Search

Spoltore per i diritti Lgbt: è stata depositata una mozione, prima firmataria il consigliere Cinzia Berardinelli, per l’installazione di una panchina con i colori dell’arcobaleno. Un simbolo contro l’omofobia e in favore dei diritti di persone Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender. L’occasione è anche la vigilia del 28 giugno, giornata mondiale dell’orgoglio Lgbt e anniversario dei moti di Stonewall, una serie di scontri fra gruppi di omosessuali e la polizia a New York divenuti momento di ribellione per il rispetto dei diritti delle minoranze.

Spiega Berardinelli: “questa amministrazione comunale, con il sindaco Luciano Di Lorito esposto in prima persona, ha sempre voluto evidenziare messaggi contro ogni tipo di discriminazione, comprese quelle legate all’orientamento sessuale e all’identità di genere. Le Unioni Civili tra persone dello stesso sesso non fanno più notizia a Spoltore, ma nella realtà italiana molti si rifiutano ancora di pensare che due persone gay, lesbiche o transgender possano sposarsi e costruire una famiglia”. La mozione chiede al Sindaco, alla Giunta e al Consiglio Comunale di sostituire una delle panchine del centro storico con una Panchina Arcobaleno, così come è avvenuto in altre città d’Italia. “Il motivo è semplice: in queste settimane è calendarizzata in Parlamento la discussione sulla Legge contro l’omotransbifobia, che aggiunge tutele ne confronti delle persone lgbt, difendendole dalle discriminazioni. Si discute inoltre di inasprire le pene per reati legati all’orientamento sessuale e all’identità di genere, come avviene già per l’odio razziale o religioso. Predisporre una panchina arcobaleno sulla terrazza del bastione del Castello longobardo, in questo momento, sarebbe un modo per schierarsi anche visivamente contro ogni forma di discriminazione nei confronti delle persone lgbt in un momento decisivo come quello, lo speriamo, appena precedente all’approvazione della Legge nazionale”.

27 Giugno 2020