Search

Category Archives: Eventi

Castelbasso 2019, propone, dal 21 luglio al 1° settembre, una storia d’intrecci meravigliosi dal titolo suggestivo: Sul filo dell’immagine – Trame dell’arazzo contemporaneo, a cura di Simone Ciglia.

La mostra a palazzo De Sanctis (dal martedì alla domenica dalle 19 a mezzanotte) offre una riflessione sulle possibilità contemporanee dell’arazzo, partendo da un’esperienza d’eccellenza legata al territorio. L’esposizione presenta un’importante selezione di opere prodotte dalla manifattura dell’Arazzeria Pennese, attiva dagli anni Sessanta del Novecento con il coinvolgimento di alcuni fra i maggiori artisti dell’epoca (fra questi, Afro, Giacomo Balla, Giuseppe Capogrossi). A questo nucleo di opere storiche si accompagna una scelta di arazzi di autori contemporanei (come Enzo Cucchi, Alberto Di Fabio, Mario Costantini, Andrea Mastrovito, Matteo Nasini, Giuseppe Stampone, Costas Varotsos), che testimoniano della rinnovata attenzione di cui questa tecnica ha goduto nella più recente produzione artistica internazionale. 

Nell’ambito della mostra sarà presentata per la prima volta al pubblico italiano la nuova opera Retina di Stefano Arienti composta da tre arazzi realizzati nel contesto di una residenza dell’artista nei laboratori dell’Arazzeria Pennese di Penne tra il 2018 e il 2019.

Il progetto ha già avuto un battesimo europeo, è stato infatti presentato in anteprima mondiale all’Istituto italiano di cultura di Barcellona. L’ente presieduto da Osvaldo Menegaz, si è classificato al secondo posto nell’edizione 2018 del bando Italian Council, concorso ideato dalla Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane (DGAAP) del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, per promuovere l’arte contemporanea italiana nel mondo. I tre arazzi, dopo l’esposizione nella capitale catalana e a Castelbasso, entreranno a far parte della Collezione permanente del Museo MAXXI di Roma.

A palazzo Clemente (nello stesso periodo e con gli stessi orari), a cura di Simone Ciglia Sarà presente l’artista #1 Stefano Arienti. Con questo progetto la Fondazione Malvina Menegaz invita un artista a conoscere, per poi riallestire, la propria Collezione permanente. Per la seconda edizione, Stefano Arienti ha deciso di incentrare il proprio intervento sul tema dell’identità attraverso la figura, scegliendo un ampio nucleo della Collezione Fondazione Menegaz, con opere che spaziano dalla pittura fino alla fotografia, realizzate sia da maestri già storicizzati che da artisti di nuova generazione, presentate in dialogo con i propri lavori: suggestioni tratte dall’immaginario di massa, la storia dell’arte e del design, la quotidianità, esplorando l’idea di figura attraverso una molteplicità di soluzioni tecniche sperimentali. L’artista ha ideato per le sale di palazzo Clemente un allestimento denso e variegato, che dirotta in senso contemporaneo l’antica idea di quadreria. 

Stefano Arienti, foto Gino Di Paolo

Anche i laboratori didattici per bambini da 5 a 11 anni, a cura di Giulia Vallese, saranno, quest’anno, dedicati agli arazzi. Se Stefano Arienti è un artista che ama giocare con l’arte tagliando, cancellando, piegando poster, giornali, locandine, come lui i piccoli partecipanti a Eccomi qui! (tutti i mercoledì dal 24 luglio al 28 agosto, dalle 18 alle 19,30), si divertiranno a dare nuova forma all’identità dell’immagine per scoprire un po’ di più del mondo che abbiamo dentro e di quello che ci circonda. Con Intrecciamo le storie, invece, i partecipanti al laboratorio (tutti i giovedì dal 25 luglio al 29 agosto, dalle 18 alle 19,30), avranno l’opportunità di fare un viaggio tra fili, trame e colori, per comprendere le storie delle opere e tesserne di nuove. 

A questi si aggiungono le visite guidate per adulti, dal titolo Trame: Il tema dell’identità sarà il filo conduttore all’interno dei due percorsi espositivi. 

Se l’arte contemporanea è il fulcro delle attività della Fondazione Malvina Menegaz il corollario è sempre di altissima qualità. Si parte con un doveroso omaggio ai dieci anni dal terremoto dell’Aquila in collaborazione con l’Isa. Mani nude spilli al cuore – Concerto teatrale per il decennale del 6 aprile 2009, sarà in scena venerdì 26 luglio (alle 21,30), in piazza Belvedere, con l’ Orchestra sinfonica abruzzese e la recitazione di Flavio Insinna dei testi tratti dall’omonimo libro di Marianna De Nardo.

Ancora per la sezione Musica sono previsti (in piazza Arlini alle 21,30) i concerti di Rosalia De Souza, Il Brasile che mi piace (sabato 27 luglio, in collaborazione con la Società dei concerti Primo Riccitelli);  Antonio Faraò trio ft. Carlo Atti, (domenica 28 luglio); Baba Sissoko band, Mediterranean blues (venerdì 2 agosto); Marco Pacassoni quintet feat Petra Magoni, Frank & Ruth. Omaggio a Frank Zappa (giovedì 8 agosto, in collaborazione con la Società dei concerti Primo Riccitelli); Larry Mitchell e Noreda Graves (venerdì 9 agosto). 

Baba Sissoko Mediterranean Blues

Due serate anche con la classica, a cura di Roberto Marini: Il teatro e il sacro, con Sandra Buongrazio, contralto e Roberto Marini, organo (sabato 10 agosto); e Dialogo tra istrumenti da vento, con Armando Tonelli, tromba e Francesco Alessandrini, organo (domenica 11 agosto).

Per la Letteratura, Castelbasso 2019 consolida la collaborazione con il Fla, Festival di Libri e Altrecose di Pescara. Tre appuntamenti al giorno, da venerdì 2 a domenica 4 agosto.

Un week end incandescendete quello dal 2 al 4 agosto perché oltre agli appuntamenti del Fla, ci sarà spazio – in piazza della Marchesa (dalle 19 alle 23) – per Gioca con me, attività ludiche per adulti e bambini  curate dal team di Ludattica – Liscianilibri e per l’Enogastronomia con TIPICO. Cantine e sapori d’Abruzzo, dedicato a vini, cantine e prodotti tipici e tradizionali, (dalle 19 a mezzanotte in piazza Belvedere) per scoprire queste unicità con percorsi gustativi di cui i protagonisti sono i vini, i piatti tipici e le eccellenze della produzione agricola della provincia teramana.

Con il patrocinio e il contributo di Mibact (Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo), Regione Abruzzo, , Provincia di Teramo, Comune di Castellalto, Consorzio dei Comuni B.i.m., Camera di commercio di Teramo, Fondazione Tercas, Gruppo Falone.

INFO

21 LUGLIO – 01 SETTEMBRE 2018

Palazzo Clemente e Palazzo De Sanctis

orari: dal martedì alla domenica dalle 19 a mezzanotte. Lunedì 12 agosto aperto

Ingresso 8 €, ridotto 6 €. Gratuito per bambini fino ai 6 anni

Biglietto valido per entrambe le mostre

Prevendite per i concerti su circuito e punti venditaLiveticket – www.liveticket.it

tel. 0861.508000 – info@fondazionemenegaz.it – www.fondazionemenegaz.it

Foto in evidenza, Arazzo pavimento di Gino Di Paolo

by Redazione

La 33esima edizione dell’Atri Cup, dopo ben cinque week-end caratterizzati da ospiti, sport, spettacoli, musica e divertimento, chiude in bellezza con un ospite amato da generazioni e molto atteso. Si tratta del CT Arrigo Sacchi il quale sabato 7 luglio 2019 alle 21,30 salirà sul palco di Piazza Duomo per una intervista pubblica dal titolo “La coppa degli immortali“. Si tratta di un appuntamento realizzato in collaborazione con il FLA – Festival Libri e Altre Cose. La giornata di sabato sarà caratterizzata anche da tantissimi altri appuntamenti: alle 16,30 da località Piane Sant’Andrea ci sarà la Cronoscalata Ducale; alle 17 nel centro storico è in programma l’esibizione delle Cheerleaders, mentre dal mattino nei campi del CTI proseguirà il trofeo Nazionale di Karate ACSI, che inizierà venerdì 5 luglio. Dalle 17 alle 20 nella Villa Comunale ci saranno tornei di freccette e tennis tavolo. Atri Cup è a cura dell’associazione “Abruzzo Ontario” con il patrocinio della Regione Abruzzo e del Comune di Atri. Parallelamente ad Atri sabato ci saranno altre interessanti iniziative: alle 18 nel cortile di Palazzo Acquaviva è in programma l’apertura della sesta edizione di Stills of Peace and Everyday Life Italia/Iran e Ma.Co./Maratona del Contemporaneo cui seguirà l’apertura delle relative mostre. Alle 21 nel Teatro Comunale Smo Village metterà in scena lo spettacolo teatrale “La guerra nascosta“.

Ad anticipare questi appuntamenti venerdì 5 luglio, alle 21,15, la scuola di danza “Il Cigno” proporrà una serata di danza con un ospite a sorpresa.  L’ultima giornata dell’iniziativa, domenica 7 luglio, prevede nel campi del CTI il trofeo Nazionale di Karate ACSI, dalle 17 alle 20 in Villa Comunale tornei di freccette e tennis tavolo e l’esibizione delle Cheerleaders. Alle 17,30 ci sarà al “Camminata ducale” jogging aperto a tutti gli amatori con un doppio percorso: per le vie del centro storico con guida turistico-culturale o 10 km a passeggio tra panorami e natura. Alle 21 sul palco di Piazza Duomo ci sarà la presentazione del libro di Alberto Rasetti “I fuochi rituali in Abruzzo” a seguire lo spettacolo di danza “Noi ragazzi di oggi” dedicato all’Istituto Ravasco.

Sta per concludersi la 33esima edizione dell’Atri Cup – commentano gli organizzatori – ed è stata certamente di successo, tanti gli ospiti che hanno calcato il nostro palco, grazie alla collaborazione con il FLA – Festival Libri e Altre cose, come Guido Catalano, Franco Mussida, Gatto PanceriAndrea Braido, Carolina Morace e Fausto Bertinotti e ovviamente c’è attesa per il grande CT Arrigo Sacchi per concludere al meglio. Invitiamo ovviamente tutti i cittadini di Atri, dei paesi limitrofi e i turisti a partecipare a questi ultimi appuntamenti caratterizzati da arte, sport, cultura e divertimento. Il giusto mix che da sempre caratterizza la manifestazione”.

 

Tutte le iniziative nel dettaglio sono reperibili sulla pagina Facebook Atri Cup.

by Redazione

E’ stata la Corsa di Miguel nell’ambito dell’Atri Cup il 31 maggio scorso, ad aprire simbolicamente il ricco cartellone delle iniziative estive in programma ad Atri, che prevede fino a settembre numerosi appuntamenti. L’Atri Cup, curata dall’Associazione Abruzzo Ontario, in collaborazione con il FLA – Festival Libri e altre cose, sino al 7 luglio propone, oltre alle iniziative sportive appuntamenti con grandi nomi della cultura, dello sport, della politica e dello spettacolo. Sinora hanno affascinato il pubblico ospiti come Gatto PanceriAndrea Braido Carolina Morace e Fausto Bertinotti, il 28 giugno ci sarà il poeta Guido Catalano, il chitarrista Franco Mussida si esibirà il 30 giugno alle 21,30 in Piazza Duomo e la sera del 6 luglio il protagonista sarà l’allenatore Arrigo Sacchi. Si prosegue con il ricco cartellone “Cultura in eventi 2019” con mostre, musica, arte e cultura: dal 6 luglio al primo settembre torna l’appuntamento con l’arte contemporanea ‘Stills of Peace’, quest’anno incentrato sul confronto tra Italia e Iran a cura della Fondazione Aria che prevede mostre, cinema in lingua iraniana e MA.CO, la maratona del contemporaneo; dal 18 al 21 luglio ci sarà l’Atri International Blues Festival, alla quarta edizione, con Matt Schofield come special guest; il 31 luglio alle 21 al Teatro Comunale ci sarà l’Orchestra Sinfonica Duchi d’Acquaviva con la ‘Tosca’ opera di G. Puccini. Il 12 e 13 luglio e il 12 e 13 agosto torna anche quest’anno e con grandi ospiti l’apprezzata manifestazione ‘Atri a Tavola‘ a cura della PromoEventi.

Tanti gli spettacoli teatrali, dalla rassegna “Insmovimento 2019“, a quelli proposti da SMO Village di Giampiero Mancini dal 2 al 9 luglio, agli spettacoli di teatro dialettale nelle varie piazze delle frazioni. Non mancheranno le presentazioni di libri, come “I fuochi rituali in Abruzzo” di Alberto Rasetti, in programma il 7 luglio in Piazza Duomo, e “I documenti inediti di Nicola Sorricchio” di Roberto Marchione che si terrà il 13 agosto alle 21 a Capo d’Atri. Il 13 luglio ci sarà la ‘XXVI Rassegna Polifonica Internazionale Città di Atri’ della Schola Cantorum “A. Pacini“, ci saranno visite guidate gratuite nel centro storico ai siti monumentali della città, il 14 luglio ad esempio ci sarà una nuova data dell’iniziativa “Passeggiando nella storia” a cura della cooperativa Il Filo di Arianna, che sarà riproposta in notturna il 28 luglio. A Casoli di Atri torna l’appuntamento con “Pinta tra i dipinti” dal 18 al 21 luglio. Dal 24 al 27 luglio torna l’Atri Music Camp alla sua VIII edizione. Il 26 luglio alle 21 nel Cortile di Palazzo Acquaviva ci saranno spettacoli di musiche e danze medievali e rinascimentali dal titolo “A lieta vita!” a cura del Coro femminile ClariCantus. Il 27 luglio, nella Cattedrale Santa Maria Assunta ci sarà la XVI Rassegna di Musica Sacra “G. D’Onofrio” sacerdote. Il 29 luglio ci sarà il Vernissage di Vagiti Ultimi alla sua VIII edizione che sarà en plein air e avrà come titolo “Facce al muro“.

Anche ad agosto sarà ripetuta l’iniziativa “Passeggiando nella storia“, in particolare il primo alle 16,30 e il 7 agosto in notturna, dalle 21. Il 2 agosto alle 21,30 nel Cortile di Palazzo Acquaviva ci sarà la rassegna “Di Jorio d’estate – Musiche per banda” di Antonio Di Jorio a cura del Concerto bandistico “V. e B. Celli” di Casoli di Atri diretto dal Maestro Concezio Leonzi; il 3 agosto alle 21,30 nella Villa Comunale verrà proiettato il cortometraggio “Quando la banda passò” del regista atriano Maurizio Forcella prodotto dall’associazione C.A.R.A.V.; il 4 agosto alle 21,30 in Piazza Duomo ci sarà il concerto della coverband di Biagio Antonacci. Il 9 agosto alle 21,15 nella Chiesa di San Giovanni Battista (S. Domenico) nuovo appuntamento con la XVI Rassegna di Musica Sacra “G. D’Onofrio” sacerdote con l’organista Teresa Wang Li. Numerosi gli appuntamenti con il Festival Duchi d’Acquaviva alla sua XX edizione dall’8 al 29 agosto; dal 13 al 19 agosto torna “E’ Ferragosto a Capo d’Atri” con la Fiera boaria e i Fondaci aperti, che sarà caratterizzata dalle antiche tradizioni atriane. Da non perdere gli appuntamenti religiosi come quello del 14 agosto alle 17 il Corteo Storico anticiperà il Solenne Rito di apertura della Porta Santa presieduta da S.E. Monsignor Lorenzo Leuzzi Vescovo di Teramo Atri e il 15 agosto la Festa dell’Assunta con la tradizionale sfilata dei carri trainati da buoi e la rassegna folkloristica. Tra le iniziative di settembre si segnala la Biennale Nazionale di Pittura Murale Casoli Pinta il 7 settembre e il giorno 15 alle 15,30 nel centro storico e rione San Domenico “Il Fascino della Vendemmia” con la sfilata di carri allegorici cui farà seguito la rassegna folkloristica “Incontri corali dell’Adriatico” a cura del Coro ‘A. Di Jorio’. Tantissime, inoltre, nel corso di tutta l’estate le escursioni guidate nella Riserva Naturale Regionale Oasi WWF dei Calanchi di Atri e visite alla Atri sotterranea a cura dell’Associazione Cul.tur.à. Tutti i siti di interesse turistico saranno aperti in ampie fasce orarie e saranno visitabili numerose mostre allestite.

Anche per l’estate 2019 – commenta l’assessore alla cultura al comune di Atri, Domenico Felicione, – proponiamo eventi vari e diversi per offrire ai turisti e ai cittadini una vasta scelta di appuntamenti da seguire per conoscere l’arte, la cultura, la musica e le bellezze naturalistiche del nostro territorio”.

            “Grandi nomi dello sport, della cultura e dello spettacolo  – aggiunge il Sindaco Piergiorgio Ferretti – saranno ospiti della nostra città per dare maggiore impulso all’economia e al turismo del nostro comune e per allietare le giornate estive. Ringrazio sentitamente la Fondazione Tercas e le tante associazioni e realtà che operano sul nostro territorio per il loro impegno nel portare avanti iniziative di spessore che come amministrazione non possiamo non sostenere e supportare”.

Il programma dettagliato è visionabile sul sito del Comune di Atri e sulla relativa pagina Facebook. Per info contattare il Punto Informativo 328.1953846.

by Redazione

Partirà giovedì prossimo e andrà avanti fino a domenica la quinta edizione di Street Food Time al Porto Turistico Marina di PescaraDal 4 al 7 luglio la location che ha accolto nelle scorse edizioni del festival migliaia di visitatori, si prepara anche quest’anno a soddisfare i cultori della buona cucina.

Di proposte gastronomiche, oltre 150, ce ne sono per tutti i gusti:hamburger di scottona (Piemonte); tiramisù artigianale espresso, dolci al cucchiaio, gelato artigianale (Veneto); piadinefarcite con salumi emiliani e mostarde di produzione artigianale di frutta e verdura, culatello di Zibello, mortadella di Bologna IGP, crudo di Parma e cipolle caramellate (Emilia Romagna); hamburger di chianina, panino di grano antico Verna farcito con spalla di cinta senese affumicata (Toscana);“Panzotto” farcito con pecorino romano DOP, carciofi romaneschi, guanciale amatriciano, verdure alla griglia, straccetti di manzo, pomodorini confit, grana e crema di mozzarella, capocollo, pancetta, pomodoro e ruchetta, “Pinza”farcita con salumi e formaggi tipici laziali, pomodorini verdure grigliate, ricotta affumicata (Lazio); Saccoccia romana”all’amatriciana (con guanciale croccante polpettine di patate e pecorino), di Ariccia (con porchetta di Ariccia), vegetariana (con crema di zucchina concia, pomodorini, ricotta e fiori di zucca), vaccinara (con coda alla vaccinara e fonduta di pecorino), romana (con prosciutto crudo, bufala e pesto artigianale), dolce (con ricotta e crema di nocciole), cartocci di fritti misti romani e “Supplì” (Roma); cartoccio di pesce frittoolive all’ascolana classiche, al tartufo e vegetariane, crema fritta, fritto misto marchigiano (Marche);  “Arrosticini” artigianali di fegato e di pecora, “bruschettoni” con pomodorini e salumi dei parchi, salsiccia di fegato con crema di funghi porcini e spinaci freschi, salsiccia di agnello con crema di zafferano e zucchine, patate di Avezzano al cartoccio (Abruzzo);  “Panuozzo” cotto a legna farcito con mozzarella di bufala, verdure alla griglia, salame di bufalo campano, prosciutto di Pietraroja (Campania); striscette di carne di cavallo con stracciatella di Andria e pomodori secchi pugliesi,“Bombette di Cisternino”, cartoccio di polpettine di pane di Altamura con canestrato pugliese e salamella artigianale, panino con salsiccia pugliese a punta di coltello con crema di olive celline e caciocavallo, panino vegetariano con broccoletti, burrata e pomodori secchi (Puglia); cartocci di pesce fritto, pesce alla griglia, panini di mare (Calabria);  patate novelle al vin cotto balsamico, pittule dolci e salate (Salento)arancine, cassatine, cannoli siciliani (Sicilia). E poi ancora BBQ americano, carni argentine, churros e hot dog.



Il tutto sarà accompagnato dalle birre rigorosamente artigianali dei birrifici Anbra (L’Aquila), La Fortezza (Civitella del Tronto TE); Terre D’Acquaviva (Atri TE); Alkibia (Fossa AQ); Carnival (Offida AP); 20.13 (San Benedetto del Tronto).

I fornelli si accenderanno, in tutte e quattro le giornate, alle ore 18,00 e si spegneranno a tarda notte. L’ingresso all’area del festival è gratuito.

L’evento, organizzato da Blunel Srls, con il patrocinio di Confartigianato Imprese Pescara, Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura Chieti-Pescara, del Marina di Pescara, è inserito nella programmazione del calendario della decima edizione di Estatica.

Insomma food truck provenienti da ogni regione daranno vita a quattro giornate davvero gourmetdurante le quali l’Italia culinaria si incontrerà a Pescara per deliziare tutti i palati, anche i più esigenti. L’area del festival sarà la patria del cibo di qualità in cui gli alimenti della tradizione culinaria italiana saranno proposti in “versione street”.

Ricerca della qualità, piacere di avere un contatto umano e schietto con i clienti, voglia di mantenere vivi i rapporti con il proprio territorio e la sua storia, utilizzo di prodotti agricoligenuini, uso di ricette tramandate di generazione in generazione, questi gli elementi che caratterizzano i cultori del cibo di strada. “Street Food Time” è un festival interessante, stuzzicante, appetitoso, succulento, in cui il “savoir faire” italiano si innesca sulla cultura del prodotto, della terra, della storia.

Un appuntamento da non perdere, ricco di sapore, divertimento, intrattenimento e cultura, tutto all’insegna della qualità, che sarà il biglietto da visita anche della quinta edizione della tappa pescarese e di tutti gli altri appuntamenti del tour che toccherà moltissime città italiane.

Oltre ai piaceri culinari ci saranno ogni sera momenti di intrattenimento con musica live curati da Hobos Street Band, una band itinerante composta da 12 elementi.

by Redazione

Inizia sempre così un viaggio con Liga: un rullo di tamburi e un tuffo nel cuore, le mani in alto indicano il gran palco, le gambe non possono fare a meno di ballare, i pensieri non riescono a star fermi e le anime sono pronte a fondersi accompagnate dalle note.

Inizia sempre così un concerto del rocker di Correggio, con un inno altisonante che è impossibile frenare,  con quelle parole che sono quasi un Colpo all’anima, ma è talmente famigliare un simile ambiente che non si può fare a meno di cantare a gran voce Niente paura. Sembra esistere una canzone per ogni momento, sembra concretizzarsi una frase per ogni istante e chi ama Ligabue lo sa bene, la sua musica accompagna per tutta la vita nel bene o nel male e trova sempre un modo per consolare.

Ligabue a San Siro

Ed ecco che con il suo Start Tour, Luciano Ligabue è tornato a suonare per il suo pubblico ed è stato sufficiente un colossale concerto a San Siro lo scorso 28 giugno, per mettere da parte dubbi e perplessità su una tournée iniziata con qualche difficoltà: lo sanno bene i quasi 60mila che hanno festeggiato con l’artista i ventidue anni dal suo esordio nello stadio milanese.

Ancora una volta ha dominato la scena, con il suo look impeccabile e la sua disinvoltura da amico di sempre, coinvolgendo il pubblico e regalando emozioni: una scaletta degna di nota quella proposta ai suoi fan, un cocktail di successi tra cui le canzoni “immortali” che lasceranno sempre senza respiro e che piacciono anche ai più giovani.

Ligabue a San Siro

Un inizio spettacolare per abbracciare i fan con una delle ultime creazioni Polvere di stelle, ed ecco che il pubblico, giunto da tutta Italia, illuminato da un fantastico gioco di luci e colori, è diventato subito protagonista. In molti non vedevano l’ora di andare al Meazza lo scorso venerdì dove c’era davvero una festa: lo sa bene chi ha cantato e ha fatto “tremare” gli spalti con Ballando sul mondo, chi ha sognato con A modo tuo ma anche chi ha perso la voce nel cantare a squarciagola  A che ora è la fine del mondo.  Anche lo stadio ha avuto una sua dedica speciale con Una vita da mediano, mentre lo slancio è stato offerto da Happy hour, ed a seguire La cattiva compagnia. Sulla passerella, brani da urlo come Vivo morto o X, Il giorno dei giorni, L’odore del sesso e I ragazzi sono in giro, inno a quei tanti che a tutti i costi hanno raggiunto San Siro per godere dello spettacolo.

Ligabue a San Siro

E poi ancora Quello che mi fa la guerra, e la canzone che emoziona soprattutto la “femmina” con quella “f” marcata e forte che solo lui sa pronunciare così bene, Certe donne brillano, e quei classici che sono ormai colonna sonora di una vita come Ho perso le parole, Tra palco e realtà, e quel capolavoro tatuato nelle menti di più generazioni Certe notti: impossibile da dimenticare. Tanti, davvero tanti i successi proposti.

Non sono mancati i bis, e siccome Ligabue non lascia nulla al caso ha scelto bene: per i più romantici, per i sognatori ed i nostalgici Piccola stella senza cielo e per i più scatenati,  per quelli che non hanno smesso di cantare fino alla fine: Urlando contro il cielo.

A Milano il 28 giugno faceva molto caldo, ma la musica ha portato una fresca novità: Start, il grande ritorno di Luciano Ligabue che prosegue con il suo tour ed il suo pubblico, questa una è garanzia, non si stanca mai!

Alessandra Renzetti 

 

by Alessandra Renzetti

Domenica 30 giugno , presso il Parco della Libertà di Montesilvano, dalle ore 10 alle ore 24, “Albero della vita “ in festa,  con animazioni per bambini, laboratori didattici e giochi tematici anche per adulti.

Aree per baratti e riciclo, dimostrazioni di yoga, yoga in gravidanza, riflessologia, campane tibetane, danza terapia, osteopatia, epigenetica. Incontri e stand informativi su Gruppi d’Acquisto, partecipazione e solidarietà, costruire in paglia, agricoltura moderna con le radici nel passato, Banco di semi antichi, scelte alimentari, medicine complementari. Alle 21 si parlerà di libertà di scelta e vaccini con Silvia Marcone, Roberto Petrella e con Dario Miedico, noto per le sue perplessità scientifiche sulle vaccinazioni di massa.

“Ancora una volta il Parco della Libertà diventa  luogo non banale di vita all’aria aperta”- precisa Gabriele Bettoschi tra i promotori anche di  questo evento.

“Albero della vita”   simbolo della nascita e rinascita , vuole essere l’augurio di una nuova consapevolezza esistenziale,quindi, attraverso la condivisione di saperi su temi solo in apparenza di diversa estrazione “ precisano i volontari  del gruppo Libertà di Scelta.

Scopri il programma festa

Scopri il programma festa

E’ un evento con ingresso libero e  ha come promotori, oltre al Parco della Libertà, il gruppo di Silvi Libertà di Scelta, Aics, Dog Village, e Centro Zoè.

Info 3886225544- 3713183065

un concerto infinito a celano
Un Concerto Infinito per Leopardi è l’evento che si terrà a Celano nel castello Piccolonini sabato 6 luglio alle 21.
E’ infatti degli appuntamenti più attesi dell’estate 2019  il Concerto Infinito, uno splendido omaggio al genio di Leonardo da Vinci, a 500 anni dalla sua morte.
L’evento, che avrà luogo con il patrocinio della Regione Abruzzo, del consiglio regionale d’Abruzzo, del Comune di Celano, del Cram e dell’Unuci.

A cura dell’associazione culturale Mario Lucci-Musica e Cultura, si terrà sabato 6 luglio, alle 21. al Castello “Piccolomini” di Celano.

Un luogo che profuma di storia nazionale quella del Castello.

Il sito su cui sorge infatti è da identificare con il luogo, sul colle di san Flaviano, in cui Federico II di Svevia, in lotta con Tommaso Conte di Celano e Molise, fece costruire delle fortificazioni durante l’assedio del 1223.

L’appuntamento culturale è inoltre coordinato da Franco Santellocco Gargano il Concerto, che si avvarrà di suggestivi spazi vocali affidati alla narrazione di Alessandra Mosca.
Protagonisti  anche Mariabeatrice Pietroiusti (Violino), Maria Palma (Arpa), Guido Cellini (Pianoforte).
I cultori della buona musica potranno anche riascoltare, insieme con i citati, eccellenti e giovani artisti e la soave, splendida voce di Ilenia Lucci (Soprano), detta “L’usignolo della Marsica”, conosciutissima e apprezzata anche all’estero.
Ilenia Lucci è anche l’ideatrice e la direttrice artistica del “Concerto Infinito”.
Presenta Orietta Spera. L’ingresso è libero.
by francesca

Dopo tre dischi in cinque anni, Marco Ligabue, continua il suo nuovo percorso fatto di tantissimi concerti e di singoli all’improvviso.
Incredibile il numero dei live all’attivo: oltre 500 da quando ha iniziato il percorso da cantautore. Per l’estate 2019 una bella novità: il singolo “ALTALENA”.
Dal 28 giugno in radio e in tutti gli store digitali.

Da sempre attento ai cambiamenti di linguaggio nella musica, Marco ha scritto il brano a quattro mani con il giovane amico e autore Leonardo Cristoni ed ha affidato l’arrangiamento ad uno dei produttori più talentuosi del momento, Federico Nardelli.
Le sonorità sono ispirate all’indie/folk dei “Mumford & Sons”, di cui Marco è da sempre fan, mentre il testo è fortemente emotivo: l’altalena viene cantata come metafora della vita.

«C’è un istinto naturale che porta ognuno di noi a spingersi sempre avanti nella vita, – ci racconta lo stesso Marco Ligabue – non ce ne rendiamo conto eppure lo percepiamo sin dalla prima volta che da bambini saliamo sull’altalena. Questo istinto è talmente forte che ci fa pure prendere la rincorsa. Poi, però, la vita di tutti i giorni ci fa fare anche i conti con chi siamo stati finora, con il passato e con i ricordi, riportandoci continuamente indietro, proprio come succede quando andiamo su un’altalena. Amore, amicizia e sogni sono spinte incredibili, danno al nostro tempo un continuo rimbalzo di emozioni tra ciò che è stato e ciò che sarà.
Ho capito cos’è il tempo, è un’altalena. E quanto è bello quel vento che ti arriva in faccia quando vai su e giù?”

Reduce dall’esperienza televisiva di “All Together Now”, uno dei giudici della trasmissione di canale5, Marco ha numeri importanti sui social: oltre 57 mila followers su Instagram e 270.000 su Facebook.

Sarà Bellissimo tour 2019:
05/05 San Nicola Dell’Alto (KR)
18/05 Mattinata (FG)
24/05 Marana di Montereale (AQ)
25/05 Melissano (LE)
31/05 Campus Legalita (evento privato)
03/06 Monopoli (BA)
08/06 Castagneto di Montegiorgio (FM)
12/06 Montefalcone nel Sannio (CB)
13/06 Lanciano (CH)
14/06 Palazzo San Gervasio (PZ)
15/06 Cervaro (FR)
16/06 Roma
22/06 Tolentino (MC)
27/06 Ferrara
30/06 Telese Terme (BN)
07/07 Ollastra (OR)
10/07 Sant’Anatolia (RI)
11/07 Peschici (FG)
12/07 Cesena (FC)
16/07 Cancellara (PZ)
19/07 Porto Ercole (GR)
21/07 Porto Sant’Elpidio (FM)
28/07 Pianella (PE)
29/07 San Felice Circeo (LT)
31/07 Amaroni (CZ)
04/08 Trecasali (PR)
05/08 Porto Rotondo (OT)
06/08 Cavriglia (AR)
07/08 Soveria Simeri (CZ)
08/08 Montesano (LE)
10/08 Montecosaro (MC)
11/08 San Buono (CH)
12/08 Avigliano Umbro (TR)
13/08 Pegognaga (MN)
14/08 Bellante (TE)
15/08 Marsico Vetere (PZ)
17/08 Montalto di Castro (VT)
18/08 Gallipoli (LE)
23/08 Cappella de Picenardi (CR)
25/08 Sala Consilina (SA)
31/08 Pescorocchiano (RI)
08/09 Pentone (CZ)

by Redazione

L’evento più saporito e goloso del mondo fa tappa per il quinto anno consecutivo a Pescara. L’iniziativa si terrà dal 4 al 7 luglio al Porto Turistico “Marina di Pescara”, è organizzata da Blunel Srls, ha il patrocinio di Confartigianato Imprese Pescara, Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura Chieti-Pescara, del Marina di Pescaraed è inserita nella programmazione del calendario di Estatica 2019.

Il festival ospiterà 23 food truck provenienti da ogni regione d’Italia e 6 birrifici artigianali; offrirà ben 150 tipologie di cibi diversi e 50 birre artigianali differenti. Questi sono solo alcuni dei numeri che “Street food Time” è in grado di proporre per soddisfare le esigenze culinarie più disparate dall’aperitivo al dessert passando per primi piatti, secondi, contorni e formaggi. I fornelli si accenderanno alle ore 18,00 e si spegneranno a tarda notte.

Food truck provenienti da ogni regione daranno vita a quattrogiornate davvero gourmetdurante le quali l’Italia culinaria si incontrerà a Pescara per deliziare tutti i palati, anche i più esigenti. L’area del festival sarà la patria del cibo di qualità in cui gli alimenti della tradizione culinaria italiana saranno proposti in “versione street”.

Ricerca della qualità, piacere di avere un contatto umano e schietto con i clienti, voglia di mantenere vivi i rapporti con il proprio territorio e la sua storia, utilizzo di prodotti agricoligenuini, uso di ricette tramandate di generazione in generazione, questi gli elementi che caratterizzano i cultori del cibo di strada. “Street Food Time” è un festival interessante, stuzzicante, appetitoso, succulento, in cui il “savoir faire” italiano si innesca sulla cultura del prodotto, della terra, della storia.

Un appuntamento da non perdere, ricco di sapore, divertimento, intrattenimento e cultura, tutto all’insegna della qualità, che sarà il biglietto da visita anche della quinta edizione della tappa pescarese e di tutti gli altri appuntamenti del tour che toccherà moltissime città italiane.

Oltre ai piaceri culinari ci saranno ogni sera momenti di intrattenimento con musica live curati da Hobos Street Band, una band itinerante composta da 12 elementi.

L’ingresso all’area del festival, come di consueto, è assolutamente gratuito.

by Redazione
l'estate entra in scena a Roccaraso

L’estate va in scena a Roccaraso tra musica, sport e cultura.

Irene Grandi, Simone Cristicchi e Fiordaliso: sono alcuni nomi che daranno lustro all’estate di Roccaraso, in provincia de L’Aquila, una delle località sciistiche d’Abruzzo più conosciute d’’Italia.

Giornate calde d’estate al fresco della montagna a suon di musica, quella buona, e di altri eventi come il Muntagninjazz, il Roccaraso Vintage- Mangiarocck” e appuntamenti sportivi come il Roccaraso Trail.

Insomma, l’estate entra in scena a Roccaraso nel cuore dell’Abruzzo sugli sci.

Anche l’estate è ricca e imponente con oltre 60 appuntamenti in programma.

Spazio ovviamente anche alla cultura a settembre con il Premio Giustolisi; il sindaco della località aquilana i Francesco Di Donato:

Abbiamo confermato gli eventi più importanti degli ultimi anni e integrato il cartellone estivo con novità interessanti cercando di privilegiare la qualità.

Foto: Pagina Facebook ufficiale Irene Grandi 

 

by francesca