori, visto che nell’insieme vanta un aumento di 244 milioni di euro, cui conferisce un sostegno poderoso proprio il comparto della farmaceutica, con ben 205 milioni di incremento.

Come detto, però, la crisi generata dal Covid-19 ha inciso profondamente in negativo sui risultati complessivi dell’export.

Lo confermano innanzi tutto i valori assoluti: perché se nei primi nove mesi del 2019 ammontava complessivamente a 6 miliardi e 478 milioni, dodici mesi dopo l’Abruzzo deve fare i conti con cifre assai ridimensionate (5 miliardi e 752 milioni) che si traducono in una flessione di ben 726 milioni.

E poi perché ad essere colpito nel modo più pesante è stato soprattutto il settore dei mezzi di trasporto, che ha subito una caduta di 654 milioni, con una decrescita del 19%.

Con il farmaceutico, dice ancora lo studio, a passarsela bene sono stati anche il settore delle apparecchiature elettroniche, cresciuto di 36 milioni (+24,2%) e quello dell’alimentare (+19 milioni).

Quanto ai territori, ovviamente, a determinare le gerarchie nella classifica dei risultati ottenuti è l’andamento dei settori di riferimento.

Così, se la farmaceutica ha permesso all’Aquilano di diventare la sola provincia con valori positivi (+244 milioni), la caduta speculare dei trasporti sospinge il Chietino all’ultimo posto (-753 milioni), con note assai negative anche per plastica e gomma (-88 milioni) e macchinari (-48).

Anche il Teramano presenta un quadro in evidente affanno (-215 milioni, ben 81 dei quali provocati dai problemi dell’abbigliamento), mentre il solo Pescarese resta più o meno in linea di galleggiamento: solo 2 milioni di perdite.

 

by Redazione
dante

Nel 2021 ricorre il settimo secolo della morte del sommo poeta Dante Alighieri, all’anagrafe Durante Alighiero degli Alighieri nato a Firenze nel 1265 e morto a Ravenna nel 1321; sarebbe bello ricordare il padre della nostra lingua italiana limitando il ricorso delle espressioni in altre lingue, normalmente usate e/o abusate nel comune linguaggio che quotidianamente usiamo, almeno per questo anno in cui celebriamo il settimo secolo della sua scomparsa.

Ci riusciremo? Bella sfida vedremo come andrà a finire, Dante fu oltre che un linguista, teorico politico e filosofo, un personaggio che segnò il trionfo della lingua italiana (volgare) su quella latina, accessibile ai soli aristocratici e che pertanto escludeva i più dal contesto culturale, infatti egli espresse nel suo De Vulgari Eloquentia la naturalezza della lingua volgare poichè è la prima che apprendiamo alla nascita, mentre tutte le altre le apprendiamo per necessità.

Ma anche la nostra regione ha ispirato un’altra celeberrima opera di Dante La Divina Commedia: nel VI canto del Purgatorio un tal Sordello Da Goito, signore dei feudi di Civitaquana, Paglieta e Palena così ispira il Sommo Poeta:

Ahi Italia di dolore ostello, nave senza nocchiero in gran tempesta.

Anche la nostra terra, quindi, ha un aggancio con il capolavoro letterario più importante della letteratura italiana di tutti i tempi.

In merito a questo anniversario l’artista Maria Basile (autrice dell’opera d’arte in foto), fa una riflessione su come la lingua italiana è stata contaminata da parole e gerghi stranieri:

Ognuno di noi – afferma l’artista – può omaggiare ugualmente Dante, cercando di limitare i vocaboli stranieri nel proprio abituale lessico, per dare di lui memoria devota e grata di ciò che fu il suo impegno letterario e che avrebbe, di fatto, effetti benefici anche sull’educazione dei giovani. Un modo che in questi tempi di conformismo intellettuale e di provincialismo camuffato da termini non in lingua italiana, si potrebbe fare un piccolo sacrificio rinunciando ai vocaboli stranieri e non solo anglofoni, esprimendoci prettamente in lingua italiana. Almeno nell’anno dedicato a Dante (che la lingua italiana ha reso sacra) si potrebbero evitare gli ammiccamenti di lingua straniera e le scorciatoie linguistiche anglosassoni; che sono alla fine espedienti popolari per nascondere la pigrizia di chi neppure più si sforza di cercare il vocabolo italiano appropriato. A questi pensieri – precisa Maria Basile concludendo – non è sottesa un’aspirazione autarchica, bensì il desiderio d’avvalorare, soprattutto nei giovani, la consapevolezza della nobiltà d’una lingua (la nostra) universalmente riconosciuta come una delle più belle e antiche del mondo: Dante se lo merita e, da lassù sorride e ringrazia”.

by Redazione
miglianico

Dopo il primo triennio di lavoro, segnato da numerosi eventi realizzati e diversi studi messi in cantiere, il Comune di Miglianico ha rinnovato per il triennio 2021-2024 il “Gruppo di Studio per la Promozione della Cultura”: a presiederlo è stato confermato il prof. Antonello Antonelli, mentre i suoi sei membri sono il dott. Maurizio Adezio, la dott.ssa Corinne Stella (entrambi già facenti parte del precedente gruppo), la dott.ssa Andrea Buccini, la prof.ssa Annalisa Palladinetti, la dott.ssa Tania Patrizio, la prof.ssa Stefania Proietto.

Il consigliere comunale delegato dal sindaco, Fabio Adezio, a seguire i lavori della commissione è l’ing. Giuseppe Timperio, che del gruppo faceva parte fino alla sua elezione in Consiglio comunale.

Il Gruppo di Studio ha lo scopo di promuovere e coordinare, anche in collaborazione con le associazioni presenti sul territorio, tutte le iniziative atte alla promozione della cultura e della lettura, nonché alla valorizzazione della storia e delle tradizioni del Comune di Miglianico.

In particolare, secondo lo statuto, esso si occupa di coordinare attività culturali e organizzare dibattiti, conferenze, mostre o altre iniziative volte a stimolare l’interesse e la partecipazione dei cittadini; promuovere studi, ricerche e indagini inerenti gli aspetti storici del territorio comunale; promuovere la cultura del libro e tutte le iniziative ad essa connesse; sostenere e promuovere la conoscenza di culture diverse, tesa a favorire anche la civile convivenza fra etnie diverse.

“La cultura – ha spiegato il sindaco Fabio Adezio – occupa un posto speciale nelle linee di intervento dell’amministrazione comunale: non è un semplice orpello né un pretesto per realizzare eventi, ma una elemento che contribuisce in maniera determinante a costruire l’identità miglianichese, che deve emergere in ogni realtà che mettiamo in cantiere. Per questo ho voluto che fossero le migliori energie del paese, che si mettono a disposizione in maniera assolutamente volontaria e gratuita, a formare questo “pensatoio” che non ha il compito puro e semplice di fare eventi, ma di studiare, pensare e far emergere la nostra identità, in un paese che, mi spiace dirlo, spesso ha lasciato che la sua memoria storica venisse offuscata. Una delle priorità del mio mandato infatti è quella di ricostruire quel filo di memoria e di storia che per troppo tempo è stato dimenticato: Miglianico può guardare al futuro solo partendo da solide radici”.

 

by Redazione
miglianico

Comprende le esigenze degli imprenditori locali per poter indicare loro le migliori strategie per provare a risollevarsi dall’emergenza economica causata dall’epidemia di Covid-19: è questo l’obiettivo di RaccontaMI, una campagna di ascolto e di promo contatto promossa dallo Sportello Impresa del Comune di Miglianico e dal presidente del Consiglio comunale, Mimmo Cicchitti, che da imprenditore vive in prima persona i drammi legati alla crisi che il 2020 ha reso evidente.

Sono state 250 le persone interpellate per un totale di 41 ore e mezzo di confronto con coloro che fanno impresa a Miglianico: un lungo incontro che ha rivelato le principali criticità degli imprenditori miglianichesi, permettendo così allo Sportello Lavoro di predisporre percorsi ad hoc per uscire dall’empasse venutasi a creare con l’emergenza sanitaria.

Pochissimi e solo i più strutturati hanno una presenza digitale solida sul web, presupposto essenziale per un nuovo dinamismo, per cui forte è stata la richiesta di una prima formazione proprio sul posizionamento ottimale nell’ambiente internet dell’impresa, sebbene sia stata indicata la necessità di affidare un così delicato settore di comunicazione a chi ha una consolidata esperienza nel campo informatico.

La seconda richiesta scaturisce dalla prima: la necessità di un servizio logistico a seguito di una eventuale presenza di uno store on line.

Poche le voci che chiedevano un abbassamento delle imposte Imu e Tari, che già sono state ridotte negli ultimi anni, diverse le richieste di continuare l’interlocuzione con il Comune tramite questo servizio.

“La trasformazione digitale delle imprese – ha spiegato il sindaco Fabio Adezio – è una delle priorità che abbiamo identificato tramite questo servizio di ascolto, che ci ha convinto sempre di più a battere un ben preciso campo per tentare di dare un aiuto concreto ai nostri imprenditori. L’imprenditoria, specie piccola, come quella che si riscontra nei piccoli centri, sta vivendo una stagione difficile in generale e Miglianico non è immune da questa situazione: per fortuna, nel nostro territorio abbiamo una grande varietà di attività con le quali è possibile costituire iniziative di spessore. Siamo convinti che il commercio miglianichese abbia la forza e la capacità di autosostenersi e RaccontaMI serve proprio a dare supporto a queste attività, aiutarle a mettersi al passo con i tempi, fornire gli strumenti adatti per il futuro. Le possibilità di finanziamento sono tante, tuttavia per il nostro Sportello Impresa quel che è essenziale è capire quale sia la più adatta ad ogni attività: analizzeremo le richieste pervenuteci, consiglieremo a ciascuno la strada migliore da percorrere e daremo supporto di fronte alla burocrazia che ci si troverà a dover affrontare. Il nostro obiettivo è quello di rafforzare le attività già esistenti dando la possibilità di fare una scelta ponderata anche a chi vuole avviare una nuova attività”.

by Redazione
pianella

Si sarebbe dovuta svolgere martedì 5 gennaio 2021, come da tradizione ormai consolidata, la 17^edizione della manifestazione Pagella d’Oro- Premio Gesualdo de Felici, nella quale ogni anno vengono premiati dalla Pro Loco gli alunni più meritevoli di Pianella.

Nonostante la volontà dell’associazione pianellese di salvaguardare questa iniziativa culturale, dopo l’annullamento della quasi totalità delle manifestazioni, le restrizioni previste hanno indotto il direttivo a rinviare la consegna dei riconoscimenti a data da destinarsi.

“La fase emergenziale è tuttora in corso e pensare di strutturare un evento come questo risulta, ad oggi, non in linea con le ormai note azioni preventive a cui dobbiamo attenerci”, afferma il presidente della Pro Loco, Edoardo Faieta.

Il Premio, dedicato al Marchese Gesualdo III de Felici, filantropo di Pianella, che alla fine dell’800 istituì borse di studio in denaro per i ragazzi meritevoli appartenenti alle famiglie disagiate, sarà comunque consegnato non appena le condizioni lo renderanno possibile.

“Si tratta di una iniziativa che viene ininterrottamente organizzata dal 2005”, continua il Presidente, “attraverso la quale la Pro Loco, grazie anche al supporto degli sponsor, consegna ai ragazzi più bravi delle scuole elementari e medie di Pianella una borsa di studio, una pergamena e dei libri. All’imprenditore Piero Peduzzi, inoltre, è dedicato un premio speciale alla memoria, in quanto negli anni ’90 portò avanti la lodevole iniziativa del Marchese attraverso la Società Operaia di Mutuo Soccorso “.

Confermata la novità introdotta nelle ultime edizioni, ovvero la consegna all’istituto comprensivo “Papa Giovanni XXIII” di un buono per acquistare uno strumento musicale.

La consegna sarà simbolicamente effettuata dagli studenti che hanno riportato la votazione massima nello studio dello strumento musicale: D’Agostino Davide, Baldassarre Cristian, Di Tonto Davide, Marrone Paolo, Del Grammastro Benedetta, Litterio Edoardo, Mergiotti Lorenza.

I premiati di quest’anno della classe quinta della scuola primaria a.s. 2019/2020: Ruggieri Conte Simone, Filippone Letizia, Di Sante Sofia Maria, Stok Alessandro, Gallinari Sara.

Per la scuola secondaria a.s. 2019/2020 premi a: Del Grammastro Benedetta, Litterio Edoardo, Ferrone Benedetta, Mergiotti Lorenza, Forcone Alice.

Miglior alunno in assoluto è risultato Litterio Edoardo, della scuola media, vincitore del premio speciale Peduzzi.

by Redazione
ALI

Riceviamo e pubblichiamo le dichiarazioni del presidente di ALI (Autonomie Locali Italiane) Giacomo Carnicelli in merito alla campagna di vaccinazione anti Covid.

Vaccinarsi un dovere, al via la campagna dei Sindaci italiani per sensibilizzare i cittadini alla vaccinazione anti-Covid; gli amministratori locali aderenti si vaccineranno appena sarà possibile, compatibilmente con la scala di priorità indicata dalle Autorità Sanitarie. La campagna di sensibilizzazione lanciata da ALI – Autonomie Locali Italiane – intende rimarcare il fatto che vaccinarsi sarà un dovere e i Sindaci ci “metteranno la faccia”, associando la propria immagine alla campagna vaccinale.

La responsabilità individuale resta fondamentale per uscire da questa drammatica situazione, sanitaria ed economica, e noi ora abbiamo due carte da giocare: massimo rigore possibile in questi giorni di festa e vaccinazione di massa anti-Covid a partire da gennaio. Dipende da noi come e quando superare questo brutto momento, e che non siamo solo il Paese dei diritti, siamo anche il Paese dei doveri. Quando avremo la possibilità di immunizzarci, dobbiamo farlo per noi e per chi non potrà farlo per motivi di salute, come ad esempio gli immunodepressi.

Una pronta e rapida vaccinazione collettiva permetterà al nostro Paese di uscire al più presto dall’emergenza sanitaria e, quindi, concentrarsi sulle tante emergenze di natura economica e sociale che questa terribile pandemia ha portato con sé. Inutile sottolineare che ogni tentennamento in questa fase darà alle altre Nazioni un vantaggio competitivo sull’Italia, l’esperienza cinese (unico Paese tra le grandi economie mondiali a chiudere il 2020 con una crescita economica avendo, di fatto, evitato una “seconda ondata”) insegna.

Vaccinarsi è un atto di responsabilità civile e i sindaci sono pronti a dare l’esempio.

Villa Santa Maria

Partono i lavori di riparazione e miglioramento sismico dell’ex scuola elementare in via Duca degli Abruzzi a Villa Santa Maria.

Con un fondo regionale per la ricostruzione post sisma 2009 e un fondo Cipe, l’amministrazione comunale dà il via alla realizzazione del progetto che si attendeva da anni.

Un intervento che ammonta a 697mila euro, cifra stanziata per i lavori  di rifacimento dei solai, alleggerimento del tetto, palificazioni per rendere più solido l’edificio, impianti termici e nuovi infissi.

“Avremo una struttura completamente nuova – commenta il sindaco Giuseppe Finamore – che farà fronte alle necessità dei nostri studenti».

La scuola, costruita negli anni Sessanta, si estende su due piani ed è  composta da 18 aule molto ampie e una palestra. Era stata dismessa in seguito al sisma del 2009.

«L’attesa è stata lunga ma ce l’abbiamo fatta – aggiunge il sindaco – c’è stato sicuramente un ritardo relativo ai  fondi per la ricostruzione che dopo tutti questi anni siamo riusciti a recuperare. Allo stesso tempo abbiamo intercettato nuovi finanziamenti, che si sono aggiunti ai precedenti, e che hanno permesso di avviare i lavori che termineranno nel 2022″.

Quando le nuove esigenze legate agli edifici scolastici indicheranno la destinazione d’uso della nuova scuola.

“La sicurezza degli istituti scolastici è sicuramente una priorità per la nostra amministrazione – conclude Finamore – avere delle scuole sicure è necessario per tutti i nostri studenti. Per tale motivo ci siamo impegnati e ci impegneremo affinché in paese non ci siano più strutture inadeguate e soprattutto non sicure”.

 

Il cuore grande della grande famiglia Honda Italia per chi vive nel bisogno.

Nei giorni scorsi, grazie ad una colletta alimentare organizzata all’interno dello stabilimento in Val di Sangro, tutti gli associati hanno donato ben 964 kg di cibo per le persone bisognose del territorio.

Quanto raccolto è stato affidato al Banco Alimentare Abruzzo, che immediatamente provvederà a distribuirlo ai poveri mediante la propria rete di enti convenzionati (Caritas, associazioni di volontariato, mense per i poveri ecc.).

Un gesto che ha visto la partecipazione convinta ed entusiasta di tutti, a rimarcare la sensibilità della comunità di Honda Italia.

Il cibo è stato consegnato ufficialmente nei giorni scorsi al Banco Alimentare Abruzzo, nelle persone di Michele Ianniello, membro del consiglio direttivo, e Cosimo Trivisani, direttore, da parte del direttore di stabilimento Marcello Vinciguerra, che ha così commentato:

In questo periodo dell’anno siamo soliti festeggiare il Natale con tutti i nostri associati organizzando il Christmas Party aziendale, un momento di condivisione e di allegria.

Quest’anno non è stato possibile e allora ci siamo chiesti cosa potessimo fare per festeggiare comunque tutti insieme, pur restando distanti, e ci siamo chiesti anche come Honda Italia potesse essere solidale nei confronti del proprio territorio in questo particolare momento storico.

È nata così la colletta alimentare all’interno della nostra azienda. Con il supporto del Banco Alimentare abruzzese che ringraziamo, ognuno di noi ha donato gli alimenti di cui c’è più bisogno.

Cogliamo quest’occasione per ringraziare tutti gli associati, uno per uno, per la sentita partecipazione e i fornitori che hanno dato il loro contributo.

Porteremo la gioia nelle case di tante persone, quella gioia che Soichiro Honda ha pensato come disponibilità e servizio nei confronti del cliente e che noi abbiamo tradotto in solidarietà.

E non c’è regalo più bello che potevamo fare e farci per questo Natale.

Così il presidente di Honda Italia, Hidenobu Nishida:

Ho subito sposato l’idea e condiviso la scelta di collaborare con il Banco Alimentare, perché per Honda il rispetto per l’individuo e il sostegno verso la società, il proprio territorio sono fondamentali e la nostra filosofia ci spinge ad avere sempre un forte senso di responsabilità.

La forza del team Honda la si vede proprio in queste occasioni perché per noi è di vitale importanza essere un’azienda di cui la società desideri l’esistenza, non solo per la qualità dei nostri prodotti ma soprattutto perché è un’opportunità: aiutare il prossimo genera Gioia.

Grazie a tutti e Buon Natale dal team Honda Italia.

Alla grande famiglia Honda Italia va la gratitudine del Banco Alimentare Abruzzo, anche a nome delle numerose persone che ricevono aiuto mediante il coinvolgimento degli enti convenzionati.

Pianella d'oro

Si terrà giovedì 31 dicembre, alle ore 10, nel corso della seduta del consiglio comunale presso la sala consiliare “D.Cavallone”, la cerimonia per il conferimento del Premio di benemerenza “Pianella d’Oro”, riconoscimento destinato alle personalità ed alle realtà associative che si sono contraddistinte nell’esercizio delle proprie funzioni, contribuendo a dar lustro e risalto alla Città in ambito culturale, artistico, scientifico, sportivo, politico e sociale.

Il Premio, deliberato dalla giunta comunale nella seduta del 15 dicembre 2020, è stato assegnato al Nucleo di Protezione Civile ed alla Croce Rossa, realtà che, fin dall’inizio dell’emergenza legata al Covid-19, non hanno mai fatto mancare il proprio supporto alla cittadinanza per ogni esigenza, a partire dalla consegna a domicilio di farmaci ed alimenti ma anche con tantissime altre attività come la consegna dei pacchi alimentari, lavorando quotidianamente in sinergia con l’ente vestino.

Ai rappresentanti dei due sodalizi, l’amministrazione consegnerà un notebook ciascuno, da utilizzare per le attività che i volontari realizzano nel corso di tutto l’anno.

“Anche quest’anno abbiamo voluto tributare un piccolo ma significativo riconoscimento a coloro che si sono distinti, favorendo la crescita culturale e sociale della nostra Città – afferma il sindaco Marinelli – In questa edizione abbiamo pensato ad un Premio diverso, assegnato non ad un singolo cittadino ma a due realtà associative che sono tuttora in prima linea per affrontare tutte le problematiche legate alla crisi pandemica in corso. Intendiamo in tal modo, conclude il primo cittadino, ringraziare tutti i volontari per l’opera meritoria a favore dell’intera collettività”.

 

 

Caldo pensiero

In corso la raccolta del materiale e la preparazione delle scatole per senzatetto e bisognosi. Si chiama Caldo pensiero l’iniziativa di Natale a cura dell’associazione di volontariato Il Sorriso di Marinella.

Un momento pensato per i senzatetto, per i bisognosi, in un periodo in cui è ancora più importante far sentire vicinanza e presenza.

Un Caldo pensiero, dunque, raccolto in una scatola, preparata con il cuore. Una scatola che contenga indumenti caldi, dando priorità ad accessori facili da inserire e che possano dare davvero sollievo, come guanti, sciarpe, cappelli.

“L’idea è proprio quella di offrire una coccola, fare in modo che anche chi ha difficoltà possa festeggiare il Natale – spiegano i volontari dell’associazione – Quindi in relazione alla parte alimentare, l’invito è a inserire dolciumi, golosità che diano il senso di festa”.

Tante le adesioni in questi giorni da parte di cittadini ed aziende che in diversi modi hanno voluto dare il loro contributo, dal Conad Teate center alla fabbrica di biscotti e dolci Luigi D’Amico che ha donato duecento parrozzini, Le Farfalle Onlus che contribuisce con una fornitura di pannolini, ingrosso 3emme, il Banco Alimentare, fino alla salumeria Berta del Mercato coperto di Porta nuova e Assiunion.

“Invitiamo anche ad accompagnare la scatola con un bigliettino. Per la sua creazione sarebbe bello coinvolgere bambini e ragazzi, per un messaggio dolce e di vicinanza” dicono dall’associazione.

Sulla pagina Facebook del Sorriso di Marinella è pubblicato un video-tutorial per ispirare la creazione della scatola del Caldo pensiero. Una guida, per dare indicazioni pratiche, in relazione al suo contenuto e al confezionamento.

“Non è necessario sigillare la scatola, penseremo noi alla preparazione finale” aggiungono dall’associazione.

Il punto di raccolta è la la psicolibreria I luoghi dell’anima in via di Sotto 120/8 a Pescara, in base agli orari di apertura, dal lunedì al venerdì dalle 16,30 alle 20; il sabato e la domenica dalle 10,30 alle 13,30 e dalle 15 alle 20. Info:

Tel. 3388008599. Le scatole del Caldo pensiero verranno distribuite dai volontari del Sorriso di Marinella, in collaborazione con altre associazioni del territorio.

L’associazione Il Sorriso di Marinella è senza fini di lucro e opera nel settore del volontariato e della beneficenza, della tutela dei diritti civili e per il perseguimento di scopi di solidarietà sociale e promozione umana.

Sostiene persone, animali e ambiente, sensibilizza la collettività sulle tematiche relative. Aiuta e conforta chi versa in situazioni di estrema povertà.

Favorisce quindi il miglioramento delle condizioni di vita, sociali, economiche, sanitarie, scolastiche e culturali delle persone, promuovendo e realizzando progetti di solidarietà sociale ed internazionale.

Tutela, sostiene e promuove i diritti degli animali in un’ottica di salvaguardia e prevenzione dei loro disagi. L’associazione è aperta a chiunque ne condivida scopi, orientamento e finalità.

Ha un comitato etico con il compito di valutare che le iniziative proposte siano sempre coerenti ed in linea con i propri principi.