Search

Tag Archives: cronaca regionale

san valentino

San Valentino è il giorno dedicato all’amore, m la percezione di questo sentimento può variare moltissimo: per alcuni sono le piccole cose a fare la differenza, per altri sono le grandi sorprese che lasciano senza fiato.

Altri ancora pensano che l’amore non sia solo quello romantico ma anche quello per i propri affetti in generale, oppure per una grande passione come lo sport, i viaggi, il cinema …

Groupon ha voluto indagare con una survey i tantissimi modi con i quali gli abruzzesi fanno esperienza dell’amore… in fondo ogni motivazione è buona per celebrare San Valentino.

“Amore” è? Passione! Ma non solo per quello che ci si aspetterebbe

La grande maggioranza degli abruzzesi, il 71%, è convinta che San Valentino debba essere una festa dedicata ad ogni tipo di amore: non solo quello per la “dolce metà”, ma anche per gli amici, i famigliari o per l’inseparabile amico a 4 zampe.

Addirittura il 91% dichiara che non ci si dovrebbe limitare a dimostrare amore solo il 14 febbraio ma continuare a farlo ogni giorno dell’anno!

Gli abruzzesi, nel 2020, hanno una visione molto “allargata” del concetto di amore: se troviamo un 38% di romantici che per “Amore” intendono quello per il partner, c’è anche un 29% che usa questa parola anche quando si riferisce al proprio animale domestico; troviamo, poi, chi dichiara di amare le vacanze (26%), quelli che amano sé stessi (26%) e i food-lovers che dichiarano di amare la pizza (24%) o il cioccolato (18%).

La maggioranza degli abruzzesi (58%) pensa, poi, che il partner ami le sue passioni tanto quanto, se non di più, di loro.

Uno degli indiziati che ruba l’affetto della propria metà è la TV (29%), seguito a parimerito da sé stessi (17%) e a parimerito all’8% dal telefono, la squadra di calcio e il proprio animale domestico.

D’altronde le passioni sono anche un terreno comune sul quale coltivare l’amore.

L’87% degli abruzzesi dichiara di aver fatto propria una passione che inizialmente era del partner aprendosi a nuovi generi di film o serie TV (42%), alla passione per il calcio (25%), per un nuovo tipo di vacanza (21%) o di cucina (17%).

Tra le passioni comuni, le serie TV sono quelle che portano più spesso al “tradimento”: solo il 54% si impegna guardare sempre e solo con il partner la serie preferita.

“Amore”: una questione di tempo ma non più solo una questione di coppia!

A riprova che gli abruzzesi vivono San Valentino come una festa non necessariamente dedicata alla coppia, quasi la metà degli intervistati (41%) ha dichiarato di essere assolutamente aperti a celebrare San Valentino da soli, con del sano “me-time”.

In generale, infatti, il 56% pensa che dedicarsi alle proprie passioni in solitaria sia arricchente.

Secondo la survey, gli abruzzesi dimostrano amore donando il proprio tempo di qualità.

E si tratta di un amore in senso esteso, in quanto il tempo di qualità passato con i famigliari è giudicato desiderabile tanto quanto (dal 29%) quello passato con il proprio partner (sempre dal 29%).

Sempre della stessa filosofia sono quelli che dopo una lunga giornata di lavoro sono più felici di riabbracciare i propri famigliari (32%) che il proprio partner (18%).

Lo zoccolo duro dei romantici

In ogni caso, gli abruzzesi si confermano degli inguaribili romantici: dai dati emerge con chiarezza uno zoccolo duro che farà un regalo al partner per San Valentino (il 53%) – anche se un 15% lo farà a sé stesso e un 9% al proprio amico peloso.

Non manca, poi, un 56% di abruzzesi che giudica molto romantiche le dimostrazioni di affetto in pubblico; anche se ci sono dei gesti ritenuti davvero troppo imbarazzanti persino dai più sentimentali come le serenate (che mettono in imbarazzo il 29%) o riempire l’ufficio, a sorpresa, di palloncini colorati (29%).

pineto

E’ una storia di generosità, altruismo e amore per gli animali quella che ha per protagonisti due ragazzi di Pineto, Valerio Ciarrocchi, titolare di un negozio per animali, e la sua compagna Federica Cimini, i quali – commossi dalle notizie dei tanti animali sofferenti a causa del devastante incendio che ha colpito l’Australia – hanno deciso di partire e dare il loro contributo.

Una storia emozionante e significativa che è stata raccontata ieri sera a Villa Filiani dai diretti protagonisti nel corso di un partecipato incontro, voluto dall’amministrazione comunale, dal titolo Pineto si Koalizza. Racconto di un viaggio in Australia partito dal cuore.

Sono intervenuti, tra gli altri, il sindaco di Pineto, Robert Verrocchio, l’Assessora al Benessere e Tutela del Mondo Animale del Comune di Pineto, Jessica Martella, e il professor Leonardo Della Salda della facoltà di Veterinaria dell’Università degli Studi di Teramo il quale ha parlato dei drammatici numeri in termini di perdite di animali in Australia a causa degli incendi.

“In soli dieci giorni abbiamo deciso tutto – ha spiegato Valerio Ciarrocchi – abbiamo contattato una nostra conoscente che vive in Australia e siamo partiti. Una volta lì siamo andati in un parco, ci siamo qualificati e abbiamo iniziato a fare il nostro lavoro aiutando gli animali feriti”.

Valerio e Federica sono rimasti in Australia 15 giorni, dal 7 al 22 gennaio 2020, spostandosi di volta in volta dove c’era bisogno e occupandosi di vari animali come i koala, i canguri e i quokka.

Valerio è laureato in Tutela e Benessere Animale con un Master in Riabilitazione Veterinaria e ed è quindi un tecnico veterinario, Federica è laureanda nello stesso percorso di studi e grazie a queste loro competenze si sono resi disponibili per rifocillare gli animali e prestare i primi soccorsi.

“Abbiamo operato nel pieno dell’emergenza – ha aggiunto Ciarrocchi, rientrato da pochi giorni e con ancora addosso le emozioni provate – a pochi metri da noi c’erano incendi devastanti e terribili. Siamo felici di aver fatto, nel nostro piccolo, la nostra parte”.

“Siamo orgogliosi di avere come concittadini ragazzi così altruisti come Valerio e Federica – commentano il sindaco di Pineto, Verrocchio e l’assessora Martella – appena abbiamo appreso la notizia, grazie a Ida Nardi Presidente dell’ANTA Onlus di Pineto, abbiamo voluto complimentarci con loro perché non è da tutti lasciare il lavoro, la propria quotidianità per aiutare animali in pericolo dall’altra parte del mondo, sopportando anche i costi del viaggio. Un gesto lodevole che merita tutta la nostra ammirazione e riconoscenza per questo abbiamo organizzato questa iniziativa pubblica, un modo per dimostrare loro tutta la stima e la riconoscenza della nostra città”.

Tra i presenti all’incontro, oltre a numerosi cittadini, i referenti delle associazioni pinetesi di tutela animale Anta e Appa Onlus, la Comandante provinciale del nucleo investigativo reati ambientali, Cassandra Vantini; il comandante della stazione dei Carabinieri di Pineto, Ernesto Parretta e il comandante della Polizia Stradale di Pineto, Franco Spizzirri, i consiglieri comunali Massimina Erasmi e Marco Giampietro.

Al termine dell’iniziativa l’amministrazione comunale ha donato una pergamena a Valerio e Federica in segno di ammirazione, riconoscenza e gratitudine.

by Redazione
Auschwitz

La storia non va dimenticata e molto spesso per fare ciò bisogna visitare quei luoghi che hanno fatto la storia, anche quella che non vorremo mai leggere sui libri.

Ecco perché il prossimo 4 febbraio prenderà il via il progetto Promemoria_Auschwitz al quale prenderanno parte 55 studenti abruzzesi (2.400 giovani provenienti da 9 regioni italiane).

Il progetto, ideato dall’Associazione Deina e realizzato a Pescara in collaborazione con ARCI Pescara, coinvolgerà studenti provenienti dal liceo D’Annunzio e dal liceo Galilei di Pescara e gode del patrocinio della Regione Abruzzo e della Provincia di Pescara, del patrocinio e del contributo del Comune di Pescara e del supporto di FlixBus Italia e Heart Solution.

Quindi partenza martedì 4 febbraio e rientro in Italia lunedì 10.

by Redazione

Aria di rinnovamento in casa SALPA, la società agricola consortile nata nel 2015 cui aderiscono oltre 400 soci produttori e che è fornitore esclusivo di filiera di Industrie Rolli Alimentari S.p.A., gruppo leader nella produzione e commercializzazione di prodotti surgelati con una quota di mercato pari al 25% della produzione nazionale e del 38% di tutto l’export del settore surgelati.

Lo scorso sabato 25 gennaio si è concluso il ciclo di rinnovamento, avviato lo scorso giugno, con la nomina quale Amministratore delegato di Lorenzo Cerretani e completato con un nuovo consiglio di amministrazione.

La presidenza del CdA è stata affidata a Filippo Cerulli Irelli socio fondatore SALPA, che vanta un’esperienza ultra trentennale in importanti Aziende del settore Alimentare, anche come Presidente di CdA.

Vice presidente ed Amministratore delegato Lorenzo Cerretani, tecnologo alimentare, con all’attivo due dottorati di ricerca (il primo in Scienze degli Alimenti ed il secondo in Ingegneria Agraria) e che, oltre ad un’importante attività accademica, ha ricoperto ruoli manageriali nel settore dell’agro-industria.

Completano il CdA Angelo Cichelli, professore ordinario di Scienze e Tecnologie Alimentari all’Università degli Studi Pescara – Chieti “G. d’Annunzio” dove ricopre anche il ruolo di Presidente del Corso di Laurea Magistrale in Scienze dell’Alimentazione e salute, Scuola di Medicina dell’Università D’Annunzio.

Lorenzo Cerretani
L’Amministraztore delegato Lorenzo Cerretani

Riveste inoltre importanti incarichi nel settore delle politiche agricole alimentare ed è componente delle commissioni finali di valutazione dei progetti FISR per il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca; Avv. Ilario Giangrossi socio e partner dello Studio Legale Grimaldi, uno dei più importanti studi legali Italiani, il quale da anni assiste clienti nazionali e internazionali (attivi anche nel settore food) sia nel contenzioso societario, bancario e civile, sia nell’ambito di operazioni di fusione, acquisizione e joint ventures e con una consolidata esperienza anche in ambito fallimentare e restructuring; Francesco Ferretti (Consigliere del CdA dal 2015), perito chimico di comprovata esperienza, che ha lavorato nell’industria dei vegetali surgelati per 52 anni.

Ha operato con continuità in ambito produttivo lavorando alla messa a punto di processi e prodotti finiti ed è considerato come il massimo esperto Italiano nel settore dei vegetali surgelati.

Il sig. Ferretti è stato fondatore della SALPA e rappresenta la memoria storica dello stabilimento produttivo di Roseto degli Abruzzi.

“Con questa nuova compagine SALPA è pronta ad affrontare un futuro che si prospetta in crescita e che vedrà, già nei prossimi mesi l’apertura di un nuovo reparto produttivo di ‘healthy food’ che andrà a contribuire al processo di espansione già avviato in questi anni – ha spiegato l’Ad Cerretani – In questi mesi c’è stato un rinnovo del management e un rafforzamento della governance che ha visto l’inserimento di diverse figure con elevate professionalità, provenienti da altre realtà italiane ed internazionali. In particolare forte attenzione è stata data alla presenza femminile nel top management. Per realizzare la crescita produttiva auspicata per quest’anno è stata avanzata la richiesta ai lavoratori di fornire disponibilità al lavoro domenicale come consuetudine per il settore dell’agroindustria”.

SALPA occupa circa 200 lavoratori fissi e circa 700stagionali di cui quasi 500 ormai “storici” e oltre 200 assunti più recentemente.

Inoltre, per quanto riguarda la filiera agroindustriale SALPA in questi anni è passata da quatto soci ad oltre quattrocento aziende agricole associate, tramite la cooperativa Eco-Italy.

Gran parte dei soci conferitori sono locali o provengono dalle vicine regioni.

Dal 2015 al 2020 SALPA ha creato uno straordinario sviluppo occupazionale non solo all’interno dello stabilimento, grazie all’aumento della produzione di vegetali del 50% circa, ma soprattutto nella sua filiera agricola che passando da 8mila ettari a oltre 12mila ettari coltivati ha creato un enorme aumento del numero di addetti diretti e indiretti in relazione alle oltre 400 aziende agricole associate.

Infatti, come è noto l’agribusiness comporta una occupazione che pesa per il 10% sulle attività di trasformazione diretta mentre il restante 90% riguarda gli addetti occupati nella filiera agricola.

by Redazione
skatepark

“E’ fruibile lo Skatepark comunale realizzato nell’area antistante il porto turistico Marina di Pescara”. Questo l’annuncio del consigliere regionale Antonio Blasioli.

Un progetto voluto dall’amministrazione comunale di centrosinistra per creare una struttura in città dove i tantissimi skaters potessero andare a fare le proprie evoluzioni, liberando così piazze, spazi e monumenti e consentendone il ristoro dai rumori e soprattutto dai danni che questa pratica inevitabilmente produce.

“I segni del passaggio degli skate – afferma Blasioli – sono ben evidenti infatti in piazza Garibaldi, ma anche alla rotonda Paolucci, alla Madonnina, in Largo Mediterraneo, mete favorite da ragazzi e ragazzini che coltivano questa passione e grazie al progetto realizzato ora si può pensare di porvi rimedio. Il progetto è nato proprio per questo, raccoglie le istanze di molti skaters che chiedevano di riavere un luogo dove potersi esercitare ed esibire, visto che il pattinodromo dei Colli era diventato impraticabile a causa dei rumori e nel 2013 era stato chiuso proprio per questo. Ma Pescara non poteva restare senza”.

Un progetto nato grazie anche al finanziamento attraverso i fondi regionali per 150mila euro.

“Al Marina – prosegue il consigliere – c’è abbastanza spazio, ci sono strutture per fare anche evoluzioni importanti, insomma c’è un parco divertente, pensato sia per chi vuole imparare, che per chi è già bravo con evoluzioni e acrobazie. Bisogna usarlo, questo l’appello che rivolgo ai ragazzi: è nuovo, accessibile e aperto a tutti negli orari di apertura della struttura, quindi anche di sera con l’arrivo della bella stagione. Ci sono delle regole d’ingaggio che bisogna rispettare a tutela dei fruitori e del parco stesso, ma è il minimo per una città inclusiva che consente innovative convivenze, come quella a cui noi stavamo lavorando quando abbiamo redatto il progetto e trovato i fondi perché divenisse realtà”.

by Redazione
bullismo

Bullismo e cyberbullismo: i mali dai ragazzi di oggi, forme di violenza fisica e piscologica che corre in rete e distrugge la dignità e l’autostima degli adolescenti.

Per contrastare un simile fenomeno, l’Istituto Alberghiero Ipssar “De Cecco” di Pescara ha posto in essere un interessante progetto: “Uno sportello dedicato al contrasto di fenomeni di bullismo e di Cyberbullismo istituito grazie al sostegno del Club Service Lions Pescara Host e al quale d’ora in avanti i nostri studenti potranno rivolgersi per denunciare eventuali episodi subiti o anche per aiutare i compagni più fragili”, le parole della dirigente dell’Istituto Alberghiero Ipssar ‘De Cecco’ di Pescara Alessandra Di Pietro.

Nell’Istituto infatti per 4 ore a settimana, saranno disponibili gli psicologi dell’associazione Pro-Positivi i quali ascolteranno studenti e insegnanti.

by Redazione
giornata della memoria
Si è svolto a Pineto un incontro dal titolo La giornata della Memoria dell’Abruzzo e degli abruzzesi.
Un importante momento di riflessione e approfondimento sulla Shoah, con testimonianze indirette di quella che è stata la situazione all’estero ma anche in Abruzzo.
L’evento, organizzato della Commissione per le Pari Opportunità di Pineto e dal Comune di Pineto,  in collaborazione con BliblioCine ha visto la partecipazione degli studenti della Scuola Secondaria di primo grado “Giovanni XXIII” e di molte autorità civili e militari tra i quali:  il vice questore Vicario di Teramo dottor Andrea Rossi, il Tenente Colonnello della Guardia di Finanza Massimiliano Salce, il capo Martinadonna della Guardia Costiera di Silvi, il presidente ANMI di Pineto Domenico Felle, la presidente ANPI di Pineto Rita Trinchieri, il presidente del consiglio comunale Giuseppe Cantoro.
Dopo l’introduzione della vice presidente della CPO Edda Migliori che ha moderato l’evento, si sono avvicendati i saluti istituzionali del sindaco del Comune di Pineto Robert Verrocchio, dell’assessora alle Politiche sociali Marta Illuminati, dell’assessore all’Istruzione Vincenzo Fiorà e del Tenente Colonnello Massimiliano Salce.
Ha aperto i lavori la Presidente della Commissione per le Pari Opportunità Anna D’Amario con una panoramica sulla situazione in Italia e in Abruzzo durante la seconda Guerra Mondiale spiegando il contesto della nostra Regione. Si è proseguito con la proiezione del video-testimonianza del compianto Ermando Parete sopravvissuto alla detenzione nel campo di concentramento di Dachau in Germania. A seguire l’intervento del figlio Donato Parete che ha parlato dei valori che hanno mosso la vita di suo padre fino alll’istituzione della Fondazione Premio Parete. Successivamente un’altra testimonianza indiretta di Umberto Di Loreto dell’ANPI che ha riportato le vicende legate alla storia di suo padre che ha combattuto sulle montagne abruzzesi. Infine, a chiudere l’incontro, la consegna del libro il Diario di Anna Frank a tutti gli studenti e la lettura del messaggio dello storico Domenico Di Felice che avrebbe dovuto prendere parte ai lavori.
“La presenza di Donato Parete questa mattina a Pineto in occasione dell’iniziativa La Giornata della Memoria dell’Abruzzo e degli abruzzesi a cura della locale CPO è stata ricca di emozioni e estremamente significativa. Dalla sua viva voce tutti i presenti hanno avuto l’opportunità preziosa di ascoltare la storia di suo padre Ermando, al quale è stata dedicata una fondazione per tenere viva la memoria dell’olocausto che lo ha costretto alla prigionia nel campo di sterminio di Dachau. Originario di Abbateggio, in provincia di Pescara, Ermanno dopo quella dolorosa esperienza si è adoperato per non disperdere le testimonianze sugli orrori nazifascisti, attività portata avanti oggi dal figlio che ringrazio per le sue parole e la sua attività. Un grazie va alla CPO per aver organizzato questo appuntamento” ha dichiarato il sindaco di Pineto Robert Verrocchio.
l'incontro a Pineto
“È importante non abbassare mai la guardia e tenere alta l’attenzione. Solo studiando, documentandosi e informandosi potrete sviluppare una crescenza critica e di discernimento che impedirà che le atrocità del passato possano ripetersi” ha spiegato l’assessora Marta Illuminati rivolgendosi agli studenti e invitandoli ad usare i Social approfondendo sempre le fonti del contenuto di ciò che si legge e condivide.
“Era un mio desiderio affrontare il tema della Giornata della Memoria con uno sguardo speciale sulla nostra Regione assoluta protagonista e teatro dei tristi e intricati accadimenti legati alla Seconda Guerra Mondiale. Una regione che ha saputo resistere ai bombardamenti, alla fame, ai lutti senza mai perdere la generosità tipica della sua gente – ha dichiarato la presidente della CPO Anna D’AmarioSpero che da questo incontro nasca la voglia di ricostrire la memoria con la raccolta di testimonianze, documenti e reperti, affinché il ricordo non vada perso”.
“Questa di Pineto – le parole di Donato Parete, figlio di Ermando Parete e fondatore del Premio Parete – ha rappresentato una bellissima occasione per ricordare mio padre e i suoi valori. Nostro dovere, quello dei figli dei testimoni diretti della Shoah, è far comprendere alle nuove generazioni che qualcosa di incredibile è accaduto: oltre l’orrore dei campi di sterminio, i giovani devono assumere piena consapevolezza,  studiare tanto per arrivare ad avvicinarsi a capire la complessità delle cose, del mondo attuale”.
All’incontro di ieri ne seguirà un altro, a cura del Bibliocine, che si terrà lunedì 27 alle ore 21 nella Sala Teatro del Palazzo Polifunzionale con la proiezione del film Il Pianista del regista Roman Polansky.
by Redazione
Palazzo Tilli

Torna lunedì 27, alle ore 11.30, Il Cammino della memoria, manifestazione organizzata da Palazzo Tilli a Casoli (Ch), in occasione della Giornata dedicata alle vittime dell’Olocausto.

Le cantine e la dependance dell’edificio settecentesco, infatti, furono dal 1940 al 1944 le sedi numero 1 e 2 del campo in cui vennero internati ebrei stranieri, per lo più provenienti dall’Europa dell’Est, ed “ex jugoslavi”, prevalentemente croati e sloveni.

Palazzo Tilli, il cammino della memoria - prima tappa - da dx il sindaco Tiberini, Antonella Allegrino e Piera Della Morgia02
da destra: il sindaco Tiberini, Antonella Allegrino e Piera Della Morgia

“Rinnoviamo per il secondo anno il nostro impegno a preservare la memoria degli internati e a consegnare il loro ricordo alle giovani generazioni – spiega Antonella Allegrino proprietaria di Palazzo Tilli– Ci sarà, infatti, un’ampia partecipazione delle scuole all’iniziativa poichè seguiranno il cammino circa 200 studenti degli Istituti ‘De Petra’ e ‘Algeri-Marino’ di Casoli, delle scuole di Sant’Eusanio del Sangro, Tornareccio, Castel Frentano e San Valentino in Abruzzo Citeriore (Pe). Insieme a bambini, ragazzi e a tutti coloro che prenderanno parte all’iniziativa ricorderemo nomi, volti e storie di chi ha perso la libertà in questi campi perché vittima dell’odio e delle discriminazioni”.

Il programma della manifestazione, organizzata con la partecipazione del Comune, dell’Anpi e di Campocasoli.org, prevede alle ore 11.30 un primo momento di riflessione in Piazza della Memoria e la consegna ai partecipanti dei “Sassi della Memoria”.

Seguirà una sosta davanti all’ex municipio di via Borrelli, che fu sede numero 1 del campo di concentramento. Qui, alcuni giovani musicisti dell’IISS “Algeri-Marino”, in rappresentanza della banda musicale della scuola, eseguiranno brani musicali.

Il cammino farà quindi tappa davanti alle Cantine di Palazzo Tilli e alla Palazzina della Memoria di via del Fiore dove saranno posati i sassi della Memoria. Durante il percorso, verranno scanditi, in rispettoso silenzio, i nomi dei 218 internati che furono portati nel campo.

Palazzo Tilli, il cammino della memoria - 29

Alla manifestazione parteciperanno, oltre ad Antonella Allegrino, il sindaco di Casoli Massimo Tiberini, il presidente della sezione locale dell’Associazione nazionale partigiani d’Italia (Anpi) Piera Della Morgia, lo studioso Giuseppe Lorentini, dirigenti scolastici, docenti e cittadini.

by Redazione
TUA

Sono stati presentati a Pescara, i nuovi autobus in dotazione dell’azienda unica di trasporti abruzzese. Nello specifico, si tratta di 20 bus Iveco Crossway Line da 12 metri alimentati da motori Euro 6 che sono immediatamente immessi in esercizio.

L’arrivo dei nuovi 20 bus rappresenta la terza tranche di rinnovo per TUA nell’ultimo periodo nell’ottica di un programma di investimenti e di ammodernamento più ampio.

L’investimento economico per i 20 nuovi bus è di circa 4,7 milioni di euro.

L’inserimento dei nuovi autobus nel parco veicoli della TUA determina degli impatti positivi per la collettività dovuti ad un effetto positivo sull’anzianità media della flotta.

I nuovi mezzi sono stati assegnati ai diversi territori abruzzesi:

  • 6 opereranno nella provincia di Chieti (2 assegnati all’Unità di Produzione di Chieti e 4 a quella di Lanciano),
  • 3 in quella di Pescara (2 Pescara extraurbano e 1 Pescara urbano),
  • 6 nella provincia dell’Aquila (2 all’Unità di Produzione del capoluogo, 1 ad Avezzano e 3 a Sulmona),
  • 5 a Teramo (3 all’Unità di Produzione  di Teramo, 2 in quella di Giulianova).

I nuovi Iveco Crossway della TUA prevedono sistemi di digitalizzazione che permettono di rendere i mezzi pubblici “smart”; tutti i nuovi autobus, infatti, sono dotati di emettitrici e validatrici dei titoli di viaggio, del sistema conta-passeggeri alle porte, del TVCC controllo porte (acronimo di televisione a circuito chiuso), di telecamera interna, computer e rete telematica di bordo per interfacciarsi in qualsiasi momento con la centrale operativa.

L’altro aspetto rilevante è quello economico: l’introduzione nella flotta dei nuovi mezzi permette all’Azienda Unica di risparmiare in modo consistente sui costi per circa 220mila euro, in particolar modo di quelli dovuti alla manutenzione e alle economie sui carburanti che garantiscono i nuovi motori Euro 6.

conferenza

Ogni nuovo autobus, infatti, garantisce a TUA un risparmio stimato di circa 11mila euro dovuti alla riduzione dei costi del carburante grazie alla maggiore efficienza di motori di ultima generazione (euro/bus 3mila), alla riduzione dei costi manutentivi (servizi, manodopera, ricambi fino a euro/bus 5mila) e allo sconto accisa fiscale di cui possono beneficiare i motori Euro 6 (euro/bus 3mila).

Il presidente di TUA Spa, Gianfranco Giuliante, ha sottolineato gli impatti positivi che determina la messa in esercizio dei nuovi autobus:

TUA si sta muovendo in modo assennato, continuando a dare qualità ai passeggeri e ponderando ogni nuovo step in sinergia con le eterogenee necessità del territorio abruzzese.

L’introduzione di 20 nuovi bus nel parco composto da oltre 800 mezzi si inquadra in un discorso prospettico che vedrà, a stretto giro, l’arrivo anche di nuovi mezzi.

I nuovi bus  sono all’avanguardia ed ‘intelligenti’ e offrono la possibilità di portare avanti un discorso sempre più integrato dal punto di vista tecnologico.

Inoltre gli impatti positivi del rinnovo di un’altra fetta importante del parco veicoli di TUA sono tangibili perché si inseriscono nella logica lineare di cost reduction grazie ai risparmi per le manutenzioni e per il costo del carburanti, ma anche e soprattutto dal punto di vista ambientale e della qualità dei servizi offerti agli utenti.

by Redazione
attività storica

Non è facile nel 2020 ricominciare praticamente da zero ma Michele Santurbano panettiere del Dolce forno, storica attività di Pescara Colli (via del Santuario, 129), ha deciso che sì, si può ricominciare.

Inaugurazione dunque per il locale che da 29 anni sforna pane per i sui clienti.

“Siamo qui dal 1991 e oggi riparto da zero con un laboratorio più piccolo ma con la stessa passione. Cosa significa ricominciare? Diciamo che ho avuto coraggio e spero di venir ripagato con un lavoro più tranquillo e redditizio” così Michele Santurbano.

dolce forno

by francesca
1 2 3 7