Search

Tag Archives: pianella

Tempo di Carnevale, tempo di festa nell’area vestina: sarà proprio il noto Frantoio delle Idee di Moscufo ad ospitare un nuovo importante appuntamento tutto dedicato alle famiglie e agli amanti dei sogni, a coloro che non perdono mai di vista il proprio obiettivo e che non smettono mai di lottare.

Al cuore di grandi e piccoli parla la giovane scrittrice di Pianella, Felicita Romano che il prossimo 23 febbraio 2020 alle ore 17.30 presenterà presso il polo culturale la sua esperienza letteraria nota come “La favola di Puccino e Luppina: gli aggiustacuori” (Lupi Editore).

L’evento organizzato dall’Associazione Cultour Moscufo si preannuncia come un festoso appuntamento tra “Favole, libri, disegni, musica, maschere”; non mancheranno momenti musicali con Laura di Mascio e Lucrezia Di Leonardo e letture dei bambini della scuola primaria di Moscufo E.De Amicis che con la loro creatività daranno vita alle emozioni attraverso racconti e disegni realizzati direttamente da loro, infatti saranno esposti gli elaborati del progetto “Crea una Favola”. L’evento, che gode del patrocinio del Comune di Moscufo, sarà moderato dalla giornalista Alessandra Renzetti.

“Ringrazio tutti gli insegnanti della scuola primaria di Moscufo che hanno preso a cuore il nostro appuntamento ed il Dirigente Scolastico Tommaso D’Aloisiocommenta il presidente dell’Associazione culturale Mimmo Ferri. – L’idea “Crea una favola” prende spunto dal progetto di lettura iniziato a partire dal mese di dicembre presso l’Istituto Comprensivo Statale di Pianella e Moscufo , da parte della dott.ssa Felicita Romano, autrice del libro“La Favola di Puccino e Luppina: gli aggiustacuori”. Si tratta di un progetto che mira a sensibilizzare i bambini all’ascolto della favola e promuovere l’espressione e la gestione delle emozioni”.

“La favola – prosegue – rappresenta un percorso alla scoperta di un mondo nuovo capace di offrire al bambino nuove immagini e nuove dinamiche relazionali: è un potente strumento di gioia e soprattutto è un prezioso mezzo didattico per educare i piccoli al rispetto reciproco. La narrazione aiuta i nostri piccoli a pensare a identificarsi con l’altro e a scegliere il bene. Domenica i bambini della scuola primaria di Moscufo E.De Amicis saranno i protagonisti principali perché i loro eroi e i loro sogni prenderanno forma, colore e parola: ci sarà un’esplosione di emozioni”.

La scrittrice tanto cara ai piccoli, nel suo libro parla d’amore, sentimento nobile che non deve mancare mai nella vita, ma soprattutto nella crescita dei bambini che vanno amati, rispettati ed accolti tra le braccia degli adulti responsabili della loro educazione e del loro benessere.

Lo stile è semplice, travolgente, di facile interpretazione ma sicuramente mai scontato, d’altra parte sono le stesse emozioni a non essere mai scontate nella vita e molto spesso sono difficili da spiegare soprattutto ai più piccini, che conoscono ancora poco il mondo, che non sanno ancora la differenza tra il bene ed il male, tra l’amore e l’odio.

Al centro del progetto letterario due graziosi gnometti che sono appunto Puccino e Luppina che rappresentano questo sentimento di cui tanto si parla, e proprio i due dolci gnometti mostreranno in modi differenti a Giulia e Francesco, i due co-protagonisti di questa favola e che in tale contesto simboleggiano tutti i bambini del mondo, una grande verità: durante la propria vita è possibile fidarsi di “Amore” e si può godere di tutta la sua dolcezza.

Questo è un concetto fondamentale da insegnare ai bambini: con l’amore si può sconfiggere il male, si può vivere serenamente; è insomma l’amore che dà la forza di lottare anche di fronte ad un grande dolore.

Sabato 4 gennaio si è svolta nella sala consiliare “Donato Cavallone” del Comune di Pianella la sedicesima edizione della manifestazione “Pagella d’Oro- Premio Gesualdo de Felici” nella quale sono stati premiati dalla Pro Loco gli alunni più meritevoli di Pianella. Ha portato il saluto per l’Amministrazione Comunale, ente patrocinante, il sindaco Sandro Marinelli.

“Il premio – ricorda il presidente della Pro Loco, Edoardo Faieta – è dedicato al Marchese Gesualdo III de Felici, filantropo di Pianella, che alla fine dell’800 istituì borse di studio in denaro per i ragazzi meritevoli appartenenti alle famiglie disagiate. Negli anni ‘90, l’imprenditore Piero Peduzzi, alla cui memoria è dedicato un premio speciale, portò avanti la lodevole iniziativa attraverso la Società Operaia di Mutuo Soccorso. Nel 2005 la Pro Loco ha ripreso il testimone e da allora, grazie anche al supporto degli sponsor, consegna ai ragazzi più bravi delle scuole elementari e medie di Pianella una borsa di studio, una pergamena e dei libri”.

Confermata la novità introdotta nella scorsa edizione, ovvero la consegna all’istituto comprensivo “Papa Giovanni XXIII” di un buono per acquistare uno strumento musicale. La consegna è stata simbolicamente effettuata dagli studenti che hanno riportato la votazione massima nello studio dello strumento musicale: De Berardinis Michele e Fiore Antonio.

I premiati di quest’anno della classe quinta della scuola primaria a.s. 2018/2019: D’Addazio Martina, Di Leonardo Lorenzo, Gallinari Alessandro, De Berardinis Mariachiara, Toro Federico. Per la scuola secondaria a.s. 2018/2019 premi a: Di Pentima Andrea, Tortora Raul, Costantini Simone, Di Battista Fiorella, De Berardinis Michele.

 

Miglior alunno in assoluto è risultata Di Battisa Fiorella, della scuola media, vincitrice del premio speciale Peduzzi.  

by Redazione
Pianella

Sarà sottoscritto il prossimo 30 dicembre, a margine della seduta del consiglio comunale, il contratto di concessione di uso immobile tra il Comune di Pianella e Asl di Pescara per quanto attiene l’ex sede dei giudici di Pace, successivamente adibita temporaneamente a scuola per consentire i lavori di messa in sicurezza della media del capoluogo.

La struttura, collocata in posizione strategica vista la vicinanza il terminal bus, la caserma dei Carabinieri, le scuole e tutti gli uffici pubblici, sarà oggetto di un intervento di adeguamento e ristrutturazione per un importo complessivo di 350mila euro che consentirà il definitivo trasloco dalla vecchia sede di via santa Lucia, ponendosi come adeguato punto di riferimento per una vasta fetta della popolazione dell’area vestina.

Nel piano riorganizzativo dell’erogazione dei servizi sanitari, inoltre, la Asl, in pieno accordo con l’ente locale, andrà ad erogare numerosi servizi all’utenza nella nuova struttura: scelta e revoca medico di base – esenzione ticket – accettazione domanda servizi sanitari PUA – punto prelievi – postazione 118 (h24) – continuità assistenziale – ambulatoriale specialistica, nonché la costituzione di una struttura semiresidenziale per assistenza ad anziani non autosufficienti.

Il costo dell’intervento sarà a totale carico della ASL che, in cambio, otterrà la concessione gratuita dell’immobile per un periodo di trenta anni.

“Siamo particolarmente soddisfatti per aver raggiunto un obiettivo programmatico di primaria importanza – afferma il sindaco Marinelli – e per questo mi corre l’obbligo di ringraziare il delegato alla sanità, Alessandro Minetti e Ivano Pietrolungo, collaboratore della giunta in qualità di esperto in welfare, per il decisivo apporto fornito. Abbiamo condiviso con la ASL di Pescara un progetto pilota ambizioso che mira a prevenire il sempre crescente fenomeno della spedalizzazione della popolazione, soprattutto anziana, mediante la realizzazione di un polo assistenziale di prossimità in grado di offrire una efficace integrazione di servizi amministrativi e socio-sanitari, sfruttando anche strumenti tecnologici innovativi e per questo un doveroso ringraziamento va all’assessore regionale Nicoletta Verì che, salvo impegni dell’ultima ora relativi al consiglio regionale, sarà presente a Pianella unitamente al Direttore Generale Antonio Caponnetti, per la firma della convenzione”.

pianella

Nei giorni scorsi, il capogruppo Romeo Aramini e il consigliere Davide Berardinucci del gruppo consiliare del Comune di Pianella “Un Progetto in Comune”, hanno inviato al sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Regionale con delega ai trasporti, dott. Umberto D’Annuntiis, e al Dipartimento Infrastrutture, Trasporti, Mobilità, Reti e Logistica della Regione Abruzzo, la richiesta per far inserire anche Pianella nel bacino servito dal Biglietto Unico.

Ecco le dichiarazioni dei due consiglieri:

Ricordiamo come dal 2004, anno di nascita del biglietto unico Pianella rimase esclusa, cosa francamente inspiegabile considerato che questo comune è in contiguità con i due capoluoghi di provincia della cd. Area Metropolitana e confina da una parte con Spoltore e dall’altra con Cepagatti, entrambi comuni già inclusi nell’area del biglietto unico.

Giova sottolineare l’elevata domanda di mobilità di trasporto pubblico da parte dei residenti del Comune di Pianella che si traduce nei giorni feriali in ben 38 corse da e per Pescara da Pianella, confermando l’elevato pendolarismo studentesco e quello dei lavoratori, facendo registrare un +30% di pendolari che da Pianella usufruiscono del mezzo pubblico rispetto comuni già beneficiari del biglietto unico.

Quest’ultimo dato sta a testimoniare anche la convenienza che avrebbe Tua compiendo questo allargamento del bacino servito da Unico.

A confermare la legittima aspirazione di Pianella ad essere inclusa nel bacino di Unico è il fatto che in sede di individuazione di bacini ottimali ed omogenei di traffico (cfr. documento istruttorio regionale ex DL 138/2012) il Comune di Pianella è stato già ricompreso nel bacino Area Chieti-Pescara cd. Bacino C.

Qualcuno si è confuso in Consiglio Comunale sbandierando contatti con il presidente di Tua al fine di far attivare Unico anche nel nostro territorio dimenticando, però, che l’unico ente legittimato a mutare lo stato di fatto, e quindi capace di integrare il bacino di Unico annettendo Pianella, è la Regione Abruzzo.

Il gruppo “Un Progetto in Comune” ha richiesto l’ingresso di Pianella in Unico dal 1° Gennaio 2020, la decisione ora spetta alla Regione Abruzzo.

borgo divino

Due serate promosse dalla Pro Loco di Pianella, con il patrocinio del Comune, all’insegna di un percorso enogastronomico e sensoriale che si snoderà all’interno del centro storico della città vestina attendono il turista.

Varcata l’antica porta S. Maria, il visitatore potrà incamminarsi lungo le vie del borgo, guidato da una brochure illustrativa, che lo condurrà alla ricerca dei punti ristoro e dei vini delle aziende del territorio, in una ideale “‘via del vino”.

Si potranno ammirare foto di straordinaria bellezza sul vino, sulla vendemmia e sui paesaggi rurali autunnali preparate per l’occasione dall’associazione Ama Pianella.

Per gli amanti degli antichi mestieri ci sarà una intera Piazza che ospiterà gli artigiani, custodi degli antichi mestieri e delle tradizioni.

Nell’antico frantoio d’Annibale si potranno fare delle visite guidate tornando indietro di secoli, potendo ammirare un trappeto rimasto quasi intatto con presse in legno del Settecento ed in ferro del XIX secolo, oltre a tutti gli utensili dall’epoca, insieme a degustazioni di Olio EVO a cura del Consorzio di tutela D.O.P. Aprutino-pescarese.

Il Palazzo della Cultura Mira Cancelli ospiterà al pian terreno una Mostra Documentaria nel MACA (Museo dell’Artigianato Ceramico Abruzzese) dal titolo Vino, Olio e Miele negli antichi manoscritti di Pianella’ a cura di Elso Simone Serpentini e Loris Di Giovanni.

Saranno esposti il manoscritto sui trappeti di Camillo de Felici, un manoscritto sul miele, la lettera al Generale Garibaldi con cui viene annunciato per Natale l’arrivo delle olive nere e verdi di Pianella, una copia settecentesca dell’elenco dei privilegi, tra i quali quelli sull’olio, concesso dal Contestabile Alessandro Sforza nel 1463 all’Università di Pianella, un manoscritto di Enrico Sappia de Simone, ex cospiratore ed agente segreto di Mazzini, ospite dei de Felici a Pianella, sul metodo di vinificazione nel Monferrato del vino fine dolce, e una lettera indirizzata a Camillo de Felici sulla qualità dell’olio di Pianella e da ultimo una rarissima edizione su Luigi de Felici, fratello del Barone Camillo.

Sempre nello stesso museo a cura del direttore il ceramologo Diego Troiano saranno visitabili ben due mostre.

La prima dal titolo Dalla bottega all’industria incentrata sulla produzione della S.I.M.A.C. di Castelli, la seconda su I fischietti della fornace di Vico San Rocco a Torre de’ Passeri.

La Biblioteca Comunale al primo piano del Palazzo ospiterà due eventi e due mostre, tutte per i più piccoli, racchiuse per l’occasione in uno speciale cartellone denominato ‘BorgoDiVino Kids’.

Due le letture animate, la prima, venerdì 15 alle ore 21, dal titolo Pappe da favola – ricette e filastrocche a cura di Rossella Secone ed Alessandra Puca; la seconda, sabato 16 allo stesso orario, dal titolo FiabOlio – letture animate sull’Olio.

Nel secondo e ultimo piano il visitatore potrà visitare la raccolta Pagine di Storia Pianellese ed assistere, sabato 16 alle 18, alla presentazione del libro  Intorno ai Trappeti di Loris Di Giovanni ed Elso Simone Serpentini, per i tipi di Artemia Nova Editrice, con gli interventi, oltre degli autori, del presidente della Pro Loco Edoardo Faieta e del past presidente Roberto Sergiacomo.

Libro nato da trascrizione di un antico manoscritto del barone Camillo de Felici di Pianella proveniente, come i documenti esposti in mostra, dalla collezione privata del teramano Corrado Anelli.

Ci sarà, inoltre, un incontro con l’artista Nikolla Rama, a cura del Polo Artistico ‘G. Puccini’ , con esposizione e realizzazione estemporanea di opere.

Non mancheranno, ad allietare i visitatori del Borgo, musica e intrattenimento.

Una due giorni di Wine, food e tanto altro, dove Turismo e Cultura diventano il volano del territorio vestino, per farlo conoscere in uno straordinario percorso emotivo e sensoriale.

Programma BorgoDiVino Pianella

Dopo una prima ed emozionante presentazione presso il suo comune di residenza, Pianella, dov’è stata accolta dal sindaco Sandro Marinelli, il tour della scrittrice Felicita Romano prosegue senza sosta. E così, proprio lei che parla al cuore di grandi e piccoli sarà al Fla, domenica 10 novembre alle ore 11:00 presso il Circolo Aternino – Sala Fucsia a Pescara, con la nuova esperienza letteraria “La favola di Puccino e Luppina: gli aggiustacuori”.

Presentazione a Pianella

Al centro di questa favola tornano le emozioni che incontrano le proprie origini, riempiono il cuore divertendo i piccoli, ma portano gli adulti a riflettere e si sa, di fronte ai propri sentimenti talvolta messi all’angolo o addirittura trattenuti per paura di star male, anche i più grandi devono arrendersi: l’amore è una linfa vitale, scioglie le tensioni, fa battere i cuori più velocemente, ma soprattutto l’amore sa dare risposte a tante domande, anche a quelle più complesse, anche quelle che fanno male, ma è nell’amore stesso poi che si trova la soluzione.

Al fianco della scrittrice, in occasione della presentazione pescarese, ci saranno la giornalista Alessandra Renzetti e l’editore Jacopo Lupi, ad aggiungere un tocco di colore all’appuntamento ci sarà il grafico e vignettista Daniele Valentini che divertirà con le sue magiche creazioni.

Locandina Fla

Felicita Romano, dolce e sensibile tanto amata dai piccoli, ha sintetizzato in questo nuovo libro (di Lupi Editore) le sue emozioni,  mettendo in piedi un progetto che parla d’amore, sentimento nobile che non deve mancare mai nella vita: i bambini per crescere bene hanno bisogno di amore e vanno rispettati ed educati proprio perché a loro volta possano diventare adulti responsabili.

La Romano nella sua vita ha ottenuto diversi riconoscimenti per aver scritto poesie e racconti che hanno appassionato i suoi piccoli ammiratori, in uno stile semplice, travolgente, di facile interpretazione ma sicuramente mai scontato, d’altra parte sono le stesse emozioni a non essere mai scontate nella vita e molto spesso sono difficili da spiegare soprattutto ai più piccini, che conoscono ancora poco il mondo, che non sanno ancora la differenza tra il bene ed il male, tra l’amore e l’odio, ed ecco che attraverso le favole hanno bisogno di sapere.

Ad impreziosire le storie di Giulia e Francesco, i protagonisti del libro, ci sono due graziosi gnometti che sono appunto Puccino e Luppina che rappresentano questo sentimento di cui tanto si parla, e proprio i due dolci gnometti mostreranno in modi differenti ai due co-protagonisti che in tale contesto simboleggiano tutti i bambini del mondo, una grande verità: durante la propria vita è possibile fidarsi di questo enorme sentimento e si può godere di tutta la sua dolcezza, non bisogna temere l’amore.

Come sottolinea la scrittrice: “E’ bene ricordare che con l’amore si può sconfiggere il male, si può vivere serenamente, è l’amore che dà la forza di lottare anche di fronte ad un grande dolore e domenica ne parleremo di nuovo proprio perché è importante”.

by Alessandra Renzetti
felicita romano

Quando le emozioni incontrano le proprie origini, il risultato è una vera favola, che riempie il cuore, che diverte i piccoli, ma che induce a riflettere gli adulti.

Di fronte ai propri sentimenti, talvolta messi all’angolo o addirittura trattenuti per paura di star male, anche i più grandi devono arrendersi: l’amore è una linfa vitale, scioglie le tensioni, fa battere i cuori più velocemente.

E così, al cuore di grandi e piccoli parla la giovane scrittrice di Pianella, Felicita Romano che il prossimo 20 ottobre alle ore 17.30 presenterà presso la Sala Consiliare del suo Comune di appartenenza la nuova esperienza letteraria La favola di Puccino e Luppina: gli aggiustacuori.

Con lei, il sindaco di Pianella Sandro Marinelli, da Rai Yoyo Greta Pierotti ossia Fata Ariele che leggerà passi del libro per i piccoli ospiti e la giornalista Alessandra Renzetti che modererà l’evento.

locandina

La scrittrice dolce e sensibile tanto amata dai piccoli, quest’anno ha accettato un’ulteriore sfida “letteraria” sintetizzata in questo nuovo libro (di Lupi Editore) e visto come un progetto che parla d’amore, sentimento nobile che non deve mancare mai nella vita, ma soprattutto nella crescita dei bambini che vanno amati, rispettati ed accolti tra le braccia degli adulti responsabili della loro educazione e del loro benessere.

La Romano nella sua vita ha ottenuto diversi riconoscimenti per aver scritto poesie e racconti che hanno appassionato i suoi piccoli ammiratori, in uno stile semplice, travolgente, di facile interpretazione ma sicuramente mai scontato, d’altra parte sono le stesse emozioni a non essere mai scontate nella vita e molto spesso sono difficili da spiegare soprattutto ai più piccini, che conoscono ancora poco il mondo, che non sanno ancora la differenza tra il bene ed il male, tra l’amore e l’odio.

Così parla in vista dell’evento la scrittrice:

Domenica 20 ottobre con mio grandissimo piacere, avrò l’occasione di presentare per la prima volta in assoluto, il mio secondo libro per bambini, dal titolo La favola di Puccino e Luppina. Gli aggiustacuori nel mio Comune di residenza, Pianella.

Per l’occasione, sarò affiancata dal sindaco, Sandro Marinelli, che ringrazio: aprirà per me, le porte del Comune anche se di domenica, permettendomi di svolgere la presentazione nella Sala Consiliare.

Sono davvero onorata, innanzitutto di poter sedere accanto a lui durante la presentazione, ed essere accompagnata, lungo i magici meandri d’una fantasia sottile e concreta, letta nei passi del libro, dalla fatina Ariele, ossia Greta Pierotti, direttamente da Rai Yoyo ed in più dalla giornalista Alessandra Renzetti, che stimo moltissimo e che assieme a me, edulcorerà l’importanza del sentimento più bello e fondamentale della vita, che è l’amore.

E’ infatti proprio “Amore”, che “muove il mondo” e rende tutto così “straordinariamente meraviglioso”. Ad aggiungere un tocco di colore all’appuntamento ci sarà il grafico e vignettista Daniele Valentini.

Amore nelle parole, amore nelle intenzioni: in questo nuovo progetto della Romano anche la copertina del libro ispira “amore”.

Ad impreziosirla due graziosi gnometti che sono appunto Puccino e Luppina che rappresentano questo sentimento di cui tanto si parla, e proprio i due dolci gnometti mostreranno in modi differenti a Giulia e Francesco, i due co-protagonisti di questa favola, e che in tale contesto simboleggiano tutti i bambini del mondo, una grande verità: durante la propria vita è possibile fidarsi di questo enorme sentimento e si può godere di tutta la sua dolcezza.

Questo è un concetto fondamentale da insegnare ai bambini: con l’amore si può sconfiggere il male, si può vivere serenamente; è insomma l’amore che dà la forza di lottare anche di fronte ad un grande dolore.

by Redazione

A distanza di pochi giorni dal grande evento denominato “Castrum 2019”, addestramento sul come affrontare le emergenze, il Modavi Pianella traccia un bilancio molto positivo su quanto è emerso da questa grande esercitazione nazionale di Protezione Civile che si è tenuta nello stesso comune di Pianella lo scorso fine settimana e che ha accolto circa 300 volontari arrivati da tutta Italia per prendere parte alle varie attività che si sono svolte nell’arco delle tre giornate previste.

Tanti gli operatori impiegati in simulazioni di terremoti nelle varie scuole del territorio e dei paesi del circondario: non sono mancate simulazioni di incendio boschivo, prove di ricerca di persone disperse, e gestione di tutte quelle situazioni dove viene impiegata la Protezione Civile in caso di necessità.

Proprio li, nel Campo Sportivo di Pianella sito in contrada Nardangelo,  luogo in cui sono state allestite le tende, ha voluto portare la sua testimonianza anche un uomo che in qualità di Primo cittadino, con coraggio ha affrontato una grande disgrazia, quella del terremoto di Amatrice: a portare i suoi saluti infatti a volontari e responsabili, al fianco del Presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio e del sindaco di Pianella, Sandro Marinelli, è stato Sergio Pirozzi ex sindaco di Amatrice e consigliere regionale, sceso in prima persona tra le macerie, proprio in quella drammatica notte del 24 agosto 2016, per aiutare e, per quanto possibile, rassicurare i suoi cittadini distrutti dal dolore e dalla disperazione. La sua, è stata una testimonianza di grande spessore, e che si è ben sposata con la “mission”di questo appuntamento che ha avuto tanto da insegnare a chi, davvero, si impegna con costanza a fronteggiare emergenze.

Come ha spiegato il Presidente del Modavi Protezione Civile Nazionale Emanuele Buffolano che non ha mai perso di vista il campo base, “con questo evento denominato Castrum 2019, tutti i volontari si sono impegnati per il perfetto funzionamento della macchina dei soccorsi in caso di emergenza, e le esercitazioni gestite dalle varie associazioni hanno aiutato tutti noi a migliorarci e ad esercitarci”.

“L’invio di tre funzionari del Dipartimento Nazionale della Protezione Civile – prosegue – conferma l’attenzione rivolta al percorso della nostra Colonna Nazionale, ma che si differenzia dagli altri enti per la grande presenza di giovani, per la coesione tra i gruppi e per la motivazione alla base di un percorso, che presto – avvisa – ci regalerà nuove sorprese”.

Sorprese, dunque e grandi aspettative anche per il futuro e come spiega il Vice presidente del Modavi Pianella, Planamente Mirco, “l’evento è stato organizzato con il grande impegno di molti che hanno sposato una causa che a noi, soprattutto, sta molto a cuore, ossia quella di poter essere efficienti e preparati in caso di emergenza”.

Infatti tutti i volontari del Modavi Protezione Civile hanno accolto con entusiasmo l’evento organizzato, ed è proprio questa una condizione indispensabile per dare una continuità e un futuro a tutte le associazioni di Protezione Civile per il bene comune e la voglia di aiutare il prossimo.

“All’evento hanno partecipato varie associazioni, aderenti alla colonna nazionale Modavi Protezione Civile e alla chiusura dell’evento hanno partecipato il sindaco di Pianella, Sandro Marinelli, a cui va il nostro principale ringraziamento per aver ospitato e permesso l’esecuzione di questo importante e fondamentale evento” – interviene in merito il Presidente del Modavi Pianella, Piero Tatilli.

“Un plauso al Nucleo di Protezione Civile di Pianella che è riuscito ad organizzare sul nostro territorio comunale un’esercitazione nazionale con prova addestrativa in caso di calamità”- ad intervenire è anche Davide Berardinucci, ex assessore comunale alla Protezione Civile, artefice della costituzione del nucleo, oggi consigliere provinciale di Pescara.

“Cinque anni fa nel territorio di Pianella non c’era nulla – prosegue il consigliere – ed in questo arco temporale il nucleo è cresciuto, ed ora conta circa 30 volontari specializzati in svariate attività capaci di intervenire in situazioni emergenziali così come in attività di ausilio all’ente. Sono orgoglioso di aver dato il mio fattivo contributo alla nascita del nucleo Modavi Pianella formato, ricordiamolo, da un gruppo di volontari encomiabili”.

Ora, si pensa al futuro:  altra sfida è quella di cercare di far apprendere alle nuove generazioni il senso di volontariato ed il significato di soccorso, e questo è un obiettivo che si cerca di raggiungere coinvolgendo più territori, anche con l’aiuto delle istituzioni.

 

 

by Alessandra Renzetti

Risale allo scorso mese di agosto la scoperta di una discarica abusiva da parte della Polizia Provinciale in contrada Conoscopane, nella zona industriale di Pianella

Una discarica di rifiuti consistenti in residui di potature e sfalci provenienti da lavori comunali, e altri materiali da demolizione e imballaggi misti sita su un’area di parcheggio di 800 mq.

La scoperta è costata al Comune 6.500 euro di multa una diffida “a ripristinare i luoghi entro 3 giorni, e a comunicare successivamente alla Polizia Provinciale l’avvenuto smaltimento e bonifica del sito comunale” come si legge nella nota del consigliere comunale Gianni Filippone capogruppo di Pianella Vicina.

Per pagare la multa, l’amministrazione comunale ha dovuto porre una variazione al bilancio previsionale 2019 e “sottrarre la somma, dai capitoli di Bilancio inerenti i lavori pubblici in corso, ma la maggioranza si vuole sottrarre alle sue responsabilità ma la vorrebbe imputare agli operai che materialmente hanno eseguito i lavori”.

Il consigliere comunale ha inoltre fatto notare come: “si evidenziano chiaramente omissioni rispetto all’osservanza di alcune leggi e anche la cattiva gestione amministrativa nonché la carente applicazione del contratto d’appalto del “Servizio di Igiene urbana” stipulato con la società CONSAC”

Fu lo stesso Filippone nel 2014 a fare un’interpellanza con oggetto “Inquinamento nella zona artigianale – industriale di C.da Conoscopane di Pianella”.

Una situazione quindi che pare andava avanti da tempo e che, nel marzo 2018, sfociò in un incendio con intervento dei Vigili del Fuoco di Pescara.

Il consigliere, nel corso della seduta del consiglio comunale ha chiesto “che il pagamento della sanzione emessa dalla Polizia Provinciale non sia dovuto dal Comune di Pianella, ma va attribuito alle responsabilità degli amministratori e responsabili di area, del periodo 2014 al 2019 per le loro negligenze e omissioni”.

Discarica rifiuti_Area 2019

Al consigliere Filippone, arriva la replica dell’amministrazione comunale per voce dell’assessore all’Ambiente Marco Pozzi:

La Polizia Provinciale di Pescara nell’adempimento dei suoi compiti istituzionali ha effettuato un sopralluogo il 20 agosto 2019 e di seguito ha emesso un verbale di accertamento a carico del Comune di Pianella, quale proprietario di un terreno dove sono stati rinvenuti dei residui di potature nonché materiali inerti, peraltro già oggetto di una precedente bonifica nel 2014.

Parlare dunque di discarica abusiva appare assai eccessivo, trattandosi certo di una deprecabile quanto incivile pratica, ma il fatto stesso che sia stata dal comune bonificata in poche ore dopo la segnalazione della Polizia Provinciale, ne dimostra la natura modesta e non pericolosa.

Doveroso, invece, per l’ente predisporre la provvista economica che consente di pagare immediatamente una eventuale sanzione ridotta, altrimenti destinata a raddoppiare in caso di mancato tempestivo adempimento, per poi accertare per mezzo delle procedure istituzionali le eventuali responsabilità individuali e procedere al recupero delle somme.

Il consigliere Filippone, probabilmente ignaro delle responsabilità e dei doveri che conseguono al ruolo di consigliere comunale, quale pubblico ufficiale, ha prodotto in consiglio comunale una relazione, corredata da foto, con la quale ha affermato di essere a conoscenza di tale attività abusiva sin dal 2018, ma si è ben guardato di denunciarla alle competenti autorità, preferendo evidentemente attendere il momento giusto per strumentalizzare politicamente la vicenda invece di provvedere ad una doverosa denuncia che avrebbe consentito di individuare prontamente i responsabili ed evitare ulteriori danni ambientali e questo rappresenta un pessimo esempio per la cittadinanza.

by Redazione
raccolta olive

E’ iniziata la raccolta olive per la certificazione campagna 2019/2020, a seguito del DM Modifica del disciplinare Dop Aprutino Pescarese.

Questa richiesta di anticipazione, convalidata e condivisa dal MIPAAFT, è scaturita dalla necessità di poter assicurare la certificazione e l’imbottigliamento ai produttori che sono presenti nella GDO, ma anche per assicurare la qualità del prodotto e mettersi in sicurezza contro attacchi patogeni.

Anche per tali motivazioni lo stesso provvedimento interesserà la produzione dell’olio DOP Colline Teatine.

“Siamo in procinto di avviare una nuova stagione e, in questi giorni già alcuni frantoi aziendali hanno riaperto – afferma il presidente del consorzio di tutela olio dop Aprutino-Pescarese Silvano Ferri – Proprio per questo abbiamo richiesto ed ottenuto dal ministero l’anticipazione”.

“Sempre più frequentemente la produzione varia da zona a zona mentre registriamo una attenzione sempre crescente dei nostri produttori nei confronti della qualità – aggiunge il presidente del DAQ olio d’Oliva d’Abruzzo Sandro Marinelli – Bisogna, pertanto, intercettare quante più risorse possibili per favorire il posizionamento del nostro prodotto di eccellenza, al giusto prezzo, all’interno di un mercato estremamente variegato”.

Nella foto Pianella, storica città dell’olio

by Redazione